Cashback su luce e gas: è possibile richiedere il rimborso per le bollette?

A partire dallo scorso 8 dicembre è partito il programma Piano Italia Cashless con il primo periodo di cashback, denominato "extra cashback di Natale", che garantisce la possibilità di ottenere un rimborso del 10% sulle spese effettuate, in negozio, con carta di pagamento. Ecco tutto quello che c'è da sapere sul cashback su luce e gas e sulla possibilità di ottenere il rimborso per le bollette da pagare nel corso dei prossimi mesi.

Cashback su luce e gas: è possibile richiedere il rimborso per le bollette?

Questo mese è partito il Piano Italia Cashless ed, in particolare, il nuovo extra cashback di Natale con la possibilità di ottenere un rimborso del 10% delle spese effettuate, pagando con carta al posto dei contanti, in negozio. Il programma, dopo il periodo sperimentale di Natale, continuerà anche nei prossimi mesi. Il cashback del 10% è previsto anche per i prossimi 3 semestri. Contemporaneamente prenderà il via l’iniziativa Supercashback, con un premio di 3.000 euro per chi effettuerà il maggior numero di transazioni con carta, e la Lotteria degli Scontrini, con premi in denaro legati agli scontrini.

Il cashback del 10% delle spese è disponibile su diverse tipologie di acquisti. E’ possibile ottenere il rimborso delle bollette sfruttando il cashback su luce e gas?

Bollette luce e gas e cashback: si può fare?

Il funzionamento del cashback sulle spese degli italiani è definito da specifiche norme. Al momento, quindi, non è possibile ottenere un rimborso delle bollette di luce e gas pagate con addebito automatico su conto corrente o carta di credito. Allo stesso modo, non sarà possibile ottenere il rimborso delle bollette pagate con il tradizionale bollettino postale, presso una qualsiasi ricevitoria abilitata o un ufficio postale. Il cashback è escluso anche in caso di pagamento delle bollette tramite POS virtuale sul sito del proprio fornitore o altre soluzioni similari.

Ricordiamo che per poter essere compatibili con il cashback di Stato, i pagamenti effettuati dovranno rispettare requisiti specifici. Saranno compatibili con il cashback:

  • le transazioni effettuate in negozio con carta di pagamento (sono esclusi sia i pagamenti in contanti che gli acquisti online)
  • le transazioni effettuate in negozio presso esercenti il cui circuito di pagamento aderisce all’iniziativa del Piano Italia Cashless (l’utente può chiedere informazioni sull’adesione all’iniziativa direttamente all’esercente)

In linea di massima, sono compatibili con il cashback di Natale e saranno compatibili con il programma cashback che partirà a gennaio 2021 tutte le spese che rientrano nelle seguenti categorie:

  • generi alimentari
  • farmaci e spese mediche
  • conti di artigiani e professionisti, quali meccanici, gommisti, elettricisti, idraulici, ingegneri
  • abbigliamento
  • elettrodomestici ed elettronica di consumo
  • bar e ristoranti
  • parrucchieri e servizi per la cura della persona
  • carburante

Per quanto riguarda le bollette di luce e gas, al momento, il risparmio passa per altre opzioni. Il cashback rappresenta un’ottima occasione per ridurre le spese mensili per gli italiani ma il rimborso è previsto solo per una serie ben definita di spese. Per dare un taglio alle bollette, invece, sarà opportuno valutare soluzioni.

Come risparmiare sulle bollette di luce e gas anche senza cashback

Il cashback può garantire un rimborso del 10% delle spese (sino ad un massimo di 15 euro complessivi per transazione e sino a 150 euro complessivi per il periodo di riferimento). Per quanto riguarda le bollette di luce e gas, invece, i margini di risparmio possono essere anche superiori. Per dare un taglio alle bollette energetiche è possibile affidarsi a diverse opzioni:

  • ridurre i consumi puntando sull’efficienza (degli elettrodomestici o della caldaia a gas)
  • evitare gli sprechi di energia
  • tagliare il costo dell’energia elettrica e del gas naturale puntando sulle migliori offerte del mercato libero

Il taglio del costo dell’energia è la soluzione più semplice da mettere in pratica e, soprattutto, quella che garantisce il maggior risparmio sulle bollette. Individuando le migliori offerte luce e gas del mercato libero, infatti, sarà possibile dare un taglio netto alle bollette grazie alla possibilità di ridurre al minimo il costo dell’energia. Tale parametro, infatti, rappresenta l’unico elemento su cui gli utenti possono intervenire per minimizzare l’importo delle bollette.

Per individuare le migliori tariffe luce e gas del mercato libero è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce e gas oppure l’App di SOStariffe.it, disponibile gratuitamente sul Google Play Store e sull’Apple AppStore. Con la comparazione online delle offerte è possibile individuare, facilmente, le soluzioni più vantaggiose del momento tra le tante proposte presenti sul mercato libero. I margini di risparmio sono notevole, in particolare per chi è ancora nel mercato tutelato.

Scopri le migliori offerte luce e gas »

Per chiarire i margini di risparmio garantiti dalle migliori offerte del mercato libero andiamo a fissare il profilo di un “cliente tipo” (consumo annuo di 2700 kWh di energia elettrica e 1400 Smc di gas naturale). Per tale profilo di consumo, le migliori offerte luce e gas di dicembre 2020 garantiscono un risparmio considerevole. Attivando la soluzione migliore per l’energia elettrica, infatti, è possibile ridurre i costi annuali della fornitura sino a circa 443 euro con un risparmio stimato rispetto al mercato tutelato di circa 70 euro.

Per il gas naturale, inoltre, i margini di risparmio sono ancora maggiori. In questo caso, infatti, la migliore offerta del mercato libero riduce la spesa annuale per la fornitura sino a circa 780 euro. Rispetto al mercato tutelato, si ottiene un risparmio stimato di circa 170 euro. Complessivamente, quindi, il “cliente tipo” che passa dal mercato tutelato al mercato libero a dicembre 2020 registrerà un risparmio annuale di circa 240 euro sulle bollette.

Da notare, inoltre, che i risparmi garanti dal mercato libero non finiscono qui. Le opzioni a disposizione degli utenti sono numerose. Grazie alla comparazione è possibile individuare le tariffe più vantaggiose andando a considerare anche alcuni fattori aggiuntivi come la possibilità di sfruttare l’opzione del prezzo bloccato per l’energia (per 12, 18 o 24 mesi in base alle offerte del fornitore) o altri vantaggi come buoni sconto e altri regali di benvenuto.

In linea di massima, per risparmiare sulle bollette luce e gas, la strada migliore è rappresentata dall’attivazione delle migliori offerte luce e gas del mercato libero. Basteranno pochi minuti, grazie alla comparazione online, per individuare le tariffe più vantaggiose per ottenere un risparmio significativo. Successivamente, sarà possibile puntare sull’attivazione online delle offerte, per velocizzare la procedura di attivazione della nuova fornitura. Per sottoscrivere online una nuova tariffa luce o gas basterà fornire:

  • i dati anagrafici ed un documento dell’intestatario della fornitura
  • il codice POD, per l’energia elettrica, e il codice PDR, per il gas naturale (questi codici sono disponibili su precedenti bollette)
  • le coordinate IBAN, per la domiciliazione, e dei riferimenti di contatto (indirizzo e-mail e numero di cellulare)

L’attivazione delle nuove offerte luce e gas non prevede costi iniziali. Da notare, inoltre, che è garantita la continuità della fornitura e non sarà necessario cambiare il contatore nel passaggio al nuovo fornitore. Nel giro di poche settimane, tutte le pratiche tecniche e amministrative verranno completate e sarà possibile iniziare a risparmiare sulle bollette.

Come sfruttare il cashback e le altre iniziative del piano cashless

Il cashback rappresenta un’occasione importante di risparmio per le famiglie italiane. Già a partire da questo mese di dicembre, infatti, ogni cittadino italiano può ottenere un rimborso del 10% delle spese effettuate in negozio con carta di pagamento. Il rimborso verrà poi accreditato, tramite bonifico, sul conto corrente dell’utente. L’intera procedura può essere eseguita tramite l’App IO a cui effettuare l’accesso utilizzato lo SPID o la Carta di Identità Elettronica.

Il cashback si articola in quattro diversi periodi:

  • extra cashback di Natale valido sino al 31 dicembre 2020: rimborso del 10% delle spese sostenute sino ad un massimo di 150 euro (spesa totale di 1500 euro, numero di transazioni minime pari a 10)
  • cashback standard valido per il primo e secondo semestre del 2021 e per il primo semestre del 2021; per ogni semestre è previsto un rimborso del 10% delle spese effettuate sino ad un massimo di 150 euro (spesa totale di 1500 euro, numero di transazioni minime per ottenere il cashback nel semestre pari a 50)

A disposizione degli utenti, inoltre, ci sarà, a partire dall’inizio del 2012, anche il Supercashback. Si tratta di un premio di 3000 euro che verrà riconosciuto ai 100.000 cittadini che avranno effettuato il maggior numero di transazioni con carta di pagamento, a prescindere dall’importo. Il premio verrà accreditato, alla fine del periodo di validità, sul conto corrente dei vincitori.

A completare le caratteristiche del programma Cashless, infine, ci sarà la Lotteria degli Scontrini. Per ogni scontrino si avranno a disposizione dei codici univoci da utilizzare per partecipare a delle estrazioni con premi in denaro. In particolare, ogni scontrino genera un numero di biglietti virtuali della lotteria pari ad un biglietto per ogni euro di spesa. Il programma, a partire da inizio 2021, prevede estrazioni settimanali, mensili e un’estrazione annuale.

Ci saranno, inoltre, delle estrazioni speciali, con premi incrementati, per gli scontrini legati a pagamenti effettuati con carta di pagamento. Sia per il Supercashback che per la Lotteria degli Scontrini non sono validi gli acquisti online.

Commenti Facebook: