APN Postemobile: come configurare Postemobile su iPhone e Android


Rispetto ai primi anni in cui Internet mobile muoveva i suoi primi passi, oggi navigare in Rete con il proprio smartphone è decisamente più semplice: basta inserire una SIM con un numero sufficiente di Giga, assicurarsi di avere una connessione 4G o 4G+ (o, nei dispositivi in cui è supportata, anche la nuova 5G) e collegarsi senza troppi preamboli.

APN Postemobile: come configurare Postemobile su iPhone e Android

In passato, invece, soprattutto quando si passava da un operatore all’altro era necessario dedicarsi a qualche operazione di configurazione, spesso non semplice. Anche oggi può capitare che una nuova SIM dia qualche problema: vediamo qui di seguito come configurare l’APN Postemobile, uno dei fornitori di offerte per la telefonia mobile più convenienti e apprezzati, sui due sistemi operativi più diffusi per gli smartphone, iPhone e Android.

Che cos’è l’APN?

La sigla APN sta per “Access Point Name”, e spiegato in modo molto semplice è la configurazione che consente a uno smartphone di connettersi alla Rete tramite il proprio operatore; è quindi un dato, differente in base al fornitore del servizio, che va inserito per riuscire a navigare, altrimenti ogni operazione riguardante Internet – dall’accesso a un social network al download di una nuova app, passando per la visione di un film non già presente sul dispositivo o un gioco online – non funzionerà.

Non solo: se un APN di un altro operatore avrà come risultato semplicemente l’impossibilità a collegarsi, diverso è il discorso per un APN del nostro operatore ma relativo a un’altra offerta, che potrebbe portare sì a una connessione riuscita, ma a una spesa imprevista, magari con una tariffazione a consumo per i MB e i GB navigati. Per questo è sempre bene assicurarsi, quando si cambia SIM, che l’APN sia quello giusto, anche se nella stragrande maggioranza dei casi l’operazione è ormai automatizzata. Anche Postemobile, l’operatore di telefonia che fa capo a Poste Italiane, ha il suo APN: ecco come configurarlo.

Come configurare l’APN Postemobile per iPhone e iPad

Se si possiede un dispositivo iOS, come iPhone e iPad, e una SIM Postemobile, per configurare correttamente l’APN Postemobile è necessario seguire i passi qui illustrati. Per prima cosa, bisogna aprire le Impostazioni, poi selezionare Generali, Cellulare, Rete Dati Cellulare (o Network Dati Cellulare nelle versioni più vecchie di iOS). Poi bisogna scrivere wap.postemobile.it nel campo APN. Per completare la configurazione con i dati per i MMS bisogna infine inserire le seguenti stringhe negli appositi campi:

  • Nome: PosteMobile MMS
  • APN: mms.postemobile.it
  • MMSC: http://mms.postemobile.it/servlets/mms
  • Proxy: 10.128.224.10
  • Porta: 80
  • Tipo di autenticazione: nessuno

Come configurare l’APN Postemobile per Android

Sui dispositivi Android, la procedura per la giusta configurazione di APN Postemobile prevede che prima di tutto si aprano le Impostazioni, per poi toccare l’opzione Wireless e Reti (oppure Altro, Altre Impostazioni, Altre Reti, a seconda della versione di Android e del modello di smartphone utilizzato), Reti Mobili, Nomi punti di accesso (o Profili), Opzioni, Nuovo APN (o Aggiungi APN). I dati da inserire sono questi:

  • Nome: PosteMobile WAP
  • APN: wap.postemobile.it
  • Tipo APN: scrivere “default” o selezionare “internet”

Va poi attivato il profilo appena creato, selezionandolo; non bisogna dimenticare poi, qualora fossero ancora disattivati, di attivare i dati a pacchetto/cellulare per poter navigare senza problemi. Per quanto riguarda infine la configurazione del servizio MMS, le stringhe da inserire sono le seguenti:

  • Nome: PosteMobile MMS
  • APN: mms.postemobile.it
  • MMSC: http://mms.postemobile.it/servlets/mms
  • Proxy: 10.128.224.10
  • Porta: 80
  • Tipo di autenticazione: nessuno
  • Tipo APN: scrivere “mms” o selezionare “mms”

Come controllare il credito telefonico e i bonus residui

Una volta configurato l’APN Postemobile nel modo giusto, ci si può connettere senza problemi e senza rischiare di spendere cifre impreviste per la normale navigazione in rete. Un’ulteriore conferma si può avere controllando il proprio credito telefonico e verificando così in prima persona che non ci siano stati addebiti anomali in seguito a una navigazione via browser, all’uso dei social, al controllo della posta elettronica e così via. Per controllare il credito telefonico residuo si può fare affidamento su uno di questi modi:

  • chiamare il numero 40.12.12 gratuito dall’Italia
  • utilizzare l’Area Personale del sito Postemobile
  • utilizzare la sezione dedicata alle SIM Postemobile nell’App Postepay per smartphone e tablet
  • selezionare la voce “Credito Telefono” dal menu Postemobile del proprio cellulare (per il solito credito telefonico; si riceverà subito un SMS che aggiornerà l’utente sulla situazione del traffico residuo).

Dove acquistare una SIM Postemobile

Dopo aver capito come configurare correttamente un APN Postemobile, vediamo dove è possibile acquistare una SIM dell’operatore. Le possibilità sono diverse:

  • online
  • in ufficio postale
  • da corner nell’ufficio postale
  • da telefono

Per la richiesta online della SIM si può visitare il sito di Postemobile, avendo a portata di mano la carta d’identità, la patente o il passaporto, e con un indirizzo email dove poter ricevere le informazioni che verranno inviate al cliente (ad esempio la conferma dell’ordine della SIM). Online è possibile richiedere anche la MNP, la Mobile Number Portability, ovvero la portabilità del numero.

Il contratto viene firmato tramite codice inviato mediante SMS (o, se si sceglie la modalità di consegna tramite corriere, con firma direttamente in sua presenza sul documento cartaceo che verrà consegnato). Il riconoscimento per la richiesta online avviene mostrando il proprio volto insieme al documento di identità, e poi con un primo piano del fronte e del retro del documento (sia da PC, tramite webcam, che da smartphone, con la fotocamera del dispositivo).

Anche in questo caso, se si richiede la consegna della SIM con il corriere, sarà lui a effettuare il riconoscimento tramite presa visione del documento di identità inserito nel form di richiesta della SIM online.

Per la richiesta presso l’ufficio postale più vicino al proprio domicilio è sufficiente utilizzare lo strumento sul sito di Postemobile che consente di localizzare gli uffici con un solo click; lo stesso vale anche per i Corner dedicati.

L’ordine via telefono si effettua chiamando il Numero Verde 800.100.160, disponibile tutti i giorni 24 ore su 24. Basta lasciare i propri dati e si verrà poi richiamati gratuitamente da un operatore, in modo da scegliere l’offerta migliore per le proprie esigenze. La SIM verrà spedita a casa o in qualsiasi altro indirizzo indicato dal cliente, con spedizione che copre l’intero territorio nazionale e pagamento della SIM in contrassegno (in contanti) al momento della consegna.

 

Esiste l'app di Iliad per iPhone?

L'app Iliad iPhone non è serve in quanto per agire sulla linea basta accedere all'Area Personale sul sito. Ecco come accevervi e le funzioni in essa integrate

Vodafone smartphone a rate: le offerte di Giugno 2021

Con le offerte Vodafone smartphone a rate si può acquistare un telefono a prezzi convenienti. In più, ci sono tanti servizi per la protezione del dispositivo

5G in Italia: la velocità è ancora limitata ma le offerte sono sempre più convenienti

Il 5G in Italia sta registrando una diffusione molto rapida. Dalla fine del 2020, infatti, tutti gli operatori MNO (TIM, Vodafone, WINDTRE e Iliad) possono contare su di una rete 5G proprietaria per consentire agli utenti la possibilità di sfruttare la nuova generazione di reti mobili. Il nuovo report di Open Signal conferma, però, che la velocità delle reti 5G in Italia è ancora limitata. Nel frattempo, però, i costi per l'accesso al 5G sono contenuti e le offerte per l'accesso alla nuova rete non mancano di certo.