My TIM FISS0 e la mia fattura: dove trovare le bollette TIM sull'APP


Per poter gestire il proprio abbonamento di rete fissa attivo con TIM è possibile affidarsi all’applicazione My TIM. L’app per dispositivi mobili consente la gestione completa di tutte le linee TIM, sia fisse che mobili, permettendo di accedere a svariate funzionalità. Tramite l’app è possibile contattare il servizio clienti, grazie alla chat integrata, e gestire le bollette da pagare.

My Tim Fisso come trovare le bollette

Con My TIM è possibile avere una gestione completa di tutto il proprio abbonamento attivato con l’operatore. Si tratta di un’applicazione gratuita da utilizzare per semplificarsi, al massimo, la vita nella gestione delle offerte di telefonia fissa e mobile attivate con TIM. L’app è disponibile per tutti i clienti dell’operatore.

Per conoscere in dettaglio le offerte internet casa e confrontarle con le promozioni di TIM potete utilizzare il comparatore di SOStariffe.it. Il servizio analizzerà le proposte presenti nei cataloghi dei gestori e vi indicherà costi e condizioni dei piani.

My TIM, come funziona

Negli anni poi il gestore, come i suoi diretti avversari, ha sviluppato servizi per agevolare i clienti. Oggi si può controllare se ci sono bollette da pagare o se TIM vi offre un piano tariffario più vantaggioso di quello attuale tramite l’app My TIM del gestore.

Questo servizio permette ai clienti di operare con una piena autonomia ed è molto semplice da utilizzare. Uno dei principali vantaggi per gli utenti consiste nella drastica riduzione dei tempi d’attesa per segnalare un problema o per attivare una nuova promozione.

L’applicazione MY TIM può sostituire il 187, la tradizionale assistenza telefonica, in molte operazioni. Da questo canale inoltre è possibile tenere sotto controllo sia i servizi legati al numero fisso che tutte le utenze mobili della famiglia. L’app è ideale anche per gestire le linee mobili TIM, soprattutto se collegate all’abbonamento di rete fissa.

Scopri le migliori offerte del mercato

Come registrare il proprio account

Il primo passo da fare è registrare il proprio account My TIM. Per farlo avrete bisogno del codice fiscale dell’intestatario del servizio. Se non lo ricordate potete utilizzare il calcolatore del gestore che sulla base dei dati personali vi restituirà il codice fiscale.

Il secondo step richiede di inserire i dati su indirizzo di residenza, data di nascita, luogo di nascita, il numero di telefono sul quale sono state attivate le promozioni e altre informazioni personali utili a riconoscervi. TIM vi chiederà poi di ricontrollare i dati forniti e di confermarli. Dovrete inserire anche una mail e un numero di cellulare a cui essere ricontattati e ai quali inviare le comunicazioni quando la rete fissa non dovesse funzionare.

Una volta completati gli step di registrazione vi verrà chiesto di scegliere una password da associare all’account. Ci sono delle indicazioni precise sulle caratteristiche che questa chiave di rete dovrà rispettare:

  • deve essere alfanumerica
  • lunghezza minima 8 caratteri
  • deve contenere un carattere speciale a scelta tra ! @ + ? / , - . $ _ =.

Se vi siete già registrati su My TIM con la vostra sim mobile non dovrete ripetere l’operazione. Sarà sufficiente accedere e, se il sistema non associa in automatico anche l’utenza del fisso, aggiornare i dati.

Per i clienti che abbiano anche un contratto mobile con TIM, il download e l’utilizzo dell’app My TIM non intaccheranno il bundle dati compreso nel piano attivo sul vostro smartphone.

I pro dell’applicazione My TIM

La registrazione non sarà conveniente solo per la maggior rapidità con cui gli utenti potranno effettuare le operazioni messe a disposizione dalla piattaforma, ma ridurrà anche i costi legati ai servizi. Per i clienti TIM, con l’app c’è la possibilità di richiedere supporto ed accedere a svariati servizi extra.

Dall’Area clienti, inoltre, si potranno monitorare eventuali richieste di intervento sulle reti e le segnalazioni di guasti, si potrà anche contare su un’assistenza dedicata e si avrà libero accesso a tutte le informazioni sulla fatturazione.

Scopriamo in dettaglio quali potenzialità nasconde l’app e quante funzioni possiede. Le azioni che potrete operare in totale autonomia sono:

  • modificare i dati personali o relativi al servizio (ad esempio in caso di cambio di residenza)
  • segnalazione del cambio di indirizzo per il servizio e di trasloco della linea
  • modifiche delle mail associate all’account
  • operazioni di subentro e cambio offerte
  • pagamento delle fatture, archivio delle bollette
  • contatori dei consumi
  • impostazione della domiciliazione del servizio (sia tramite conto corrente che su carta di credito)
  • modifica dei dati di fatturazione
  • richiesta bolletta elettronica
  • avvio e gestione pratiche di rimborso e altre comunicazioni amministrative
  • recupero password
  • gestire i consensi privacy
  • disattivare i servizi internet pay

Monitoraggio dei dispositivi domestici

L’app My TIM è anche un alleato per evitare chiamate e interventi tecnici non necessari. Una delle funzioni di questo servizio permette infatti di effettuare i controlli diagnostici degli apparecchi a distanza. Nel menu Richiedi assistenza tecnica sono disponibili le opzioni per avere supporto per:

  • diagnostica delle linee telefoniche o reti internet
  • malfunzionamenti e problemi tecnici
  • problemi posta elettronica
  • diagnostica di apparecchi tv
  • pratiche amministrative e tecniche
  • avanzamento reclami, cambi offerte e pratiche

My TIM non è solo al servizio degli utenti, ma una volta scaricata potrà essere anche utilizzata dal gestore per comunicazioni o aggiornamenti sulle vostre utenze. E come già detto sarà anche un canale attraverso il quale il gestore potrà proporvi delle offerte speciali.

I premi per i clienti più fedeli

Per scoprire quali sono le offerte per voi dovrete selezionare la voce TIM Party dalla Home dell’app. Il gestore ha creato un programma a premi che vi garantisce dei regali unici in base agli anni di fedeltà a TIM. Si parte da piccoli sconti o giornate con servizi gratuiti per i nuovi clienti e poi via via i premi crescono con l’aumentare degli anni di permanenza in TIM. Per gli utenti con fisso e mobile di TIM ci sono dei regali più corposi.

Pagare le bollette TIM della rete fissa, ecco come fare

Per chi è alle prime armi con l’utilizzo dell’applicazione, ecco cosa c’è da sapere per poter pagare le bollette in pochi passaggi. Quando vi sarete registrati dal vostro account potrete decidere se impostare la domiciliazione della bolletta, scegliendo quindi il pagamento automatico delle bollette sul conto corrente.

In alternativa, sarà sempre possibile continuare a pagare di volta in volta le fatture con carta o con bollettino postale. In questo caso, però, bisogna tenere conto di possibili costi extra legati, ad esempio, alle commissioni richieste per il pagamento tramite bollettino.

Per pagare le fatture basterà selezionare la bolletta da pagare e inserire i dati della carta che si utilizza per i pagamenti. Oppure si può segnalare un pagamento effettuato nei tabacchi o in banche e punti vendita che abbiano attivato il servizio Pago PA. Per chi decida di pagare le fatture con Pay Pal o addebito su carta di credito è possibile segnalare tramite l’app l’avvenuto saldo della bolletta.

Se avete timore di dimenticarvi di pagare le bollette elettroniche potrete automatizzare i pagamenti. La domiciliazione dell’utenza in genere va richiesta all’emittente della carta di credito o va comunicata alla banca, tramite l’app MY TIM invece potrete semplicemente indicare i dati e premere invio. L’operazione non richiederà altri passaggi e voi non dovrete più pensare alla fattura.

Le penali per le fatture pagate in ritardo

Pagare le bollette internet in ritardo, anche se non produce un’immediata sospensione dei servizi, vi costerà. Sono previste infatti delle penali per chi paga le fatture oltre scadenza. Cercando tra le condizioni poste da TIM, ecco quali sono le more applicate a chi salda in ritardo il conto telefonico:

  • se si effettua il pagamento da 1 a 15 giorni oltre la data di scadenza si applica una penale del 2% dell'importo indicato in fattura
  • i versamenti in ritardo tra 16 e 30 giorni dalla data di scadenza saranno più cari del 4% dell'importo indicato in fattura
  • se si supera un mese di ritardo rispetto alla data di scadenza, la mora sarà del 6% dell'importo indicato in fattura

Problemi con i pagamenti, come contestare i versamenti sbagliati

Avete timore che così facendo possiate non accorgervi di errori di fatturazione? Potrete controllare costantemente tutte le bollette, nell’archivio resteranno conservati i dati di un anno di fornitura del servizio e sarà possibile ottenere anche fatture più datate contattando il servizio clienti di TIM (187).

In ogni caso, se insorgeranno problemi potrete contestare gli addebito. La segnalazione dovrà essere inoltrata entro la data di scadenza della fattura incriminata, oppure entro 8 settimana dall’addebito sul conto o sulla carta. Per richiedere il rimborso dovrete rivolgervi alla vostra banca o all’emittente della carta di credito.

In queste circostanze la domiciliazione resterà attiva, per modificare le impostazioni sui pagamenti automatici dovrete ricollegarvi all’app e cambiare i dati dei versamenti. I clienti con attivi i sistemi di domiciliazione dei versamenti ricevono una copia della fattura prima della scadenza del pagamento, in questo modo TIM gli dà il tempo di controllare che non siano stati commessi errori nei prelievi e negli addebiti.

L’Area personale e altri servizi

Un’operazione che sarà possibile effettuare solo dall’Area clienti sul sito di TIM è il pagamento di una bolletta per un amico o un parente. L’app infatti ha il limite, per quanto riguarda il fisso, di consentire solo operazioni legate al vostro numero.

Non potrete utilizzare MY TIM neanche per saldare una fattura scoperta parzialmente. In questo caso potrete risanare la situazione solo recandovi alle Poste o nei punti Lottomatica e provvedere al pagamento dell’importo non saldato dal terminale.

Il costo delle bollette cartacee

Il servizio di archivio e il pagamento delle fatture in digitale può essere attivato dai clienti sia al momento della sottoscrizione delle offerte, sia successivamente tramite Area personale o app. Attivare questa modalità di fatturazione è anche conveniente perché si tratta di un servizio gratuito che abbatte i costi di spedizione e produzione delle fatture. Per gli utenti che invece preferiscono ricevere la bolletta cartacea e pagare con il bollettino è prevista una spesa di 3 euro per ricevere a casa la fattura.

Numeri e contatti TIM

Per ottenere supporto per il pagamento delle fatture o in caso di malfunzionamenti dell’app si potrà ricorrere ai canali tradizionali di assistenza di TIM. È disponibile il centralino del 187 per i clienti di rete fissa, il numero è attivo 7 giorni su 7 dalle 7 alle 22.30.

Ci sono anche i canali social (Facebook e Twitter, in particolare) che permettono di inviare segnalazioni e di prenotare un contatto da parte degli operatori del gestore. Si potrà operare tramite l’Area personale sul sito di TIM oppure recarsi nei punti vendita di TIM e richiedere assistenza diretta.

Internet Casa senza fili: le offerte di Aprile 2021

Ecco una guida semplice e completa alle migliori offerte di Aprile per avere una rete internet casa senza fili potente e stabile. Quali sono le condizioni dei principali gestori di telefonia fissa e quali caratteristiche delle promozioni devi leggere con attenzione prima di firmare il tuo nuovo contratto in fibra o ADSL? Ecco alcuni consigli e la descrizione delle 5 tariffe più convenienti

Miglior offerta Internet Casa: come trovarla ad Aprile 2021

La connessione domestica con la pandemia è diventata fondamentale per studiare e lavorare oltre che per i propri hobby, ecco quindi qual è la miglior offerta internet casa di Aprile 2021. Una guida semplice e completa alle promozioni più convenienti del mese con in dettaglio costi e servizi offerti

Come avere Internet illimitato a Casa?

Quali sono le promozioni internet illimitato casa? Chi sceglie queste offerte ha una connessione senza limiti alla massima velocità, un modem e spesso anche le chiamate incluse nel canone. Con le tariffe in fibra i gestori di rete fissa propongono anche abbonamenti a pay tv o altre promozioni speciali come incentivo per i clienti
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno