Sky Q: come guardare Sky in più TV

Il nuovo servizio Sky Q arriva, finalmente, in Italia con una prima fase di test gratuita per tutti gli abbonamenti Sky che avranno modo di provare questa nuova funzionalità sino al mese di settembre del prossimo anno. Sky Q permetterà di guardare i programmi Sky su più TV in casa e darà accesso ad un gran numero di funzionalità “smart”. Ecco tutti i dettagli in merito al nuovo Sky Q. 

Sky Q sarà disponibile gratuitamente sino a settembre 2018

Sky porta in Italia il nuovo servizio Sky Q che permetterà agli abbonati della Pay TV satellitare di aver accesso ai contenuti della propria offerta su più TV sfruttando la rete Wi-Fi di casa che dovrà, quindi, essere perfettamente funzionante per sfruttare al massimo tutte le funzionalità del servizio.

Sino al mese di settembre del 2018, l’accesso a Sky Q sarà disponibile gratuitamente a tutti gli abbonamenti che ne faranno richiesta. Per il momento, non vi sono informazioni in merito a quali saranno i costi del servizio a partire dalla fine del periodo di test. Il cliente, in ogni caso, potrà decidere liberamente di continuare ad utilizzare Sky Q dopo la fine del periodo di test.

Per i non clienti Sky vi è la possibilità di provare gratuitamente Sky Q attivando un nuovo abbonamento Sky. Per scegliere la soluzione più adatta alle proprie esigenze è possibile consultare il comparatore di SosTariffe.it per offerte Sky da cui è possibile procedere all’attivazione.

Sky Q: come funziona il nuovo servizio 

Sky Q prevede l’installazione di un nuovo decoder “Sky Q” che, come accade già oggi con i decoder tradizionali, sarà collegato alla TV principale di casa ed alla parabola. Utilizzando i decoder Sky Q Mini, che si collegheranno al decoder principale di Sky Q utilizzando la rete Wi-Fi di casa, sarà, quindi, possibile accedere a tutti i contenuti del proprio abbonamento Sky anche su di una seconda TV. 

L’installazione di Sky Q viene eseguita da un tecnico specializzato che aiuterà l’utente nella scelta dei punti di casa dove posizionare il decoder principale Sky Q e i decoder Sky Q Mini, verificando la copertura della rete Wi-Fi necessaria per sfruttare le potenzialità del servizio. Il tecnico provvederà anche all’adeguamento dell’impianto satellitare, che richiede dei correttivi per utilizzare Sky Q, e configurerà il servizio. E’ necessario avere a disposizione la password del Wi-Fi per completare l’installazione.

Sky Q offre ai clienti Sky più possibilità di registrazione e più spazio di archiviazione per conservare e riguardare i programmi registrati. Con Sky Q sarà, infatti, possibile registrare sino ad un massimo di 4 programmi mentre si sta guardando un quinto programma sulla TV e si avranno a disposizione ben 2 TB di spazio d’archiviazione che permetteranno di conservare circa 1.000 ore di programmi in HD da riguardare quando si vuole.

Da notare, inoltre, che Sky Q può sincronizzarsi con smartphone, tablet e PC di casa in modo da riprodurre tutti i propri brani direttamente sulla TV di casa, sfruttando anche l’eventuale impianto audio collegato. La sincronizzazione e la riproduzione della musica avviene tramite bluetooth o AirPlay. Per accedere alla musica è sufficiente recarsi nella sezione Musica e poi nella sottosezione My Music.

Il telecomando di Sky Q

Parte integrante del nuovo servizio Sky Q è il nuovo telecomando che presenta una serie di funzioni “rapide” che andranno a facilitare la vita all’utente. Con il tasto App TV è possibile accedere alle nuove app TV di Sky Q senza interrompere la visione del programma che si sta guardando mentre con il tasto Home si accede alla sezione My Q, in cui si possono trovare le ultime novità e i programmi raccomandati in base ai propri gusti. Tramite il tasto Sky si accede alla sezione Registrazioni, parte fondamentale di Sky Q, per gestire e riguardare i programmi già registrati.

Da notare che, in caso di smarrimento del telecomando, sarà sufficiente premere il tasto Q posto sul pannello frontale del decoder Sky Q per far emettere al telecomando uno squillo, come se fosse un vero e proprio cellulare, che ci permetterà di identificare rapidamente la sua posizione.
Scopri le migliori offerte Sky

App Sky Q

A rendere ancora più completo e profondo il servizio di Sky ci pensa la nuova app Sky Q, già disponibile per il download per i dispositivi iOS (iPhone ed iPad) e sarà presto rilasciata anche per gli smartphone e tablet Android. Tramite l’app Sky Q sarà possibile sfruttare il proprio abbonamento Sky anche su dispositivi mobili.

Quando lo smartphone o il tablet con l’app Sky Q installata sarà collegato alla rete Wi-Fi di casa si potrà accedere alle seguenti funzioni:

  • vedere tutta la programmazione Sky;
  • utilizzare le funzioni Registra e Pausa in diretta;
  • vedere tutte le tue registrazioni e i programmi on demand.

Quando, invece, non si è collegati alla rete Wi-Fi di casa (la rete a cui è collegato il decoder Sky Q) ma si sfrutta una connessione dati a consumo o un’altra rete Wi-Fi, dall’app Sky Q si potrà:

  • vedere oltre 40 canali Sky e accedere al catalogo on demand;
  • vedere i programmi on demand su dispositivo device e guardarli ovunque anche senza connessione internet attiva, grazie alla funzione Download&Play.

Per la prima fase di test, l’app Sky Q sarà accessibile su di un solo dispositivo a scelta dell’utente che, in ogni caso, potrà continuare ad utilizzare Sky Go Plus su altri tre dispositivi in modo da avere sempre a disposizione i contenuti Sky.

Da notare, inoltre che l’utente ha la possibilità di trasferire i programmi registrati tramite Sky Q su tablet e smartphone, per guardarli anche senza connessione internet. Per effettuare questo trasferimento sarà sufficiente andare nella sezione Registrazioni di Sky Q e selezionare la voce Copia sul mio tablet (o altro dispositivo) per avviare il trasferimento; i programmi salvati saranno poi visibili nella sezione Sul mio tablet (o altro dispositivo) dell’app Sky Q.

Commenti Facebook: