Come registrare un telefonata?


Al giorno d'oggi la maggior parte degli smartphone di ultima generazione sono dotati di funzionalità integrate attraverso le quali è possibile procedere con la registrazione delle chiamate da mobile.

L'alternativa per chi possedesse un modello meno aggiornato è rappresentata dalle applicazioni create proprio con la funzione di consentire la registrazione di una telefonata, alcune delle quali sono disponibili gratuitamente, oppure nella versione a pagamento che è in genere caratterizzata da maggiori funzionalità.

come registrare una telefonata

Come funziona nella pratica la registrazione di una conversazione telefonica? E cosa dice la legge in merito? In altri termini, è considerata legale in Italia? Esaminiamo la questione nel dettaglio concentrandoci su come registrare una chiamata su iPhone o su Android e sulle disposizioni normative in merito.

Come registrazione una telefonata iPhone

L'iPhone rappresenta uno dei modelli di smartphone più utilizzati e apprezzati dagli utenti e la procedura che permette di registrare una telefonata con un iPhone sarà diversa rispetto a quella da seguire nel caso in cui si possedesse un telefono con sistema operativo Android.

Il modo migliore per registrare una chiamata con un iPhone consiste nello scaricare le applicazioni dedicate, alcune delle quali sono gratuite, ma presentano dei limiti: permettono infatti di registrare soltanto alcuni secondi di conversazione, ma non l'intera chiamata.

Per questo motivo si consiglia, se proprio si avesse la necessità di dover registrare una chiamata, che potrebbe per esempio servire come prova durante un processo penale, di acquistare un'applicazione a pagamento.

L'applicazione che presenteremo di seguito è una tra le migliori da poter utilizzare con l'iPhone:è importante ricordare che per permettere a queste app di funzionare si dovrà attivare il supporto alle chiamate in conferenza, ovvero la possibilità di poter effettuare più chiamate nello stesso momento. Per attivare questa funzionalità sulla propria linea potrebbe essere necessario contattare il proprio gestore telefonico.

Come funziona TapeACall

La prima applicazione per iOS consigliata per effettuare la registrazione di una telefonata si chiama TapeACall, che è presente sia nella versione gratuita sia in quella a pagamento. Le differenze principali sono le seguenti:

  • la versione gratuita permette di registrare soltanto i primi 60 secondi di conversazione;

  • la versione a pagamento, invece, che ha un costo di 9,99 euro, permette di registrare telefonate intere sia in entrata sia in uscita.

Dopo avere scaricato l'applicazione dall'App Store, bisognerà aprirla e cliccare su Continua. Sarà inviato un SMS con un codice da digitare per poter utilizzare l'app: bisognerà inserirlo nel campo apposito e cliccare su Attiva.

Cliccando nuovamente su Continua si autorizzerà l'app all'invio di notifiche:

  • relative alla segnalazione dell'avvio di una registrazione;

  • di accesso alla rubrica del telefono.

Sarà poi possibile cliccare su Play per visualizzare un video-tutorial contenuto nella stessa app nel quale ne viene spiegato il funzionamento.

La registrazione della telefonata partirà cliccando sul pulsante con il cerchio rosso collocato al centro della schermata: si dovrà poi cliccare su Altra chiamata e inserire il numero di telefono della persona che si vuole registrare, oppure scegliere il suo nome tra i contatti della rubrica.

Quando si chiamerà quella determinata persona, nel momento in cui risponderà si dovrà cliccare su Unisci: in questo modo sarà avviata la registrazione della telefonata. Per terminarla sarà sufficiente premere il pulsante rosso con l'icona di una cornetta.

Il passaggio appena descritto permette di registrare una chiamata in uscita. Per registrare una chiamata in entrata, invece, si dovrà avviare l'app prima di rispondere, cliccare sul pulsante rosso e in seguito sul pulsante Unisci: in questo modopartirà la registrazione. Al termine della chiamata basterà cliccare su Play per riascoltare la conversazione appena registrata.

TapeACall è un'applicazione che non funziona per i clienti Vodafone: in questa ipotesi, è possibile scaricarne altre simili, come per esempio IntCall Call Recorder.

Registrare telefonate Android

Per registrare le telefonate su Android, è necessario effettuare il root, un processo che serve a sbloccare il telefono e a garantire la buona qualità della registrazione. Si tratta di un'operazione lunga: nel caso in cui non la si riuscisse a portare a termine, si consiglia di scaricare un'applicazione per registrare telefonate con Android in grado di funzionare anche senza aver effettuato lo sblocco del sistema operativo..

Una delle applicazioni più gettonate per gli utenti Android è CallRecorder, disponibile sia nella versione gratuita sia in quella a pagamento. La versione gratuita ha però dei limiti, nella misura in cui la si può utilizzare soltanto per una settimana. La versione a pagamento, invece, permette di portare a termine l'operazione di registrazione delle chiamate, al costo di 11 euro una tantum.

Dopo aver scaricato l'applicazione dal Play Store, la si dovrà installare e in un secondo momento sarà possibile avviarla cliccando su Concedi, pulsante che permette all'app di accedere al sistema operativo con i permessi di root. Si dovrà cliccare poi su Accetta e infine su OK per accettare le condizioni d'uso dell'applicazione.

Come si usa CallRecorder

Dopo aver concluso le operazioni preliminari, sarà possibile passare all'utilizzo vero e proprio dell'applicazione CallRecorder. Quest'app è molto pratica nella misura in cui, una volta installata, funzionerà in modo automatico.

Quando si riceveranno o saranno effettuate delle chiamate, sarà avviata dunque la loro registrazione. Sarà possibile rendersi conto del fatto che la registrazione è in corso dalla presenza di una spia verde che comparirà sulla schermata del telefono.

Sarà possibile ascoltare fin da subito la registrazione della chiamata una volta terminata la conversazione: basterà aprire l'app e cliccare sul riquadro che si riferisce alla chiamata effettuata o a quella ricevuta.

CallRecorder è un'app che permette addirittura di convertire, direttamente dal cellulare, la registrazione in un file mp3 o Amr e di criptarla in modo tale da impedire che sia ascoltata da terzi senza autorizzazione.

La conversazione potrà inoltre essere condivisa tramite altre applicazioni, come per esempio WhatsApp, anche se è sempre bene ricordare di stare molto attenti alla divulgazione di una conversazione telefonica.

Registrare telefonate è legale?

L'esistenza di applicazioni dedicate e la semplicità con la quale è possibile oggi registrare una chiamata suscita un interrogativo di una certa rilevanza: la registrazione di una telefonata è legale? Rischio qualcosa se registro qualcuno senza il suo consenso? Cosa dice la legge italiana su questo argomento?

Registrare una telefonata, anche all'insaputa del proprio interlocutore, non rappresenta una lesione della privacy di quest'ultimo. Di conseguenza:

  • la legge non vieta di farlo;

  • la registrazione di una chiamata non costituisce reato.

Il principio alla base di quanto appena detto consiste nel fatto che la registrazione di una telefonato alla fine rappresenta l'atto di fissare su una memoria fisica, su un supporto elettronico, ciò che è già memorizzato nella nostra mente. Vietare la registrazione di una chiamata sarebbe come imporre a qualcuno di dimenticare il ricordo della conversazione telefonica.

Quali sono le condizioni da rispettare

A chiarire quali sono le condizioni da rispettare nel momento in cui si registra una chiamata tra presenti a loro insaputa è stata la stessa Corta di Cassazione, la quale ha ribadito che:

  • le chiamate si possono registrare, purché la registrazione non avvenga nei luoghi di privata dimora di soggetti terzi;

  • alla conversazione partecipi anche la persona che sta registrando.

In altri termini, è del tutto illegale lasciare una microspia della casa di qualcun altro e allontanarsi, registrando così una conversazione durante la quale non si è presenti.

Le registrazioni telefoniche sono dunque legittime:

  • perché avvengono in un luogo virtuale;

  • perché vi partecipa anche la persona che sta registrando la conversazione.

È illegale registrare una conversazione inserendo di nascosto uno spy software sul telefono di qualcun altro.

La registrazione di una chiamata si può usare come prova?

Innanzitutto è bene sottolineare il fatto che la registrazione di una chiamata è legittima a prescindere dalla motivazione alla base della registrazione stessa. Ci sono situazioni particolari durante le quali le registrazioni audio di telefonate hanno un ruolo fondamentale in quanto possono assumere un valore probatorio.

Esempi concreti potrebbero essere:

  • i casi di stalking telefonico;

  • i casi nei quali si ricevono minacce al telefono, soprattutto se di grave entità.

Come anticipato nelle righe precedenti, se da un lato è ormai semplicissimo registrare una telefonata e condividerla, altrettanto lo è commettere un illecito. Bisogna infatti stare molto attenti quando si registra una chiamata perché la sua pubblicazione potrebbe costare molto caro.

Si può pubblicare la registrazione di una chiamata?

Nonostante le registrazioni di una chiamata possano costituire una prova durante i processi, ciò non significa che possano essere pubblicate né tantomeno divulgate. Nella pratica:

  • è possibile depositare una registrazione presso la Procura della Repubblica o dai Carabinieri o utilizzarla nel corso di una causa civile;

  • è vietato pubblicare la registrazione della chiamata, per esempio sui social network, a prescindere dalla motivazione.

Nel caso in cui lo si dovesse fare si potrebbe essere denunciati per “interferenze illecite nella vita privata altrui”, reato che può essere punito con la reclusione da 6 mesi a 4 anni. La stessa pena è prevista nel caso in cui, per incoscienza o per gioco, si decidesse di condividere la registrazione con altri, per esempio su WhatsApp.

A proposito di chiamate

La registrazione di una chiamata è un argomento sul quale sarebbe meglio essere ben informati perché il passo da ciò che è lecito fare e ciò che costituisce invece un reato è davvero tanto breve.

Ogni chiamare gli altri forse non va più di moda come un tempo, eppure sono ancora in tanti gli utenti che utilizzano il proprio smartphone per chiamare gli altri. Lo dimostrano, non a caso, le numerosissime offerte per la telefonia mobile con chiamate illimitate verso tutti che sono diffuse fra quasi tutti i principali gestori.

Segno che le chiamate, anche se da mobile, sono ancora oggi importanti e, in alcuni casi specifici, potrebbero avere un ruolo ancora più fondamentale e dimostrare la colpevolezza di qualcuno durante un processo, grazie proprio a una registrazione effettuata dal proprio smartphone.

Per conoscere quali sono attualmente le principali offerte mobile con chiamate incluse illimitate, basterà utilizzare il comparatore di tariffe di SOStariffe.it, che è completamente gratuito e che presenta un filtro che permette di selezionare fin da subito solo le promozioni che prevedono le chiamate senza limiti verso tutti.

 

Offerte WindTre per già clienti WIND: le promozioni di luglio 2020

Wind non esiste più come operatore di telefonia mobile ma il neonato gestore WindTre non ha dimenticato i suoi ex clienti. Scopri le tariffe dedicate ai già clienti Wind e i vantaggi portati dalla fusione con Tre

Passa a TIM da Iliad: le offerte di luglio 2020

Per i clienti Iliad passare a Tim significa poter navigare al massimo delle velocità oggi disponibile in quasi tutti i Comuni italiani. In più, se sei cliente già cliente del gestore italiano per la rete fissa c'è un ulteriore vantaggio

Portabilità Iliad: le migliori offerte di luglio 2020

Iliad permette gratuitamente di effettuare la portabilità del numero a tutti i clienti di altri operatori che desiderano sottoscrivere una delle sue offerte. Scopri le migliori tariffe dell’azienda francese per l’estate