Fonti energetiche


 Le fonti energetiche si distinguono in primarie e secondarie. Le fonti primarie sono quelle naturalmente presenti in natura e che possono essere utilizzate senza processi di trasformazione.

Le fonti energetiche secondarie sono quelle materie prime che devono essere prima trattate e poi possono essere usate per produrre energia. L’esempio tipico è quello del petrolio che una volta raffinato diventa benzina (fonte energetica secondaria) che può essere usata per alimentare l’auto o altri veicoli.

Tra le fonti primarie di energia ci sono invece la legna i combustili nucleari, il gas naturale e gli elementi naturali (acqua, luce e vento).

Questi elementi naturali possono essere fonti secondarie, per produrre energia con dai corsi d’acqua o dal vento sono necessari dei processi di trasformazione.

Sono delle forme di energia che tramite le centrali idroelettriche, gli impianti fotovoltaici o altre strutture sono convertite una forma energetica che si può utilizzare nelle abitazioni/ufficio o industrie.

C’è un’altra distinzione da tenere presente per quanto riguarda le fonti di energia elettrica: rinnovabili e non rinnovabili.

Tra le fonti non rinnovabili vengono inserite le risorse limitate, sono quindi fonti che si vanno esaurendo.

Le più comuni risorse del genere sono i combustibili fossili (carbone, petrolio e gas) o i combustibili nucleari come l’uranio.

Le fonti rinnovabili sono invece quelle che permettono di produrre energia tramite diversi processi chimici o fisici. Tra queste fonti energetiche ci sono:

  • l’energia solare
  • l’energia eolica
  • l’energia geotermica
  • l’energia marina.
  • l’energia idroelettrica
  • l’energia da biomasse

Le fonti più utilizzate sono i combustibili fossili, in particolare il carbone e il petrolio, anche il gas naturale sta diventando sempre più popolare.  Tra i consumatori però si fa strada anche una maggiore sensibilità verso i temi della sostenibilità ambientale e della riduzione delle emissioni di anidride carbonica, aumentano le offerte luce e gas ad energia verde.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Quali sono le detrazioni fiscali 2021 per condizionatori?

Con l'estate oramai alle porte, si avvicinano le giornate di caldo intenso e diventa necessario accendere il condizionatori. Chi non ha ancora questo tipo di elettrodomestico, oppure ha la necessità di sostituirlo per puntare su di una soluzione più moderna ed efficiente, potrà contare sulle detrazioni fiscali per condizionatori disponibili per il 2021. A disposizione dei contribuenti italiani, infatti, ci sono svariate opzioni su cui puntare per ammortizzare la spesa per l'acquisto di uno o più condizionatori. Vediamo tutti i dettagli.