Carte di credito e di debito, Parlamento Europeo fissa tetto alle commissioni

Il Parlamento Europeo ha approvato i nuovi massimali per le commissioni interbancarie legate ai pagamenti con carte di credito, bancomat e prepagate. I rivenditori al dettaglio potranno accettare solo le carte che rispettano i massimali. La normativa è stata approvata in sessione plenaria ad ampia maggioranza, con 621 voti a favore, 26 contrari e 29 astenuti.

Fissati i tetti alle commissioni interbancarie

Commissioni carte di credito: cosa cambierà?

Sono stati previsti dei tetti alle commissioni che le banche potranno applicare ai pagamenti elettronici a carico dei commercianti, facendo una distinzione tra i pagamenti con carta di debito e quelli con carta di credito, e tra pagamenti nazionali e pagamenti transfrontalieri (cioè transazioni fra soggetti di Paesi diversi).

Quanto alle carte di debito il massimale è pari allo 0,2% del valore della transazione per operazioni transfrontaliere, mentre per i pagamenti nazionali è prevista un periodo transitorio di 5 anni: in questo periodo gli Stati membri hanno facoltà di fissare massimali allo 0,2% del “valore complessivo annuo delle operazioni nazionali tramite carta di debito all’interno di ciascun circuito di carte di pagamento”; terminato questo periodo si applicherà lo stesso tetto dello 0,2% sul valore della singola transazione, come nelle operazioni transfrontaliere.
Confronta le migliori carte di credito
Inoltre, per le transazioni minori effettuate con carte di debito nazionali gli Stati membri potranno stabilire una commissione massima di 0,05 euro per ogni transazione alla scadenza di un periodo di transizione di cinque anni.

Per le operazioni con carta di credito il massimale stabilito è dello 0,3% del valore della transazione, mentre per le transazioni con carte di credito nazionali gli Stati membri avranno facoltà di prevedere un massimale inferiore.

E’ stato infine stabilito che i rivenditori al dettaglio che sceglieranno un circuito di carte di pagamento, potranno accettare solo quelle carte che, all’interno di quello stesso circuito, rispettano i massimali.

Secondo il relatore del testo normativo, il parlamentare spagnolo del PPE Pablo Zalba, “questa legislazione, insieme all’imminente direttiva sui servizi di pagamento, creerà regole uguali per tutti i pagamenti effettuati in Europa” e servirà a “migliorare la trasparenza delle commissioni, stimolare la competizione e permettere a rivenditori e utilizzatori di scegliere il proprio sistema di pagamento con carta secondo le condizioni più vantaggiose”.

Commenti Facebook: