Codice IMEI: quando serve e come trovarlo

Quando ci viene rubato il cellulare, c’è qualche possibilità di recuperarlo utilizzando app antifurto come Cerberus o Trova il mio iPhone, ma purtroppo ormai i ladri prendono le necessarie contromisure non appena il dispositivo è in loro possesso. Spesso l’unica cosa da fare è bloccare lo smartphone per evitare che possa essere utilizzato: per fare questo è necessario avere sottomano il codice IMEI.

Le 15 cifre possono essere usate per bloccare il cellulare

Che cos’è il codice IMEI

Il codice IMEI è quella serie di numeri o caratteri che identifica in modo univoco uno smartphone, distinguendolo da tutti gli altri, compresi quelli della stessa marca a modello. Si tratta di un codice di grande importanza nel mondo della telefonia mobile perché può essere utilizzato per monitorare i cellulari smarriti o rubati.

Il codice IMEI è composto da 15 cifre e diviso in quattro parti: le prime 6 cifre sono il TAC (Type Approval/Allocation Code), che identifica la casa costruttrice e il modello dello smartphone; le successive 2 sono il FAC (o Final Assembly Code), che indica il luogo di costruzione o di assemblaggio del prodotto; le successive 6 sono il numero di serie del cellulare, mentre l’ultima cifra (SP, Spare, o CD, Check Digit) ha funzione di controllo. In alcuni modelli questa cifra è rimossa e al suo posto ce ne sono due che indicano la versione di firmware dello smartphone.
Confronta le offerte di telefonia mobile

A che cosa serve il codice IMEI

L’IMEI può essere utilizzato per bloccare un cellulare rubato. Dopo la denuncia alle autorità, infatti, è necessario contattare il proprio fornitore di servizi di telefonia e richiedere il blocco del codice, impedendo così che il dispositivo possa essere utilizzato da altri in tutto il territorio nazionale. È possibile che per il blocco del codice IMEI sia necessario compilare un modulo apposito e inviarlo tramite fax o raccomandata all’operatore, insieme a una copia di un documento d’identità e della denuncia di furto.

Come trovare il codice IMEI

Appurata l’importanza dell’IMEI, rimane il problema di trovare il codice. Per fortuna esistono diversi metodi per risalire queste 15 cifre. La più semplice – se si ha il cellulare a disposizione – è digitare un codice universale, ovvero *#06# (senza poi premere il tasto di chiamata, non è necessario).

Se si ha un iPhone, alcuni modelli hanno l’IMEI stampato direttamente sul retro dello smartphone, vicino al fondo; altri ce l’hanno invece nell’alloggiamento della carta SIM.

Sempre su iPhone, si risale all’IMEI aprendo le Impostazioni -> Generali -> Info, oppure visualizzando il dispositivo nella schermata di iTunes quando è collegato al computer.

Con Android, si aprono le Impostazioni e si tocca “Info sul dispositivo” -> Status. Anche molti modelli Android hanno il numero IMEI stampato sul dispositivo, sotto la batteria.

 

Commenti Facebook: