Problemi connessione TIM: come risolverli


Una guida per verificare perché non riuscite a navigare, chiamare o inviare sms con la scheda TIM. Ecco come risolvere i principali problemi di connessione o cosa fare per segnalare il problema a Tim e ottenere un risarcimento per i danni subiti.

internet down tim

TIM è il primo operatore italiano per quanto riguarda la telefonia mobile. Se si considerano sia le sim complessive il gestore è riuscito a reggere anche dopo l’intesa tra Wind e Tre, TIM ha infatti il 30.4% delle 104 milioni di linee attive.

Le prestazioni di TIM

La rete TIM stando gli speed test eseguiti dal Barometro nPerf è risultata la seconda rete più veloce d’Italia, la prima è risultata Vodafone. Le performance dell’operatore sono state:

  • 29.70 Mbit/s come velocità di download

  • 11.79 Mbit/s in upload

  • 46.89 ms di latenza

Anche se nella classifica delle offerte mobile più convenienti è difficile trovare i piani TIM nelle prime posizioni, sono infatti più costosi di quelli proposti dai MVNO, l’operatore può contare su una rete che copre il 99% del territorio. Non bisogna poi dimenticare che il gestore virtuale Kena è in realtà di proprietà di TIM. Nei conteggi che premiano TIM come primo operatore mobile le sim Kena mobile sono incluse nel pacchetto del gestore principale.

Scopri le migliori offerte del mercato

Disagi di navigazione con Tim, ecco cosa fare

Rispetto al tema dei problemi di connessione, immaginate cosa possa accadere nel momento in cui una delle torri di questo operatore subisca dei guasti improvvisi. Migliaia di utenti che perdono la connessione o hanno disagi nel collegamento, non riescono ad inoltrare o a ricevere chiamate, e così via.

Prima di spiegarvi come inviare una segnalazione per un guasto o un reclamo per ricevere un risarcimento dato il disservizio provocato da TIM assicuriamoci che sia un reale problema legato alla rete TIM e non un guasto del vostro smartphone. Verificate il traffico residuo, controllate di avere ancora minuti e di non avere esaurito il bundle di sms o di traffico dati incluso nel pacchetto dell’offerta.

I problemi di navigazione più comuni e come risolverli

Abbiamo raccolto alcuni dei casi di problemi di connessione più frequenti spulciando nelle community degli utenti e sui siti specializzati come Tutto Android, hwupgrade e Wired. Ecco per ciascun disagio una soluzione.

La prima cosa che si deve fare è assicurarsi che il problema di connessione di TIM sia condiviso con altri utenti. Il canale che vi darà una risposta più rapidamente a questa domanda è Twitter cercando l’hastag #timdown. Se non avete l’app del social potete anche controllare sui portali dedicati al mondo del mobile o nelle pagine delle community. Anche l’App di TIM Mobile vi dovrebbe aggiornare sui un eventuale down della rete e sui tempi di ripristino dei servizi.

Tutte queste possibile sono praticabili solo se avete la possibilità di connettervi ad una rete Wi-Fi o se il vostro problema è di navigazione lenta o a singhiozzo. Se internet invece è completamente fuori uso ci sono delle operazioni che potete comunque fare prima di lanciare una segnalazione, magari senza la presenza di un reale problema. II primo è senza dubbio accertarvi che non abbiate esaurito i Gb inclusi nel vostro piano.

Verificate configurazione e impostazioni del telefono

Il consiglio successivo è quello di controllare che non si sia passati per sbaglio e involontariamente off line, dovete verificare che il simbolo della modalità aerea sia disattivato, quindi che accanto alle tacche per indicare la copertura della rete voce di TIM sia accesa anche la spia del collegamento internet.

Un problema che si potrebbe verificare, soprattutto con le nuove attivazioni e se siete appena passati a TIM da un altro operatore, è la configurazione APN del telefono. Si tratta di una procedura che in genere avviene in automatico quando si inserisce la nuova sim nello smartphone, al massimo in genere può essere necessario cliccare su un link inviato tramite sms per attivare il sistema ma niente di più.

Nel caso in cui però la configurazione automatica dovesse fare cilecca potreste non riuscire a chiamare e ricevere telefonate, inviare sms e MMS e anche la navigazione potrebbe non funzionare. Oppure tutto sarà attivo ma vi si prosciugherà rapidamente il credito disponibile dato che senza questa configurazione non può essere attivata la vostra offerta.

Come impostare APN TIM su Android e iPhone

Sul sito di TIM sono riportati i passaggi necessari a procedere alla verifica della configurazione APN, le procedure sono leggermente diverse per gli Android e gli iPhone. Ecco cosa fare se il vostro smartphone è un Android:

  • Menu Impostazioni

  • Reti Mobili

  • Nomi punti di accesso

  • Dovete inserire una nuova APN

  • Vi appariranno dei campi da riempire. Alla voce Nome dovete scrivere TIM, per APN dovrete inserire wap.tim.it e come Tipo APN default

Una volta salvate queste impostazioni tornate al menu principale, attendete qualche minuto e se i disagi continuano provate e riavviare il cellulare. Una volta riacceso il sistema dovrebbe funzionare.

Per gli iPhone l’iter da seguire è pressoché identico:

  • Selezionate il menu Impostazioni

  • Cellulare

  • Opzioni Dati cellulare (questo cale solo per sistemi iOS 10)

  • Rete dati cellulare

  • Menu APN

  • I dati da inserire sono gli stessi quindi APN: wap.tim.it

Non vi resta che chiamare il Servizio clienti se anche questa procedura non funziona.

Controllate anche lo standard di navigazione

Per i rallentamenti della rete mobile si potrebbe invece trattare di un problema di configurazione dei parametri della linea. Ad esempio, può essere stato impostato come predefinito uno standard 2G quando in genere si naviga in 4G. La differenza di prestazioni tra queste reti non è banale, il 2G arriva a 15 Kbit/s mentre con il 4G si possono raggiungere i 150 Mbit/s.

Per verificare che le impostazioni di rete siano quelle corrette dovete entrare nel menu Impostazioni e analizzare quale modalità di rete è stata selezionata come preferita. In genere l’opzione consigliata è quella di ricerca automatica della rete più veloce disponibile. L’importante è che non sia stata scelta come impostazione di default l’Edge o il 2G.

I rallentamenti della connessione potrebbero anche provocati da un traffico eccessivo dovuto alla condivisione della vostra linea personale tramite Hotspot. Questo sistema si consente di trasformare lo smartphone in una sorta di router e di consentire ad altri utenti di agganciarsi alla vostra rete.

Se avete dimenticato di disattivare questa opzione potreste avere un sovraccarico di tentativi di connessioni contemporanee e questo rende meno efficiente e più difficoltosa la vostra navigazione.

Cosa fare per segnalare un problema di connessione a TIM

Sul sito di TIM c’è una pagina che riporta i principali disagi di navigazione e che rimanda alle procedure per risolvere i problemi. Collegatevi alla pagina di Assistenza clienti mobile di TIM, in questo spazio troverete le risposte automatiche dell’operatore per le domande più frequenti degli utenti e quattro menu principali

  • Gestione linea e servizi

  • Controllo costi e pagamenti

  • Supporto tecnico e configurazioni

  • Tv & Entertainment

In realtà però queste voci vi rimandano a delle pagine di supporto generali, alcune anche riservate solo ai clienti fissi o alla pagina generica di Supporto clienti. Le diverse possibilità che avrete per segnalare il guasto sulla linea o il disservizio sarà di inviare una comunicazione:

  • chattare con Angie il risponditore automatico di TIM

  • inviare una segnalazione tramite apposito form online

  • chiamare il 199 (numero Servizio clienti mobile) disponibile 7 giorni su 7

Se doveste trovarvi all’estero non vi sarà possibile contattare il numero gratuito, dovrete invece chiamare il +393399119 e vi saranno addebitati i costi previsti dall’offerta attiva sul vostro numero.

Per disagi prolungati e disservizi, ecco i consigli per i consumatori

L’Unione consumatori sconsiglia però di inviare segnalazioni o reclami di malfunzionamenti solo tramite questi canali. L’associazione per la tutela dei clienti ha anche stilato una guida con i consigli su come sia meglio agire in caso di disservizi. Spesso infatti non c’è granché che l’utente possa fare quando i problemi dipendono direttamente dalla rete TIM, al consumatore però il disservizio provoca dei disagi e se si avanza un reclamo formale verso la società si può quanto meno cercare di ottenere un risarcimento.

Per inviare una lamentela per il guasto e quindi per il disservizio procurato si può procedere via:

  • mail

  • posta

  • fax

Si può inoltrare una segnalazione anche tramite il sito o contattando il 119. Una raccomandazione importante in fase di reclamo, indicazione riportata anche da TIM nella sezione Reclami, è quella di indicare anche il proprio numero di telefono in modo che la società possa ricontattarvi o verificare quanto dichiarato.

Inviate dei reclami scritti

L’indirizzo postale dell’ufficio reclami di TIM per i clienti mobile è: TIM Servizio Clienti, Casella Postale 555, 00054 Fiumicino (RM). Il numero di fax è invece l’800.600.119 e la mail è telecomitalia@pec.telcomitalia.it.

I reclami dovrebbero poi essere elaborati entro 30 giorni dall’operatore e la risposta vi sarà inviata da Tim attraverso lo stesso canale da cui il gestore ha ricevuto la segnalazione o la richiesta di rimborso.

Se TIM non rispetterà la scadenza prevista avrete diritto a dei rimborsi, nella nota sui rimborsi dell’operatore è specificato: “ai clienti verrà riconosciuta, nelle forme e con le modalità stabilite nelle Condizioni Generali di Abbonamento vigenti, per ogni 5 giorni lavorativi di ritardo, una somma pari al canone base di abbonamento mensile del profilo prescelto e, comunque, non inferiore a 5.16 euro. In ogni caso la somma riconosciuta al cliente non potrà essere superiore complessivamente a 180,76 euro, fatto salvo il maggior danno”.

 

Migliori offerte adsl agosto 2020

I costi dei canoni si aggirano tra i 26 euro e i 30 euro al mese, scoprite le differenze tra le soluzioni proposte dai diversi operatori. Ecco quali sono i piani Adsl più convenienti di Agosto e quali servizi offrono a chi li attivi

Offerte vodafone nuovi clienti: le migliori promo di agosto 2020

L'operatore britannico ha abituato i clienti italiani a delle promozioni estive molto vantaggiose, ecco quali sono i piani per passare a Vodafone questa estate sia per i servizi di telefonia fissa che per quelli mobile. Tra le offerte più convenienti i pacchetti under 30 e quelli con Giga illimitati

Offerte Internet senza conto corrente: con quali operatori è possibile ad agosto 2020

Se non disponi di un conto corrente o semplicemente preferisci pagare in alto modo le bollette dalla tua linea fissa di casa, ecco le migliori offerte Internet casa che prevedono modalità di pagamento alternative
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno