Modulo Bonus PC: come inoltrare la richiesta del contributo


Il bonus PC è un contributo economico previsto per le famiglie con ISEE inferiore a 20.000 euro, introdotto dal decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1° ottobre 2020.

migliori offerte internet

Vediamo di seguito quali sono le caratteristiche del voucher da 500 euro, come usare il modulo bonus PC per ottenerlo e la differenza presente tra la prima e la seconda fase, quando la misura potrà essere richiesta anche dalle aziende e dalle famiglie con ISEE fino a 50.000 euro.

A chi spetta il bonus PC

Nella prima fase di attuazione del decreto, che prevede l’erogazione del bonus PC, il voucher di 500 euro per l’attivazione di una connessione a Internet con banda ultralarga e di un PC o tablet potrà essere richiesto dalle famiglie con ISEE fino a 20.000 euro, che in Italia sono ben 480.000, per un totale di 2,2 milioni di persone.

Il bonus sarà versato secondo un criterio legato alla tempistica di richiesta, ovvero sarà erogato sulla base di chi fa domanda per primo, fino all’esaurimento delle risorse economiche messe a disposizione dallo Stato.

Il bonus PC e tablet potrà essere richiesto fino al 1° ottobre 2021 e sarà previsto un solo contributo economico per ciascun nucleo familiare.

Scopri le migliori offerte del mercato

Cosa cambia con la seconda fase

La seconda fase sarà caratterizzata dall’erogazione del beneficio anche alle famiglie che hanno un ISEE che non supera i 50.000 euro, che sono ben 1.604.640: in questo caso, l’importo del bonus sarà pari a 200 euro.

Sempre nella seconda fase il bonus PC spetterà anche alle aziende, le quali potranno ricevere il seguente contributo:

  • fino a 500 euro, per l’attivazione di una connessione Internet che permetta di raggiungere almeno i 30 Mbps;

  • fino a 2.000 euro per l’attivazione di offerte Internet casa in fibra ottica, ovvero in grado di raggiungere la velocità massima di 1 Gbps.

I requisiti di rete

Il requisito economico non è il solo che deve essere rispettato al fine di ricevere il bonus PC destinato a famiglie e aziende. L’obiettivo del bonus è quella di portare le famiglie che non hanno Internet a casa ad attivare un’offerta, oppure quelle che hanno una connessione che viaggia fino a 30 Mbps a sottoscrivere una tariffa in fibra ottica.

La regola per usufruire del bonus PC attraverso l’invio dell’apposito modulo prevede infatti che:

  • l’utente che non ha una connessione ne scelga una con una velocità di almeno 30 Mbps, con una banda minima garantita di 15 Mbps in download e 7,5 Mbps in upload;

  • chi ha già una rete che viaggia a 30 Mbps deve invece optare per la miglior soluzione attualmente disponibile, ovvero la fibra ottica che viaggia fino a 1 Gbps.

Nella prima fase, il bonus PC da 500 euro non potrà essere ottenuto da chi non rispetta i parametri appena elencati e, al contempo, ha anche un ISEE che supera i 20.000 euro.

Modulo bonus PC: come si richiede

Per fare richiesta del bonus PC e connessione 2020, sarà necessario rivolgersi a uno degli operatori che propongono offerte Internet casa: il PC o il tablet non potranno essere ottenuti senza l’attivazione di una connessione a Internet.

Nella pratica, il bonus sarà applicato sotto forma di sconto diretto sul canone della connessione, o su eventuali costi di attivazione. L’operatore telefonico scelto fornirà in seguito il modem per connettersi a Internet e il PC o tablet scelto dall’utente.

In un secondo momento l’operatore di telefonia fissa riceverà da Infratel il rimborso sullo sconto applicato, che potrà essere ottenuto seguendo una procedura di convenzione e di registrazione.

Gli utenti che intendono godere del bonus PC e connessione dovranno utilizzare il modulo presente sul sito di Infratel inoltrandolo all’operatore scelto per la sottoscrizione di una nuova offerta Internet casa.

Il contenuto del modulo bonus PC

Il modulo bonus PC contiene le seguenti dichiarazioni:

  • che nell’unità abitativa del nucleo familiare a cui si appartiene non è attivo alcun servizio di connettività con velocità pari ad almeno 30 Mbit/s;

  • che si vuole utilizzare il modem/router fornito dall’operatore, oppure che si vuole acquistare/utilizzare un modem/router di propria scelta;

  • che il reddito ISEE del nucleo familiare a cui si appartiene è inferiore a 20.000 euro.

Il PC o il tablet che si riceveranno effettuando la richiesta del relativo bonus saranno segnati da un vincolo contrattuale di 12 mesi, al termine dei quali il dispositivo elettronico diventerà di proprietà dell’utente.

Qualora quest’ultimo decidesse di cambiare operatore, potrebbe farlo continuando a ricevere lo sconto sul canone della nuova offerta: il PC o il tablet ricevuto dal primo operatore resterebbe nelle mani dell’utente.

Le offerte tra le quali scegliere saranno disponibili a partire dal 19 ottobre sul sito voucherbul.infratelitalia.it, piattaforma online dall’8 ottobre, alla quale gli operatori di telefonia mobile si sono potuti accreditare già dal 20 settembre scorso. Per la prima fase, le promozioni Internet casa saranno consultabili anche sul sito bandaultralarga.italia.it.

Le sanzioni previste

Gli utenti che intendono ricevere il bonus PC e tablet dovranno fornire delle autocertificazioni per dimostrare di essere in possesso dei requisiti previsti, ma ci saranno comunque dei controlli che saranno effettuati per conto del Mise.

Sarà la stessa Infratel Italia, con il sostegno delle autorità competenti, a occuparsi del controllo sui requisiti stabiliti dalla legge, sia quelli relativi al reddito sia quelli riguardanti la connessione alla banda ultralarga.

Nel caso in cui, in seguito alle verifiche effettuate, Infratel dovesse riscontrare delle anomalie o la presenza di dichiarazioni mendaci, si procederebbe con il decadimento del beneficio economico, oltre che con l’applicazione di eventuali altre sanzioni.

Di contro, nell’ipotesi in cui il cliente che ha attivato la connessione Internet casa dovesse subire dei disservizi, oppure la velocità di connessione non corrispondesse a quanto prevista dall’offerta, avrebbe la possibilità di disdire entro 12 mesi. In questo caso, il provider di servizi Internet dovrebbe rimborsare a Infratel Italia il totale del voucher e pagare anche una penale pari al 20% del suo valore.

Quali sono le caratteristiche tecniche minime dei PC o dei tablet richiedibili

Gli utenti che fanno richiesta di utilizzo del bonus PC o tablet, che nella prima fase sarà pari a 500 euro, avranno la possibilità di ricevere un PC oppure un tablet con delle caratteristiche tecniche minime.

In particolare, per il PC si tratta di:

  • CPU 4 core, con almeno 2 GHz o superiori;

  • RAM, con un minimo di 8 GB o superiore;

  • schermo con dimensioni maggiori di 14 pollici;

  • schermo con risoluzione HD 1366×768 o superiore;

  • memoria interna di almeno 256 GB o superiore;

  • connettività in versione Wi-Fi, Bluetooth, USB;

  • fotocamera da almeno 8 Mpx ƒ/1.9;

  • autonomia di almeno 8 ore o superiore;

  • audio integrato.

Per quanto riguarda, invece, i requisiti minimi del tablet, si tratta di:

  • CPU 4 core, con almeno 2 GHz o superiori;

  • RAM, con un minimo di 4 GB o superiore;

  • schermo con dimensioni maggiori di 10 pollici;

  • schermo con risoluzione in full HD, di almeno 1.080 pixel o superiore;

  • memoria interna di almeno 64 GB o superiore;

  • connettività in versione Wi-Fi, Bluetooth, USB;

  • fotocamera da almeno 8 Mpx ƒ/1.9;

  • batteria di almeno 6000 mAh o superiore.

Gli obiettivi del bonus PC

L’obiettivo alla base dell’erogazione del bonus PC è molto più ampio rispetto alla semplice applicazione di uno sconto e al garantire la disponibilità di un computer alle famiglie con redditi più bassi.

Fa parte, infatti, del tentativo di far attivare connessioni migliori in tutta Italia, all’interno di un progetto più grande che mira alla diffusione della miglior velocità di rete su tutto il territorio nazionale.

Vi rientra, per esempio, il cosiddetto Piano scuole, che vuole garantire alle scuole una connettività di almeno 1 Gbps in download, quindi quella della fibra ottica, i cui limiti attuali sono stati evidenziati durante il lockdown e il relativo obbligo della didattica a distanza.

Secondo i dati di AGCOM, infatti, il 12,7 % degli studenti non ha potuto accedervi a causa di una connessione Internet inadeguata o dell’assenza di PC in casa. Facendo un altro esempio, soltanto il 5,9% delle scuole nei piccoli Comuni è raggiunta dalla fibra ottica.

D’altra parte, i dati di Infratel Italia evidenziano che il 96% del Paese è coperto da una velocità di connessione che può raggiungere almeno i 30 Mbps, e che di tale percentuale il 45,4% riesce a raggiungere 1 Gbps.

Nonostante in potenza la maggior parte degli italiani potrebbe disporre di connessioni ottimali, nella pratica soltanto 10 milioni di famiglie hanno un contratto Internet casa che viaggia ad almeno 30 Mbps, e soltanto 1,2 milioni arriva alla velocità di 1 Gbps.

Questi dati dimostrano da un lato quanto il mercato della telefonia fissa sia variabile e ci siano continui miglioramenti rispetto alla copertura di rete, dall’altro il fatto che spesso gli utenti non riescono a cogliere le possibilità reali delle quali dispongono in quanto non si aggiornano rispetto ai trend e alle novità di mercato.

Ai consumatori che volessero usufruire del bonus PC e attivare pertanto una nuova offerta Internet casa, si consiglia di fare un’analisi comparativa delle promozioni disponibili e di effettuare una verifica della propria copertura di rete: si potrebbe scoprire, in pochi secondi, che si può navigare con la fibra ottica invece che con la connessione, lenta, della quale si dispone in questo momento.

Migliori offerte Black Friday 2020: promozioni Internet casa novembre 2020

Il Black Friday 2020 è finalmente in arrivo: nel corso di tutta la settimana saranno disponibili offerte eccezionali alle quali si potrà avere accesso nei settori più disparati: ecco quali sono quelle che riguardano il mondo delle promozioni Internet casa. 

Offerte Fastweb Casa per già clienti e abbonati: le offerte di novembre 2020

Fastweb è un vero e proprio punto di riferimento del mercato di telefonia italiano. L'operatore da tempo ha un ruolo di leader per quanto riguarda i servizi in fibra ottica e continua a crescere anche nel settore di telefonia mobile. Ecco quali sono le offerte Fastweb Casa per già clienti e abbonati relative al mese di novembre 2020 e come fare a sfruttare le migliori soluzioni proposte dall'operatore in queste settimane.

Come avere Internet in casa senza telefono fisso: le offerte di novembre 2020

Internet casa senza telefono fisso: è possibile attivare una connessione Internet casa che abbia queste caratteristiche oggi? Ecco tutto quello che c’è da sapere nel caso in cui si volesse attivare una nuova offerta. 
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno