Amplificare segnale Wi-Fi: come aumentare la velocità di connessione


Il Wi-Fi è la tecnologia di connessione Internet domestica più diffusa per buoni motivi. Tra questi c’è l’assenza di cavi, che oltre ad essere ingombranti catturano tantissima polvere, e la possibilità di connettere più dispositivi alla stessa rete anche contemporaneamente. Qui potete trovare tutti i dettagli sulle migliori offerte fibra casa senza fili.

password wifi modem

Può capitare però che alcune in alcune stanze della casa non si riesca a navigare a una velocità accettabile o addirittura la rete risulti assente. Una situazione di questo tipo può essere molto fastidiosa, soprattutto quando riguarda aree della casa come il salotto o la camera da letto. E’ qui infatti che la maggior parte delle persone necessitano di una connessione stabile per giocare online, guardare film in streaming e persino lavorare o studiare. Per amplificare il segnale Wi-Fi spesso non serve acquistare un dispositivo apposito ma basta fare attenzione ad alcuni aspetti come la posizione del router.

Velocità di connessione: da cosa dipende

La velocità di connessione dipende in primo luogo dalla qualità della rete. La fibra ottica nella variante FTTH (Fiber to the Home) permette di navigare fino a 1 Gigabit al secondo in download. Dove la fibra ottica non arriva la scelta migliore ricade sulla FWA (Fixed Wireless Access). Potete verificare gratuitamente la velocità della connessione in ogni momento e in tempo reale grazie allo Speed test di SOStariffe.it.

Una velocità ridotta può dipendere anche dalle caratteristiche del dispositivo utilizzato per collegarsi al web, da ingorghi dovuti ai troppi terminali connessioni o da limitazioni lato software. Qui potete trovare tutte le informazioni che vi servono per migliorare le prestazioni della rete.

Se si parla di una connessione Wi-Fi è possibile che la velocità sia inferiore ai normali standard semplicemente perché il segnale wireless non è abbastanza potente e diffuso. Se è questo il caso, ecco alcuni trucchi per amplificarlo:

Scopri le migliori offerte del mercato

Cambiare la posizione del router

I router Wi-Fi trasmettono il segnale in modalità wireless attraverso onde radio. La loro potenza e stabilità possono essere influenzate negativamente da fattori esterni come interferenze elettromagnetiche, ostacoli fisici o altri dispositivi.

Muri troppo spessi, piante, acquari, mobili, cavi della corrente, finestre e specchi possono provocare una rifrazione del segnale che porta a una riduzione della copertura all’interno dell’abitazione e della velocità della connessione. Allo stesso modo non è raro che posizionare il modem Wi-Fi nei pressi di dispositivi che utilizzano le onde radio possa portare a interferenze. I “peggiori” in questo senso i forni a microonde e i ripetitori per il segnale audio e video. Può anche capitare che il proprio router entri in contrasto con quello del vicino di casa.

Per evitare tali problemi il consiglio è quello di spostare il router in un luogo a una discreta distanza da altri dispositivi elettronici. L’ideale sarebbe metterlo nella posizione più centrale possibile, in modo che il segnale possa irradiarsi per tutto l’appartamento senza incontrare ostacoli.

Il router deve essere collocato preferibilmente in posizione verticale, in modo che possa dissipare meglio il calore, e ad un altezza di almeno un metro da terra. Se il dispositivo è dotato di antenne esterne, queste vanno direzionate a 90° le une dalle altre. Ad esempio, se il modem dispone di due antenne, una andrebbe messa in posizione verticale mentre l’altra in orizzontale. Inoltre, sarebbe meglio non nasconderlo all’interno dei mobili.

Dove mettere quindi il modem per ottenere una copertura ottimale? App gratuite come WiFi SweetSpots per iOS e WiFi Heatmap per Android consentono di mappare la potenza del segnale in tutte le zone della casa e scoprire così qual è la posizione migliore.

Modificare i canali utilizzati dal router

I dispositivi wireless utilizzano canali diversi per ottimizzare il segnale ed evitare interferenze. Cambiare il canale utilizzato dal proprio router può essere un’ottima soluzione per amplificare la portata del Wi-Fi e portarlo in ogni angolo della casa.

La procedura per cambiare è semplicissima è può essere effettuata da qualsiasi browser. Il primo passo prevede inserire nella barra degli indirizzi una delle seguenti stringhe:

  • 192.168.0.1

  • 192.168.1.1

  • 192.168.1.254

Fatto questo vi verrà richiesto di inserire nome utente e password. Se è la prima volta che utilizzate il modem, solitamente gli operatori di rete fissa impostano come predefinite le credenziali:

  • admin/admin

  • admin/password

Dopo il login si potrà finalmente interagire con il pannello di controllo. Per cambiare canale non resta che individuare la sezione dedicata alla configurazione della rete wireless. Ogni modem prevede schede con nomi differenti per accedere alle stesse funzioni a seconda della marca e del modello. All’interno del menu si deve selezionare la voce relativa ai canali Wi-Fi e impostarne uno differente da quello impostato come predefinito. Per ridurre al minimo la possibilità di interferenze si consiglia di utilizzare i canali 2, 6 o 11. Se il segnale risulta ancora debole, si può provare a impostare altri canali fino a trovare quello ideale.

Aggiornare il firmware del router

Una procedura utile per amplificare il segnale Wi-Fi è provvedere all’aggiornamento del firmware del router, ovvero il sistema operativo integrato nel dispositivo e che gli consente di dialogare con il PC. Come spesso succede, scaricare e installare l’ultima versione del software permette di superare molti problemi associati alla linea fissa.

Per aggiornare il firmware bisogna sostanzialmente seguire le indicazioni descritte nella sezione precedente della guida e accedere al pannello di controllo del router. Si tratta quindi di inserire una delle apposite stringe nella barra degli indirizzi (192.168.0.1, 192.168.1.1 o 192.168.1.254) ed effettuare il login con nome utente e password. Fatto questo bisogna accedere alla sezione dedicata all’aggiornamento del router e cliccare sul tasto verifica per scoprire se effettivamente è presente una nuova versione dl firwmare. Durante questa procedura il dispositivo si spegnerà e accenderà automaticamente diverse volte.

Condivisione della connessione con PC e Mac

Un metodo efficace ma solo temporaneo per ampliare la portata del segnale Wi-Fi è quello di utilizzare altri dispositivi e avviare la funzione per la condivisione della connessione. In sostanza si tratta di trasformare tali device in un ripetitore Wi-Fi.

Per Windows 7 e 8

Scaricare il programma gratuito Virtual Router, che consente di estendere di qualche metro una qualsiasi rete wireless e trasformare le reti cablate (Ethernet) in hotspot

Su Windows 10

Attivare la modalità Rete ospitata. La procedura è la seguente:

  • Digitare cmd nella banda di ricerca del menu Start e premere Invio per aprire il Prompt dei comandi

  • Immettere il comando NETSH WLAN show drivers. Se accanto alla voce Rete ospite supportata c’è scritto significa che si può continuare la procedura

  • Immettere il comando NETSH WLAN set hostednetwork mode=allow ssid=nome key=chiave. Al posto di “nome” bisogna inserire il nome con cui si vuole identificare la rete e di “chiave” la password che si intende utilizzare per accedervi. Il comando è stato inserito correttamente se compare il messaggio: “La modalità rete ospitata è stata abilitata. Il SSID della rete ospitata è stato modificato. La passphrase della chiave utente della rete ospitata è stata modificata”.

  • Immettere il comando NETSH WLAN start hostednetwork. Se compare il messaggio “Rete ospitata avviata” significa che la procedura è andata a buon fine

  • Cliccare sul menu Start

  • Selezionare Connessioni di rete

  • Visualizza connessione di rete

  • Cliccare con il tasto destro sulla connessione che si vuole condividere

  • Cliccare sulla voce Proprietà

  • Condivisione

  • Spuntare la voce Consenti ad altri utenti in rete di collegarsi tramite la connessione Internet di questo computer

  • Selezionare il nome dell’adattatore di rete nel menu a tendina Connessione rete domestica

Ora il PC funziona come un hotspot wireless. Per collegarsi basta cercare la rete rinominata e inserire la password scelta all’inizio della procedura. Tutti i passaggi vanno effettuati solo una volta. Per disattivare la rete basta inserire il comando NETSH WLAN stop hostednetwork nel Prompt dei comandi. Il comando per riattivarla è NETSH WLAN start hostednetwork.

Su Mac:

  • Accedere a Preferenze di sistema

  • Cliccare su Condivisione

  • Attivare l’opzione Condivisione Internet

  • Spuntare la voce Wi-Fi

  • Alla voce Sicurezza selezionare WPA2 Personal

  • In Opzioni Wi-Fi inserire una password per proteggere la rete

  • Spuntare la voce Condivisione Internet e premere Avvia

Per disattivare la connessione basta rientrare nelle Preferenze di sistema e rimuovere la spunta sulla voce Condivisione Internet.

Condivisione della connessione con smartphone

Anche lo smartphone può trasformarsi in un ripetitore Wi-Fi ma solo se si tratta di un modello Android. I dispositivi iOS come iPhone non prevedono tale funzione ma consentono solamente di condividere la connessione dati mobile tramite la modalità Hotspot.

Per trasformare un telefono Android (versione 6 o superiori) in un ripetitore Wi-Fi bisogna scaricare l’app NetShare – no-root-tethering da Google Play. Il software si può scaricare gratuitamente ma dopo 15 minuti di utilizzo il servizio diventa a pagamento.

Prima di avviare l’app bisogna abilitare le “opzioni sviluppatore”:

  • Accedere alle Impostazioni

  • About Phone

  • Premere 7 volte su Build Number

  • Tornare alle Impostazioni

  • Opzioni sviluppatore

  • USB debugging

Fatto questo al procedura è la seguente:

  • Avviare l’app e selezionare Start WiFi Hotspot Network

  • Appuntarsi password, Proxy IP Address e Port Number

  • Da PC collegarsi alla rete Wi-Fi appena creata inserendo la password salvata

  • Aprire il pannello di controllo

  • Selezionare Opzioni Internet

  • Connessioni

  • Impostazioni LAN

  • Nella sezione Server Proxy inserire le info salvate in precedenza

Ora il vostro smartphone Android è diventato un ripetitore Wi-Fi.

Amplificare segnale Wi-Fi: dispositivi ad hoc

Esistono diverse tipologie di dispositivi esterni per amplificare il segnale wireless. Per lo più la loro funzione è quella di prendere un segnale Wi-Fi già esistente e aumentarne la potenza fino a raggiungere le zone della casa non coperte. Alcuni operatori di rete fissa permettono di associare l’acquisto di questi dispositivi alle lorotariffe Internet casa. Persino alcuni provider nel settore mobile offrono la stessa opportunità a chi attiva una promozione solo dati oInternet mobile.

Range extender

I ripetitori Wi-Fi o range extender sono dispositivi che intercettano il segnale wireless del router e lo estendono o ripetono per aumentarne la portata. Questi device sono principalmente di due tipologie. Alcuni si collegano alla presa di corrente mentre altri sono più simili a un classico router. Per portare la connessione Internet senza fili in ogni angolo della casa si consiglia di posizionarlo dopo il segnale è forte ma non a troppa distanza dalle zone che quest’ultimo non è in grado di raggiungere.

Sistemi mesh

I sistemi mesh sono strumenti per amplificare il segnale Wi-Fi adatti per ambienti molto spaziosi o casa su più piani. Nello specifico si tratta di router indipendenti che si scambiano dati alla stessa velocità senza nessuna gerarchia. Ciò consente di creare una rete Wi-Fi più ampia, stabile e con lo stesso SSID (Service Set Identifier – ovvero il nome della rete) e password. I sistemi mesh hanno un costo più elevato rispetto ad altri device per amplificare il segnale Wi-Fi ma sono anche i più efficaci per questo scopo.

Adattatori powerline

Gli adattatori powerline sono dispositivi che si collegano alla presa di corrente e grazie alla tecnologia delle onde convogliate trasmettono dati attraverso la rete elettrica domestica. Gli adattatori powerline solitamente vengono venduti in coppia. Il terminale primario va inserito nella stessa stanza in cui si trova il router e collegato ad esso tramite un cavo Ethernet. Il device secondario, invece, va collocato nell’area in cui si intende estendere il segnale. Alcuni adattatori powerline prevedono solo il collegamento wireless.

TIM Super Fibra in sconto a 24,90 euro al mese con tutto incluso

Fino al prossimo 28 di luglio è possibile attivare TIM Super Fibra in sconto a 24,90 euro al mese per 12 mesi con tutto incluso (chiamate dal telefono fisso, modem Wi-Fi e attivazione). L'offerta in questione, inoltre, può essere abbinata all'opzione TIMVISION Calcio e Sport con DAZN incluso, gratis fino a fine agosto e in sconto per il primo anno. Ecco tutti i dettagli sull'offerta TIM disponibile solo per pochi giorni.

WIND Casa: le offerte WINDtre di luglio 2021

Cerchi la tua prossima offerta per Internet di casa, in questo articolo analizziamo le proposte di luglio di WindTre Casa. Puoi scegliere tra le promozioni in fibra e quelle miste casa e mobile del gestore. I dettagli dei piani disponibili a Luglio per chi passa con WindTre

Offerte WindTre di Luglio 2021: le promozioni da non perdere

Una guida alle migliori offerte WindTre per smartphone e linea fissa. Tra i gestori è sempre più diffusa la tendenza a proporre condizioni agevolate se si passa con lo stesso provider per il cellulare e per il servizio internet casa. Il nuovo colosso WindTre non fa eccezione, scopriamo quali sono le promozioni mobile e in fibra del mese e le offerte speciali per chi combina il servizio casa e cellulare. 
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno
Eccezionale
Basata su 3100 recensioni
18 ore fa
Veramente cortesi e dis...

Veramente cortesi e disponibili . Consigli disinteressati e precisi . Veramente un ot...

Giuseppe

Valutata 4.7 su 5 sulla base di 3100 recensioni su