Ricalcolo


Le bollette luce e gas riportano questa voce per indicare una verifica degli importi già fatturati in precedenza al cliente ed eventuali differenze a debito o a credito per l’utente.

Il conguaglio è un ricalcolo che mostra un debito da parte del cliente, un motivo per esempio può essere il riscontro di differenze tra i consumi stimati e quelli effettivi.

Questa operazione può anche far guadagnare un credito all’utente, qualora l’ipotesi di consumo si riveli una sovrastima. In questo caso il cliente riceverà dal suo fornitore un diritto al credito che sconterà sulle bollette successive.

Le tre eventualità in cui in fattura sarà considerato un ricalcolo sono disallineamento dei consumi effettivi e delle letture del contatore per bollette precedenti fatturate su consumi stimati; malfunzionamento del contatore o errata comunicazione delle autoletture o delle letture al gestore; rimodulazione dei prezzi che vengono applicati all’offerta luce e gas attiva.

L’ultimo caso sarà ritenuto valido solo se ci sarà una sentenza del Tribunale amministrativo a sancire la regolarità della modifica. I consumi pagati in bolletta in mancanza di letture puntuali sono, secondo quanto riportato anche dall’ARERA, si basano su calcoli delle ipotesi di consumo che vengono fatti tenendo conto dello storico dell’utenza.

I consumi effettivi invece sono definiti come la differenza tra i consumi energia o gas che appaiono sul display del contatore domestico, e non, nel momento dell’ultima lettura e i numeri dei consumi registrati con la rilevazione precedente.

La lettura dei consumi può essere effettuata dai tecnici, gli utenti possono fare l’autolettura comunicando al gestore i numeri riportati dai contatori dei dispositivi e con i nuovi smart meter la società potrà fare la verifica dei consumi da remoto (questa funzione dovrebbe determinare una diminuzione drastica di conguagli).

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Quali sono le detrazioni fiscali 2021 per condizionatori?

Con l'estate oramai alle porte, si avvicinano le giornate di caldo intenso e diventa necessario accendere il condizionatori. Chi non ha ancora questo tipo di elettrodomestico, oppure ha la necessità di sostituirlo per puntare su di una soluzione più moderna ed efficiente, potrà contare sulle detrazioni fiscali per condizionatori disponibili per il 2021. A disposizione dei contribuenti italiani, infatti, ci sono svariate opzioni su cui puntare per ammortizzare la spesa per l'acquisto di uno o più condizionatori. Vediamo tutti i dettagli.