Standard metro cubo


È l’unità di misura standard che viene utilizzata per il conteggio dei consumi gas. La materia prima gas naturale è espressa in metri cubi ma questa unità del sistema internazionale e misura solo il volume. L’smc moltiplica i consumi registrati dal contatore per un coefficiente che viene definito dalle diverse località.

Il coefficiente correttivo ha la funzione di convertire il consumo di gas rilevato dal contatore nella misura standard utilizzata per la fatturazione. Questa operazione serve per far pagare ai clienti gas solo la quantità di gas che viene consumata e per stabilire quale sia questa quota si deve tenere conto della pressione e della temperatura del gas.

La scelta di una misura omogenea è necessaria perché al variare delle condizioni atmosferiche e fisiche cambia la quantità di gas che occupa 1 metro cubo. La convenzione stabilisce che l’smc sia il gas che occupa un metro cubo ad una temperatura di 15C° e con una pressione 1.013,25 millibar.

Il coefficiente applicato in genere ai consumi è di 1,027235, quindi se si considera un consumo di 110 mc misurato dal contatore e si moltiplica il coefficiente di conversione, il risultato sarebbe 112,9958 (smc). A questa cifra sarà poi applicato il prezzo della materia prima proposto dal gestore con cui si è sottoscritta l’offerta gas.

Per capire quale sia il costo che andrete a pagare sarà sufficiente quindi trovare una bolletta che riporta il consumo anno, dovrete quindi moltiplicare il dato dei metri cubi riportati per il coefficiente e poi per il costo proposto dal gestore.

Nei contratti della fornitura gas, se si legge con attenzione, si noterà che la tariffa della materia prima gas naturale proposta è espressa in euro/smc. La conversione viene effettuata automaticamente da appositi strumenti elettronici applicati ai contatori per le utenze con grandi consumi. Il valore del coefficiente utilizzato per queste operazioni viene stabilito dall’ARERA (Autorità di regolazione per energia reti e ambiente).

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Quali sono le detrazioni fiscali 2021 per condizionatori?

Con l'estate oramai alle porte, si avvicinano le giornate di caldo intenso e diventa necessario accendere il condizionatori. Chi non ha ancora questo tipo di elettrodomestico, oppure ha la necessità di sostituirlo per puntare su di una soluzione più moderna ed efficiente, potrà contare sulle detrazioni fiscali per condizionatori disponibili per il 2021. A disposizione dei contribuenti italiani, infatti, ci sono svariate opzioni su cui puntare per ammortizzare la spesa per l'acquisto di uno o più condizionatori. Vediamo tutti i dettagli.