Guida alla voltura dei contratti energia e gas con cambio fornitore


Se ti stai trasferendo in una casa già abitata da un'altra persona e vuoi stipulare il contratto di energia elettrica e/o di gas con un nuovo fornitore devi eseguire una procedura nota come “voltura”.  Si tratta dell'operazione attraverso la quale un cliente intesta a nome suo un contratto di luce o gas attualmente intestato all'inquilino precedente dell'abitazione. È semplice ma non gratuita. Scopri tutta la procedura nella nostra guida alla voltura con cambio fornitore.

Voltura respinta gli errori comuni

La voltura è il cambio dell'intestatario di un contratto di una fornitura energia elettrica o gas già attiva. Implica la sottoscrizione di una nuova proposta di contratto e l'adesione a una nuova tariffa di luce o di gas. La voltura dovrà eseguirsi sempre che il precedente intestatario non abbia chiuso il contratto; se invece il contratto è stato già cessato, occorre realizzare un subentro.

Puoi approfondire i concetti di voltura e subentro nelle nostre apposite guide che trovi a continuazione:

Come si realizza la voltura?

Nella maggior parte dei casi basta eseguire la procedura della voltura luce e gas direttamente online sul sito web del fornitore, ed è sufficiente avere il codice POD (un codice alfanumerico che troverai sulla bolletta della luce del precedente intestatario oppure su un cartellino appeso al contatore) relativo alla fornitura elettrica che vorresti intestare a tuo nome.

Se si tratta di una fornitura gas invece, serve il codice PDR. Anche in questo caso, è possibile individuare questo codice consultando una bolletta precedente o facendo riferimento al contatore. Con i dati che fornirai al nuovo distributore durante la procedura il sistema automaticamente avvierà la richiesta di voltura. È importante inoltre registrare la lettura del contatore, che poi dovrai inserire nel modulo online.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Voltura e cambio fornitore luce e gas insieme: ecco come

La voltura e il cambio fornitore di luce o gas sono operazioni che possono essere eseguite insieme. In passato, per eseguire il cambio intestatario di una fornitura già attiva era necessario rivolgersi direttamente al fornitore con cui era attivo il contratto. Solo successivamente, una volta completata la voltura, si poteva richiedere il cambio fornitore e passare ad un’offerta più conveniente.

A partire dalla fine del 2021, invece, è possibile richiedere lo switch con voltura contestuale rivolgendosi direttamente ad un nuovo fornitore e, quindi, senza interpellare il fornitore attuale. In questo modo, la procedura di voltura risulta essere più snella e veloce, permettendo all’utente di completare le operazioni necessarie in tempi brevi e senza troppe operazioni burocratiche.

Per poter effettuare voltura e cambio fornitore insieme è necessario, quindi, verificare prima la tariffa da attivare e successivamente richiederne la sottoscrizione con voltura per avviare sia la procedura di cambio fornitore che di cambio intestatario della fornitura. È importate sottolineare che tale procedura viene completata senza interruzione di fornitura.

Sarà, quindi, possibile continuare ad utilizzare l’energia elettrica o il gas naturale senza il rischio di registrare un’interruzione dell’erogazione. Da notare, inoltre, che non sarà necessario cambiare il contatore in quanto quello già installato è predisposto per poter funzionare con qualsiasi fornitore, sia nel mercato tutelato che nel mercato libero.

La voltura presenterà un costo fisso, indicato direttamente dal fornitore prima della richiesta. L’attivazione di una nuova offerta, invece, non prevede costi iniziali. Una volta che la fornitura sarà attivata la nuova tariffa sostituirà quella precedente permettendo di sfruttare le eventuali condizioni tariffarie più vantaggiose applicate dal proprio fornitore.

Quanto costa la voltura?

A differenza del cambio fornitore, sia in caso di passaggio dal mercato tutelato al mercato libero che in caso di cambio tra due fornitori nel mercato libero, la voltura di luce e gas ha un costo. Tale operazione, infatti, prevede un contributo una tantum da pagare per coprire gli oneri di amministrazione e l’imposta di bollo prevista dalla normativa.

Quando si richiede la voltura nel mercato tutelato, il costo dell’operazione è fisso. Il cliente che richiede il cambio di intestatario di una fornitura dovrà versare 25,51 euro di oneri di amministrazione, un contributo una tantum di 23 euro oltre a 16 euro di imposta di bollo. C’è poi da considerare l’IVA 22% sull’importo. Non possono essere richiesti, in alcun modo, costi aggiuntivi al cliente.

Per quanto riguarda il mercato libero, invece, bisogna tenere conto del contributo fisso una tantum di 23 euro e dell’imposta di bollo di 16 euro oltre ad un costo di prestazione commerciale variabile che il fornitore può addebitare (ma potrebbe decidere di azzerare, dipende dalla scelta della singola azienda) al cliente. Anche in questo caso, bisogna tenere conto dell’IVA.

Da notare che per la voltura del gas, oltre al contributo commerciale di 23 euro + IVA, è necessario considerare un corrispettivo amministrativo che dipende dal distributore locale del gas (questo dato può essere verificato in autonomia consultando il sito web del distributore del gas indicato in bolletta). Da notare che scegliendo di pagare con bollettino postale può essere previsto un deposito cauzionale (l’importo varia tra una fornitura di luce e una di gas). Con la domiciliazione su conto non viene addebito alcun deposito cauzionale.

In generale, i costi di voltura verranno addebitati sulla prima bolletta successiva. Bisogna sottolineare, inoltre, che la voltura è gratuita in alcuni casi straordinari. Tra questi c’è il decesso del precedente intestatario con la possibilità per l’erede di richiedere il cambio di intestatario gratuitamente oppure in caso di divorzio o separazione se il richiedente della voltura è anche l’assegnatario dell’immobile.

Quali sono le tariffe luce e gas con cui posso fare la voltura?

Non tutte le tariffe luce e gas sono disponibili richiedendo la voltura. Sono i singoli fornitori a stabilire quali sono mettere a disposizione con voltura e quali, invece, riservare ai clienti che optano per il cambio di fornitore (senza richiedere il cambio di intestatario). È necessario, quindi, verificare caso per caso le opzioni migliori per poter massimizzare il risparmio.

Per un quadro completo sulle offerte attivabili con voltura è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas, disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it per dispositivi mobili. La procedura da seguire è molto semplice. Basta scegliere la tipologia di fornitura (luce o gas) e poi cliccare sull’opzione Confronta le offerte. Prima di iniziare con il confronto, sarà possibile selezionare il filtro Voltura per visualizzare solo le offerte disponibili con quest’operazione.

È impostante sottolineare, inoltre, che per individuare le offerte migliori in rapporto alle proprie esigenze è necessario indicare una stima del proprio consumo annuo. Questo dato, solitamente riportato nelle ultime bollette inviate dal proprio fornitore, può essere stimato grazie al tool di calcolo integrato nel comparatore. Basteranno pochi secondi per individuare, in questo modo, le offerte giuste da attivare.

Di seguito vediamo alcuni casi particolari di voltura con Enel Energia, eni ed Edison Energia. In ogni caso, la procedura non varia molto fra le diverse società.

Voltura Enel Energia

Se vuoi passare a Enel Energia, bisogna prima realizzare la voltura con il tuo attuale fornitore; una volta che avrai ricevuto la prima bolletta con il tuo nome, potrai richiedere il passaggio gratis a Enel Energia. È sufficiente avere il codice POD (luce) o PDR (gas), così come effettuare la lettura del contatore e tenerla a portata di mano perché verrà richiesta. Serviranno anche il documento di identità e il codice fiscale del nuovo intestatario. Dopo aver stipulato un contratto con Enel Energia potrai conoscere lo stato di avanzamento della tua pratica direttamente online.

Offerte Enel voltura »

Voltura Edison Energia

Per richiedere una voltura con Edison Energia bisogna telefonare al Servizio Clienti (Residenziale: 800.031.141, Business: 800.031.121), e ti invieranno tutta la documentazione contrattuale che occorre. Prima di contattare il Servizio Clienti Edison è necessario essere in possesso delle autoletture del contatore.

Da notare che l’operazione di voltura di luce o gas con Edison Energia può essere eseguita anche direttamente online, seguendo un’apposita procedura disponibile sul sito del fornitore. Anche in questo caso è necessario avere a disposizione un documento di identità e il codice fiscale del nuovo intestatario, il codice POD/PDR, la lettura del contatore e le coordinate IBAN su cui addebitare l’importo delle bollette.

Tariffe Edison voltura »

Voltura con Eni

Per effettuare la richiesta di voltura del contratto di Gas e/o Luce con eni puoi:

  • Recarti all'energy store eni più vicino
  • Chiamare il servizio clienti 800 900 700
  • Inviare la richiesta online tramite l’area MyEni

Per il gas è sufficiente sottoscrivere ed inviare ad eni il Contratto. Per la luce e la fornitura congiunta di energia elettrica e gas, compila, sottoscrive e invia a eni la Proposta di Contratto.

Per completare velocemente la richiesta, occorre avere a portata di mano:

  • la matricola del contatore (per la fornitura di gas)
  • Codice POD e/o PDR
  • l'autolettura del contatore, in accordo con chi lascia l'abitazione (solo per il gas)
  • l'indirizzo di recapito della fattura di conguaglio finale di chi lascia l'abitazione
  • tipo d'uso per la fornitura gas (cottura + acqua calda / cottura + riscaldamento con o senza acqua calda)
  • l'indirizzo al quale dovrà essere recapitata la fattura.

Offerte voltura Eni »

Cambiare fornitore luce o gas conviene di più

Scegliere il cambio fornitore con voltura per luce o gas è solitamente la strada più conveniente rispetto alla semplice voltura. Il cambio di intestatario non comporta sostanziali vantaggi al cliente che, invece, con il cambio fornitore ha la possibilità di attivare tariffe luce e gas più convenienti andando a ridurre, progressivamente, il costo dell’energia e massimizzare il risparmio.  

Per la scelta delle offerte migliori è possibile affidarsi al comparatore di SOStariffe.it. Per assistenza nella scelta, inoltre, si può fare riferimento al servizio di consulenza gratuita e senza impegno di SOStariffe.it, disponibile chiamando al numero 02 5005 222. In questo modo, sarà possibile parlare con un consulente che fornirà il supporto necessario per scegliere con precisione la migliore offerta da attivare per risparmiare.

Ricordiamo che il cambio fornitore è gratuito (mentre la voltura richiede dei costi fissi che vengono addebitati sulla prima bolletta). Sia il cambio fornitore che la voltura vengono eseguiti senza interruzioni della fornitura e senza la necessità di cambiare fornitore

Decreto Aiuti e bonus bollette 150 euro: come ottenerlo a Settembre 2022

Su SOStariffe.it la bussola per orientarsi tra le ultime agevolazioni contro il caro bolletta introdotte dal governo per alleggerire l’impatto dello “tsunami” energetico che sta mettendo in ginocchio famiglie e imprese.

Stangata sulle bollette luce e gas in autunno: le soluzioni di Settembre 2022

Su SOStariffe.it una panoramica delle offerte luce e gas del Mercato libero che possano aiutare le famiglie italiane ad attutire l’impatto del caro bolletta a Settembre 2022. Con un focus sulle migliori opzioni sia per chi voglia attivare una soluzione a prezzo variabile, sia per chi stia pensando di sottoscriverne una a prezzo fisso.

Bollette luce e gas ai massimi storici: le opportunità di risparmio a Settembre 2022

Con l’autunno si è aperta una delle stagioni più difficili dal punto di vista energetico. Ecco la fotografia delle promozioni più vantaggiose per tagliare le bollette a Settembre 2022 scattata dagli esperti di SOStariffe.it.