Energia geotermica


Il pianeta produce calore, in particolare nel sottosuolo e nella crosta terrestre la temperatura cresce con l’aumentare della profondità (ogni 100 metri la temperatura sale di 3°).

L’energia geotermica sfrutta questa fonte di calore per produrre energia, si tratta di una delle fonti energetiche rinnovabili a disposizione dell’uomo insieme all’energia eolica, idroelettrica e solare.

Per poter utilizzare sotto forma di energia il calore del sottosuolo è necessario che nel sottosuolo siano presenti correnti d’acqua, queste al contatto con le fonti calde producono vapore.

Secondo gli esperti per generare un calore geotermico, che poi possa diventare energia, è necessario che all’interno del nucleo, della crosta terrestre del mantello di elementi come uranio o potassio (radiottivi) avvenga il processo di decadimento nucleare. Avviene poi il rilascio in forma liquida o vaporosa.

Per produrre energia geotermica sono necessarie delle vere e proprie centrali geotermiche, ne esistono di tre tipologie. Ci sono le centrali binarie che fanno scorrere due liquidi con punti di ebollizione diversi in due tubi paralleli. In questi impianti il fluido che arriva a bollire prima serve per fare evaporare l’acqua calda che gli scorre accanto, il vapore prodotto azionerà una turbina che produrrà energia.

Ci sono le centrali flash in cui l’acqua bollente viene raffreddata e da elemento ad alta pressione viene portato ad abbassare la pressione. Ed infine ci sono le centrali geotermiche a vapore secco, in questo caso il vapore non viene prodotto ma si sfrutta quello che fuoriesce dalle fratture nei terreni.

Le caratteristiche di questa forma di energia green ti garantiscono un abbattimento delle emissioni di anidride carbonica, infatti in queste tipologie di impianti da fonti rinnovabili non è prevista la combustione (che invece avviene nelle strutture a carbone o petrolio). Questa forma di produzione energetica è pulita ed è una fonte continua, inoltre questi impianti sono silenziosi.

Ci sono degli scarti di energia elettrica prodotta da queste centrali, ma trattandosi di vapore viene reinserito in circolo. Si possono anche installare impianti a risparmio energetico con un funzionamento geotermico per le abitazioni domestiche. I vantaggi che queste soluzioni sono manutenzione minima, costi di consumo bassi.

I contro stanno nella necessità di una spesa inziale cospicua, ma come per le altre soluzioni a risparmio energetico si possono richiedere i bonus per l’efficientamento degli impianti.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Aumenti bollette: come evitare i rincari di Ottobre 2021

Il governo sta lavorando per poter contenere gli aumenti bollette luce e gas annunciati dal ministro Cingolani nelle settimane passate. L'incremento previsto è del 40% per la luce e del 30% per il gas, un rincaro che preoccupa molto le famiglie e le imprese. Ecco cosa puoi fare per evitare gli aumenti in bolletta e quanto puoi risparmiare seguendo alcuni consigli

Aumenti bollette luce: il 40% delle tariffe del mercato libero offre un risparmio

In attesa dei preannunciati aumenti per le bollette di luce e gas in arrivo nel corso del mese di ottobre, la nuova indagine dell'Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it è andata ad analizzare la convenienza delle offerte luce del Mercato Libero. Secondo lo studio, circa il 40% delle offerte disponibili risulta essere più conveniente delle attuali condizioni economiche del servizio di Maggior Tutela. La seconda parte dell'indagine, inoltre, analizza il risparmio che registrerà nel 2021 un cliente che ha scelto il Mercato Libero lo scorso gennaio. Ecco i risultati completi dell'Osservatorio di SOStariffe.it e Segugio.it