Togliere PIN della SIM: come eliminare il blocco della SIM CARD


Quando si acquista una nuova SIM è attivo un codice PIN che deve essere inserito all'accensione dello smartphone. Il PIN viene rilasciato assieme a un altro codice, anch'esso estremamente importante, ovvero il codice PUK, che sarà necessario utilizzare in caso di blocco della propria SIM.

offerte SIM dati

Ecco quali sono le procedure che si possono adottare per togliere la richiesta di inserimento del codice PIN sui dispositivi Android, come gli smartphone Samsung o Huawei, oppure i dispositivi iOS, ovvero iPhone e iPad, nei casi in cui lo si utilizzasse, per esempio, con una SIM dati per navigare.

Cos'è il codice PIN

Prima di conoscere in che modo eliminare il PIN della SIM alla sua accensione, potrebbe essere utile sapere a cosa serve tale sequenza numerica e cosa significa. PIN è l'acronimo di Personal Identification Number, ovvero numero personale di identificazione.

Si tratta di una password, formata da 4 numeri (non ci sono dunque lettere né simboli) creata in modo casuale dall'operatore telefonico della propria SIM, che è stampato sulla card di plastica che contiene la SIM stessa. Il PIN può anche essere modificato dall'utente con una combinazione numerica differente, che può essere scelta andando sulle impostazioni del proprio telefono.

A cosa serve il codice PIN? Come si può immaginare, trattandosi di una password la sua funzione è quella di impedire a qualche malintenzionato di utilizzare la propria SIM e avere dunque accesso a tutti i contenuti che sono salvati al suo interno, come i messaggi o i numeri di telefono dei propri contatti.

A cosa serve il codice PUK

Cosa succede nel caso in cui si dimenticasse il proprio codice PIN oppure nell'ipotesi in cui qualcuno provasse a indovinare la sequenza del PIN perché vuole vedere il contenuto della nostra SIM card, sbagliandolo? Il PIN può essere digitato in modo errato soltanto per tre volte consecutive, dopodiché la SIM si bloccherà.

Per poterla sbloccare e continuare a utilizzarla, senza dover ricorrere all'assistenza del proprio operatore o dover cambiare numero, esiste un codice di sblocco, che prende il nome di codice PUK. Il PUK, che non a caso è l'acronimo di Personal Unblocking Code, si trova sulla card plastificata contenente la SIM, esattamente accanto al codice PIN.

Basterà inserirlo nel proprio telefono per riuscire a sbloccare la SIM: si ricordi che l'inserimento errato del PIN comporta il blocco della SIM, ma non quello del telefono. Ciò significa che basterà inserire una SIM card differente se non si ha a disposizione il PUK nell'immediato per continuare a utilizzarlo.

Come si cambia il PIN della SIM su un dispositivo Android

Dopo questa importante e doverosa premessa, che potrebbe tornare molto utile per chi, per motivi generazionali, si ritrova ad avere a che fare con una SIM card per la prima volta in assoluto, andiamo al dunque. Analizziamo di seguito come eliminare il PIN dalla SIM nel caso in cui si avesse un dispositivo Android, come per esempio uno smartphone della Samsung o della Huawei. La procedura che presenteremo sarà valida anche nel caso in cui si utilizzasse una SIM card per il proprio tablet.

Il primo passaggio consiste nell'accensione del dispositivo e nell'inserimento del codice PIN. Successivamente bisognerà cliccare sull'icona delle Impostazioni, che è quella che ha la forma di un ingranaggio.

Ecco quali sono tutti i passaggi successivi:

  • cliccare sulla voce Scher. Blocco sicurezza;

  • in alcuni casi spunterà, in alternativa, la voce Sicurezza e privacy;

  • si aprirà una nuova schermata, dalla quale cliccare su Altre impostazioni di sicurezza;

  • a questo punto, sarà necessario cliccare su Configura blocco SIM: ci sarà un interruttore, situato accanto alla scritta Blocca scheda SIM, che dovrà essere portato su OFF;

  • l'ultimo passaggio consisterà nell'inserimento del codice PIN e col cliccare sul pulsante OK.

Volete avere la certezza di essere riusciti a completare l'operazione di rimozione del codice PIN? La prova è semplicissima: l'interruttore accanto alla voce Blocca scheda SIM che prima era colorato perché si trovava impostato su ON adesso dovrebbe essere di colore grigio, in quanto sarà in modalità OFF.

Un'altra conferma semplicissima consiste nello spegnimento e nell'accensione del dispositivo: se tutto è andato per il verso giusto il codice PIN che avete appena disattivato non dovrebbe essere più richiesto.

Come impostare nuovamente il codice PIN

Supponiamo l'ipotesi in cui, per un qualsiasi motivo, si cambiasse idea e si volesse inserire nuovamente il codice PIN che è stato disattivato, da immettere in fase di accensione. La procedura dovrà essere ripetuta, ma all'inverso.

Si dovrà dunque andare su Impostazioni e cliccare:

  • su Scherm. Blocco sicurezza o accedere alla sezione riservata a Sicurezza e privacy;

  • andare su Altre impostazioni di sicurezza e poi su Configura blocco SIM;

  • riportare l'interruttore alla sua posizione iniziale, ovvero su ON;

  • premere infine sulla scritta OK.

È molto importante ricordare che questa procedura potrebbe differire leggermente, a livello di diciture, a seconda del modello di smartphone o tablet che si sta utilizzando, oppure in base alla marca. Samsung e Huawei potrebbero non utilizzare gli stessi nomi per le sezioni indicate, ma la procedura e i passaggi da seguire in termini di percorso rimangono comunque gli stessi.

Come togliere il codice PIN della SIM su iPhone e IPad

Chi fosse in possesso di un dispositivo iOS dovrà seguire una procedura differente per rimuovere il codice PIN richiesto a ogni accensione, sia dell'iPhone, sia dell'iPad. Anche in questo caso, il punto di partenza è l'accensione del dispositivo e l'inserimento del PIN.

Cliccando sull'icona delle Impostazioni, si dovrà poi:

  • fare tap sulla dicitura Cellulare e PIN SIM;

  • portare su OFF l'interruttore che si trova accanto alla voce PIN SIM;

  • inserire il PIN e cliccare su Fine.

I passaggi sono di meno rispetto a quelli previsti per un dispositivo Android, ma il risultato è praticamente lo stesso. Anche in questo caso, infatti, per avere la certezza di essere effettivamente riusciti e togliere il PIN della SIM sul proprio iPhone o iPad basterà verificare il colore dell'interruttore: se è grigio vorrà dire che si sarà riusciti a impostarlo in modalità OFF e che la procedura sarà andata a buon termine.

Si potrà avere una dimostrazione definitiva circa l'efficacia dei passaggi effettuati una volta spento e riacceso il dispositivo: in caso positivo, non sarà più richiesto l'inserimento del PIN della propria SIM. Anche in questo caso switchando l'interruttore su ON sarà possibile ripristinare il codice PIN, che potrà eventualmente essere modificato con uno più facile da ricordare, come per esempio la data di nascita di qualcuno.

Come togliere PIN dalla SIM: problemi comuni

Come ribadito nelle righe iniziali, un problema che si verifica con una certa frequenza, magari solo perché si sbaglia a digitare il PIN per ben tre volte consecutive, è quello di bloccare la SIM. In questi casi, sarà possibile sbloccarla facilmente tramite l'inserimento del codice di sblocco, ovvero il PUK, che è composto da 8 cifre e non può essere modificato dall'utente.

Cosa succede nell'ipotesi peggiore fra tutte, ovvero quella nella quale si sbagliasse con l'inserimento del PUK, oppure in quella in cui non si riuscisse più a trovarlo perché, per noncuranza, è stata buttata la card plastificata sulla quale era riportato?

Intanto, il rischio di sbagliare con l'inserimento del PUK in teoria è molto basso in quanto si hanno a propria disposizione ben 10 tentativi. Nel caso in cui ciò dovesse comunque verificarsi, non c'è da aver timore.

Sarà infatti sufficiente mettersi in contatto con il proprio operatore di telefonia mobile, attraverso il numero dedicato all'assistenza clienti, oppure accedendo direttamente all'area personale presente sul sito ufficiale del gestore.

Se non si riuscisse, nonostante i vari tentativi, a recuperare il codice PUK si potrà comunque chiedere la sostituzione della SIM al proprio operatore. Si riceverà dunque una nuova SIM, con lo stesso numero di telefono e lo stesso credito residuo. Trattandosi però di una nuova SIM, cambieranno sia il codice PIN sia il PUK, che questa volta sarebbe meglio conservare con più cura.

Una volta acceso il telefono, si dovrà inserire il nuovo codice PIN: le procedure per disattivarlo sul proprio dispositivo rimangono comunque le stesse. La richiesta della nuova SIM non è gratuita, ma prevede generalmente il pagamento di una quota che varia in base al singolo operatore di telefonia mobile. Per conoscerla in anticipo, si consiglia di contattare l'assistenza clienti o cercare su Internet prima ancora di recarsi fisicamente in negozio.

Iliad Offerte Internet: le offerte con Giga inclusi di maggio 2020

Iliad dispone di diverse offerte con Gigabyte inclusi. Anche le sue tariffe voce permettono di usufruire di un piccolo quantitativo di traffico dati. Scopri tutti i dettagli sulle promozioni dell’operatore francese

Samsung Pay e PagoBancomat: come pagare con il bancomat da smartphone

Da maggio 2020, la piattaforma di pagamento Samsung Pay, prodotta dal colosso sudcoreano per i suoi dispositivi mobili, ha incrementato le proprie opzioni con l’ingresso del circuito PagoBancomat, uno dei più utilizzati in Italia. Le prime card che saranno abilitate al servizio saranno quelle di Intesa Sanpaolo, UBI e Cassa Centrale Banca: ecco come fare.

Vodafone Infinito: costi e promozioni delle offerte di maggio 2020

Infinito è la famiglia di tariffe Vodafone con Gigabyte illimitati per navigare su Internet da mobile alla velocità del 5G, ovvero il più recente e performante standard di rete per smartphone. Scopri tutti i dettagli e il costo di queste promozioni