Cambio gestore energia elettrica obbligatorio: come prepararsi al passaggio al mercato libero


Fino a poco tempo fa, l’abolizione del mercato energetico di Maggiore Tutela era previsto per luglio 2020. Seppure questa scadenza sia stata demandata al primo gennaio 2022, è bene prepararsi a questo inevitabile passaggio valutando i vantaggi, le caratteristiche e le procedure necessarie ad effettuare il cambio gestore energia elettrica presto obbligatorio e delle relative tariffe luce disponibili sul mercato libero.

cambio fornitore luce e gas

Come prepararsi al passaggio al mercato libero

A partire dal 2007, con l’introduzione del cosiddetto Decreto Bersani, è stata avviata la liberalizzazione del mercato dell’energia. Questa svolta è la conseguenza di una serie di direttive provenienti dall’Unione Europea in direzione della creazione e rafforzamento di un Mercato Unico dell’Energia tra i diversi Paesi Membri. Una delle principali conseguenze di questa scelta nel nostro Paese è quella della futura abolizione del mercato tutelato, dopo di ché il processo di liberalizzazione iniziato circa un decennio fa sarà definitivamente completato.

In questo contesto, è bene sapere come prepararsi al passaggio al mercato libero energia e gas, con la consapevolezza che nel lungo periodo un cambio gestore energia elettrica, nel caso in cui siate intestatari di una tariffa che rientra nel mercato di Maggiore Tutela, sarà obbligatorio. Dopo una serie di rinvii successivi, la nuova scadenza per il passaggio al mercato libero delle forniture energetiche a livello nazionale è previsto a partire dal primo gennaio 2022. Questa data arriva dopo successivi slittamenti: si parlava inizialmente del primo luglio 2019, cambiato al primo luglio 2020 ed infine aggiornato al primo gennaio 2022.

Quali sono le ragioni per i diversi rinvii? Il motivo principale è dovuto al fatto che si è riconosciuto che i consumatori non siano pienamente consapevoli del significato di questo prossimo passaggio. Inoltre, ci sono ancora molti dubbi riguardo alla linea guida da tenere per tutti coloro che al momento dell’effettiva chiusura della maggior tutela non avranno preso una decisione in merito. Da parte sua, per rimediare a queste condizioni, l’Autorità ha messo in campo numerose iniziative volte ad informare la popolazione in merito a questo passaggio inevitabile.

Dati i molti aggiornamenti in merito, alcuni consumatori che ancora usufruiscono di una tariffa di Maggiore Tutela potrebbero cadere nell’equivoco di pensare che luglio 2020 sia la data definitiva per il passaggio al mercato libero. Sebbene ad oggi l’obbligo sia stato rimandato al gennaio 2022, è importante prepararsi ad un cambiamento che sarà nei prossimi anni inevitabile. I nostri suggerimenti per farlo sono:

  • informarsi sulle differenze tra mercato libero e mercato tutelato, migliorando la comprensione dei numerosi vantaggi che le tariffe del primo tipo possono rappresentare per tutte le categorie di consumatori;

  • valutare le diverse offerte luce e gas dei gestori energia elettrica in promozione grazie ad un comparatore di pacchetti come quello di SOStariffe.it, uno strumento online, gratuito ed affidabile;

  • verificare le modalità di attivazione dell’offerta energia elettrica sul mercato libero da voi identificata, ad esempio scegliendo la procedura online tramite i portali web dedicati.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Cosa succede se non si passa al mercato libero

Nonostante l’abolizione del mercato tutelato dell’energia sia stato definitivamente fissato al primo gennaio 2022, non è ancora chiaro cosa succederà a tutti coloro che non passano al mercato libero prima di questa scadenza. L’unica sicurezza in questo scenario è la garanzia che la fornitura di energia non verrà interrotta in alcun caso.

Circa la metà dei clienti domestici in Italia utilizza ancora una tariffa di Maggiore Tutela. Secondo i dati diffusi dall’ARERA, nel 2019 la percentuale ammontava al 53,5% per la fornitura di energia elettrica e al 47% per il gas. L’abolizione di questo mercato sarà quindi un cambiamento importante per milioni di utenti in Italia. Il nostro suggerimento è di evitare di superare i termini temporali indicati e iniziare a valutare le offerte sul mercato libero il prima possibile. D’altronde, il mercato libero può comportare numerosi vantaggi per chi decide di attivare una nuova tariffa energia elettrica. Ne parliamo nella sezione che segue.

Vantaggi mercato libero

Nonostante il passaggio al mercato libero unico dell’energia sia stato annunciato da molto tempo, un’ampia fetta dei consumatori italiani usufruisce ancora oggi di tariffe energetiche afferenti al mercato tutelato. Una delle barriere principali al passaggio verso il mercato libero è sicuramente la poca chiarezza in merito ai vantaggi che può comportare la scelta di quest’ultimo. Prima di specificare perché passare al mercato libero può essere molto conveniente, vediamo le principali differenze con quello di Maggiore Tutela.

Il mercato libero è il risultato della liberalizzazione del mercato dell’energia, iniziata a partire dagli anni Novanta. Il meccanismo che regola l’andamento delle tariffe proposte agli utenti è, per l’appunto, quello del libero mercato basato sull’equilibrio tra domanda e offerta. Si può affermare che sul mercato libero siano utente e fornitore a negoziare il prezzo definitivo delle bollette.

Quanto si parla di mercato tutelato, si intendono tariffe le cui condizioni economiche e contrattuali dipendono dall’Autorità di competenza, l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti). È questo il motivo per cui si utilizza il termine “tutela”: questa opzione assicura al consumatore che il prezzo finale sia stabilito dall’Autorità in base alle oscillazioni del valore delle materie prime sul mercato, con frequenza trimestrale. Di conseguenza, il prezzo finale delle bollette pagate dall’utente varierà esclusivamente in base alle dinamiche del costo delle materie prime.

A prescindere dall’obbligo di cambio gestore energia elettrica sul mercato libero a partire dal 2022, questa scelta presenta da subito numerosi vantaggi. Tra i principali, vogliamo sottolineare:

  • l’ampia varietà di fornitori e di tipologie di offerte energia elettrica già disponibili, tra cui potrete trovare con facilità la soluzione più adeguata al vostro profilo;

  • prezzo bloccato da uno fino a due anni, a seconda del tipo di contratto da voi scelto, al contrario delle variazioni trimestrali di costo subite con una tariffa del mercato tutelato;

  • offerte dual, che includono la fornitura di luce e gas all’interno dello stesso pacchetto, prevedono inoltre diversi sconti e premi per i nuovi clienti che decidono di optare per questa soluzione;

  • proposta di servizi digitali per i pagamenti, la gestione e il monitoraggio della fornitura;

  • possibilità di scegliere la provenienza dell’energia elettrica della vostra fornitura, ad esempio richiedendo solo fonti di produzione di energia rinnovabile.

Come passare a gestore energia elettrica mercato libero

Passare ad una tariffa energia elettrica sul mercato libero è davvero semplice, non comporta alcun costo aggiuntivo, né spiacevoli interruzioni di fornitura. In generale, è importare sfatare alcuni miti che spesso impediscono agli utenti di optare per una nuova soluzione. Ricordate che:

  • il cambio gestore energia è sempre gratuito e non prevede il pagamento di penali o la copertura di attività di dismissione oppure trasferimento, al contrario di quando ad esempio succede con le tariffe internet casa;

  • non rischiate alcuna interruzione nella fornitura dell’energia presso la vostra casa;

  • non dovrete procedere a sostituire il vostro contatore già in uso.

Come già sottolineato, il cambio di gestore è davvero un’operazione facile e può essere effettuata con una semplice chiamata oppure direttamente online. Una volta inoltrata la richiesta, la compagnia da voi scelta si prenderà cura del processo, portando avanti tutta la pratica e procedendo con l’attivazione. Per effettuare la domanda, avrete bisogno delle seguenti informazioni:

  • dati anagrafici dell’intestatario del contratto, come nome, cognome, indirizzo di residenza e domicilio e codice fiscale;

  • dettagli relativi alla fornitura, come indirizzo e codice POD (si tratta del codice costituito da 14 caratteri, indicato anche in bolletta);

  • informazioni di recapito, come numero telefonico e/o indirizzo email;

  • informazioni per il pagamento, come codice IBAN nel caso di domiciliazione fiscale.

L’attivazione della vostra nuova fornitura di energia elettrica dovrà avvenire nei tempi prestabiliti dalle normative in materia e regolato dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti). Si tratta di:

  • per i clienti che richiedono una nuova fornitura domestica, massimo un mese, a partire dal primo giorno del mese successivo alla ricezione della domanda;

  • per i clienti con fornitura non domestica, massimo tre mesi.

Migliori offerte energia elettrica mercato libero

Grazie al comparatore gratuito e affidabile di SOStariffe.it, abbiamo selezionato tre tariffe energia elettrica davvero vantaggiose. Si tratta di Next Energy Luce di Sorgenia, Luce Super Web di Illumia ed Energia Prezzo Fisso 12 mesi di wekiwi.

1. Next Energy Luce di Sorgenia

La tariffa Next Energy di Sorgenia è dedicata in esclusiva a tutti coloro che sono alla ricerca di una proposta che unisca qualità e convenienza, con un occhio di riguardo alla sostenibilità ambientale. Grazie ai prezzi di Sorgenia, una famiglia può arrivare a risparmiare fino a 258 Euro all’anno.

I principali vantaggi di scegliere la tariffa Next Energy di Sorgenia sono:

  • risparmio, grazie al prezzo in promozione;

  • sostenibilità, la produzione di energia avviene presso impianti 100% green. Inoltre, con il servizio di localizzazione, la compagnia individua l’impianto di produzione più vicino alla vostra casa;

  • digitale, la tariffa è 100% digitale, ad esempio vi basteranno davvero pochi click da smartphone oppure tablet per rimanere aggiornati sui consumi medi e tenere sotto controllo i flussi. Tutte le fatture sono recapitate via email, limitando quindi lo spreco di carta;

  • semplicità e trasparenza delle condizioni contrattuali e delle modalità di gestione della propria tariffa.

Next Energy Luce è una tariffa di tipo monorario, cioè il prezzo non cambia per l’utilizzo della fornitura a tutte le ore e i giorni della settimana, con un costo pari a 0,02512 Euro/kWh. Il prezzo è bloccato per 12 mesi, a partire dalla data di sottoscrizione dell’offerta. Non è richiesto alcun deposito addizionale all’attivazione.

Al pacchetto base della tariffa sarà anche possibile aggiungere opzioni come:

  • Energy Lab, la piattaforma digitale che permette all’intestatario della tariffa di tenere d’occhio e gestire le utenze e i consumi. Energy Lab invia periodicamente suggerimenti volti ad aumentare il risparmio. Il servizio è gratuito per i primi 12 mesi, poi disponibile al costo di 2 Euro/mese;

  • Green Life, l’opzione permette di scegliere l’impianto specifico da cui acquistare l’energia da fonti produzione rinnovabili. Il servizio prevede un costo aggiuntivo pari a 2 Euro/mese.

2. Luce Super Web di Illumia

La proposta Luce Super Web di Illumia prevede prezzo bloccato per 12 mesi e 100 kWh di energia in omaggio. Luce Super Web è una tariffa monoraria, ovvero il costo della fornitura non varia a seconda del giorno e dell’orario in cui è utilizzata. Il prezzo è pari a 0,0290 Euro/kWh.

In generale, il pacchetto si caratterizza per:

  • prezzo bloccato per 12 mesi, a partire dal momento dell’attivazione dell’offerta;

  • nessuna richiesta di deposito cauzionale;

  • 100 kWh in omaggio, da distribuire sulle bollette mensili;

  • opzione energia verde, al costo di 2 Euro in più al mese.

Per una maggiore attenzione all’ambiente, scegliete l’opzione energia verde: consumerete solamente energia che viene prodotta presso impianti con fonti rinnovabili. All’attivazione della tariffa, potrete anche usufruire di un kit di 10 lampadine a LED ad un prezzo promozionale, pagabile in un un’unica tranche oppure a rate. Il set è disponibile nelle versioni a luce calda, naturale e fredda.

3. Energia Prezzo Fisso 12 mesi di wekiwi

Con wikiwi otterrete massima trasparenza, servizi full digital e una serie di speciali sconti che premiano i clienti in grado di ottimizzare l’utilizzo della propria fornitura energetica. In particolare, scegliendo la proposta Energia Prezzo Fisso 12 mesi avrete:

  • prezzo bloccato per i primi 12 mesi, a partire dalla data di sottoscrizione del contratto;

  • energia rinnovabile inclusa nel prezzo;

  • grazie al meccanismo della carica mensile, i conguagli sono applicati solo sui consumi reali;

  • possibilità di applicazione dello sconto carica mensile e dello sconto online;

  • sconto del 10% sugli acquisti dell’e-shop di wekiwi.

Per quanto riguarda gli sconti previsti dalla tariffa wekiwi, potrete beneficiare di due tipologie. Lo sconto carica mensile prevede l’applicazione del meccanismo della carica mensile per quantificare i consumi di ogni utente. Il cliente decide in anticipo di quale carica mensile usufruirà. Alla fine del mese, quanto più la carica scelta si avvicina ai consumi reali, tanto wekiwi potrà ottimizzare i suoi processi e garantire così un bonus all’utente. Lo sconto online premia invece i clienti che scelgono l’assistenza digitale al posto del servizio telefonico.

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Fine mercato tutelato per le piccole imprese dal 2021: ecco come funzionerà

A partire dal prossimo 1° gennaio 2021 si registreranno importanti novità per quanto riguarda il settore delle forniture di energia elettrica per le piccole imprese. ARERA, infatti, conferma la fine del servizio di tutela per le piccole imprese sottolineando come lo stop sarà graduale. La procedura coinvolgerà oltre 200 mila imprese italiane che potranno contare sulla garanzia della continuità della fornitura. Ecco tutti i dettagli sull'ultima comunicazione di ARERA.

Bonus luce e gas requisiti: come ottenere il contributo pubblico per le bollette

Le famiglie in difficoltà economiche o le persone con dei gravi problemi di salute hanno diritto ad un contributo pubblico per le bollette di luce e gas. L'aiuto di Stato consiste in uno sconto da applicare alle fatture delle forniture. Ecco quali sono i requisiti richiesti e come presentare domanda fino a Dicembre 2020