Come leggere la bolletta del gas


La bolletta del gas include una lunga serie di informazioni relative alla fornitura, al costo del gas, ai consumi registrati e, naturalmente, all’importo da pagare. Ogni fornitore invia periodicamente le proprie bollette ai suoi clienti in base al periodo di fatturazione previsto dalle condizioni contrattuali. Chi ha optato per la bolletta digitale, riceverà il documento in versione PDF nella casella di posta elettronica oppure potrà scaricarlo dall’area clienti del sito del fornitore. Chi, invece, ha scelto di ricevere la bolletta cartacea la riceverà via posta ordinaria.

Per leggere la bolletta del gas in modo completo è opportuno analizzare tutte le informazioni che vengono riportate nel documento. In particolare, è la prima pagina il vero punto di riferimento per i clienti che hanno la possibilità di ottenere tutte le informazioni importanti relativi alla propria fornitura. Imparare a leggere la bolletta ed individuare i dettagli principali è fondamentale.

Ecco, quindi, come leggere la bolletta del gas.

La prima pagina della bolletta

Ogni fornitore può “personalizzare” la bolletta del gas inviata ai suoi clienti, andando a modificare alcuni dettagli e l’impaginazione. In linea di massima, però, tutte le bollette del gas sono tenute ad inserire nella prima pagina una serie di informazioni chiave relative alla fornitura in oggetto. La prima pagina della bolletta rappresenta una vera e propria sintesi della fornitura e consente al cliente di ottenere tutte le informazioni rilevanti.

Nella prima parte della bolletta vengono elencati tutti i dati della fornitura. Tra le informazioni individuate troviamo:

  • l’indirizzo del cliente dove è attiva la fornitura di gas naturale
  • la tipologia di cliente; per le famiglie verrà indicato il termine “domestico” mentre per altre tipologie di fornitura sarà riportato “altri usi”
  • la tipologia di uso; il gas può essere utilizzato per la produzione di acqua calda sanitaria, la cottura e il riscaldamento; nella bolletta verrà indicato per quali scopi viene utilizzato il gas come stabilito dal contratto di fornitura
  • il nome commerciale dell’offerta attivata dal cliente
  • la matricola e la classe del contatore
  • il codice REMI (Punto di Consegna) che contraddistingue la cabina del gas a cui è collegato il tubo che arriva fino all’abitazione dell’utente; questo dato può essere utile in caso di guasti all’impianto
  • la tipologia di pagamento scelta dal cliente (bollettino postale o domiciliazione)
  • il Parametro P (la quantità di energia contenuta in un metro cubo di gas a condizioni standard di temperatura e pressione) ed il Coefficiente C (il valore utilizzato per convertire il consumo misurato in Standard metri Cubi, ovvero Smc; tale dato cambia in base alla città)
  • la data di attivazione della fornitura del gas
  • il prezzo della componente sostitutiva materia prima del contratto
  • il distributore di gas locale (l’azienda che gestisce l’infrastruttura di gas, da non confondere con il venditore di gas con cui si è attivato il contratto di fornitura)

La bolletta del gas, inoltre, presenta, sempre nella prima pagina, un ulteriore blocco di informazioni che, in breve riassume tutte le informazioni più importanti in merito alla fornitura ed alla fattura. In questa sezione si trova:

  • il numero cliente, necessario per identificare il proprio contratto di fornitura
  • il codice PDR che consente di identificare in modo univoco la fornitura; in caso di cambio fornitore sarà fondamentale comunicare al nuovo fornitore tale codice per completare il passaggio in modo corretto
  • il codice fiscale dell’intestatario del contratto di fornitura
  • la tipologia di fornitura (per una bolletta del gas verrà indicato “gas naturale”)
  • il numero della fattura ed il periodo di riferimento della bolletta
  • il totale complessivo da pagare, comprensivo di tutte le voci di spesa, imposte e tasse
  • la data entro cui effettuare il pagamento

Un’altra indicazione fondamentale presente nella bolletta è rappresentata dalle indicazioni relative ai consumi fatturati ed alle letture. In bolletta verranno fornite, chiaramente, le informazioni relative al consumo rilevato di gas con cui è stato effettuato il calcolo dell’importo della fattura. Ci saranno, inoltre, indicazioni in merito alle misurazioni del contatore rilevate ed alle eventuali autoletture effettuate dal cliente.  

Per leggere la bolletta del gas correttamente sarà importante analizzare la sezione di riepilogo dei costi. Con un grafico semplice e intuivo, l’utente potrà verificare la suddivisione dell’importo complessivo nelle varie voci di spesa in cui si articola la bolletta. Tra le varie sezioni in cui sarà diviso il grafico rappresentativo dei costi troviamo la Spesa per il gas natura, un importo destinato al fornitore, legato al consumo effettivo registrato ed al costo della materia prima.

Tra le altre voci ci saranno la Spesa per il trasporto e la gestione del contatore e la Spesa per gli oneri di sistema, importi destinati al distributore, e il totale di imposte ed IVA destinato all’Erario. La somma di questi importi genera l’importo complessivo della bolletta che il cliente deve pagare.

NOTA: le immagini allegate sono tratte da Enel.it e fanno riferimento alla bolletta del gas inviata da Enel Energia ai suoi clienti. 

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Le altre pagine della bolletta

Le bollette del gas sono compostate da diverse pagine. La prima pagina va a riassumere, in modo esaustivo, tutte le informazioni importanti sulla fornitura, i costi ed i consumi. Scorrendo le pagine della bolletta è possibile accedere ad altre informazioni aggiuntive. A disposizione dell’utente, ad esempio, ci saranno sezioni dedicate a:

  • un riepilogo dei consumi stimati e registrati con uno “storico” che permette di consultare l’andamento del consumo di gas della propria fornitura
  • un riepilogo dei costi con tutte le voci illustrate nel dettaglio ed uno “storico” su quanto pagato
  • un riepilogo dei pagamenti effettuati dal cliente in passato
  • una sezione denominata Comunicazioni che racchiude diverse informazioni utili per l’utente come i recapiti per l’autolettura, per mettersi in contatto con il servizio clienti o per presentare un reclamo

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Miglior gestore luce e gas di agosto 2021: le offerte del mese

Il mercato libero dell’energia e del gas naturale si contraddistingue per la presenza di un gran numero di offerte che potranno essere attivate in qualsiasi momento. Abbiamo utilizzato il comparatore di SOStariffe.it per individuare qual è il miglior gestore luce e gas di agosto 2021: vediamo qual è il risultato della nostra comparazione. 

Quale tariffa luce e gas conviene ad Agosto 2021?

Il mese di agosto 2021 è appena iniziato ed è il momento giusto per dare un taglio alle bollette di luce e gas scegliendo le migliori tariffe presenti sul Mercato Libero. A disposizione delle famiglie, infatti, ci sono numerose offerte in grado di garantire un notevole risparmio in bolletta. Vediamo quale tariffa luce e quale tariffa gas scegliere ad agosto 2021 per ottenere il massimo risparmio in bolletta rispetto al mercato tutelato.