Calcolo stipendio netto: come fare

Chi è alla ricerca di lavoro sa bene che speso serve fare un calcolo veloce, anche mentale, di quanto sarà lo stipendio netto a partire da una retribuzione al lordo. In effetti, durante un colloquio di lavoro, ci viene proposto un contratto al lordo, al quale bisogna togliere tasse e contributi per arrivare alla cifra che sarà effettivamente percepita da noi. Ecco una semplice guida al calcolo stipendio netto.

calcolo stipendio netto
E' possibile calcolare rapidamente lo stipendio netto: ecco come fare

Per aiutarvi a capire se una proposta di contratto lavorativo che abbiamo ricevuto è conveniente o meno, ci proponiamo una brevissima guida per calcolare lo stipendio netto, partendo da un importo al lordo.

Calcolo stipendio netto veloce

Se vogliamo sapere di quanto sarà lo stipendio netto a partire da una cifra lorda durante un colloquio, sicuramente non avremo tempo per metterci a fare calcoli precisi; tuttavia, un’idea approssimativa la si può avere detraendo un 25% della somma al lordo. 

Ad esempio, se ci viene proposto uno stipendio lordo mensile di 1.500 euro, il calcolo da effettuare è semplicissimo, ovvero basta togliere un quarto dell’importo: 1.500 x 25% = 375 euro. Questa sarebbe la cifra approssimativa delle detrazioni che verranno applicate al nostro lordo. Quindi, la busta paga che riceveremo ogni mese sarà di 1.500 euro – 375 euro = 1.125  euro.

Detrazioni sulla busta paga: quali sono

Se siamo a casa con più tempo e vogliamo avere un’idea più precisa dello stipendio netto dobbiamo conoscere quali sono i fattori detrattivi o contributi previdenziali, ovvero:

  • IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche);
  • IVS (per l’invalidità, vecchiaia e superstiti, ovvero imposte per la pensione da versare all’INPS) ;
  • le imposte dovute per l’addizionale regionale e comunale.

Esistono poi alcuni contributi previsti unicamente in determinati contratti; ad esempio per gli impiegati di studi professionali vi sono i contributi CADIPROF (Cassa di Assistenza Sanitaria Supplementare per i Dipendenti con CCNL Studi Professionali).

Vi sono però fattori che agevoleranno il nostro stipendio, riducendo le detrazioni previste dal sistema contributivo, come ad esempio avere a carico una moglie e/o figli aumenteranno la remunerazione mensile.

Siccome parliamo di calcoli piuttosto complessi, vi consigliamo di utilizzare un calcolatore online, dove è possibile inserire i propri dati e calcolare con maggior precisione lo stipendio netto.

Infine, se siete interessati anche a tagliare le spese domestiche, vi ricordiamo che conviene sempre cambiare fornitore luce, gas, telefonia, ADSL, etc per approfittare dei prezzi più agevolati previsti per i nuovi clienti. Così facendo si possono risparmiare ben 300 euro circa su luce e gas, oltre 200 euro evitando pagare il canone Telecom con una tariffa ADSL casa ed altro ancora.

Per maggiori informazioni consultate i nostri comparatori gratuiti e indipendenti:
Confronta offerte luce

Commenti Facebook: