Incentivi fotovoltaico GSE: come ottenerli


Per tutti gli interessati al fotovoltaico, il Gestore dei Servizi Energetici (GSE), la società gestita dal Ministero dell’Economia e delle finanze, che si occupa prevalentemente del settore delle fonti rinnovabili e degli aspetti economici e finanziari ad esse connessi, mette a disposizione degli incentivi 2022 che potranno essere utilizzati per l’installazione di un nuovo impianto.

incentivi_fotovoltaicoPrima di procedere con l'articolo, ricordiamo che tramite il comparatore di SosTariffe.it per pannelli fotovoltaici è possibile confrontare diversi preventivi proposti dalle principali aziende di settore che permettono di avere un'idea precisa sui costi reali da affrontare per puntare sul fotovoltaico e ridurre la spesa per l'energia elettrica. Clicca sul box qui di sotto per confrontare subito i preventivi.


Confronta i preventivi per pannelli fotovoltaici »

Il GSE ha deciso di rendere l’operazione ancora più semplice e diretta, sfruttando Internet per la richiesta: basterà accedere all’applicazione Web del Gestore dopo essersi registrati al servizio. Una volta terminata la registrazione basterà collegarsi al sito ufficiale della società, all’indirizzo www.gse.it e andare sulla barra del menu alla voce Attività, navigando su Fotovoltaico, Servizi e infine Richiesta Incentivi.

In questo modo si potrà avviare la richiesta dell’incentivo: nel proecedimento dovranno essere allegate ad alcune immagini e informazioni tecniche relative al tipo di impianto da installare, le informazioni dati sul richiedente e altri documenti che verranno specificati durante la fase di compilazione del form.

Ovviamente si tratta di un primo step che non è sufficiente da solo per ottenere l’incentivo e risparmiare sulle tariffe energia elettrica: successivamente alla richiesta online, infatti, sarà necessario utilizzare la posta ordinaria per l’invio di tutti i documenti necessari per la domanda.

L’elenco dei documenti previsti e tutte le informazioni relative al procedimento per ottenere gli incentivi li potrete trovare nella Guida per l’incentivazione degli impianti col Conto Energia. Si tratta di un file pensato per tutti coloro che hanno intenzione di puntare sull’energia fotovoltaica e vogliono avere un incentivo per sostenere la spesa.

Si risparmia sulla bolletta e sulle emissioni di anidride carbonica: un impianto “medio” ha un costo massimo di 7.000 euro al kW più Iva al 10%. La spesa totale può arrivare fino a 23.000 euro circa. Il risparmio in bolletta a tariffa incentivante va da 2110 euro a 2880 euro l'anno. Nel caso di installazione dei pannelli fotovoltaici abbinati a interventi di risparmio energetico la tariffa incentivante arriva fino al 30% ed è possibile accumulare incentivi regionali che aumentano contributo ottenuto fino ad un massimo del 20% del costo dell'impianto.

Inoltre, è bene ricordare che i pannelli per il solare termico (per produrre acqua calda) godono della detrazione dalle imposte del 36% della spesa in 10 rate annuali di pari importo: per ammortizzare l'investimento servono quindi dai 15 ai 20 anni.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Aumenti luce e gas: l'intervento del Governo copre solo il 6% dei rincari

Gli aumenti sulle bollette di luce e gas registrati ad inizio gennaio si tradurranno in vere e proprie stangate per le famiglie italiane che, nel corso dei prossimi mesi, registreranno dei veri e propri picchi negli importi da pagare per le forniture di energia elettrica e gas naturale. Ad attenuare i rincari si è registrato un intervento del Governo con alcune norme incluse nella Legge di Bilancio. Secondo le stime della Cgia di Mestre, però, l'intervento del Govero copre solo una ridottissima percentuale degli aumenti su luce e gas. Vediamo i dettagli.

Caro bollette del Governo: le mosse per ridurre gli aumenti

Quali sono le ultime misure che sono state messe in campo dal Governo per contrastare il caro bollette di gennaio 2022? Vediamo insieme il contenuto del Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 57, emanato il 21 gennaio 2022, e quali sono le mosse che si possono compiere in prima persona.