Scambiatore di calore


Questi dispositivi fanno parte degli impianti di riscaldamento o delle caldaie e servono a trasferire il calore da un fluido caldo ad uno freddo. Gli scambiatori si trovano nei motori dei veicoli, ma anche nei frigoriferi e nei condizionatori.

Lo scopo principale di questi strumenti è permettere un risparmio energetico.

Il funzionamento degli scambiatori si basa sulla combustione dei gas che poi propagano getti lungo linee o griglie. La rete di tubi riscaldata dai gas caldi a sua volta fornisce calore all’acqua presente nell’impianto di tubature. Il circolo prosegue con l’acqua che girando nei tubi produce energia termica.

I due fluidi non entrano in contatto ma le temperature li portano a produrre uno scambio termico, il tutto avviene senza che i materiali si mescolino. Questi dispositivi aumentano l’efficienza energetica degli impianti ed evitano di disperdere gas che potrebbero essere una risorse.

Nelle centrali elettriche o nei motori dei veicoli  i gas di scarico generano spesso calore che resta inutilizzato e si disperde nell’ambiente come scarto. Gli scambiatori riducono questo processo e ottimizzano la produzione energetica.

L’installazione di questi dispositivi avviene nei condotti di scappamento o nelle ciminiere delle caldaie. Esistono diversi tipi di scambiatori di calore e si differenziano per dimensioni e profili termici, oltre che in base ai processi e alle modalità di gestione dei flussi dei gas.

I dispositivi più diffusi sono quelli che utilizzano la modalità di contatto a superficie, questo significa che i fluidi assorbono calore attraverso la superficie che li separa. Di questa categoria di scambiatori fanno parte quelli cosiddetti a piastra e quelli a fascio tubiero, ci sono poi quelli a spirale o a piastre.

 Questi strumenti possono anche essere differenziati secondo un’altra categorizzazione: monotermici e bitermici. La prima tipologia è caratterizzata da una stretta vicinanza tra il bruciatore e lo scambiatore e prevede l’installazione di un doppio dispositivo, nel secondo tipo di prodotti (utilizzati nelle caldaie a condensazione) invece viene inserito un unico scambiatore che svolge entrambe le funzioni.

Offerte Luce in evidenza
Offerte Gas in evidenza

Passa a Sorgenia: risparmi e vantaggi delle offerte di maggio 2019

Sorgenia a maggio propone un gran numero di vantaggi per i nuovi clienti che attivano una nuova fornitura energetica (energia elettrica e gas naturale) garantendo considerevoli vantaggi in bolletta, grazie a prezzi dell'energia fissi e contenuti, ed arricchendo le sue offerte con una serie di bonus davvero molto interessanti. Ecco tutti i vantaggi di chi passa a Sorgenia a maggio 2019.

Bonus condizionatore 2021: come ottenerlo senza ristrutturare casa

Il Bonus Condizionatore 2021 è un'importante agevolazione che consente di ottenere una detrazione fiscale, fino al 65% dell'importo speso, sull'installazione di un nuovo impianto di raffreddamento domestico, anche in caso di sostituzione di un impianto già esistente e caratterizzato da un consumo energetico maggiore. Per accedere al Bonus Condizionatore 2021 non è necessario effettuare ulteriori investimenti in quanto l'agevolazione viene concessa anche senza ristrutturare casa grazie alla normativa prevista dall'Ecobonus 2021. In base alla tipologia di intervento realizzata in casa sarà possibile ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%.

Quali sono le detrazioni fiscali 2021 per condizionatori?

Con l'estate oramai alle porte, si avvicinano le giornate di caldo intenso e diventa necessario accendere il condizionatori. Chi non ha ancora questo tipo di elettrodomestico, oppure ha la necessità di sostituirlo per puntare su di una soluzione più moderna ed efficiente, potrà contare sulle detrazioni fiscali per condizionatori disponibili per il 2021. A disposizione dei contribuenti italiani, infatti, ci sono svariate opzioni su cui puntare per ammortizzare la spesa per l'acquisto di uno o più condizionatori. Vediamo tutti i dettagli.