Togliere PIN della SIM: come eliminare il blocco della SIM CARD


Quando si acquista una nuova SIM è attivo un codice PIN che deve essere inserito all'accensione dello smartphone. Il PIN viene rilasciato assieme a un altro codice, anch'esso estremamente importante, ovvero il codice PUK, che sarà necessario utilizzare in caso di blocco della propria SIM.

offerte SIM dati

Ecco quali sono le procedure che si possono adottare per togliere la richiesta di inserimento del codice PIN sui dispositivi Android, come gli smartphone Samsung o Huawei, oppure i dispositivi iOS, ovvero iPhone e iPad, nei casi in cui lo si utilizzasse, per esempio, con una SIM dati per navigare.

Cos'è il codice PIN

Prima di conoscere in che modo eliminare il PIN della SIM alla sua accensione, potrebbe essere utile sapere a cosa serve tale sequenza numerica e cosa significa. PIN è l'acronimo di Personal Identification Number, ovvero numero personale di identificazione.

Si tratta di una password, formata da 4 numeri (non ci sono dunque lettere né simboli) creata in modo casuale dall'operatore telefonico della propria SIM, che è stampato sulla card di plastica che contiene la SIM stessa. Il PIN può anche essere modificato dall'utente con una combinazione numerica differente, che può essere scelta andando sulle impostazioni del proprio telefono.

A cosa serve il codice PIN? Come si può immaginare, trattandosi di una password la sua funzione è quella di impedire a qualche malintenzionato di utilizzare la propria SIM e avere dunque accesso a tutti i contenuti che sono salvati al suo interno, come i messaggi o i numeri di telefono dei propri contatti.

Cosa succede nel caso in cui si dimenticasse il proprio codice PIN oppure nell'ipotesi in cui qualcuno provasse a indovinare la sequenza del PIN perché vuole vedere il contenuto della nostra SIM card, sbagliandolo? Il PIN può essere digitato in modo errato soltanto per tre volte consecutive, dopodiché la SIM si bloccherà.

Per poterla sbloccare e continuare a utilizzarla, senza dover ricorrere all'assistenza del proprio operatore o dover cambiare numero, esiste un codice di sblocco, che prende il nome di codice PUK. Il PUK, che non a caso è l'acronimo di Personal Unblocking Code, si trova sulla card plastificata contenente la SIM, esattamente accanto al codice PIN.

Basterà inserirlo nel proprio telefono per riuscire a sbloccare la SIM: si ricordi che l'inserimento errato del PIN comporta il blocco della SIM, ma non quello del telefono. Ciò significa che basterà inserire una SIM card differente se non si ha a disposizione il PUK nell'immediato per continuare a utilizzarlo.

Come si elimina il PIN della SIM su un dispositivo Android

Per eliminare il PIN dalla SIM con uno smartphone o un tablet Android è necessario andare nelle Impostazioni del proprio dispositivo. Il menu Impostazioni è accessibile premendo sull’icona dell’ingranaggio. A questo punto è necessario seguire una procedura ben precisa che, però, varia in base al produttore dello smartphone. In linea generale, bisognerà individuare la sezione relativa alle impostazioni di sicurezza e la categoria relativa alla sicurezza della SIM.

Per individuare facilmente l’impostazione utile per eliminare il PIN dalla SIM di uno smartphone Android è possibile utilizzare la funzione di ricerca integrata nel menu Impostazioni della maggior parte degli smartphone Android. Basterà inserire alcune parole chiave (come “PIN” e “sicurezza” o “SIM”) per individuare facilmente, tra i risultati della ricerca effettuata, la sezione in cui è possibile rimuovere il PIN della SIM con un dispositivo dotato di sistema operativo Android.

Utilizzando uno smartphone Samsung, ad esempio, la procedura da seguire è Impostazioni > Dati biometrici e sicurezza > Altre impostazioni di sicurezza > Configura blocco SIM. Da questa sezione è possibile rimuovere il PIN (o riattivarlo in caso di precedente rimozione) della SIM inserita nel proprio smartphone. Da questa sezione è anche possibile cambiare il PIN della SIM, sostituendo il codice di default con il proprio codice preferito.

Utilizzando uno smartphone Xiaomi, invece, per rimuovere il PIN della SIM bisognerà andare in Impostazioni > Password e sicurezza > Privacy > “nome dell’operatore della SIM” > Blocca SIM. Per confermare la rimozione sarà necessario inserire, per l’ultima volta, il codice PIN già impostato sulla SIM. Seguendo la procedura inversa sarà possibile impostare nuovamente un PIN a protezione della SIM.

Per togliere il PIN dalla SIM con uno smartphone Google, invece, è necessario andare in Impostazioni > Sicurezza > Blocco schermo e rimuovere l’opzione relativa al PIN. Con uno smartphone Huawei, invece, la procedura da seguire è Impostazioni > Sicurezza > Altre impostazioni > Crittografia e credenziali e da qui scegliere di rimuovere il blocco della SIM. Anche in questo caso, bisognerà inserire il codice come conferma per la rimozione.

Come togliere il codice PIN della SIM su iPhone e IPad

Chi fosse in possesso di un dispositivo iOS dovrà seguire una procedura differente per rimuovere il codice PIN della SIM inserita nel proprio iPhone. Una procedura analoga potrà essere eseguita anche per togliere il PIN dalla SIM inserita in un iPad con connettività Cellular. Per confermare la rimozione del PIN sarà necessario inserire il codice. Effettuata quest’operazione, il PIN verrà rimosso.

La procedura da seguire, anche in questo caso, passa per il menu Impostazioni, riconoscibile dall’icona dell’ingranaggio. Per togliere il codice PIN della SIM su iPhone bisogna andare in Impostazioni > Cellulare > PIN SIM. Su iPad, invece, bisognerà andare in Impostazioni > Dati mobili > PIN SIM. Completata la procedura basterà confermare premendo Fine per poter eliminare definitivamente il PIN dalla SIM.  

Come togliere PIN dalla SIM: problemi comuni

Come ribadito nelle righe iniziali, un problema che si verifica con una certa frequenza, magari solo perché si sbaglia a digitare il PIN per ben tre volte consecutive, è quello di bloccare la SIM. In questi casi, sarà possibile sbloccarla facilmente tramite l'inserimento del codice di sblocco, ovvero il PUK, che è composto da 8 cifre e non può essere modificato dall'utente.

Cosa succede nell'ipotesi peggiore fra tutte, ovvero quella nella quale si sbagliasse con l'inserimento del PUK, oppure in quella in cui non si riuscisse più a trovarlo perché, per noncuranza, è stata buttata la card plastificata sulla quale era riportato? Intanto, il rischio di sbagliare con l'inserimento del PUK in teoria è molto basso in quanto si hanno a propria disposizione ben 10 tentativi. Nel caso in cui ciò dovesse comunque verificarsi, non c'è da aver timore.

Sarà infatti sufficiente mettersi in contatto con il proprio operatore di telefonia mobile, attraverso il numero dedicato all'assistenza clienti, oppure accedendo direttamente all'area personale presente sul sito ufficiale del gestore. Nel caso in cui non fosse possibile recuperare il PUK, si potrà comunque chiedere la sostituzione della SIM al proprio operatore. Si riceverà dunque una nuova SIM, con lo stesso numero di telefono e lo stesso credito residuo. Trattandosi però di una nuova SIM, cambieranno sia il codice PIN sia il PUK, che questa volta sarebbe meglio conservare con più cura.

Una volta acceso il telefono, si dovrà inserire il nuovo codice PIN: le procedure per disattivarlo sul proprio dispositivo rimangono comunque le stesse. La richiesta della nuova SIM non è gratuita, ma prevede generalmente il pagamento di una quota che varia in base al singolo operatore di telefonia mobile. Per conoscerla in anticipo, si consiglia di contattare l'assistenza clienti o cercare su Internet prima ancora di recarsi fisicamente in negozio.

 

L'offerta ho. Mobile di Dicembre 2021: fino a 120 GB a prezzo basso

Scopri tutti i dettagli sull'offerta ho mobile con minuti illimitati e 120 GB a meno di 8 euro al mese. Se non soddisfatti, potete richiedere il rimborso di tutte le spese dopo 30 giorni

5G in Italia: prestazioni non al top ma le offerte sono sempre più convenienti

Il 5G in Italia è disponibile per gli utenti dal 2019 con l'arrivo delle prime offerte 5G proposte da TIM e Vodafone. Successivamente, sul finire del 2020, anche Iliad, WINDTRE e Fastweb hanno messo a disposizione dei loro clienti la possibilità di accedere alla rete 5G. In questi due anni, però, la diffusione del 5G in Italia non ha registrato la crescita sperata. Sia in termini di velocità di connessione che di copertura, infatti, il nostro Paese è lontano dai dati migliori fatti registrare da altri Paesi dove il 5G è molto più diffuso.

Offerte TIM per cellulare: le promozioni di Dicembre 2021

Scopri le offerte TIM per cellulare per avere anche Gigabyte illimitati per navigare in 5G. Fino a gennaio sono poi disponibili le Promo Natale
Eccezionale
Basata su 3100 recensioni
18 ore fa
Veramente cortesi e dis...

Veramente cortesi e disponibili . Consigli disinteressati e precisi . Veramente un ot...

Giuseppe

Valutata 4.7 su 5 sulla base di 3100 recensioni su