Pannelli fotovoltaici

Scopri i vantaggi di un impianto fotovoltaico per la tua casa: energia pulita, indipendenza e risparmio a lungo termine

1
Inserisci i tuoi dati in pochi secondi
2
Richiedi un preventivo gratuito per un impianto fotovoltaico chiavi in mano
3
Beneficia della detrazione fiscale del 50%
Richiedi preventivo

L'impianto fotovoltaico: elementi generali

L'impianto fotovoltaico è costituito da un sistema "modulare" di pannelli solari, installato solitamente sui tetti delle abitazioni, che trasforma la radiazione solare in energia elettrica, con la quale è possibile soddisfare il proprio fabbisogno energetico. Per un’utenza domestica in genere gli impianti hanno una potenza di 3 Kw.

Gli impianti fotovoltaici più diffusi sono on-grid, ossia in collegamento alla rete elettrica: consentono di risparmiare perché:

  • si consuma in primis l’energia solare autoprodotta;
  • l’energia non immediatamente consumata viene reimmessa nella rete e pagata a prezzo di mercato, in base a quanto stabilito dal GSE

impianto fotovoltaico: come funziona l'on-grid

L'impianto fotovoltaico: tipologie di pannelli principali

Lo sviluppo tecnologico ha portato alla realizzazione di diverse tipologie di pannelli fotovoltaici attualmente disponibili in commercio. Ecco le caratteristiche di ciascuna tipologia:

TIPOLOGIA PANNELLO SOLARE FOTOVOLTAICO

EFFICIENZA

PRO

CONTRO

Pannelli monocristallini

16-18%

Massima efficienza possibile  Costi elevati

Pannelli policristallini

14-16% Efficienza intermedia Costi meno elevati rispetto ai monocristallini

Pannelli a film sottile amorfo

8/12%

Efficienza ridotta

Flessibilità nell’installazione e nell’utilizzo

Costi inferiori rispetto alle altre tipologie

Pannelli ibridi

Dipende dal tipo di pannello utilizzato per il modulo fotovoltaico

Maggiore flessibilità di nell’utilizzo  

Quanto costa un impianto fotovoltaico per uso domestico?  

Il costo di un impianto fotovoltaico “chiavi in mano” varia in base ad una serie di fattori. La potenza installata, le dimensioni e il luogo di installazione incidono sulla spesa complessiva da sostenere per investire nel fotovoltaico. 

In linea di massima, il costo di un impianto fotovoltaico è pari ad alcune migliaia di euro: un piccolo impianto domestico da 2 kW, ad esempio, prevede una spesa complessiva compresa tra 4.000 euro e 6.000 euro. Il costo dell’impianto non aumenta in modo lineare con la potenza: la spesa per kW di potenza installata si riduce all’aumentare della potenza complessiva dell’impianto grazie alla possibilità di ammortizzare alcuni costi aggiuntivi, come la manodopera.

Nella valutazione del costo di un impianto fotovoltaico per uso domestico bisogna considerare, oltre al costo del pannello, anche il costo di tutti gli altri elementi. Per questo motivo, quando si parla di spesa per il fotovoltaico, si considera sempre il costo "chiavi in mano" dell'impianto.

A garantire una riduzione del costo complessivo di un impianto fotovoltaico domestico ci sono le agevolazioni a cui è possibile accedere con questa tecnologia (detrazioni fiscali, IVA agevolata e altre misure di incentivazione a livello nazionale e regionale) e la possibilità di “rivendere” l’energia elettrica prodotta e non auto-consumata, ottenendo un rientro economico.

Come scegliere i migliori pannelli fotovoltaici?

La scelta dei migliori pannelli fotovoltaici per il proprio impianto deve tenere in considerazione due elementi principali:

  • costo del singolo pannello
  • efficienza della tipologia di pannello

Puntare su pannelli monocristallini permette di massimizzare l’efficienza mentre con pannelli policristallini e amorfi è possibile ottimizzare i costi, a fronte di una leggera riduzione del rendimento. Si tratta di un aspetto chiave per la valutazione del funzionamento del proprio impianto

In generale, però, quando si investe sul fotovoltaico bisogna fare un’analisi più ampia. Il costo degli impianti è “chiavi in mano” e comprende tutti gli altri elementi necessari alla sua realizzazione (inverter, impianto elettrico, sistema di accumulo, manodopera etc.).

Per questo motivo, la scelta più conveniente è quella di calcolare un preventivo tenendo conto di tutti gli elementi che concorrono a definire il costo dell’impianto fotovoltaico e non limitarsi alla scelta del miglior pannello. 

Come installare un impianto fotovoltaico

Per installare un impianto fotovoltaico è necessario rivolgersi ad un’azienda specializzata. Per completare l’installazione, infatti, ci sono diversi elementi da realizzare e non è possibile effettuare l’operazione in sicurezza senza affidarsi a personale competente e certificato.

 Per questo motivo, quando si investe nel fotovoltaico si valutano preventivi “chiavi in mano” che considerando nel costo finale tutti gli elementi necessari all’installazione di un impianto fotovoltaico (compresi, quindi, i costi di installazione).

Il fotovoltaico è disponibile anche con soluzioni plug and play che possono essere installate in autonomia. Tali soluzioni presentano potenza e dimensioni ridotte e sono, quindi, più semplici da mettere in funzione. Spesso, in questo caso, si parla difotovoltaico da balcone”.

Fotovoltaico: con o senza accumulo?

L’impianto fotovoltaico può essere corredato da un sistema di batterie - detto anche storage - che immagazzinano l’energia non immediatamente consumata erogandola successivamente al bisogno.

L’impianto fotovoltaico con accumulo è la soluzione più completa ed è quella che consente di sfruttare i vantaggi dell’autoconsumo differito: quando l’impianto non produce - per esempio di sera - e non si può auto consumare direttamente energia solare, si potrà comunque utilizzare la riserva di energia autoprodotta assorbita dalle batterie, senza attingere alla rete elettrica nazionale.

I sistemi di storage più avanzati sono in grado di analizzare i consumi e gestire l’energia autoprodotta, distribuendola in modo “intelligente” verso i sistemi di accumulo, la rete domestica o la rete elettrica per ottimizzare al meglio il funzionamento dell’impianto.

Se le batterie sono totalmente cariche, ma c’è comunque un eccesso di energia non consumato al momento, questo viene ceduto alla rete, garantendo un ritorno economico.

Il sistema di accumulo può essere installato contestualmente all'impianto fotovoltaico stesso o aggiunto in un momento successivo rispetto a quello dell’acquisto dei pannelli solari.

Una batteria da utilizzare come sistema di accumulo in abbinamento ad un impianto fotovoltaico presenta un costo di circa 1.000 euro per kWh di capacità.

Pannelli fotovoltaici e Scambio sul Posto: prospettive di risparmio e guadagni

Il meccanismo, che permette di vendere l’energia prodotta e non consumata e prelevare a nostra volta dalla rete, si chiama Scambio sul Posto e si applica a tutti gli impianti fino a 500 Kw. Bisogna farne apposita richiesta al GSE (Gestore Servizi Energetici), il quale rimborserà l’energia immessa in rete, con una tariffa al kWh aggiornata periodicamente.

Il sistema dello Scambio sul Posto rappresenta, quindi, un modo per ottenere un rientro economico da un impianto fotovoltaico. Per ottimizzare l’investimento, però, è necessario dare sempre priorità all’auto-consumo, anche ricorrendo a sistemi di accumulo abbinati, e ricorrere ad una soluzione come lo Scambio sul Posto solo per l’energia prodotta in eccesso.

Agevolazioni fiscali sugli impianti fotovoltaici

Chi compra e installa un impianto fotovoltaico per produrre energia elettrica da usare in casa può usufruire di diversi incentivi per il fotovoltaico. A disposizione degli utenti c’è l’Iva agevolata al 10% oltre a detrazioni Irpef al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia, con rimborso annuale in 10 anni (in questo caso si parla di “Bonus Ristrutturazione”). L’importo massimo della detrazione è di 96.000 euro.

È possibile investire nel fotovoltaico anche tramite il Superbonus con una detrazione del 90% della spesa ma solo se insieme all’impianto fotovoltaico vengono effettuati interventi “trainanti” per l’efficientamento energetico.

Perché ora è il momento giusto per investire nel fotovoltaico?

Oggi è il momento giusto per investire nel fotovoltaico e installare un impianto di produzione di energia elettrica per la propria abitazione. Gli elementi che rendono l’investimento fotovoltaico particolarmente conveniente in questo momento sono diversi:

  • il costo dell’energia elettrica all’ingrosso è molto elevato; la crisi energetica del 2022 ha spinto l’elettricità su quotazioni da record e il costo al kWh non è ancora tornato ai livelli pre-crisi; poter utilizzare energia elettrica auto-prodotta è, quindi, una scelta conveniente per via del costo ancora elevato dell’elettricità prelevata dalla rete
  • l’efficienza dei pannelli fotovoltaici di nuova generazione è in continua crescita; investire in nuovi pannelli oggi significa accedere a soluzioni tecnologicamente avanzate e in grado di garantire decenni di utilizzo con un rendimento molto più elevato rispetto al passato; l’investimento è, quindi, molto conveniente
  • il costo dei pannelli fotovoltaici si sta stabilizzando verso il basso e l’investimento iniziale per realizzare un impianto richiede una spesa sempre più accessibile; in più, è possibile sfruttare diversi incentivi per il fotovoltaico per ridurre la spesa
  • il costo dei sistemi di accumulo si sta riducendo, permettendo a chi sceglie di investire nel fotovoltaico di poter massimizzare l’auto-consumo di energia
  • la vendita dell’energia prodotta in eccesso e non auto-consumata rende di più rispetto al passato; l’aumento del costo dell’energia all’ingrosso ha reso più vantaggioso adottare meccanismi come lo Scambio sul Posto e il Ritiro Dedicato per ottenere un rientro economico dall’energia non auto-consumata

Come lavora un impianto fotovoltaico?

Durata e smaltimento dei pannelli solari fotovoltaici

Conviene di più l’accumulo o lo Scambio sul Posto?

Fotovoltaico di ultima generazione: prospettive future

Domande frequenti sul fotovoltaico

Quanto costa un impianto fotovoltaico da 6 kW con accumulo da 10 kWh?

Il costo “chiavi in mano” di un impianto fotovoltaico da 6 kW varia tra i 9.000 euro e i 13.000 euro in base a vari fattori. Un sistema di accumulo costa circa 1.000 euro per kWh. Un impianto da 6 kW con sistema di accumulo da 10 kWh, quindi, costa circa 20.000 euro.

Qual è la differenza tra pannelli solari e fotovoltaici?

Quanto durano i pannelli solari?

Quali sono i difetti dei pannelli solari?  

Quali sono nuovi sistemi per sfruttare l’energia solare?

Alcune delle recensioni che ci rendono più orgogliosi:
Eccezionale
Basata su 4851 recensioni
Matias17

Che adesso ci internet

Mati Tufa
Valutata 4.3 su 5 sulla base di 4851 recensioni su