Migliori cellulari per anziani: come scegliere


Un nonno anziano o un genitore che proprio con la tecnologia non vuole avere rapporti? I produttori di cellullari hanno pensato anche alla categoria di persone più anziane o tecnologia respingenti. E allora come comprare un prodotto che si adatti alle loro esigenze? Ecco una breve guida all’acquisto

miglior cellulare per anziani

Li avrete visti nei negozi di elettronica o di telefonia, sono quei telefoni con i numeri talmente grandi che li leggete a distanza di un metro, bene si tratta proprio dei cellulari per gli anziani. Tra gli italiani over 65 quelli che usano uno smartphone o il pc sono solo 1 su 4 (circa il 25% di quella porzione di popolazione).

In fondo se ci pensate immaginereste che vostro nonno o vostra madre (dipende dall’età e dalla propensione ad usare i dispositivi elettronici) possa riuscire a scrivere con il touchscreen e soprattutto a vedere i tasti microscopici dello smartphone. Anche partire però dal pregiudizio opposto, cioè che anziani e dispositivi cellulari troppo accessoriati non ci sia un buon rapporto è sbagliato.

A limitare la scelta rispetto ad uno smartphone possono essere numerosi fattori, spesso legati allo stato di salute o alle capacità motorie, più che una vera e propria mancanza di curiosità o di capacità dei soggetti. Oppure si è spinti verso dei modelli molto meno costosi per esigenze finanziarie. Uno smartphone non può competere con i prezzi di questi telefoni cellulari che in media costano tra i 30 e i 50 €.

Optate per prodotti semplici

Accessibilità e user experience sono le parole chiave per questo tipo di prodotti. Sono disegnati e progettati per poter essere immediati e semplici da utilizzare e invece di essere iper accessoriati e carichi di app sono resi efficienti e affidabili con una durata della batteria prolungata.

Quali sono i problemi più comuni che hanno le persone anziane? Spesso l’udito è il primo elemento di difficoltà. Gli smartphone possono avere anche delle ottime casse, ma i modelli per anziani hanno delle suonerie con un volume più alto della media.

Poi, come accennato, si hanno problemi di vista e quindi la tastiera con ogni pulsante più grande della norma dei comuni telefoni è un’altra agevolazione per questa particolare categoria di utenti. Anche il display è più ampio e i caratteri sono ingranditi per facilitare la lettura a schermo dei messaggi.

I modelli di cui stiamo parlando sono molti simili a dei cordless e anche il caricabatterie di alcuni di questi apparecchi telefonici è simili alla base su cui ricaricate il telefono senza fili di casa. La mancanza di connessione internet e di app rende la durata di questi dispositivi molto più lunga di quella degli ultimi smartphone. Anche questo elemento non è banale, una persona anziana infatti può dimenticare di mettere il telefono in carica con una certa frequenza.

Le funzioni utili

Tra le funzionalità appositamente create su questi cellulari ci sono dei tasti che attivano servizi come la luce d’emergenza o la chiamata ad un numero preimpostato come da contattare per le urgenze. Oltre, come per tutti i device, ai tasti di scelta rapida su cui memorizzare i numeri che vengono chiamati con maggiore frequenza. Per cui magari digitando 1 o 2 e il tasto della cornetta sarà avviata la chiamata a figli o nipoti.

Per chi ha veramente poca pazienza e dimestichezza con la tecnologia alcuni modelli permettono anche di memorizzare i nuovi contatti premendo solo un tasto. Oppure di usare funzioni che consentono di associare al numero la foto del contatto per poterlo rendere immediatamente riconoscibile per l’utente.

Internet sì o no?

Non si tratta per forza di dispositivi che non si collegano alla rete, anzi per con diversi modelli si può navigare in internet e scaricare anche le app di messaggistica – magari per poter scambiare foto o videochiamare i parenti lontani ma anche gli amici. Ma anche in questo caso consentono un accesso più semplice rispetto a quello di iPhone e Android.

Anche gli operatori telefonici si sono adeguati alle esigenze degli over 60 e hanno infatti studiato delle apposite tariffe. In genere includono Giga per le app social per chattare, minuti e delle speciali opzioni per l’assistenza. Per scoprirle usate il comparatore di SosTariffe.it, l’unica modifica da apportare alla ricerca base sarà quella relativa all’età poi avviate lo strumento e avrete i risultati in pochi secondi.

Come selezionare il cellulare, dieci consigli

Valutate con attenzione quindi alcune caratteristiche dei dispositivi che vi verranno proposti.

  1. La grandezza dello schermo (ad esempio secondo gli specialisti la dimensione standard ormai dei display di questo tipo di cellulari è di circa 2/2.5pollici)

  2. Le funzioni di assistenza e scelta rapida proposte

  3. Fotocamera

  4. Audio e volumi (compatibilità con gli apparecchi acustici)

  5. Qualità/prezzo (uno dei migliori prodotti al momento costa senza promozioni o sconti circa 45€)

  6. Blocco tasti

  7. Base per ricarica compresa o semplice caricabatterie

  8. Design e materiali antiscivolo, retroilluminazione e icone regolabili

  9. Possibilità di connettersi

  10. Installazione e attivazione del dispositivo

Tra i brand maggiormente consigliati e ritenuti affidabili ci sono Brondi, Trevi, i classici Panasonic o i low cost Isheep.

La forma e l’UX

I modelli studiati per gli anziani sono in genere dei telefoni cellulari a conchiglia o delle rivisitazioni che mixano i telefoni fissi e i vecchi modelli di mobile. Ci sono però anche dei modelli di smartphone che possono essere adatti agli over più spigliati con device e collegamenti internet.

Per poter scegliere il cellulare migliore in questo caso dovrete considerare il grado di mobilità della persona che dovrà usarlo. Ci sono quelli a conchiglia o quelli con le tastiere a vista. I dispositivi a conchiglia possono essere più delicati da maneggiare e più soggetti a rompersi se aperto con eccessiva forza.

Sicuramente possono essere più comodi perché sarà praticamente impossibile che partano chiamate per sbaglio. Però per le persone anziane, magari con problemi di artrite il telefono a struttura unica potrebbe essere una soluzione più adatta. Se si opta per questo tipo di forma si dovrà però inserire una qualche forma di blocco per evitare di chiamare inavvertitamente.

Il controllo vocale

Qualora l’utente per cui state valutando l’acquisto di un cellulare abbia seri problemi di vista che non possono essere bypassati dalla dimensione maggiorata del carattere o dai tasti extralarge, può essere utile sapere che sono stati messi sul mercato dei modelli con controllo vocale. Questi dispositivi, pensati per le persone ipovedenti, possono essere gestiti con la propria voce.

La durata della carica

Come sottolineato la durata della batteria è spesso un punto di notevole interesse quando si sceglie uno di questi apparecchi. Rispetto allo smartphone che in breve tempo deve essere ricaricato almeno una volta al giorno, quando non di più.

Per questi speciali cellulari si parla di batterie che possono avere un’autonomia tra le 4 e le 5 ore in conversazione continua, ma se lo si utilizza con attenzione può durate anche per centinaia di ore. Per i modelli più comuni si parla di 200/300 ore (in giorni sarebbero tra i 9 e i 12), mentre per quelli dalle prestazioni migliori si può arrivare anche ad una durata in stand by di 600 ore.

Come accennato sono stati inoltre studiati dei sistemi di ricarica che non siano solo i classici cavi USB con i loro attacchi micro da collegare nella parte bassa del telefono. Per ovviare a quella che, a volte, è un’operazione fastidiosa anche per gli utenti medi, le aziende hanno pensate alle basi di ricarica. Si tratta di queste piattaforme su cui andrete a posizionare il cellulare per metterlo in carica.

In caso di emergenza

Uno dei punti a cui prestare attenzione e su cui chiedere informazioni al momento dell’acquisto riguarda senza dubbio il sistema per impostare le chiamate d’emergenza. I pulsanti SOS sono ormai presenti anche sugli smartphone, in genere sono disponibili nella schermata di blocco del telefono.

La funzione di questi due servizi però non va confusa. Il tasto d’emergenza nei cellulari per anziani è un bottoncino, in genere posizionato sul retro, che se schiacciato genera un rumore per attirare l’attenzione. Spesso in contemporanea a questa prima azione il dispositivo invia in automatico un messaggio pre-memorizzato ai contatti stabiliti o, dipende dal modello, una chiamata. I produttori stanno implementando queste caratteristiche e su alcuni cellulari quando viene avviata la chiamata d’emergenza il telefono attiva anche la funzione vivavoce.

Una funzione che magari state sottovalutando nella scelta di questo apparecchio è il GPS. Probabilmente non immaginate vostro nonno che in un viaggio o in città si metta a consultare le mappe di Google per trovare un indirizzo. E magari avete anche ragione. Infatti il GPS in questo caso è una funzione che si può rivelare molto utile in caso l’anziano si perda o sia in stato confusionale. Attivare delle app apposite da collegare al segnale GPS del cellulare della persona può essere una soluzione che aumenta la sicurezza dell’anziano e la vostra tranquillità.

Funzioni audio. Ecco a cosa prestare attenzione

Nella classifica tra le cose da chiedere abbiamo inserito anche gli elementi che hanno a che vedere con le proprietà audio. È fondamentale che sia i volumi di ricezione che quelli della suoneria possono essere molto elevati. In Italia sono circa 7 milioni le persone con problemi uditivi, circa il 12 % della popolazione, stando ai dati di Assobiomedica. Solo 2 milioni di questi si sono premurati di adottare delle protesi per migliorare la loro condizione ipoacusia.

Si capisce dunque quale importanza assuma la compatibilità tra gli apparecchi cellulari e gli eventuali dispositivi usati da questi utenti. Per evitare quei fastidiosi rumori provocati dalle interferenze elettromagnetiche tra i due dispositivi chiede un cellulare che sia stato testato con questo tipo di soluzioni.

Le app

Anche se internet e le app non sono tra i primi requisiti da valutare con attenzione quando si sceglie questo tipo di modelli di cellulare, è però vero che le diverse funzioni che la rete può mettere a disposizione dell’utente sono interessanti. Ad esempio, le app che ricordano di prendere le medicine o quelle che al contatto monitorano i segni vitali della persona. Anche il più tradizionale dei calendari può essere utile se reso accessibile in modo semplice e veloce.

In questo caso possono esserci dei dubbi magari legati alla durata della batteria del dispositivo se si inizia a riempirlo di app. Questo può essere uno svantaggio effettivamente da considerare.

In breve

Non sembra ci siano altre caratteristiche utili da citare al momento. Assicuratevi quindi di richiedere informazioni su quanto discusso sin qui. Non date per scontato che una persona anziana non possa essere attratto dalla tecnologia e dalle diverse possibilità che questa gli offre. Trovate un modello che combini le funzioni più importanti per voi (ad esempio i sistemi di allerta), che abbia una buona memoria e un’ottima batteria, ma ricordate che internet e le sue app possono essere un buon alleato per gli anziani.

Per esempio, ci sono app che stimolano la memoria o che aiutano a studiare un programma di allenamento giornaliero che per degli anziani possono essere decisamente utili. O come detto il fattore GPS può essere un salvavita importante in situazioni particolari e per poter essere attivo è necessaria la connessione internet.

Se a spaventarvi è il costo non è un problema, è vero che sono stati infatti studiati dei pacchetti ad hoc per le persone anziane però in alcuni casi hanno dei costi maggiori delle principali promozioni attivabili. Per conoscere i piani per gli over 60 e confrontarli con le offerte di telefonia mobile potete utilizzare il comparatore di SosTariffe.it.

Confronta le migliori tariffe per cellulariVai

Vi renderete conto che i prezzi e i servizi offerti sono nettamente meno vantaggiosi. L’unico elemento veramente utile di questi piani è un servizio di assistenza dedicato che offre una serie di “privilegi” agli utenti.

Al momento dell’acquisto fatevi spiegare anche bene come funziona l’attivazione dei cellulari perché per alcuni modelli utenti ed esperti hanno segnalato delle procedure un po’ difficoltose. Sarà quindi il caso eventualmente di farvi aiutare dal negoziante in questa operazione.



Le migliori offerte di telefonia mobile fino a domenica 8 dicembre

Offerte telefoniche mobile: quali sono le tariffe telefonia mobile più convenienti? Te ne suggeriamo alcune che ti consigliamo di attivare entro domenica 8 dicembre: avrai a disposizione qualche giorno per pensarci e procedere con la loro attivazione. Scopri di più sui costi, considerando che la maggior parte delle tariffe sono tutte sotto i 10 euro di spesa mensile.

Passa a Vodafone da Tim, Wind e Tre: le offerte di dicembre 2019

Passare a Vodafone è più conveniente questo dicembre. Le nuove tariffe Infinto, ad esempio, offrono Giga illimitati per navigare e utilizzare le app in mobilità. Scopri i vantaggi di passare al gestore britannico da parte dei clienti di Tim, Wind e Tre

Attiva PosteMobile entro domenica: offerta con minuti illimitati e 10 giga a 4,99 euro

Solo fino all'8 Dicembre sarà possibile riattivare uno dei piani di Postemobile più conveniente e popolare: Creami WOW Weekend. Ecco quanti minuti, sms e Giga sono compresi nel piano a meno di 5 euro al mese dell'operatore