Quanto tempo ho per denunciare un sinistro all'assicurazione?

Per conoscere quanto tempo avete a disposizione per denunciare un sinistro all’assicurazione, basta fare riferimento al Codice Civile. Per effettuare la comunicazione sono previsti tre giorni, ma è importante anche sapere che, in caso di denuncia ….. 

Per conoscere quanto tempo avete a disposizione per denunciare un sinistro all’assicurazione, basta fare riferimento al Codice Civile. Per effettuare la comunicazione sono previsti tre giorni, ma è importante anche sapere che, in caso di denuncia tardiva giustificata da motivazioni rilevanti, non si rischia di perdere l’indennizzo. Scoprite in questa guida ulteriori informazioni riguardo a tempi e modalità per la denuncia di un sinistro.

 

Quanto tempo ho per denunciare un sinistro all’assicurazione?

Per conoscere quanto tempo avete per denunciare un sinistro all’assicurazione, la legge di riferimento da consultare è l’articolo 1913 del Codice Civile. Secondo questo paragrafo, la persona intestataria del contratto di assicurazione deve comunicare l’avvenuto incidente entro tre giorni dalla data dello stesso o a partire dal momento in cui ne è venuto a conoscenza. In ogni modo, questa comunicazione non sarà necessaria nel caso in cui l’assicurazione sia intervenuta nel corso dell’incidente oppure subito dopo, comunque prima dello scadere dei tre giorni dall’avvenimento, con la conseguenza naturale che gli agenti siano già informati dei fatti.

Nonostante si tratti di un periodo di tempo molto breve, soprattutto nel caso in cui sia avvenuto un sinistro grave con conseguenze anche importanti sulle persone coinvolte, è importante conoscere questa scadenza e agire adeguatamente. D’altra parte, dobbiamo anche sottolineare che la legge offre un’interpretazione più ampia a questo articolo del Codice Civile. Inoltre, il contratto che sottoscrivete spesso può prevedere margini di tempo più lunghi ed è quindi sempre importante, prima di firmare il contratto, considerare la clausola che descrive quanto tempo si ha per denunciare un sinistro all’assicurazione.

Come funziona denuncia sinistro all’assicurazione?

Uno degli aspetti migliori nell’ambito di come capire quando e come denunciare un sinistro all’assicurazione è quello che riguarda la possibilità di avvalersi di ogni mezzo di comunicazione per la condivisione di questa informazione. Le possibilità sono:

  • impiego di raccomandata andata/ritorno, sicuramente l’opzione preferibile in quanto vi assicura che l’avviso sia stato effettivamente ricevuto dal destinatario in questione. L’indirizzo da utilizzare per la spedizione è quello dell’ispettorato sinistri, che vi sarà condiviso dalla vostra assicurazione;

  • casella di posta elettronica certificata, inviando la comunicazione alla PEC della vostra stessa agenzia;

  • comunicazione di persona, mediante la consegna di una dichiarazione scritta che include alcune informazioni essenziali come i dati dell’assicurazione, tempo e luogo del sinistro, descrizione della sua dinamica, delineazione delle responsabilità dal punto di vista del dichiarante;

  • in alcuni casi, è possibile infine utilizzare il canale telefonico attraverso il servizio di assistenza clienti della vostra compagnia.

Cosa succede dopo denuncia sinistro all’assicurazione?

Una volta inviata adeguata comunicazione all’agenzia, l’assicurazione procede con la verifica dei dati forniti in merito all’incidente avvenuto. Questa verifica includerà anche la stima dei danni e quindi l’ammontare del risarcimento da corrispondere all’intestatario della polizza. Per operare nel modo più completo e adeguato, l’agenzia si procurerà il verbale redatto dalle autorità competenti e si avvarrà anche di un perito tecnico specializzato per la valutazione del danno al mezzo coinvolto nell’incidente del caso.

L’offerta di risarcimento al titolare della polizza da parte dell’assicurazione deve avvenire nel rispetto di termini di tempo specifici determinati dalla legge. Si tratta di:

  • 60 giorni, nel caso di danni circoscritti ai veicoli;

  • 90 giorni, nel caso di danni subiti da persone.

Cosa succede se non denuncio sinistro all’assicurazione?

Nelle sezioni precedenti abbiamo definito che il termine massimo per la presentazione della denuncia di avvenuto sinistro presso una compagnia di assicurazioni è di 3 giorni. Nonostante questo, la comunicazione successiva alla scadenza del termine non comporta necessariamente la perdita del risarcimento che vi spetta. Questa condizione vale soprattutto nel caso in cui all’incidente siano susseguite condizioni particolari, come ad esempio un ricovero ospedaliero. In caso di presentazione della denuncia dopo i 3 giorni previsti, saranno sempre considerate le motivazioni che hanno provocato questo ritardo.

La perdita dell’indennità avviene solamente nel caso in cui la mancata denuncia sia dolosa. Altre conseguenze minori sono la decurtazione dell’indennizzo. Per “doloso” intendiamo l’inosservanza volontaria e mirata a danneggiare l’agenzia, oppure a trarre vantaggio dall’atto illegale. Sarà compito della compagnia di assicurazioni dimostrare la malafede della persona responsabile e procedere all’applicazione di questo tipo di “sanzioni” nel caso giudicate esatte.

Infine, un’altra delle condizioni che potrebbero causare la perdita dell’indennizzo è il superamento del termine di prescrizione per il diritto al risarcimento. Per tutti i sinistri che avvengono su strada questo termine è fissato a due anni. Per evitare spiacevoli inconvenienti di questo tipo, è opportuno quindi assicurarsi, una volta inviata la comunicazione attraverso lo strumento preferito (posta elettronica, comunicazione di persona o invio a mezzo postale), di ottenere anche un riscontro in merito dalla stessa agenzia che confermi l’adeguata ricezione dell’informazione.

Domande correlate