Modalità sempre connesso TIM: come attivare


La modalità Sempre Connesso è un particolare servizio che TIM mette a disposizione ai suoi clienti con SIM ricaricabile che hanno attivato una delle offerte di telefonia mobile proposte dall’operatore. Il servizio è pensato per consentire agli utenti, ad esempio in situazioni di emergenza, di utilizzare la propria SIM anche con credito esaurito.

Modalità sempre connesso TIM

Si tratta, quindi, di un servizio che può tornare utile in varie situazioni. A partire dal giugno del 2020, inoltre, Sempre Connesso non è attivo in automatico sulle SIM dei clienti TIM. Per sfruttare il servizio ed utilizzare la SIM anche per chiamare, navigare ed inviare SMS con credito esaurito sarà necessario richiederne l’attivazione in modo esplicito. In questo modo, TIM evita che i clienti registrino addebiti non richiesti.

Vediamo, quindi, cosa include e come si attiva la modalità Sempre Connesso di TIM.

Cosa fa la modalità Sempre Connesso di TIM

Il servizio Sempre Connesso di TIM entra in azione quando si esaurisce il credito residuo sulla SIM TIM. Di norma, infatti, con credito esaurito è possibile esclusivamente ricevere chiamate o SMS oppure effettuare chiamate di emergenza. Non è possibile, quindi, utilizzare altri servizi come le chiamate o anche la navigazione ad Internet. Per tornare ad utilizzare la SIM TIM ricaricabile senza limitazioni sarà necessario effettuare una ricarica del credito.

Le cose cambiano per le SIM su cui è stata attivata la modalità Sempre Connesso. In questo caso, infatti, l’utente potrà chiamare, navigare ed inviare SMS senza limiti sia in Italia che nei Paesi UE anche in caso di credito esaurito. Questa possibilità viene messa a disposizione per un massimo di 2 giorni consecutivi ed a fronte di un addebito di 0,90 euro al giorno (per un massimo di 1,80 euro per due giorni di “tutto illimitato”).

L’addebito del costo di Sempre Connesso avverrà al momento della prima ricarica del credito effettuata dal cliente. Facciamo un esempio per chiarire. Ipotizziamo che un utente si sia ritrovato con una SIM con credito esaurito ed abbia utilizzato Sempre Connesso per due giorni consecutivi senza ricaricare (per una spesa complessiva di 1,80 euro).

L’utente in questione esegue una ricarica da 10 euro. Al termine della procedura di ricarica, sulla SIM verrà accreditato un importo di 8,20 euro in quanto il costo del servizio Sempre Connesso sarà, di fatto, scalato dall’importo ricaricato dal cliente che ha scelto di utilizzare tale servizio per avere tutto illimitato per due giorni.

Cosa succede al termine dei 2 giorni di utilizzo consecutivo? Se il cliente decide di non effettuare una ricarica, i vantaggi garantiti da Sempre Connesso non saranno più attivi. Di conseguenza, la SIM TIM tornerà ad essere utilizzabile esclusivamente per ricevere chiamate o SMS e per effettuare chiamate d’emergenza. Sarà, quindi, necessario effettuare una ricarica (da cui verrà detratto l’importo di Sempre Connesso) per tornare ad utilizzare la SIM.

Come si attiva Sempre Connesso di TIM

Questo particolare servizio non è più attivo di default su tutte le SIM. Il cliente TIM deve richiederne l’attivazione in modo esplicito tramite uno dei canali messi a disposizione dall’operatore. L’attivazione del servizio può avvenire tramite i canali telefonici 40916 e 409168. In alternativa, è possibile richiedere l’attivazione del servizio semplicemente recandosi presso un negozio TIM oppure dall’area My TIM.

Come si disattiva Sempre Connesso di TIM

Gli stessi canali utilizzati per l’attivazione del servizio possono essere utilizzati anche per la sua disattivazione. Per evitare l’utilizzo di Sempre Connesso, quindi, è possibile chiamare ai numeri 40916 oppure 409168. In alternativa, si potrà richiederne la disattivazione tramite l’area clienti My TIM (previa registrazione) oppure recandosi in un negozio TIM.

Come verificare il credito residuo di TIM

Per evitare di restare senza credito (soprattutto prima del rinnovo mensile della propria offerta) è necessario verificare il credito residuo disponibile sulla SIM TIM. Per effettuare tale verifica è possibile utilizzare uno dei tanti strumenti messi a disposizione dall’operatore. Una prima opzione per verificare il credito residuo è rappresentata dall’app MyTIM o dall’Area Clienti My TIM. Basterà effettuare la registrazione con il proprio numero per controllare il credito residuo tutte le volte che si vuole.

In alternativa, è possibile chiamare al numero gratuito 40916. Per conoscere il credito residuo (oltre ad altre informazioni relative alla propria SIM) sarà necessario digitare il tasto 1. Da notare, inoltre, che è possibile verificare il credito disponibile sulla SIM anche inviando un’SMS al numero 119. Nel messaggio sarà possibile scrivere “qual è il mio credito residuo?” per ricevere una risposta in pochi secondi da parte del sistema. Anche questo servizio è gratuito.

Come evitare di restare senza credito telefonico con TIM

Il servizio Sempre Connesso, con i relativi addebiti e vantaggi, entra in azione quando una SIM TIM resta senza credito residuo. I clienti dell’operatore hanno, però, la possibilità di evitare di ritrovarsi in questo scenario attivando il servizio TIM Ricarica Automatica. Come suggerisce il nome stesso, tale servizio consente di ricaricare il credito della SIM in modo automatico.

Attivando questo servizio, infatti, se il credito della SIM scende sotto la soglia di 3 euro viene effettuata una ricarica automatica di 5 euro. Allo stesso modo, il giorno prima della scadenza dell’offerta, grazie a TIM Ricarica Automatica, viene effettuata una ricarica dell’importo esatto del canone mensile dell’offerta. In questo modo, sarà possibile utilizzare i bonus della tariffa in modo automatico.

Da notare che il cliente che attiva TIM Ricarica Automatica ha facoltà di scegliere lo strumento di pagamento su cui addebitare il corso della ricarica che il servizio effettua in automatico. È possibile scegliere l’addebito su carta di credito, TIM Pay oppure su conto corrente (lo strumento di pagamento può anche essere intestatario ad un soggetto differente dall’intestatario della SIM).

L’utente può controllare le ricariche automatiche effettuate tramite gli SMS inviati dall’operatore oppure tramite l’area clienti My TIM. Nel caso di attivazione di un’offerta con smartphone a rate, inoltre, il servizio TIM Ricarica Automatica sarà attivato automaticamente e l’importo delle ricariche verrà addebitato sullo stesso strumento di pagamento utilizzato per le rate del dispositivo.

TIM Ricarica Automatica può essere attivata direttamente online, dall’area clienti My TIM, oppure recandosi in un negozio TIM.

Esiste l'app di Iliad per iPhone?

L'app Iliad iPhone non è serve in quanto per agire sulla linea basta accedere all'Area Personale sul sito. Ecco come accevervi e le funzioni in essa integrate

Vodafone smartphone a rate: le offerte di Giugno 2021

Con le offerte Vodafone smartphone a rate si può acquistare un telefono a prezzi convenienti. In più, ci sono tanti servizi per la protezione del dispositivo

5G in Italia: la velocità è ancora limitata ma le offerte sono sempre più convenienti

Il 5G in Italia sta registrando una diffusione molto rapida. Dalla fine del 2020, infatti, tutti gli operatori MNO (TIM, Vodafone, WINDTRE e Iliad) possono contare su di una rete 5G proprietaria per consentire agli utenti la possibilità di sfruttare la nuova generazione di reti mobili. Il nuovo report di Open Signal conferma, però, che la velocità delle reti 5G in Italia è ancora limitata. Nel frattempo, però, i costi per l'accesso al 5G sono contenuti e le offerte per l'accesso alla nuova rete non mancano di certo.