Come velocizzare smartphone Android: 7 consigli

La piattaforma Android è senza dubbio il sistema operativo mobile dominante sul mercato, presente su tantissimi modelli e in varie versioni: nonostante abbia notevoli punti di forza e negli ultimi anni sia diventato un software maturo, non solo nelle prestazioni ma anche a livello grafico, c’è da dire che molti smartphone basati su Android, soprattutto nella fascia bassa e mediobassa, soffrono di alcuni problemi, che sopraggiungono generalmente dopo un po di tempo.

Come migliorare le prestazioni di smartphone Android vecchi o meno dotati

I rallentamenti, purtroppo, rappresentano un’inesorabile “malattia” per i dispositivi meno performanti e possono minare seriamente l’esperienza utente, impossibilitati o quasi a compiere le più semplici operazioni e a utilizzare le vostre tariffe cellulari al meglio. Il noto sito Internet di settore Boy Genius Report si è occupato proprio ieri di questo tema, offrendo degli interessanti consigli che voglio citare in questa pagina, aggiungendo anche altri consigli in maniera tale da offrirvi una piccola guida su come velocizzare uno smartphone Android. Partiamo subito!

1. Evitate le troppe animazioni

Le transizione tra una homescreen e l’altra, tra la home e l’accesso al menu, etc… sono sicuramente belle da vedere e particolari, ma nei telefoni Android meno dotati tecnicamente questi effetti potrebbero pesare notevolmente sulle prestazioni generali. Come fare, quindi? Seguite questi semplici step:

  • entrate nel menu Impostazioni e su Info telefono;
  • individuate la riga “numero di build” e tappateci sopra sette volte, anche se sembra che non accada nulla;
  • in questo modo attiverete una nuova sezione, “Opzioni sviluppatore”, che troverete tra le impostazioni;
  • individuate le voci “Scala animazione finestra”, “Scala animazione transizione” e “Scala durata Animazione”;
  • disabilitatele oppure velocizzatele ancora di più, scegliendo valori bassi (ad esempio 0,5x);
  • riavviate e vi renderete conto che la velocità sarà superiore rispetto a prima.

come-velocizzare-smartphone-android

2. Usate browser leggeri o app ad hoc per velocizzare la navigazione

Tra i programmi di navigazione più leggeri e meno affamati di RAM e dati vi segnaliamo Opera Mini, un browser interessante, vero e proprio indispensabile per i vecchi smartphone o per i telefoni economici, semplice da usare ed essenziale. E’ scaricabile facilmente dal Google Play in modo gratuito.

Un’altro tool interessante è Chrömer, un programma che può essere considerata una sorta di versione light di Chrome: consente, infatti, di aprire link da altre applicazioni (come ad esempio tramite Whatsapp o Facebook Messenger) in modo veloce e senza dover aprire il browser. In pratica è una sorta di mini Chrome che si aprirà all’interno dell’app che state utilizzando. Il software richiede davvero poca memoria ed è legato a doppio filo all’app Chrome (comprese password e altri dati salvati su quest’ultimo).

Inoltre, su Android è possibile scegliere dei “launcher” alternativi a quello presente sul vostro telefono: sono delle app che vi cambieranno l’interfaccia e in molti casi potrebbero velocizzarla notevolmente. Lo store Android ne è ricco: tra i più leggeri, utilizzati e gratuiti vi segnaliamo Nova Launcher, Smart Launcher e il launcher di Google (Avvio applicazioni Now).

Da ricordare che è possibile scaricare le app sia con il Wi-fi che con Internet mobile, se tra le impostazioni Google Play avete attivate questa opzione.

speed-up-and-boost-your-android-performance

3. Come velocizzare smartphone Android: disinstallate Facebook

Se non siete dei grandi utilizzatori di Facebook o state pensando di disintossicarvi dal comportamento social networking compulsivo, forse questo consiglio sarà per voi uno dei più facili da mettere in pratica: l’app Facebook consuma non solo RAM e potenza del vostro “debole” smartphone, ma anche molta batteria, riducendo drasticamente l’autonomia del telefono. In alternativa potreste utilizzare il browser per dare un’occhiata ogni tanto a notifiche, commenti e messaggi. Una rinuncia, quindi, che potrebbe far respirare l’hardware non eccezionale del vostro dispositivo.

Scopri tariffe con smartphone incluso

4. Disinstalla le applicazioni che non utilizzate e cancellate i dati inutili

Se avete delle app inutili o che non utilizzate, potete disinstallarle: più spazio libero su Android significa maggior velocità nelle operazioni. Purtroppo alcune app vengono installate in modo predefinito dal produttore o dall’operatore telefonico, quindi è probabile che non possiate rimuoverle (a meno che non effettuiate il cosiddetto “root”, ma in questo caso siete già degli esperti o degli smanettoni e questi consigli li seguite già!). Dal menu Impostazioni e nell’area Applicazioni, tuttavia, sarà comunque possibile disattivarle, cosi da farle pesare meno sui processi del vostro telefono.

Ovviamente è possibile liberare spazio anche cancellando dati inutili tra foto, musica e video. Inoltre sul marketplace di Google sono presenti dei programmini per la pulizia dello smartphone, alcuni molto validi e semplici da usare, come CCleaner e Clean Master.

android-world

5. Antivirus: è davvero utile?

Android è la piattaforma più diffusa e “aperta” e di conseguenza è quella con maggiori minacce: malware e altri tipi di virus sono dietro l’angolo e potrebbero incidere negativamente anche sulle prestazioni, non solo mettere a rischio i vostri dati personali. Bisogna installare un antivirus, quindi?

Forse andrò controcorrente, ma con il buonsenso e l’uso consapevole dello smartphone, potrete fare a meno anche di questo tipo di app: non voglio dire che siano inutili, sia chiaro, ma se le app vengono scaricate sempre su canali ufficiali, si fa attenzione a cosa si scarica e si evitano altri tipi di store e siti di dubbia provenienza, allora potreste anche fare a meno dell’antivirus, soprattutto su smartphone datati o non troppo performanti, dato che questi tool, sebbene siano rivolti a rendere l’uso del telefono avanzato ancora più sicuro, spesso incidono negativamente sulle prestazioni generali. Se, però, non vi sentite sicuri, cercate un antivirus tra i più noti sul Play Store che sia leggero e non troppo invasivo.

6. Riavviate il telefono

Una mossa semplice ma che in molti casi può risolvere problemi in apparenza gravi o rallentamenti improvvisi. Spegnete il device e riavviatelo: una volta riacceso, testate le funzionalità. Se tutto funziona al meglio e i rallentamenti non ci sono più, allora avete risolto, altrimenti potreste aver bisogno del punto successivo.

7. Ripristinate il telefono

E’ sicuramente l’ultima spiaggia, ma in molti casi potrebbe far rinascere letteralmente un vecchio smartphone Android, un prodotto difettoso, pieno di problemi a livello software o un terminale non al top per quanto riguarda la scheda tecnica, ormai riempito di app e dati. Dopo aver effettuato un backup dei vostri dati importanti (ATTENZIONE: SALVATEVI TUTTI I DATI IMPORTANTI PERCHE’ QUESTA OPERAZIONE LI CANCELLERA’ TUTTI), andate su Impostazioni, Backup e ripristino, Ripristina dati di fabbrica: il vostro telefono tornerà alle impostazioni originarie, come quando lo avete acquistato.

Scopri tariffe Internet mobile

jetpackdroid11

Questi sono alcuni dei consigli da tenere a mente per sapere come velocizzare uno smartphone Android. Ovviamente ce ne sono anche altri, ma servirebbero decine di pagine per discuterne e in certi casi è necessario avere una certa conoscenza di alcune pratiche (come lo sblocco o il root del telefono). Ad esempio, è possibile installare delle versioni di Android “alternative” e modificate, chiamate ROM, spesso molto ottimizzate e veloci, spesso addirittura migliori delle versioni ufficiali, in grado di far rinascere il vostro smartphone non troppo performante o di una certa età. Il sito di riferimento per questo tipo di pratiche è XDA Developers, in lingua inglese, ma trovate molte guide per ogni modello di telefono Android anche sulle community italiane più famose (come Androidiani, AndroidWorld, TuttoAndroid, SpazioAndroid, etc…).

Il consiglio, comunque, è quello di avere molta cautela nell’uso di queste tecniche, perché potrebbero danneggiare seriamente il vostro telefono e renderlo addirittura inutilizzabile. Informatevi bene prima o fatevi aiutare da persone più esperte.

Commenti Facebook: