Come passare da una micro SIM a una nano SIM?


Le SIM card sono disponibili in più formati e le versioni più diffuse oggi sono il formato Micro SIM e quello, ancora più compatto, Nano SIM. Gli smartphone più recenti tendono a preferire, per questioni di spazio disponibile, l'utilizzo di una Nano SIM ma le Micro SIM sono ancora molto diffuse. Per gli utenti che devono passare dal formato Micro al formato Nano ci sono alcune possibilità, più o meno efficaci. Il passaggio inverso, da Nano a Micro, avviene in modo molto semplice grazie ad appositi adattatori.

confronto sim tradizionale con micro sim e nano sim

Per adattare una Micro SIM al formato Nano, invece, bisognerà procedere ad un "taglio" della SIM card (un'operazione molto rischiosa). In alternativa, è preferibile puntare sulla sostituzione della SIM, un'operazione molto semplice che, come vedremo, può essere completata in pochi minuti anche se non sempre in modo gratuito. Vediamo, quindi, come adattare una Micro SIM a Nano SIM e come passare da un formato ad un altro.

Come passare da Micro SIM a Nano SIM

A disposizione degli utenti ci sono diversi modelli di SIM. Negli anni scorsi, esisteva esclusivamente la SIM standard, divenuta rapidamente obsoleta per via delle sue notevoli dimensioni. Gli smartphone di nuova generazione, sempre più complessi e caratterizzati da un gran numero di componenti interni, hanno meno spazio a disposizione per ospitare le SIM.

Da quest’esigenza nascono le Micro SIM e la Nano SIM. Si tratta di due formati differenti, entrambi molto piccoli, che consentono di avere a disposizione una SIM card con tutte le sue relative funzionalità da inserire all’interno del proprio smartphone senza occupare molto spazio. Le differenze tra Micro SIM e Nano SIM si limitano al formato. Alcuni smartphone, infatti, presentano uno slot compatibile con la sola Nano SIM mentre altri possono ospitare anche una Micro SIM.

Solitamente, i modelli più recenti tendono ad avere solo slot per Nano SIM oppure slot “ibridi” che prevedono la possibilità di inserire una SIM, in formato Micro o Nano, oppure una scheda di memoria Micro SD. Sta crescendo, inoltre, il numero di smartphone in grado di supportare la eSIM, la scheda virtuale che “scaricare” sul proprio dispositivo ed in grado di eliminare i problemi di compatibilità tra la SIM e lo slot dello smartphone.

Passare dalla Nano SIM alla Micro SIM è molto semplice. Questo passaggio può avvenire tramite un apposito adattatore. Tale adattatore, a tutti gli effetti, è una cornice in cui incastonare la Nano SIM. Con lo stesso principio è possibile passare da una Nano SIM o da una Micro SIM ad una SIM standard. Anche in questo caso, basterà applicare un adattatore, ovvero una cornice delle giuste dimensioni. Il passaggio inverno è, invece, molto più complicato.

Come tagliare una Micro SIM in Nano SIM?

Come abbiamo visto, tramite gli adattatori, è possibile passare da una SIM più piccola ad una SIM più grande (da Nano a Micro a Standard). Il percorso inverso, ovvero il passaggio da un formato grande ad uno piccolo, presenta diverse complicazioni. È possibile adattare una Micro SIM a Nano SIM utilizzando appositi kit che consentono il “taglio” della SIM card, rimuovendo i bordi in eccesso e, di fatto, trasformando il formato Micro in Nano.

In linea teorica, si può tagliare una micro SIM senza un kit apposito ma il rischio di danneggiarla è molto elevato. Anche questi kit di taglio, in ogni caso, non sono infallibili e basta un errore di pochi millimetri per compromettere la SIM rendendola inutilizzabile. Tagliare la SIM con una soluzione “fatta in casa” è, quindi, molto rischio e potrebbe danneggiarla seriamente.

Molti negozi di telefoni e centri d’assistenza e riparazione offrono (spesso in modo completamente gratuito) la possibilità di tagliare la SIM tramite un apposito macchinario, acquistabile con pochi euro anche online. Anche in questo caso, per quanto semplice e rapido (basteranno pochi istanti per completare il taglio), scegliere di adattare una Micro SIM a Nano SIM in questo modo è sconsigliabile.

Il rischio di causare un danno alla SIM è molto alto. Dopo il taglio, la SIM potrebbe continuare a funzionare ma, a causa di una forma non perfetta (dovuta ad un taglio non preciso), l’utente potrebbe dover fare i conti con problemi di connettività. Tali problemi saranno legati al fatto che lo slot e la Micro SIM adattata a Nano SIM non combaciano perfettamente.

Acquisto Nano SIM per sostituire la Micro SIM: come funziona e quanto costa

La strada migliore per passare da un formato di SIM ad un altro è rappresentata dal cambio SIM. Tale operazione può essere eseguita recandosi in un qualsiasi negozio del proprio operatore oppure contattato il servizio clienti del provider. Nella maggior parte dei casi, gli operatori di telefonia mobile mettono oggi a disposizione dei loro utenti una Nano SIM ed i relativi adattatori per passare al formato Micro ed al formato Standard.

Per sostituire la Micro SIM è, quindi, conveniente puntare sull’acquisto di una Nano SIM (con i relativi adattatori). La sostituzione della SIM ha un costo che viene stabilito dal proprio operatore di telefonia. In generale, il costo di sostituzione della SIM per passaggio ad un formato Nano è di 10 euro. Questo, infatti, è l’importo richiesto da Vodafone, WINDTRE e Iliad. Altri operatori, come TIM, richiedono il pagamento di 15 euro per la sostituzione.

Se la sostituzione della SIM è dovuta ad un malfunzionamento (registrato entro 24 mesi dall’acquisto), la nuova SIM verrà fornita gratuitamente all’utente oppure il suo costo verrà rimborsato sotto forma di credito residuo erogato tramite una ricarica. Per verificare la possibilità di cambiare SIM è possibile contattare il servizio clienti del proprio operatore oppure recarsi direttamente in un negozio. La sostituzione della Micro SIM con una Nano SIM è un'operazione molto semplice.

L'addetto del servizio clienti o del negozio cambierà il numero seriale della SIM collegata al proprio numero di telefono. Nel giro di pochi minuti, quindi, la precedente SIM smetterà di funzionare e il numero sarà attivo sulla nuova SIM appena acquistata.

Tariffe mobile 2021: costi in diminuzione, crescono i Giga gratuiti

Le offerte di telefonia mobile registrano un leggero calo di prezzo a cui corrisponde un netto incremento dei Giga incluso ogni mese. Questi sono i dati principali emersi dal nuovo Osservatorio SOStariffe.it e Segugio.it che ha analizzato l'andamento delle tariffe mobile mettendo a confronto i dati raccolti a settembre 2021 con quelli dello scorso anno. Ecco i risultati dell'indagine.

Le 10 offerte TIM mobile di Settembre 2021

Se quello che stai cercando è una rete 5G tra le più veloci o una delle migliori coperture in Italia, ecco 10 offerte TIM mobile che fanno al caso tuo. Il gestore ha delle promozioni speciali riservate ai clienti in portabilità o a chi attiva un piano TIM e ha meno di 25 anni. Puoi attivare in pochi minuti online le principali tariffe di questo operatore e puoi gestire le tue offerte con l'app

Le migliori tariffe Iliad per tablet

Scopri le offerte Iliad tablet per navigare alla massima velocità sul tuo iPad o dispositivo Android e utilizzare senza problemi tutte le tue app preferite
Eccezionale
Basata su 3100 recensioni
18 ore fa
Veramente cortesi e dis...

Veramente cortesi e disponibili . Consigli disinteressati e precisi . Veramente un ot...

Giuseppe

Valutata 4.7 su 5 sulla base di 3100 recensioni su