Se cambio operatore telefonico devo pagare?

Cambiare operatore telefonico è una procedura diventata ormai consueta per milioni e milioni di utenti , grazie soprattutto alla semplificazione delle pratiche per il passaggio da una compagnia ad un’altra e alla riduzione dei tempi necessari per poter trasferire il proprio numero di telefono. Nonostante la semplicità del “trasloco”, sia a livello mobile che fisso, resta ancora qualche dubbio.

Se cambio operatore telefonico devo pagare?
Quali spese sono previste se si cambierà operatore fisso o mobile?

Uno dei più diffusi è sicuramente il seguente: se cambio operatore telefonico devo pagare? In realtà abbiamo visto già affrontato altre volte questo problema, ma vediamo di rispondere in maniera più chiara e concisa a questo interessante quesito, facendo distinzione tra coloro che vogliono cambiare operatore mobile e chi, invece, desidera trasferire il proprio numero fisso ad un nuovo provider.

Se cambio operatore mobile devo pagare?

Partiamo dalla telefonia cellulare: sono previsti dei costi al passaggio da una compagnia telefonica ad un’altra? Normalmente no, non ci sono spese da sostenere e la procedura di portabilità è completamente gratuita. Diciamo non a caso “normalmente” perché a volte ci possono essere dei casi specifici in cui, invece, c’è effettivamente qualche spesa da sostenere:

Vediamo, quindi, quali possono essere questi casi particolari:

  • abbonamenti rescissi in anticipo rispetto alla scadenza del vincolo previsto dal contratto: se deciderete di terminare un contratto di abbonamento (ma anche un vincolo temporale su un’offerta ricaricabile) prima della scadenza (generalmente di 24 o 30 mesi) dello stesso, dovrete pagare i mesi rimanenti anche se non ne usufruirete. La compagnia telefonica spesso richiede il pagamento dei mesi rimanenti in un’unica soluzione;
  • smartphone o altri devices (tablet, hotspot portatili, modem Wi-fi, etc…) acquistati a rate: anche in questo caso sarà necessario estinguere il debito con l’operatore, anche se si cambierà compagnia telefonica in anticipo rispetto alla conclusione del pagamento dei dispositivi;
  • promozioni specifiche che scontano canone e/o attivazione solo se si accetterà di restare clienti di un operatore per un certo periodo di tempo. Facciamo un esempio specifico su un’offerta reale: Wind consente già da qualche tempo ai nuovi utenti di attivare un’offerta All Inclusive, All Digital o Noi al solo costo di 1 euro una tantum, anziché i 15 euro di listino, ma solo se si rimarrà clienti della compagnia per almeno 24 mesi. Se si cambierà operatore telefonico prima dei 2 anni previsti, Wind addebiterà al cliente i restanti 14 euro.

Per sapere se avete dei vincoli specifici o per conoscere le spese relative ad abbonamenti e rate, leggete attentamente il vostro contratto prima di cambiare operatore oppure rivolgetevi al servizio clienti della vostra compagnia telefonica per avere maggiori informazioni in merito.

Queste informazioni sono molto utili soprattutto in questo periodo, in cui c’è grande fermento in Italia per l’imminente arrivo del nuovo provider Iliad: ci si aspetta che molte persone prendano in considerazione la possibilità di passare a Iliad non appena usciranno le offerte, passaggio che – in assenza di vincoli non ancora scaduti con il vecchio operatore – non comporterà nessun costo aggiuntivo.

Se volete conoscere tutte le promozioni del momento per quanto riguarda la telefonia mobile, potrete affidarvi come sempre al nostro comparatore di tariffe cellulari, costantemente aggiornato e ricco di promozioni speciali che vi permetteranno di risparmiare notevolmente sulla spesa telefonica annua, soprattutto se deciderete di cambiare operatore. Per poter utilizzare subito il servizio, gratuito e senza impegno d’acquisto, potete cliccare sul pulsante verde qui in basso.

Scopri tariffe cellulari

Se cambio operatore fisso devo pagare?

Quando si cambia operatore fisso, invece, spesso si incorre in spese e contributi di disattivazione che rendono il passaggio del proprio numero più salato rispetto a quanto ci si aspettava. Anche qui, però, abbiamo una linea generale: spesso le compagnie impongono una permanenza minima di 24 mesi sulle offerte ADSL, alla scadenza della quale sarà possibile cambiare senza dover pagare tali contributi.

E’ possibile, tuttavia, che alcuni ISP prevedano comunque delle spese di disattivazione, molto variabili da un operatore ad un altro, anche successivamente al periodo minimo di permanenza. Per conoscerle con esattezza, vi consigliamo anche in questo caso di leggere il vostro contratto di abbonamento oppure di rivolgervi al customer care del vostro fornitore del servizio di telefonia e/o Internet.

Inoltre, fate attenzione anche ai seguenti punti, che potrebbero significare una spesa nel caso in cui decidiate di cambiare operatore fisso:

  • controllare se modem o altri dispositivi forniti dall’operatore siano ormai di vostra proprietà o debbano essere restituiti. Nel caso in cui debbano essere restituiti, dovrete farlo per evitare di incorrere in addebiti pari al valore dell’attrezzatura fornitavi;
  • verificate che non possediate dispositivi o altri prodotti e servizi a rate ancora da pagare: se non avete concluso il pagamento sarete costretti a sostenere la spesa delle rate rimanenti in un’unica soluzione;
  • verificate anche i costi di attivazione del nuovo operatore: in certi casi, infatti, il nuovo ISP prevede un’attivazione per l’offerta ADSL che desiderate avere. Verificate le promozioni per sapere con certezza se il contributo risulta gratuito, scontato oppure se è presente.

Se volete conoscere tutte le tariffe ADSL del momento, le promozioni disponibili aggiornate quotidianamente, e le volete confrontare tra loro, cliccate sul pulsante qui in basso per accedere al nostro comparatore dedicato. Potrete, inoltre, richiedere un servizio di consulenza gratuito e senza impegno d’acquisto, sia per conoscere le tariffe per cui siete interessati, sia per avere un supporto completo nella ricerca della vostra tariffa ideale.

Scopri tariffe ADSL

Per usufruirne è molto semplice: dopo aver cliccato su “Scopri tariffe ADSL” qui sopra e successivamente sulla finestra “Serve Aiuto?”, che troverete in basso a sinistra del vostro schermo, potrete lasciarci un numero di telefono e una mail: entro 48 ore dalla richiesta un nostro consulente vi ricontatterà gratuitamente per aiutarvi a scegliere la tariffa più adatta alle vostre esigenze.

Commenti Facebook: