CPR


Nelle bollette gas non si paga solo il consumo effettivo della materia prima, se si legge con attenzione la fattura si notano una serie di voci di spesa. Ci sono gli oneri di sistema, l’IVA e poi sono presenti le spese di gestione del contatore e per il trasporto del gas.

L’importo di ognuna di queste componenti a sua volta è frutto della somma di più costi. Il Cpr è uno dei fattori incluso nella spesa per la materia gas naturale, le altre voci che costituiscono il prezzo complessivo sono: componenti materia prima gas (Cmem),

  • copertura rischi commerciali (CCR)
  • commercializzazione (QVD),
  • gradualità (GRAD),
  • rinegoziazione contratti (Cpr).

La quota Cpr all’interno della bolletta viene pagata per permettere alle imprese di vendita del gas di rinegoziare dei vecchi accordi di lungo periodo per l’acquisto di materia prima sui mercati all’ingrosso trasformandoli in contratti brevi.

[alert-info]Questo è un meccanismo che è stato introdotto da una riforma del 2013 per aumentare la concorrenza e la convenienza delle offerte gas. La voce di spesa viene calcolata in base al gas consumato (euro/smc) e nel complesso dipende dagli importi necessari per le diverse operazioni che permettono di fornire la materia prima al cliente.

Nell’importo che si paga per la materia prima viene anche incluso uno sconto per quanti scelgono di ricevere la bolletta nel formato digitale. Queste iniziative vengono adottate sia dagli operatori del mercato libero, sia da quelli del servizio a Maggiori tutele per aumentare la sostenibilità dei consumi e ridurre l’impatto ambientale.

Per i clienti serviti in tutela la riduzione dei costi è legata anche alla modalità di pagamento con addebito automatico. Il prezzo che si paga in bolletta per la materia prima consumata è aggiornato ogni trimestre per i clienti del servizio a Maggiori Tutele, così come per chi attiva un’offerta gas indicizzata con gli operatori del mercato libero. Il costo del gas è composto da una una quota fissa (euro/anno) (in cui ricada il Cpr) e da una quota energia (euro/smc).

 

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Aumenti bollette: come evitare i rincari di Ottobre 2021

Il governo sta lavorando per poter contenere gli aumenti bollette luce e gas annunciati dal ministro Cingolani nelle settimane passate. L'incremento previsto è del 40% per la luce e del 30% per il gas, un rincaro che preoccupa molto le famiglie e le imprese. Ecco cosa puoi fare per evitare gli aumenti in bolletta e quanto puoi risparmiare seguendo alcuni consigli

Aumenti bollette luce: il 40% delle tariffe del mercato libero offre un risparmio

In attesa dei preannunciati aumenti per le bollette di luce e gas in arrivo nel corso del mese di ottobre, la nuova indagine dell'Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it è andata ad analizzare la convenienza delle offerte luce del Mercato Libero. Secondo lo studio, circa il 40% delle offerte disponibili risulta essere più conveniente delle attuali condizioni economiche del servizio di Maggior Tutela. La seconda parte dell'indagine, inoltre, analizza il risparmio che registrerà nel 2021 un cliente che ha scelto il Mercato Libero lo scorso gennaio. Ecco i risultati completi dell'Osservatorio di SOStariffe.it e Segugio.it