Bonus sociale


I clienti con gravi problemi economici e in alcune particolari condizioni anche in condizioni di disagio fisico possono contare su un contributo dello Stato per le proprie forniture.

Il bonus elettrico, il bonus gas e il bonus idrico sono le tre agevolazioni per famiglie numerose a basso reddito. Tra i beneficiari del bonus elettrico il contributo è previsto anche un profilo cosiddetto di disagio fisico, per rientrare in questa categoria si deve avere in famiglia una persona con patologie molto gravi che necessita di apparecchiature elettromedicali salvavita.

I bonus sociali consistono in sconti in bolletta, le quote di queste agevolazioni vengono ricalcolate ogni anno dall’ARERA. In genere l’aiuto per gli utenti in difficoltà è pari ad ¼ della spesa dei consumi di una famiglia media.

Fino al 2020 era necessario presentare la domanda per ottenere questo contributo, dal 2021 invece il supporto per le famiglie in difficoltà è stato automatizzato.

La nuova procedura prevede che gli aventi diritto presentino la Dichiarazione Sostitutiva Unica all’INPS (certificazione del patrimonio mobile e immobile) che serve per calcolare l’ISEE e sarà poi l’ente a comunicare i dati all’ente preposto e gli utenti beneficiari riceveranno il bonus direttamente in bolletta.

Nella pagina della fattura in cui sono riportate le ripartizioni della spesa è presente anche una specifica voce che indica l’importo dello sconto applicato sui consumi. Le condizioni per disagio economico che consentono di essere tra i beneficiari dei bonus sociali sono

  • far parte di un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro
  • chi è un componente di un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) può avere un ISEE massimo di 20.000 euro
  • appartenere ad un nucleo familiare di un titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Gli importi dello sconto del bonus luce vengono stabiliti dall’ARERA e sono fissi, le tre categorie che corrispondono a degli sconti più o meno elevati sono: famiglie composte da 2 persone, da 3 componenti o con più di 4 persone. Per il bonus gas invece il valore dipenderà dall’uso del gas (per riscaldamento o solo per cottura e acqua calda) e dalle zone climatiche di residenza.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Rincari materie prime: perché incidono sulle bollette luce e gas

L’autunno sarà contrassegnato dall’aumento dei costi delle bollette di luce e gas, derivante dal rialzo dei costi delle materie prime. Vediamo di seguito qual è il motivo per il quale i rincari incidono sempre sul prezzo finale e quali sono le soluzioni da adottare per riuscire a rendere più sostenibili le ultime spese relative al 2021. 

Il canone Rai va pagato per la seconda casa? 

La normativa in vigore a proposito del pagamento del canone Rai prevede che siano previste alcune esenzioni, ovvero dei casi nei quali l’importo dovuto per il possesso di un televisore non dovrà essere corrisposto. Come funziona nel caso delle seconde case? Scopriamolo insieme.