Contatori Vodafone: come verificare il credito residuo


I contatori Vodafone sono uno dei servizi che il gestore di telefonia mobile mette a disposizione dei propri clienti per conoscere, in tempo reale, i consumi relativi alla telefonia mobile: basta un semplice clic, nella pratica, per verificare il proprio credito residuo.

come-verificare-credito-residuo-tim

Come si fa ad avere il contatore Vodafone sul proprio smartphone? Dove si trova? Ecco la procedura per scaricarlo e cosa bisogna sapere in merito, in modo tale da tenere sempre sotto controllo il proprio credito residuo.

Contatori Vodafone, cosa sono

Vodafone ha creato già da alcuni anni un’applicazione da scaricare sul proprio smartphone, per essere sempre aggiornati sull’offerta mobile sottoscritta. All’interno dall’app sono presenti quelli che, per l’appunto, vengono chiamati contatori.

Si tratta di grafici attraverso i quali è possibile controllare in modo immediato lo stato dei propri consumi e le varie voci che costituiscono la propria offerta di telefonia mobile.

I contatori rappresentano il servizio principale tra quelli forniti dall’app myVodafone e forniscono dati precisi e in tempo reale.

Contatori Vodafone sull’app myVodafone

Le voci che è possibile controllare dal contatore dell’app myVodafone sono:

  • il traffico dati residuo per la navigazione Internet;

  • il traffico voce residuo, nel caso in cui si avesse un bundle di minuti limitato incluso nel piano mensile;

  • gli SMS rimanenti rispetto a quelli previsti dalla propria offerta.

Queste voci sono rappresentate dal punto di vista grafico con una barra che indica il livello di consumo raggiunto nel momento in cui si consulta il contatore dell’app.

Nell’app è poi presente una seconda schermata nella quale vengono indicati i consumi effettuati, con un focus su quanto è stato speso nel periodo di fatturazione corrente.

Si accede a questa schermata:

  • andando sul menu principale;

  • selezionando la voce Le mie spese;

  • nella schermata che si aprirà sarà possibile vedere il traffico residuo di dati, voce e SMS.

Viene anche specificato l’importo che sarà scalato dal proprio credito al rinnovo della promozione, ma sono presenti anche informazioni sulla scadenza del rinnovo dell’opzione e sui dati dell’intestatario del contratto.

L’app myVodafone permette di essere sempre aggiornati in tempo reale anche su altre voci, quali per esempio:

  • le ricariche effettuate;

  • i costi di rinnovo;

  • i costi a consumo;

  • i costi di eventuali servizi, quali per esempio Chiamami, Recall o la segreteria telefonica.

Contatori Vodafone, dove si trovano

I contatori Vodafone sono disponibili sull’applicazione MyVodafone e possono essere consultati tramite l’accesso alla schermata principale, nell’apposita sezione destinata ai contatori. Tuttavia, l’app di Vodafone non costituisce l’unico modo per poter consultare il contatore.

La seconda possibilità è rappresentata infatti dal sito di Vodafone, nello specifico dall’area Vodafone fai da te, dalla quale è possibile avere accesso a tutta una serie di servizi online, in modo rapido e gratuito.

Basterà inserire le proprie credenziali per utilizzare l’area riservata a tutti i clienti Vodafone.

Quando si utilizza il sito Vodafone da desktop, saranno disponibili due riquadri nella schermata principale:

  • uno contenente i dati della propria SIM, quali credito disponibile, data di attivazione e scadenza, codice PUK;

  • un altro con i dati dell’offerta mobile sottoscritta: è qui che si trovano i contatori principali che indicheranno il traffico voce, SMS e dati residuo sulla propria SIM. In questa sezione, nella parte in basso, ci sarà una voce cliccabile attraverso la quale sarà possibile raggiungere gli altri contatori esplicativi sui consumi della propria offerta.

In pratica, dai contatori del Fai da te è possibile verificare:

  • il totale del traffico dati effettuato;

  • il totale del traffico promozionale del quale si dispone ancora fino alla scadenza mensile dell’offerta;

  • il limite massimo di traffico previsto dalla promozione;

  • la data di scadenza entro la quale utilizzare il traffico incluso nella promozione: il traffico non consumato non viene infatti trasferito al mese successivo.

Come vedere i contatori Vodafone

Una terza alternativa disponibile per avere accesso ai contatori Vodafone e verificare così la propria offerta è quella di accedere alla pagina web contatori.vodafone.it, dove comparirà una schermata nella quale sarà indicato il traffico dati che si ha ancora a disposizione. Sarà inoltre disponibile la voce relativa al proprio credito residuo.

Bisogna però ricordare che a questa pagina, molto utile per vedere subito i contatori Vodafone da PC, si può avere accesso solo nel caso in cui si stia navigando con l’utilizzo della rete mobile Vodafone, tramite hotspot.

La pagina, infatti, è in grado di segnalare i dati relativi alla connessione dalla quale è raggiunta: se si utilizza una qualsiasi altra connessione, di conseguenza, verrà visualizzato un messaggio di errore.

Contatori Vodafone, come verificare il credito residuo

Uno dei motivi principali che porta a voler utilizzare un contatore Vodafone è conoscere in tempo reale di quanto credito si dispone ancora sulla propria SIM.

Questo dato è di solito ricercato verso la fine del mese o l’inizio del mese successivo, che è il momento in cui si rinnovano solitamente le offerte per la telefonia mobile e quella in cui scatta il dovere di ricaricare il credito disponibile sulla SIM.

Non a caso sull’app è anche presente un pulsante che permette di effettuare una ricarica immediata.

Il credito residuo può essere visualizzato quindi:

  • sull’app myVodafone, dove si trova nella parte alta della schermata, sopra il grafico che rappresenta i contatori;

  • sul sito di Vodafone, nell’area Vodafone fai da te: si trova nella sezione relativa alla SIM, sotto le informazioni sulla SIM;

  • sulla pagina contatori.vodafone.it, nella quale è disponibile sotto il contatore che indica il traffico dati residuo.

Vodafone, altri modi per verificare il credito residuo

Oltre all’applicazione dedicata, al sito e alla landing da utilizzare tramite connessione mobile Vodafone, esiste anche un altro modo per conoscere in modo sicuro quello che è credito disponibile sulla propria SIM Vodafone.

Si tratta del metodo più tradizionale di tutti per mettersi in contatto con un qualsiasi operatore, che è la chiamata.

Si può pertanto chiamare il numero 414: in questo caso sarà sufficiente seguire le istruzioni della voce guida per conoscere il proprio credito residuo. Fino al 2016, questo numero era gratuito. Ad oggi, è soggetto alla tariffa che si è scelto di attivare sulla propria SIM.

Il numero 404, che un tempo poteva essere utilizzato per ricevere informazioni sul proprio credito direttamente tramite un SMS, non è più disponibile.

Il 414 funziona chiamando dall’Italia: chi si trova all’estero e vuole conoscere il proprio credito residuo deve, invece, chiamare il numero +393492002414, a pagamento.

Esiste anche un’opzione a pagamento che può essere attivata dal Fai da te o chiamando il numero gratuito 42442.

Si tratta di Visualizzazione Automatica del Traffico Disponibile: in pratica, al termine di ogni chiamata a pagamento, si riceve un SMS automatico che informa sul credito del quale si dispone ancora sulla propria SIM ricaricabile.

Vodafone, cosa succede quando finisce il credito residuo al rinnovo dell’offerta

Vodafone, così come altri gestori di telefonia mobile, dà ai propri utenti la possibilità di attivare la ricarica automatica: in questo modo ogni mese si avrà a disposizione il credito residuo necessario al rinnovo della propria tariffa di telefonia mobile.

Chi non attiva questa opzione, deve ricordarsi ogni mese di effettuare una ricarica per coprire il costo del proprio piano tariffario. Ma cosa succede nel caso in cui, al rinnovo dell’offerta, non si avesse più credito a disposizione sulla SIM?

Vodafone permette ai suoi clienti di continuare a navigare senza limiti nelle successive 48 ore, a queste condizioni:

  • se non si ha più credito alla scadenza del rinnovo vengono scalati 99 centesimi;

  • se, dopo le prime 24 ore, non si avessero ancora soldi sulla SIM, si pagheranno altri 99 centesimi, per un totale di 1,98 euro.

Vodafone consente dunque di continuare a usufruire della propria offerta, ma a un costo di quasi 2 euro. Se si vuole evitare di pagare questa cifra, sarà quindi meglio ricordarsi di ricaricare il credito residuo per tempo.

Se al termine delle 48 ore, il credito fosse ancora a zero, la SIM potrà essere utilizzata solo per:

  • ricevere chiamate;

  • ricevere SMS;

  • effettuare chiamate di emergenza.

Dove trovare i contatori e conoscere il credito residuo Vodafone

Abbiamo visto che ci sono metodi alternativi sia per avere accesso ai contatori Vodafone, sia per verificare il proprio credito residuo. Li riassumiamo tutti in questa tabella riepilogativa di facile consultazione.

Dove controllare i contatori Vodafone

Dove controllare il traffico residuo

Sull’app myVodafone, disponibile sia per iOS sia per Android, nella sezione apposita riservata ai contatori

Sull’app myVodafone

Nell’area Fai da te del sito di Vodafone. I contatori contenenti le informazioni sul traffico voce, SMS, dati, si trovano nella sezione relativa ai dati dell’offerta mobile sottoscritta

Sul sito di Vodafone, tramite l’area Vodafone Fai da te. Le informazioni sul credito residuo si trovano nella sezione relativa ai dati della propria SIM

Effettuando l’accesso alla pagina contatori.vodafone.it.

La pagina può essere visualizzata solo se si utilizza la connessione Vodafone Mobile

Chiamando il numero 414 dall’Italia

Chiamando il +393492002414, dall’estero

Tre smartphone incluso: le migliori offerte telefono + SIM di febbraio 2020

Vuoi acquistare un nuovo smartphone senza spendere troppo e dilazionando la spesa? Non perderti le offerte telefono incluso di Tre

Le offerte di Kena Mobile per nuovi clienti a febbraio 2020

Vuoi diventare un nuovo cliente Kena Mobile? I pro di passare all’operatore virtuale sono moltissimi e il risparmio è assicurato. Scopri tutte le sue tariffe del gestore low cost di Tim

Internet Mobile e Fisso: pregi, difetti e costi delle due tecnologie

Il nuovo Osservatorio di SosTariffe.it si è soffermato su pregi, difetti e costi delle connessioni Internet mobile e Internet fisso. Si tratta di due tecnologie completamente differenti che offrono vantaggi e svantaggi agli utenti che con frequenza sempre maggiore tendono a navigare in Internet utilizzando il proprio smartphone. Ecco, quindi, quali sono i risultati del nuovo studio di SosTariffe.it in tema di connessioni Internet. 

Guide