Liquidi bagaglio a mano: cosa si può portare e quali sono i limiti


Prima di prendere un aereo è importante valutare con attenzione tutte le norme sul bagaglio a mano. Ogni compagnia, infatti, applica specifiche limitazioni al numero ed alla grandezza dei bagagli che si possono portare in cabina. Per tutti i voli in partenza dall’Europa, invece, sono previste norme comuni, definite oramai da diversi anni, per quanto riguarda i liquidi che si possono portare nel bagaglio a mano.

liquidi nel bagaglio a mano

La normativa attuale, definita dal Regolamento (UE) 246/2013, chiarisce quali sono le limitazioni applicate alle sostanze liquide che possono essere portate nel bagaglio a mano. In particolare, la normativa specifica quali sono i limiti per i liquidi che possono portati oltre ai controlli di sicurezza obbligatori che tutti i viaggiatori devono eseguire prima di poter accedere all’area dei gate per l’imbarco.

È compito degli addetti alla sicurezza verificare il rispetto della normativa sui liquidi nel bagaglio a mano ed i viaggiatori sono obbligati a seguire, con precisione, le indicazioni fornite dalle regole vigenti. Nonostante le norme sui limiti ai liquidi per i bagagli a mano siano attive da diversi anni in Europa, sono molti i viaggiatori che, per distrazione o non conoscenza delle regole, tentando di superare i controlli portando con sé più liquidi del consentito nel bagaglio a mano.

In questi casi, gli addetti ai controlli di sicurezza saranno costretti a bloccare l’accesso al viaggiatore ed al suo bagaglio. Per poter entrare nell’area dei gate, quindi, il viaggiatore sarà costretto a lasciare indietro tutti i liquidi che eccedono i limiti fissati dalla normativa.

Solitamente, sono le bottiglie d’acqua e i prodotti per l’igiene personale a superare facilmente le stringenti limitazioni imposte dalla normativa. Per questo motivo, è opportuno, soprattutto per chi non è un assiduo viaggiatore, prendersi tutto il tempo per analizzare nel dettaglio le limitazioni previste ai liquidi nel bagaglio a mano prima di raggiungere l’aeroporto.

Quanti liquidi si possono portare nel bagaglio a mano

Prima di prendere l’aereo è opportuno fare un rapido controllo dei liquidi presenti nel bagaglio a mano. La normativa attuale, infatti, impone diverse limitazioni ai liquidi che possono superare i controlli di sicurezza da effettuare, obbligatoriamente, prima di imbarcarsi.

Il primo limite ai liquidi da portare nel bagaglio a mano è rappresentato dal volume complessivo. È possibile portare con sé sino liquidi per un massimo di 1 litro. I liquidi eccedenti tale soglia volumetrica non potranno essere portati con sé e dovranno essere lasciati all’addetto della sicurezza al momento del controllo per accedere all’aeroporto.

Il volume massimo non è la sola limitazione prevista per i liquidi nel bagaglio a mano. Come prescritto dalla normativa, infatti, i liquidi dovranno essere suddivisi in vari recipienti. Ogni recipiente potrà avere una capacità massima di 100 ml (quindi 1/10 di litro). Ricordiamo che 100 ml equivalgono anche a 10 cl.

Ad esempio, per portare con sé una boccetta di sapone da 0,5 litri sarà necessario suddividere il contenuto in cinque o più recipienti separati ognuno dei quali dovrà avere una capacità massima di 0,1 litri (ovvero 100 ml). È possibile portare recipienti di capacità inferiore mentre non è possibile eccedere, in alcun modo, il limite di 100 ml per singolo recipiente.

Tutti i recipienti contenenti un liquido andranno poi inseriti all’interno di una borsa, un sacchetto di plastica o una busta trasparente, in modo da permettere una rapida osservazione. Il sacchetto in questione dovrà essere richiudibile con un sistema sigillante specifico permettendo, quindi, la possibilità di una chiusura semplice anche dopo l’apertura legata ai controlli da parte degli addetti dell’aeroporto.

C’è poi un altro elemento da considerare. Il sacchetto contenente i recipienti di capacità massima pari a 100 ml cadauno non potrà eccedere le dimensioni di 18 x 20 cm. Da notare, inoltre, che, a prescindere dal numero di bagagli a mano concessi dalla compagnia aerea con cui si viaggia, ogni passeggero può portare con sé un solo sacchetto contenente i liquidi che dovranno rispettare i vincoli indicati in precedenza.

Ricapitoliamo, quindi, quali sono i limiti previsti dalla normativa relativa ai liquidi trasportabili nel bagaglio a mano in aereo:

  • ogni viaggiatore può portare con sé un sacchetto da 18 x 20 cm in cui dovranno essere contenuti tutti i liquidi; il sacchetto dovrà essere facilmente richiudibile con un apposito sistema (una zip ad esempio)

  • in ogni sacchetto ci potranno essere liquidi per un massimo di 1 litro

  • i liquidi dovranno essere suddivisi in piccoli recipienti di capacità massima pari a 100 ml che dovranno essere collocati tutti nello stesso sacchetto; al massimo, quindi, è possibile portare con sé 10 recipienti da 100 ml

Quali sono i liquidi consentiti nel bagaglio a mano

La normativa sui liquidi nel bagaglio a mano pone diverse limitazioni che i viaggiatori devono rispettare per poter superare i controlli di sicurezza ed accedere agli imbarchi dell’aeroporto. Oltre ai limiti già visti per quanto riguarda il volume massimo di liquidi trasportabili per singolo viaggiatore, ci sono da considerare anche altre limitazioni per quanto riguarda la tipologia di liquidi da portare.

Ecco l’elenco dei liquidi che possono essere portati in un bagaglio a mano ma che devono rispettare i vincoli sulla quantità indicati in precedenza:

  • acqua e soluzione acquose di vario tipo

  • bevande di vario tipo

  • sciroppi

  • minestre

  • profumi

  • spray

  • sostanze gel (ad esempio gel per capelli)

  • sostanze in recipienti sotto pressione (ad esempio deodoranti spray o schiuma da barba)

  • creme e lozioni di vario tipo

  • mascara

  • sostanze in pasta (ad esempio i dentifrici)

  • prodotti di vario tipo di consistenza analoga ai liquidi (creme spalmabili ad uso alimentare, yogurt, formaggi freschi, deodoranti, lucidalabbra liquido)

Da notare, inoltre, che è possibile portare in aeroporto diversi altri prodotti che non sono sottoposti alla normativa sui liquidi. Tra questi troviamo:

  • rossetto, cipria, fard ed altri trucchi di questo tipo

  • salviette imbevute e disinfettanti

  • cibi solidi con all’interno prodotti spalmati (ad esempio un panino con una crema spalmabile)

Medicinali liquidi e latte per bambini

I medicinali disponibili in forma liquida, come sciroppi e gocce, e il latte (o altri prodotti alimentari liquidi) per bambini necessitano di un approfondimento in quanto spesso sono i prodotti che fanno nascere il maggior numero di dubbi ai viaggiatori che devono prendere un aereo.

Per quanto riguarda i medicinali liquidi, anche questa categoria di prodotti deve rispettare i vincoli normativi sul quantitativo (volume massimo di 1 litro suddiviso in recipienti da massimo 100 ml). Il viaggiatore può superare questi limiti sono in alcuni casi speciali e solo se porta con sé un’apposita ricetta medica.

È possibile sforare le limitazioni sui liquidi nel bagaglio a mano nel caso in cui i medicinali:

  • debbano essere utilizzati durante il volo

  • sono necessari per scopi medici e/o alimentari ben precisi

Prima di partire, è consigliabile consultare il proprio medico curante per richiedere tutte le informazioni relative ai prodotti da portare in viaggio e, eventualmente, alle alternative disponibili in soluzione solida (ad esempio, potrebbero essere disponibili delle compresse in sostituzione di uno sciroppo liquido).

Per quanto riguarda il latte ed altri prodotti per bambini (pappe, acqua sterilizzata) è possibile sforare i limiti previsti dalla normativa. In questi casi, infatti, i viaggiatori possono portare un quantitativo di liquidi superiore a quello consentito. È consigliabile, in ogni caso, suddividere i liquidi in tanti piccoli recipienti e fare in modo che i controlli risultino essere agevoli.

Gli addetti alla sicurezza, di solito, effettuano controlli molto accurati sui liquidi per bambini. Ad esempio, può capitare che venga richiesto ad uno dei genitori che accompagnano il bimbo di assaggiare una delle pappe o il latte per verificare l’autenticità del prodotto. In generale, chi viaggia con bambini molto piccoli deve organizzare il trasporto dei prodotti alimentari al meglio e semplificare il più possibile il controllo da parte degli addetti alla sicurezza dell’aeroporto.

Le compagnie low cost applicano dei limiti ai liquidi nel bagaglio a mano?

No. Tutte le compagnie aeree seguono delle normative comuni in merito ai liquidi che possono essere portati a bordo, compresi i liquidi acquistati presso i negozi in aeroporto, dopo i controlli. È importante sottolineare che compagnie low cost come RyanAir o WizzAir, due delle low cost più attive in Europa, applicano delle limitazioni alla grandezza del bagaglio a mano.

I biglietti più economici, infatti, potrebbero non includere il bagaglio a mano “tradizionale” (il classico trolley da circa 55 cm di altezza) dando al viaggiatore la possibilità di portare con sé solo una borsa piccola, uno zaino o una borsa per notebook. In questi casi, lo spazio in cui riporre i liquidi potrebbe essere limitato in modo “indiretto” dai vincoli che la compagnia applica sul bagaglio a mano.

Ci sono limitazioni per i liquidi acquistati dopo i controlli?

No. Dopo aver effettuato i controlli (rispettando i vincoli relativi ai liquidi da portare nel bagaglio a mano), sarà possibile acquistare prodotti di vario tipo al duty free senza limitazioni legate al volume. Prima di viaggiare, ma dopo aver effettuato i controlli, sarà possibile acquistare una bottiglia d’acqua per il viaggio oppure delle bevande in uno degli store presenti in aeroporto.

Bisogna considerare il caso dei voli con scalo. Nella maggior parte degli aeroporti internazionali è possibile accedere portando con sé i prodotti (anche i liquidi) acquistati presso il duty free dell’aeroporto di partenza. In questi casi, al momento dell’acquisto, è necessario specificare all’addetto alla vendita che si sta per effettuare un volo con scalo. Il prodotto acquistato verrà sigillato all’interno di un apposito sacchetto e potrà essere portato con sé per tutto il viaggio.

Non tutti gli aeroporti presso cui si potrà fare scalo accettano i prodotti acquistati al duty free di partenza. Per questo motivo, prima di partire, è consigliabile consultare le norme applicate nell’aeroporto in cui si farà scalo.

Ci sono limitazioni per i liquidi nel bagaglio da stiva?

No. Se si viaggia con un bagaglio da stiva sarà possibile portare con sé liquidi senza essere costretti a rispettare le stringenti normative previste per il bagaglio a mano. In un bagaglio da stiva, quindi, si potrà portare un sapone da un litro o una bottiglia d’acqua da 2 litri senza dover effettuare controlli e senza correre il rischio che i prodotti vengano sequestrati.

È importante però fare attenzione ai prodotti alcolici. In alcuni Paesi, infatti, potrebbero essere presenti normative particolarmente stringenti in merito all’importazione di alcolici anche in quantità moderate. È consigliabile, in questi casi, verificare se il Paese di destinazione applica delle limitazioni di questo tipo per quanto riguarda i bagagli da stiva.

Cosa fare prima di partire

Se ad una prima occhiata la normativa legata ai limiti sui liquidi da portare nel bagaglio a mano può sembrare un po’ contorta, con una breve analisi dei vincoli sarà facile preparare tutto l’occorrente per il viaggio, evitando qualsiasi tipo di problema durante i controlli di sicurezza obbligatori, necessari per entrare nell’area di imbarco dell’aeroporto.

Ecco alcuni consigli utili da mettere in pratica prima di partire:

  • prima di preparare i bagagli è consigliabile procurarsi degli appositi contenitori per liquidi da portare in aereo;

  • se disponibili, acquistare confezioni “da viaggio” dei prodotti che si desidera portare con sé; i prodotti “da viaggio” sono realizzati appositamente per rispettare le normative sui bagagli a mano e, quindi, hanno una capacità massima di 100 ml, come prescritto dalle regole che i viaggiatori sono tenuti a rispettare

  • quando possibile, fare incetta di campioncini omaggio (soprattutto per prodotti di igiene personale) che potranno tornare utilissimi nei viaggi

  • al momento della preparazione dei bagagli a mano, è utile prendersi tutto il tempo necessario per verificare che i liquidi che si desidera portare con sé rispettino le stringenti norme sui bagagli a mano

  • evitare di portare nel bagaglio a mano dei recipienti che sforano i limiti previsti dalla normativa; i controlli sui liquidi sono molto stringenti ed è praticamente impossibile “farla franca” e riuscire a superare il controllo di sicurezza con liquidi che non rispettano i vincoli previsti

  • se possibile, preferire prodotti 2 in 1 (ad esempio un doccia-shampoo)

Bonus Vacanze 2020: come richiederlo e spenderlo dal 1 luglio

A partire da oggi, 1° luglio 2020, è possibile richiedere e utilizzare il Bonus Vacanze 2020, l'incentivo che mira a sostenere le vacanze delle famiglie italiane che sceglieranno di alloggiare presso strutture ricettive del nostro Paese. Il Bonus Vacanze 2020 può essere richiesto da oggi, da tutte le famiglie che rientrano nei requisiti previsti dall'iniziativa, e speso entro la fine dell'anno in corso esclusivamente in Italia. Ecco, quindi, come richiedere e spendere il Bonus Vacanze 2020.

Bonus Vacanze 2020: come richiederlo tramite App IO

Il Bonus Vacanze 2020 è uno degli strumenti previsti dal Governo italiano per contribuire al rilancio dell'economia nazionale dopo il lockdown e l'emergenza sanitaria. Si tratta di un'agevolazione prevista dal decreto Rilancio che permetterà ai cittadini di ottenere un bonus da spendere per le proprie vacanze da trascorrere in Italia. Ecco come richiedere il Bonus Vacanze 2020 direttamente tramite l'app IO e chi può ottenere quest'agevolazione.

Intermediari assicurativi fisici e polizze online: impennata durante il lockdown

Durante tutto il periodo di lockdown dovuto alla pandemia, gli strumenti digitali offerti dal web, come ad esempio il comparatore online di SOStariffe.it, hanno dato un contributo notevolissimo agli intermediari assicurativi che hanno potuto mantenere un costante contato con i propri clienti, riuscendo così a minimizzare l'impatto del lockdown stesso. I dati raccolti da SOStariffe.it confermano una crescita della produzione del 310% ed un incremento del numero di partner aderenti alla sua rete che ora può contare anche su Genertel.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »