Quali tariffe luce e gas si possono pagare tramite bollettino postale?


In Italia, stando ad alcuni dati recenti pubblicati online, circa 15 milioni di persone non hanno un conto corrente. Per questo motivo, molte persone ancora utilizzano il classico bollettino postale per pagare le utenze. Tuttavia, alcune tra le principali offerte luce, gas, ADSL e telefonia, prevedono unicamente il pagamento RID (addebito bancario sul conto corrente) per saldare le bollette. Ecco quali tariffe luce e gas si possono pagare tramite bollettino postale.

Sono ancora in molti gli italiani che non hanno un conto corrente. Tuttavia, disporre di un conto corrente non è fondamentale soltanto per gestire i propri risparmi e accreditare stipendio/pensione, anche per domiciliare le utenze.

In effetti, sono in molte le offerte energia luce e gas, ADSL e telefonia fissa che ammettono unicamente il pagamento RID, ovvero l'addebito mensile delle bollette sul conto corrente.

Nello specifico, la maggior parte delle tariffe luce o gas che vengono pubblicizzate come “offerte web non ammettono il pagamento tramite bollettino postale, o almeno non lo fanno senza costi aggiuntivi; anche perché queste offerte web richiedono solitamente l'attivazione del servizio di bolletta web, e non inviano la bolletta cartacea alla quale va allegata il bollettino.

Se siete tra i 15 milioni di italiani che non hanno un conto corrente, e volete cambiare fornitore luce o gas, vi segnaliamo quali sono le offerte delle principali compagnie che prevedono il pagamento tramite bollettino postale e quali soltanto il pagamento RID.

Cominciamo da quelli fornitori luce e gas che ammettono tutti i tipi di pagamento: Acea Energia, Illumia, A2A Energia e Gas Natural Vendita. Queste compagnie accettano saldare le bollette tramite bollettino postale o domiciliazione bancaria, ed anche in certi casi tramite bonifico o carta di credito online.

Fra i fornitori luce e gas che ammettono tutti i tipi di pagamento per le loro proposte commerciali segnaliamo A2A Energia, Acea Energia, Gas Natural Vendite e Illumia. Queste compagnie accettano saldare le bollette tramite bollettino postale o domiciliazione bancaria, ed anche in certi casi tramite bonifico, carta di credito online e applicazioni mobili.

Enel Energia ammette la possibilità di pagare con bollettino con le offerte della gamma Semplice, Energia Pura, Energia Sicura Casa ed EnergiaX65, mentre tutte le altre tariffe della compagnia sono attivabili solo pagando tramite addebito diretto su conto corrente o, in certi casi, con carta di credito o PayPal.

Si può pagare con bollettino anche la proposta di eni Sottocontrollo, mentre con Hera Comm le offerte Prezzo Netto Natura Web e Prezzo Fisso sono saldabili in questa maniera.

Non è previsto il bollettino con energia 3.0 di ENGIE (ex-GDF SUEZ) né con AGSM Luce Web. Infine, per attivare una qualsiasi tariffa luce e/o gas di Edison Energia serve necessariamente disporre di un conto corrente per fare la domiciliazione dell'utenza.

Utilizzando il nostro comparatore gratuito ed indipendente, è possibile filtrare le migliori tariffe luce e gas del mercato per le modalità di pagamento, scegliendo di visualizzare soltanto quelle che ammettono il nostro metodo preferito.

Confronto Tariffe Energia Elettrica

Se stai cercando invece di attivare una tariffa internet casa e non hai un conto corrente, leggi il nostro Quali tariffe internet casa si possono pagare con bollettino postale.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Aumenti luce e gas: l'intervento del Governo copre solo il 6% dei rincari

Gli aumenti sulle bollette di luce e gas registrati ad inizio gennaio si tradurranno in vere e proprie stangate per le famiglie italiane che, nel corso dei prossimi mesi, registreranno dei veri e propri picchi negli importi da pagare per le forniture di energia elettrica e gas naturale. Ad attenuare i rincari si è registrato un intervento del Governo con alcune norme incluse nella Legge di Bilancio. Secondo le stime della Cgia di Mestre, però, l'intervento del Govero copre solo una ridottissima percentuale degli aumenti su luce e gas. Vediamo i dettagli.

Caro bollette del Governo: le mosse per ridurre gli aumenti

Quali sono le ultime misure che sono state messe in campo dal Governo per contrastare il caro bollette di gennaio 2022? Vediamo insieme il contenuto del Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 57, emanato il 21 gennaio 2022, e quali sono le mosse che si possono compiere in prima persona.