Nexi Pay Cashback: configurazione per avere il rimborso di Stato

Tra i vari metodi che permettono di ricevere il cashback di Stato, troviamo anche l’utilizzo dell’app Nexi Pay: ecco cosa bisogna fare per configurare le proprie carte di pagamento e avere diritto al rimborso previsto dal bonus cashback

Nexi Pay Cashback: configurazione per avere il rimborso di Stato

Il bonus cashback è stato introdotto in via sperimentale nel periodo compreso tra l’8 e il 31 dicembre 2020 – con il cosiddetto “cashback di Natale”. Durante questo periodo sarà possibile associare le proprie carte di pagamento all’app IO e avere accesso ai rimborsi previsti dal bonus cashback, che possono raggiungere un totale di 150 euro. 

L’app IO – il cui utilizzo è stato abbastanza problematico per diversi utenti durante i primi giorni di cashback – non è l’unico metodo che può essere utilizzato per poter ottenere i rimborsi previsti. 

Al piano cashback si può infatti accedere anche grazie a Nexi, che è un’azienda PayTech leader nei pagamenti digitali nel nostro Paese: con l’utilizzo delle sue applicazioni, Nexi Pay e Yap, si possono inoltre ricevere benefici ulteriori che si aggiungono a quelli previsti dal Governo. 

La possibilità di aderire al cashback con Nexi Pay permette dunque di non dover effettuare la registrazione con SPID o CIE sull’app IO e di registrarsi ugualmente al programma, in modo estremamente rapido e sicuro. 

Edoardo Giorgetti, Head di Yap in Nexi, ha affermato che l’iniziativa del cashback natalizio è “lodevole, intelligente e arriva al momento giusto”.

“Abbiamo grandi aspettative, pensiamo che si genererà un importante effetto di imitazione”, ha aggiunto Giorgetti. “Sono convinto che tra sei mesi potremo accorgerci che abbiamo fatto un salto in avanti che ci saremmo sognati qualche tempo fa”. 

Ecco quali sono le regole da seguire per iscriversi al programma e ricevere così i rimborsi del 10% sui propri pagamenti elettronici. 

Come attivare il cashback su Nexi Pay

Per aderire al cashback con le carte Nexi si deve scaricare l’app Nexi Pay: qualora la si avesse già sullo smartphone, si dovrà verificare di essere in possesso dell’ultima versione. Non sarà necessario l’utilizzo dello SPID. 

La configurazione per ricevere il rimborso di Stato, oltre che tutti i vantaggi previsti da Nexi, è davvero molto semplice:

  • si dovrà selezionare la carta con la quale si vuole attivare il servizio;
  • si dovrà cliccare sul box dedicato al Cashback e leggere il regolamento;
  • a questo punto si dovranno controllare i propri dati personali, confermare o modificare l’IBAN sul quale si vuole ricevere il rimborso (del quale si deve essere gli intestatari) e attendere la conferma di avvenuta attivazione. 

Vantaggi di Nexi Pay Cashback

Nexi permette di aderire al bonus cashback in due modi differenti: 

  • tramite Nexi Pay;
  • tramite Yap. 

Nel caso di Nexi Pay, chi aderisce al bonus cashback in questo modo avrà diritto a un vantaggio esclusivo: la possibilità di ricevere il cashback anche per gli acquisti effettuati con Google Pay, Apple Pay e Samsung Pay, che invece negli altri casi saranno validi soltanto a partire dal 2021. Il rimborso sarà accreditato direttamente sull’IBAN che è stato indicato al momento dell’adesione. 

Per quanto riguarda, invece, l’iscrizione all’iniziativa tramite Yap, è prevista la ricezione del rimborso direttamente sull’applicazione, che potrà essere utilizzata per fare acquisti, sia dal vivo sia online. 

In questa seconda ipotesi sono previsti vantaggi differenti, ovvero:

  • la possibilità di ottenere fino a 100 euro grazie al Cashback Invita Amici, che permette di accumulare soldi da spendere direttamente su Amazon;
  • la possibilità di vincere fino a 100 euro in tempo reale grazie al Forziere Cashback Edition

Durata del cashback

Il cashback permetterà di ottenere un rimborso del 10% su un minimo di 10 transazioni per i pagamenti che saranno effettuati con l’utilizzo di strumenti di pagamento digitali. Qual è il periodo di durata dell’iniziativa?

Ci sono tre diversi momenti da segnare sul calendario:

  • 1° fase: Extra Cashback di Natale, valido dall’8 al 31 dicembre 2020;
  • 2° fase: Cashback, valido dal 1° gennaio al 30 giugno 2021, e dal 1° luglio al 31 dicembre 2021;
  • 3° fase: Super Cashback, che sarà valido dal 1° gennaio al 30 giugno 2021, e dal 1° luglio al 31 dicembre 2021, e permetterà di ottenere il 10% della cifra massima di 3.000 euro. 

Come scegliere una nuova carta di pagamento digitale

Qualora si fosse alla ricerca di una nuova carta di pagamento elettronico, si consiglia di fare un salto sul comparatore di carte di SOStariffe.it. Lo strumento permette di confrontare tipologie di carte differenti, tra le quali rientrano:

  • le carte di credito;
  • le carte di debito;
  • le carte ricaricabili;
  • le carte conto dotate di IBAN. 

Ognuna di loro si contraddistingue per costi, caratteristiche e limiti differenti, quindi si consiglia sempre di approfittare dei vantaggi del comparatore, che mette a confronto i principali fattori che contribuiscono a fare la differenza quando si possiede una carta di pagamento, come per esempio l’assenza di costi di apertura, chiusura o gestione. 

Confronta le migliori carte di pagamento digitali  »

In alternativa, ci consiglia di valutare direttamente l’apertura di un conto corrente online a zero spese, al quale sono in genere associate delle carte di pagamento elettronico a costo zero. 

Quali sono i requisiti di partecipazione con Nexi Pay

Potranno partecipare all’iniziativa le persone in possesso dei requisiti elencati in tabella. 

Requisiti per partecipare Specifiche
Strumenti accreditati
  • carte di credito, carte di debito e prepagate
  • sono escluse le carte aziendali
Numero minimo di transazioni
  • almeno 10 transazioni a dicembre: il rimborso avverrà a febbraio 2021
  • nei semestri successivi, almeno 50 transazioni e il rimborso avverrà entro 60 giorni dalla conclusione del semestre
Acquisti ammessi tutti gli acquisti effettuati in negozio con carte o app connesse all’app 
Acquisti esclusi sono esclusi gli acquisti online e quelli effettuati con carte aziendali

Tipologie di prodotti rimborsabili

Sarà possibile ottenere il rimborso su:

  • generi alimentari;
  • farmaci e spese mediche;
  • conti di artigiani e professionisti, quali meccanici, gommisti, elettricisti, idraulici, ingegneri;
  • abbigliamento;
  • elettrodomestici ed elettronica di consumo;
  • bar e ristoranti;
  • parrucchieri e servizi per la cura della persona;
  • carburante.

Non saranno invece oggetto del cashback::

  • gli acquisti relativi allo svolgimento di attività imprenditoriali, professionali o artigianali;
  • le operazioni eseguite presso gli sportelli ATM, come per esempio le ricariche telefoniche;
  • i bonifici SDD per gli addebiti diretti su conto corrente;
  • le operazioni riguardanti i pagamenti ricorrenti con addebito su carta o su conto corrente, come quelle relative alle bollette. 

Perché il bonus cashback è così importante

Il bonus cashback è una misura che è il Governo ha messo in piedi per favorire l’utilizzo delle carte di pagamento digitali e combattere, in questo modo, l’evasione fiscale. L’Italia è molto indietro sotto questo aspetto rispetto al resto dell’Europa, in quanto l’utilizzo delle carte è al 26%, mentre nel resto Regno Unito, per esempio, raggiunge il 65%.

Uno dei problemi principali, a detta dei più, è quello del costo delle commissioni. “Eppure – spiega Giorgetti – sono tra le più basse in Europa. Siamo a una media dell’1,1% contro l’1,3-1,5% del Regno Unito e punte dell’1,5-1,6% in Olanda, dove pure carte e app sono molto più diffuse. 

Anche il contante ha un costo nascosto di gestione e certo è un mezzo di pagamento che non consente di erogare tutti quei servizi a valore aggiunto che gli esercenti possono ricevere grazie ai flussi digitali. Per questo credo che il tema sia stato spesso mal posto: nessuno si domanda perché si debba pagare per l’energia elettrica, perché a tutti è evidente il salto che ha consentito alla nostra società”.

Ha inoltre aggiunto che “L’iniziativa del governo sta facendo da catalizzatore e i singoli operatori stanno mettendo sul piatto diverse iniziative per amplificarlo. A testimonianza di come nell’ecosistema dei pagamenti ci sia spazio per molte iniziative, non solo dei colossi ma anche di chi propone soluzioni più verticali o di nicchia”.

Roberto Catanzaro, Business Development Director di Nexi, ha affermato: “Abbiamo voluto rendere semplice e immediata l’adesione al Cashback di Stato perché vogliamo che il maggior numero possibile di cittadini vi prenda parte, essendo un momento fondamentale per la digitalizzazione del Paese, accelerando l’adozione dei pagamenti digitali, con benefici per tutto il sistema.

In questa direzione vanno anche i vantaggi aggiuntivi che garantiamo tramite Nexi Pay e Yap ai clienti delle nostre banche partner, crediamo sia importante fare la nostra parte e offrire uno stimolo in più a partecipare”. 

Commenti Facebook: