Come comprare casa: la guida all'acquisto

Prima di firmare un documento, o di lasciare l'acconto per finalizzare l'affare, bisogna seguire una vera e propria guida all'acquisto su come comprare casa. Ipoteche e vizi dell'immobile sono sempre dietro l'angolo: meglio non correre rischi e scoprire insieme le insidie (ma anche le agevolazioni) relative alla compravendita immobiliare. Per il mutuo poi, meglio confrontare le offerte e non affidarsi alla prima proposta. Ecco passo dopo passo come acquistare casa in modo consapevole.

Come comprare casa: la guida all'acquisto

L’immobile sembra quello giusto e il mutuo è stato concesso: siete sicuri di aver fatto una scelta consapevole? Purtroppo sono diversi i proprietari  che dopo aver concluso l’atto di compravendita si ritrovano alle prese con una casa ipotecata e piena di vizi non dichiarati, oppure con un immobile acquistato a prezzo pieno senza godere di agevolazioni di diritto (come quelle per ristrutturazione o per l’acquisto di “prima casa”) e ancora, con un mutuo troppo costoso da sostenere. Bisogna sempre seguire una guida all’acquisto su come comprare casa: ecco quella di SosTariffe.it.

Comprare casa in tutta sicurezza

La scelta dell’immobile è forse la fase più importante della compravendita immobiliare. Ecco alcuni consigli per scegliere quello giusto e non incappare in truffe o vizi non dichiarati. La prima regola in ogni caso, è mai iniziare la ricerca dell’immobile senza aver considerato il budget a disposizione.
Confronta finanziamenti »
casa

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Guida all’acquisto su come comprare casa

  1. Chi si rivolge alle agenzie immobiliari deve sapere che queste trattengono un contributo che oscilla tra il 2 e il 5% sul prezzo stabilito dal proprietario. Tuttavia l’agenzia fornirà al potenziale acquirente tutti i documenti necessari a stabilire se la casa si trova in ottimo stato di manutenzione e soprattutto, se sulla stessa sono vantati diritti da terzi che potrebbero compromettere l’acquisto, come le ipoteche. Chi invece acquista da privato, dovrà occuparsi da solo di richiedere la visura catastale, utile per verificare la corrispondenza della proprietà, la categoria dell’immobile, l’effettiva ubicazione, il numero dei locali, la classe energetica, e l’inesistenza di vizi come ipoteche, pignoramenti o sequestri;
  2. Nella scelta della casa è importante che questa assolva alle esigenze del nuovo proprietario. E’ essenziale dunque valutare per chi è alla ricerca di un immobile commerciale o abitativo, la rispondenza delle caratteristiche dell’immobile alle proprie (numero di locali, bagni, presenza di aree condivise con condomini, spese condominiali da versare, grandezza dei locali etc etc…). Da non dimenticare, sono le verifiche relative allo stato di manutenzione dell’immobile, in particolare degli impianti idrici ed elettrici. Nel contratto di compravendita (sottoscritto tramite agenzia o da privato a privato) bisogna sempre verificare che quanto riportato nell’atto sia corrispondente alla realtà;
  3. Ogni regione italiana prevede agevolazioni speciali per chi acquista la prima casa (è il caso delle giovani coppie) o per chi esegue ristrutturazioni sostenendo spese ingenti. Prima di procedere all’acquisto è importante fare una ricerca mirata per conoscere quali agevolazioni sono applicabili e come richiederle. Per la ristrutturazione di immobili storici ad esempio, sono previste agevolazioni fino al 50% delle spese;
  4. In una guida all’acquisto su come comprare casa, non possono mancare informazioni sul mutuo. Il primo consiglio è quello di non fermarsi all’offerta del primo istituto, e confrontare le offerte prestiti online per trovare finanziamenti a tasso agevolato. Chi diventa titolare di un conto corrente in banca ad esempio, ottiene spesso condizioni vantaggiose sul mutuo relativo all’acquisto dell’immobile. La concessione del mutuo bancario è strettamente connessa alla possibilità da parte del contraente di assolvere al pagamento delle rate. Questo è il motivo per cui si consiglia di richiedere il prestito solo una volta ottenuti i documenti a garanzia del credito, ovvero un contratto di lavoro, buste paga e la firma di un garante. Nonostante ciò molti acquirenti, pur avendo sottoscritto il mutuo, decidono di affidarsi all’istituto della surroga (cambio della banca) per trovare tassi d’interesse minori e condizioni favorevoli che consentono di pagare casa risparmiando. Se vuoi passare ad altra banca e risparmiare sull’acquisto di casa utilizza il comparatore finanziamenti online di SosTariffe.it.
  5. Per finalizzare l’acquisto serve un atto notarile. Il venditore deve presentare al notaio l’atto di proprietà e il professionista, da parte sua, provvederà a tutti gli accertamenti. Chi vende casa in modo lecito sarà munito di tutti i documenti necessari e, in tal caso, sarà possibile bloccare l’immobile versando un acconto con un compromesso. Dopo circa 20 giorni dalla data di sottoscrizione dell’accordo tra venditore e acquirente sarà possibile stipulare il rogito notarile, che attesta l’effettiva nuova proprietà.
  6. Infine, per comprare casa in tutta sicurezza, è importante sincerarsi dell’assenza di eventuali pendenze da parte del vecchio proprietario o dei vecchi inquilini, come bollette insolute.

Mutuo online e surroga: chi cambia banca risparmia

Chi dice addio al vecchio mutuo può risparmiare fino al 20% su rate e interessi. Negli ultimi dieci mesi del 2015 infatti le surroghe, ovvero il cambio banca, si attestano al 66,6% del totale dei mutui concessi. La possibilità di ottenere condizioni mutuo migliori alletta non poco i consumatori, che possono passare da un tasso fisso ad uno variabile e viceversa rinegoziando lo spread. I primi mesi del 2015 hanno segnato la differenza rispetto al 2014, con un erogazione di mutui aumentata dell’86,1%.

Le giovani coppie e le famiglie alle prese con l’acquisto della prima casa sembrano più fiduciose, e gli istituti di credito, dopo la caduta dei tassi sui titoli di stato, hanno riconsiderato i mutui come prodotti idonei ad aumentare i propri introiti. Uno degli strumenti a disposizione delle famiglie per risparmiare, è proprio la surroga nel mutuo. Per confrontare ora le offerte delle banche utilizza il comparatore di SosTariffe.it.
Confronta offerte mutuo »