Costi e prezzi di riparazione delle componenti di Galaxy S6 e S6 Edge

Galaxy S6 e Galaxy S6 edge sono i migliori smartphone mai prodotti da Samsung, a detta della pressoché totalità della critica specializzata. I prezzi di listino praticati in Italia e negli altri mercati sono noti. Grazie a SamMobile, sito web specializzato su tutto ciò che bolle in pentola nelle cucine della casa sudcoreana, è possibile conoscere anche i costi di alcune componenti impiegate da Samsung e le cifre richieste per la riparazione delle medesime. 

Galaxy S6 e Galaxy S6 edge: costi e prezzi di riparazione delle componenti
Per riparare il display di Galaxy S6 servono 200 euro

Lo staff di SamMobile è riuscito a ottenere informazioni riguardanti i costi di alcune componenti di Galaxy S6 e Galaxy S6 edge e i prezzi praticati da Samsung per la riparazione delle componenti medesime.

Confronta tariffe con Galaxy incluso

Il display di Galaxy S6 costa circa 100 euro e il prezzo di riparazione si attesta sui 200 euro circa.

Il display di Galaxy S6 edge costa circa 145 euro e il prezzo di riparazione si attesta sui 225 euro circa.

Per riparare soltanto il vetro che copre il display (errata corrige) posteriore di Galaxy S6 e Galaxy S6 edge, la cifra richiesta da Samsung si attesta sui 50 euro circa.

Identici sono i costi e i relativi prezzi di riparazione del modulo della fotocamera principale (circa 35 euro e circa 75 euro rispettivamente) e del modulo della fotocamera anteriore (circa 13 euro e circa 50 euro rispettivamente).

La batteria da 2550 mAh (milliamperora) di Galaxy S6 costa circa 13 euro, mentre quella da 2600 mAh di Galaxy S6 edge costa circa 12 euro. Il prezzo di riparazione (sostituzione) è identico per entrambi i modelli e si attesta sui 50 euro circa.

Si ricorda che comprare Galaxy S6 al prezzo di listino e in un’unica soluzione significa spendere 739 euro per la versione con 32GB di memoria interna e 849 euro per quella da 64GB. L’impegno di spesa cresce per l’acquisto di Galaxy S6 edge, con Samsung a chiedere 889 euro per il taglio da 32GB e 999 euro per quello da 64GB.

È possibile rateizzare l’impegno di spesa sottoscrivendo una delle offerte confezionate dagli operatori di telefonia mobile che in Italia distribuiscono i due modelli di smartphone di ultima generazione firmati Samsung. Si deve tuttavia mettere in conto il costo del piano tariffario Ricaricabile o Abbonamento sottoscritto al momento dell’acquisto.

 

Un’altra soluzione consiste nell’andare a caccia di promozioni e sconti praticati offline e online dalla grande distribuzione specializzata in elettronica di consumo oppure dai venditori che operano in via esclusiva attraverso Internet.

Commenti Facebook: