Ricarica gas frigorifero: come fare e quanto costa


La ricarica gas frigo è una procedura molto importante che consente di mantenere elevata l'efficienza dell'elettrodomestico, riducendo il consumo di energia elettrica in casa e continuando a poter contare su di una temperatura bassa al suo interno. Per ricaricare il frigorifero è necessario seguire una procedura ben precisa ed avere a disposizione un apposito kit di ricarica gas frigoriferi che include diversi componenti, necessari per completare l'operazione. 

ricarica-gas-frigorifero

Ricaricare il gas del frigorifero è una procedura essenziale per garantire il corretto funzionamento di quest'elettrodomestico. Quando il frigorifero non riesce a raggiungere la giusta temperatura, infatti, il problema potrebbe essere proprio legato al gas incluso nel circuito che ha il compiuto di "generare" il freddo andando a sottrarre calore dall'ambiente interno dell'elettrodomestico.

Effettuando la ricarica del gas frigo sarà possibile massimizzare l'efficienza energetica dell'elettrodomestico in questione, che sarà in grado di raggiungere la "temperatura obiettivo" consumando un quantitativo di energia elettrica inferiore. Si tratta di un aspetto da non sottovalutare: il frigorifero, infatti, è un elettrodomestico attivo 24 ore al giorno e, come tale, comporta un consumo di energia notevole.

La ricarica del gas frigorifero è un'operazione semplice che può essere eseguita anche in autonomia. Si tratta, in ogni caso, di una procedura che può nascondere alcune insidie. Per questo motivo, la scelta migliore è quella di affidarsi alle competenze di un tecnico qualificato che, anche grazie all'utilizzo di un kit di ricarica gas per frigoriferi completo, sarà in grado di completare la procedura in breve tempo.

Da notare, inoltre, che la ricarica del gas del frigo non è un'operazione che va fatta con una periodicità fissa ma va eseguita in tutte quelle situazioni in cui si inizia a registrare un malfunzionamento dell'elettrodomestico. Il mancato raggiungimento della temperatura desiderata all'interno del frigorifero, ad esempio, è un chiaro indice della necessità di dover effettuare tale operazione.

Prima di entrare nei dettagli relativi a tale procedura, ricordiamo che per minimizzare l'impatto del frigorifero in bolletta è necessario ridurre il costo dell'energia elettrica. Per raggiungere tale obiettivo bisognerà individuare la migliore tariffa disponibile sul mercato. Tale operazione può essere completata, semplicemente, affidandosi al comparatore di SOStariffe.it per offerte luce oppure all'App di SOStariffe.it.

Come fa il gas frigorifero a generare il freddo?

Il frigorifero è un elettrodomestico davvero fondamentale ed è in grado di “generare” il freddo, creando un ambiente a bassa temperatura in cui è possibile conservare gli alimenti. Il funzionamento di un frigorifero è strettamente legato alla fisica. Il frigorifero, infatti, non aspira aria fredda dall’esterno ma riesce a sottrarre calore dall’ambiente interno, arrivando a generare il freddo. Tale sistema è possibile grazie all’utilizzo di un apposito gas che circola in un circuito posizionato nella parte posteriore del frigorifero. Nei frigoriferi moderni, il sistema che permette al gas frigorifero di generare il freddo è standard.

È presente un compressore che comprime il gas frigorifero facendone così aumentare la temperatura. Questo gas, passando all’interno del condensatore (costituito dalle tradizionali serpentine situate nella parte posteriore dell’elettrodomestico), condensa con il calore che viene dissipato verso l’esterno. Il gas frigorifero è ora un liquido ad alta pressione che passa attraverso una valvola d’espansione per poi raggiungere un evaporatore in una condizione di bassa pressione.

A questo punto, il refrigerante assorbe il calore presente all’interno del frigo trasformandosi in un gas a bassa pressione che raggiungerà il compressore per dar vita ad un nuovo ciclo. In questo modo, il gas frigorifero, seguendo il circuito, continuerà a sottrarre calore dall’interno del frigorifero arrivando, in questo modo, a “generare” il freddo.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Ricarica gas frigo: strumenti e accorgimenti necessari

La ricarica del gas frigo è una procedura semplice ma che richiede una certa esperienza. Chi ha già eseguito quest’operazione non avrà problemi ad eseguirla nuovamente, potendo contare sugli strumenti giusti e mettendo in pratica gli accorgimenti necessari. Per effettuare la ricarica del gas frigo è necessario avere a propria disposizione una bombola di freon, il gas refrigerante presente all’interno del circuito del frigorifero e caratterizzate dalle proprietà chimico-fisiche necessarie per “generare” il freddo.

Per eseguire tutta la procedura di ricarica del gas frigorifero bisognerà avere a disposizione una pinza, dei cacciaviti, un raccordo in rame per ugelli ed una chiave a brugola. La ricarica del gas frigo richiede, inoltre, l’utilizzo di una bombola in acciaio. Per completare la ricarica servirà un tubo che dovrà trasportare il gas freon dalla bombola fino al contenitore del refrigerante collegato al frigorifero. Chi esegue più volte questo tipo di operazione preferisce, solitamente, puntare su di una bombola ricaricabile che potrà essere utilizzata nuovamente in futuro

Ricaricare gas frigo: tutti i passaggi

I passaggi per completare la ricarica gas frigo sono pochi ma devono essere eseguiti in modo preciso per evitare problemi. Per prima cosa, è necessario accertarsi di aver spento il frigorifero, scollegando anche la spina dalla presa elettrica. Per iniziare a ricaricare il frigorifero sarà necessario collegare la bombola ad un apposito rubinetto del circuito presente nella parte posteriore dell'elettrodomestico in modo da poter inserire il gas all’interno del sistema. Una volta terminata la ricarica, bisognerà ricollegare in modo corretto la serpentina e chiudere il tappo del rubinetto.

Ogni modello di frigorifero può presentare un posizionamento differente dei vari componenti ma non sarà difficile individuare i vari componenti e completare la ricarica del frigorifero. Terminata la procedura, bisognerà riaccendere il frigorifero e attendere alcuni minuti in modo da accertarsi che la refrigerazione funzioni nel modo corretto e che le temperature desiderate vengano effettivamente raggiunte. Da notare, inoltre, che la ricarica del gas frigo può comportare la comparsa di alcuni cattivi odori.

Si tratta di un aspetto normale e che non deve destare preoccupazione. Se tutto è stato collegato nel modo corretto, una volta terminata la procedura di ricarica e ricollegato tutti i componenti nel modo corretto, i cattivi odori spariranno in pochi minuti. È chiaro che effettuare la ricarica del gas frigo è una procedura abbastanza semplice. Allo stesso modo, però, per chi non ha mai eseguito tale operazione, la scelta migliore è quella di affidarsi ad un tecnico qualificato che sarà in grado di ricaricare il gas in pochissimo tempo, in modo semplice e sicuro.

Per quanto semplice, almeno dal punto di vista meccanico, la ricarica del gas frigo può nascondere alcune insidie. Per un tecnico esperto sarà facile completare l’operazione rapidamente e, in caso di problemi, mettere in atto tutti gli accorgimenti del caso per portare a termine il lavoro e ripristinare il corretto funzionamento dell’elettrodomestico.

Quanto costa ricaricare il gas frigo?

Per eseguire tale operazione è necessario avere a disposizione un vero e proprio kit di ricarica frigoriferi che comporta un costo non indifferente. Da notare, inoltre, che sarà necessario avere l’esperienza giusta per affrontare eventuali imprevisti e completare la procedura di ricarica del gas frigo nel minor tempo possibile ed in modo corretto. Come detto in precedenza, la scelta migliore per eseguire tale operazione è rappresentata dalla possibilità di affidarsi ad un tecnico qualificato.

Il costo della ricarica del gas del frigorifero, nel caso di intervento eseguito da un tecnico qualificato, si aggirerà tra i 100 e 150 euro. Ad influire sul prezzo ci saranno vari fattori. Affidandosi ad un tecnico qualificato, però, l’operazione verrà completata rapidamente e sarà possibile riprendere ad utilizzare il frigorifero nel giro di pochi minuti dall’esecuzione della ricarica. I vantaggi legati al completamento di tale operazione sono notevoli e permetteranno di utilizzare al meglio il proprio elettrodomestico.

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Come scaricare il modulo per il bonus luce e gas a ottobre 2021

Per contrastare gli aumenti in bolletta luce e gas il Governo ha deciso, tra le altre misure, di integrare i bonus elettrico e gas, si tratta di due contributi riconosciuti a chi è in situazioni di disagio economico o fisico. I beneficiari dei bonus hanno diritto a degli sconti in bolletta, ecco quali sono le rimodulazioni per il periodo Ottobre-Dicembre 2021 e come puoi fare richiesta dei bonus

Bollette luce e gas: rischio nuova stangata a fine 2021 secondo ARERA

I forti rincari sulle bollette di luce e gas registrati ad inizio ottobre non saranno un caso isolato e potrebbero ripetersi già il prossimo trimestre. La conferma arriva in queste ore da parte di Stefano Besseghini, presidente di ARERA, che, nel corso di un'audizione in commissione Industria al Senato, ha chiarito quelli che potrebbero essere gli scenari sull'andamento dei prezzi di luce e gas per i prossimi mesi. Ecco quanto anticipato dal presidente dell'Autorità per l'Energia.