Credito TIM: come verificarlo?


Avete il terrore di essere rimasti senza credito residuo? Restare senza significa non poter più telefonare, inviare SMS o navigare su Internet dallo smartphone.

come verificare credito residuo tim

Le uniche operazioni consentite sono le chiamate ai numeri di emergenza e la ricezione di messaggi di testo. Fortunatamente Tim permette ai suoi clienti di verificare in ogni momento quant’è il credito residuo associato alla SIM. Scopri tutte le opzioni a disposizione degli utenti per conoscere il proprio credito

Il timore maggiore di ogni utente di telefonia mobile, a meno che non abbia sottoscritto un’offerta tutto incluso, è quello di aver consumato prima del tempo la quantità di minuti, SMS e Gigabyte messi a disposizione dal proprio piano.

Non è infatti raro utilizzare il traffico voce e dati con qualche giorno di anticipo rispetto alla data prevista per il prossimo rinnovo, rendendo di fatto il telefono inutilizzabile. In questo caso è infatti è possibile solamente ricevere chiamate ed SMS o telefonare ai numeri di emergenza.

Allo stesso modo, quando si tratta di una tariffa ricaricabile, capita di non disporre della cifra necessaria per poter rinnovare il piano per il mese successivo. E’ importante sapere quanto credito residuo ci sia sulla SIM in modo da poter procedere per tempo alla ricarica e continuare ad utilizzare normalmente il telefono.

Fortunatamente tutti i grandi operatori permettono di monitorare i consumi delle tariffe ricaricabili e in abbonamento in modo da sapere quanti minuti, SMS e Gigabyte residui si hanno a disposizione. Lo stesso vale anche per il credito residuo. Anche Tim fornisce questo di tipo di servizio veicolandolo su diversi canali. Di seguito saranno illustrati tutti gli strumenti e i passaggi necessari per verificare il credito residuo se si è clienti dell’operatore italiano.

Come verificare il credito residuo via telefono

Tim permette ai suoi utenti di monitorare il credito e altre informazioni utili associate alla SIM con pochi e semplici click o una telefonata. L’operatore infatti consente di verificare il dettaglio del traffico voce e dati (minuti, SMS e Gigabyte) a partire dal giorno precedente fino agli ultimi 2 mesi rispetto alla data di consultazione per i clienti ricaricabile.

Chi ha sottoscritto un’offerta in abbonamento può verificare il caldo dei consumi del traffico in corso di fatturazione online e scaricare un file in formato pdf con i dettagli dei minuti, SMS e Gigabyte utilizzati entro 90 giorni dalla data di scadenza della fattura di riferimento.

Il metodo più semplice è quello di chiamare il numero gratuito 40916. Il servizio è totalmente gratuito e attivo tutti i giorni 24 ore su 24.

Bastano pochi secondi per sapere che dalla voce guida quanto è il credito effettivamente disponibile ed eventualmente procedere ad una ricarica. Inoltre, digitando il tasto 1 sul tastierino dello smartphone è possibile conoscere le offerte attive , la quantità di minuti, SMS e Gigabyte che possono essere ancora utilizzati e i bonus in euro con o senza scadenza eventualmente presenti.

Quest’ultimi non possono essere utilizzati per le chiamate internazionali o verso numerazioni non geografiche (in Italia e all’estero) e per il traffico roaming ad eccezione di quello dati. E’ importante ricordare che per poter usufruire dei bonus in euro associati alla SIM il credito residuo deve essere maggiore di zero.

Invece di effettuare una chiamata è possibile verificare il credito residuo anche inviando un SMS al numero 40916. Nel corpo del messaggio si dovrà scrivere “credito” o “credito residuo”. Dopo pochi secondi si riceverà un SMS di risposta con le informazioni richieste.

Il servizio gratuito 119sms permette di conoscere l’entità del credito inviando un SMS al numero 119 con testo libero, come ad esempio “qual è il mio credito residuo”. Anche in questo caso le informazioni richieste verranno fornite tramite un messaggio di risposta.

In alternativa, è possibili digitare sul tastierino dello smartphone il codice *123# per visualizzare il credito residuo a schermo. Anche questo servizio è gratuito e soprattutto utilizzabile anche quando ci si trova all’estero.

Come verificare il credito residuo tramite app MyTim e il sito di Tim

Gli utenti Tim possono verificare il credito residuo anche grazie all’app MyTim, disponibile gratuitamente per iPhone e smartphone con sistema operativo Android. Per sapere se è arrivato il momento di effettuare una ricarica è sufficiente cliccare l’apposita opzione dopo aver effettuato il login.

Se il credito residuo non fosse sufficiente a coprire il costo del prossimo rinnovo si può effettuare una ricarica online cliccando sull’icona dell’euro () posta nella parte basse della schermata pagando tramite carta di credito o Paypal.

La spetta operazione può essere effettuata anche dal sito di Tim dalla sezione MyTim Mobile, ovvero la pagina personale del cliente. Al suo interno è possibile verificare il credito residuo, la quantità di minuti, SMS e Gigabyte ancora disponibili e i bonus in euro eventualmente presenti sulla linea. Inoltre, l’utente può anche effettuare variazioni in merito al piano ed eventualmente disdirlo.

Nel caso in cui non disponeste ancora di un account personale di Tim, la registrazione richiedere pochi passi e appena qualche minuto per essere completata. La prima cosa da fare è recarsi sul sito dell’operatore o accedere all’app MyTim e cliccare sul pulsante Registrati all’interno del modulo per l’autenticazione, che sul portale di Tim si trova nella sezione MyTim presente nella parte alta della schermata.

L’utente dovrà quindi compilare il modulo che gli verrà proposto inserendo una email valida e una password con cui intende accedere al proprio profilo personale.

Dopo aver cliccato il pulsante Avanti e digitato il numero di telefono si riceverà un SMS da parte di Tim con un codice unico. Quest’ultimo dovrà essere utilizzato per confermare la propria identità e concludere così con successo la procedura di registrazione.

Come attivare il servizio Tim Ti Avvisa – info SMS

Esiste un metodo ancora più semplice per verificare il credito residuo e soprattutto sapere per tempo quando si sta pericolosamente esaurendo.

Tim permette ai suoi clienti ricaricabile e in abbonamento di attivare gratuitamente il servizio “Tim Ti Avvisa – info SMS” che permette di conoscere non solo il costo dell’ultima chiamata nazionale effettuato ma anche il credito residuo aggiornato in tempo reale.

La piattaforma invia un SMS con tutte le informazioni necessarie e vi avvisa quando il consumo delle proprie offerte attive raggiunge una determinata percentuale o il credito residuo è inferiore a un certo valore scelto dall’utente tra 1, 3, 5 e 10 euro (IVA inclusa). Alla successiva ricarica il conteggio verso il credito residuo riparte.

Tim Ti Avvisa – info SMS può essere attivato:

  • direttamente dal sito di Tim o dall’app MyTim accedendo all’area personale MyTim

  • chiamando il numero gratuito 40920 seguendo la voce guida

  • chiamando il numero gratuito 40916 accedendo alla voce Offerte

  • inviando un SMS gratuito al numero 40916 con il testo INFOSMS ON

  • da WAP

L’utente può disattivare Tim Ti Avvisa – info SMS senza alcun costo aggiuntivo e in ogni momento attraverso le seguenti modalità:

  • inviando un SMS gratuito al numero 40916 con il testo INFOSMS OFF

  • dall’area personale MyTim sul sito dell’operatore o app

Servizi utili associati al credito: "Sempre Connesso" e "Ricarica Automatica"  di TIM

Se siete particolarmente smemorati quando si tratta di ricaricare il credito telefonico o semplicemente siete impossibilitati a rimpinguarlo per i motivi più diversi, esistono fortunatamente delle soluzioni che permettono di procrastinare questa incombenza e continuare a chiamare e navigare su Internet anche con il credito agli sgoccioli, anche se se solo per qualche tempo.

Tim consente infatti di utilizzare il traffico voce e dati in Italia e nei Paesi Ue anche con credito esaurito e senza limiti fino a un massimo di 2 giorni consecutivi grazie alla modalità “Sempre Connesso”. Il servizio ha un costo di 90 cent al giorno. Passate le 48 ore non sarà più possibile telefonare o navigare in Rete senza procedere alla ricarica.

Se le scadenze non sono il vostro forte può essere molto utile attivare il servizio gratuito di Ricarica Automatica. Tramite questa modalità il credito si ricarica da solo quando se ne ha più bisogno. Il giorno prima del rinnovo dell’offerta la piattaforma ricarica l’esatto importo necessario a coprire il costo del rinnovo.

Inoltre, se la somma associata alla SIM scende sotto i 3 euro si riceve automaticamente un ricarica di 5 euro. L’addebito può essere pagato tramite carta di credito, conto corrente o Tim Pay. 

Le migliori offerte di Tim

Ora che sappiamo tutti i canali offerti da Tim per verificare il credito associato alla propria SIM, potrebbe essere utile conoscere nel dettaglio tutte le offerte messe oggi a disposizione del mercato da parte dell’operatore italiano.

Il comparatore di SosTariffe.it è il più efficiente ed intuitivo strumento online per confrontare gratuitamente le caratteristiche delle diverse tariffe di telefonia mobile dei vari operatori reali e virtuali e di trovare quella che meglio si adatta alle proprie esigenze di consumi e disponibilità di spesa.

Confronta le migliori offerte TIMVai

Passare a Tim significa poter accedere alla rete con maggiore copertura a livella nazionale e poter navigare su Internet alla velocità del 4G o 4.5G. Non solo, l’operatore italiano offre gratuitamente la modalità Hotspot per condividere il traffico dati con altri dispositivi rendendo lo smartphone un modem Wi-Fi portatile.

Non bisogna poi dimenticare che chi ha già attiva una tariffa di rete fissa ottiene Gigabyte aggiuntivi da utilizzare sul telefono e che tutti i clienti di Tim hanno la possibilità di iscriversi gratuitamente a Tim Party, il programma di sconti, promozioni e regali che si rinnovano a cadenza regolare.

 





Aumenti Vodafone, TIM, Fastweb e Tiscali: ecco i rincari a partire da Dicembre 2019

Gli operatori stanno investendo grosse cifre nei lavori per gli ammodernamenti delle reti e per il passaggio al 5 G e ciascuno di loro da quest'estate procede a rincari sistematici dei piani ormai obsoleti. Ecco quali sono le rimodulazioni di Dicembre e per quali tariffe mobile e/o fisso di Fastweb, Vodafone, TIM e Tiscali

Le migliori offerte Iliad e Kena per nuovi clienti a novembre 2019

Iliad e Kena Mobile sono tra i principali operatori low cost oggi disponibili. Scopri le migliori offerte dei due provider e i vantaggi offerti dall’uno e dall’altro

Passa a ho. Mobile da Vodafone, Tim, Wind, Tre e Iliad: le offerte di Novembre 2019

ho. Mobile sta raccogliendo sempre più consenso tra gli utenti italiani e oggi lancia un’offerta dedicata agli utenti Iliad che potrebbe spingerli a salutare il loro attuale operatore. Scopri i vantaggi di passare al MVNO