Come sbloccare una SIM senza PUK?


Il codice PUK è l’unico mezzo per sbloccare una SIM quando si sbaglia troppe volte a inserire il PIN sul telefono. La sequenza di numeri viene consegnata all’utente dal suo operatore di telefonia mobile al momento dell’acquisto della SIM ma può capitare di perderlo o dimenticarlo. Ecco come recuperarlo o come sbloccare una SIM senza PUK.

offerte SIM dati

PIN e PUK: cosa sono

PIN (Personal Identity Number) e PUK (Personal Unblocking Key) sono codici di sicurezza associati a una SIM mobile. Il primo è composto da 4 cifre e viene utilizzato per impedire l’utilizzo al telefono e l’accesso ai propri dati da parte di terzi. Il PIN si può modificare a piacimento. Quando si sbaglia a digitarlo per più di 3 volte consecutive la SIM si blocca.

Il codice PUK si compone di 8 cifre e si utilizza per sbloccare una SIM bloccata. La stringa non è modificabile e se non viene inserita in modo corretto per più di 10 volte la scheda telefonica viene bloccata definitivamente e si è costretti a sostituirla.

Entrambi i codici vengono forniti al momento dell’acquisto della SIM e sono apposti sulla scheda plastificata che la contiene sotto la striscia argentata. Il consiglio è quindi quello di custodirla o almeno di segnarsi i codici su un pezzo di carta. Meglio evitare di salvarli sul telefono per evitare che in caso venga smarrito o rubato possano essere utilizzati per sbloccarlo.

Come sbloccare una SIM senza PUK

WindTre

WindTre ai suoi clienti permette di recuperare il codice PUK accedendo all’Area Clienti sul proprio sito. Fatto questo basta selezionare la linea telefonica che ci interessa e cliccare su Recupera PUK della propria SIM. Dall’app WindTre è sufficiente effettuare il login, selezionare la linea telefonica e cliccare su Info Linea per visualizzare il PUK. Se si inserisce il codice in modo errato per più di 10 volte consecutive la SIM si blocca definitivamente e va sostituita presso un qualsiasi punto vendita di WindTre.

Vodafone

Vodafone consente di recuperare il PUK dal proprio sito dopo aver effettuato il login e selezionato il numero di cellulare bloccato. Il codice è visibile sulla propria pagina personale del Fai da te. Nel caso in cui venga inserito in modo errato per più di 10 volte consecutive è necessario provvedere alla sostituzione della SIM. Per farlo bisogna recarsi in un punto vendita di Vodafone. L’operazione ha un costo di 10 euro. La sostituzione è gratuita solo se la SIM è difettosa e non sono trascorsi 24 mesi dall’acquisto.

TIM

TIM è uno dei pochi operatori a non permettere di recuperare il PUK nel caso in cui lo si abbia smarrito o dimenticato. L’operatore obbliga i suoi clienti a sostituire la SIM presso uno dei suoi negozi. Lo stesso vale anche quando il codice viene inserito in modo non corretto per più di 10 volte consecutive. La nuova SIM avrà lo stesso numero di telefono.

Il Servizio Clienti 119 - si legge sul sito di TIM - per motivi di sicurezza non ha la possibilità di fornirti il PUK, trattandosi di un codice strettamente personale”.

Iliad

Per i clienti Iliadche hanno dimenticato il PUK, il codice è visibile effettuando il login nell’Area Personale sul sito dell’operatore all’interno della sezione I miei dati. Nel caso in cui venga inserito non correttamente per più di 10 volte è necessario sostituire la SIM contattando il Servizio Utenti al numero gratuito 177 o utilizzando una delle 700 Simbox sparse per il Paese. I distributori di SIM sono presenti nei 15 Iliad Store e oltre 300 corner presso le catene della grande distribuzione. Il costo di sostituzione della SIM è di 9,99 euro.

ho. Mobile

Nel caso in cui gli utenti di ho. Mobile non abbiano a disposizione il codice PUK possono visualizzarlo sull’app ho., accedendo all’area personale sul sito dell’operatore o chiamando il numero verde 800 688 788. Se il codice viene inserito in modo non corretto per più di 10 volte consecutive la SIM si blocca e per mantenere il proprio numero è necessario richiederne la sostituzione presso un qualsiasi punto vendita del gestore.

Kena Mobile

I clienti Kena Mobile possono recuperare i codici PIN e PUK accedendo all’Area Clienti MyKena dall’app o sul sito dell’operatore. Per farlo bisognerà inserire le proprie credenziale e il numero di telefono bloccato. In alternativa, è possibile ottenere il PUK chiamando il Servizio Assistenza Clienti 181. L’operatore vi richiederà di inviare il relativo modulo compilato via email all’indirizzo assistenzaclienti@kenamobile.ito tramite fax al numero 800.181.181. Il modulo si può scaricare online nella sezione Modulistica.

Very Mobile

Very Mobile permette di recuperare il codice PUK accedendo dall’app Very alla sezione Offerta. Da qui bisognerà poi cliccare sulla voce Info SIM e PUK. Nel caso in cui il codice venga inserito in modo scorretto per più di 10 volte consecutive la scheda telefonica si bloccherà automaticamente e bisognerà sostituirla. La richiesta può essere effettuata direttamente in negozio e si riceverà una SIM con lo stesso numero di telefono e credito residuo. L’operazione ha un costo di 10 euro, che saranno addebitati sul proprio credito residuo. La sostituzione della SIM è gratuita solo per malfunzionamento ed entro 24 mesi dall’acquisto.

Fastweb Mobile

I clienti di Fastweb Mobileche hanno smarrito il codice PUK possono richiederlo accedendo all’area clienti MyFastweb dal sito dell’operatore o dall’app. Nel caso in cui la SIM risulti bloccata per aver inserito non correttamente il PUK per più di 10 volte consecutive, si potrà richiederne la sostituzione in qualsiasi punto vendita del gestore. La SIM avrà lo stesso numero di telefono.

PosteMobile

I clienti PosteMobilehanno la SIM bloccata ma non dispongono del PUK possono richiedere lo sblocco chiamando il Servizio Clienti al numero gratuito 160 e seguendo le indicazioni fornite dall’operatore. La chiamata è gratuita da tutti i cellulari PosteMobile e da una linea fissa Telecom Italia. Per chi telefona da un numero fisso o mobile di un altro operatore il costo è quello previsto dal piano sottoscritto con il proprio gestore. Per ricevere assistenza dall’estero il numero da chiamare è +39.3770000160. La telefonata sarà tariffata come una normale chiamata effettuata in roaming verso l’Italia.

In alternativa, bisogna accedere alla sezione Moduli online sul sito dell’operatore e scaricare l’apposito modulo Richiesta Codice POP PM PIN o PUK. Una volta compilato dovrà essere inviato insieme ai relativi allegati via fax al numero verde 800.242.626 o spedito tramite posta a PosteMobile S.p.A. Casella Postale 3000 - 37138 Verona (VR).

Tiscali

Tiscali  permette ai suoi clienti di recuperare il PUK accedendo dal proprio sito all’area clienti MyTiscali nella pagina I tuoi servizi e cliccando sulla voce Dettagli. La stessa operazione può essere effettuata dall’app MyTiscali accedendo alla sezione Impostazioni e selezionando la voce SIM/Connessione (APN/MMS). In alternativa, si può inviare la richiesta di recupero via PUK con allegato un documento d’identità valido dell’intestatario della linea via fax al numero 800910028.

Se il PUK non viene inserito correttamente per più di 10 volte la SIM si blocca per sempre e va sostituita. La richiesta di sostituzione può essere effettuata direttamente presso un negozio dell’operatore al costo di 8 euro. Altrimenti, si può scaricare il modulo online, che una volta compilato va inviato via fax al numero 800 910028 insieme a copia fronte/retro del documento d’identità e del codice fiscale. La nuova SIM verrà inviata tramite posta ordinaria o, su richiesta, tramite corriere al costo di 5 euro. Per attivarla bisognerà contattare il Servizio Clienti al numero gratuito 130 o dall’app MyTiscali.

Vi ricordiamo che sul sito di SOStariffe.it potrete trovare altre guide utili relative alla gestione della SIM. Ad esempio, il nostro comparatore può aiutarvi a recuperare il codice seriale(ICCID) della scheda telefonica o a cambiare intestatarioe togliere il codice PIN.

Non solo, con SOStariffe.it potete confrontare le offerte di telefonia mobile dei maggiori operatori, compresi quelli low cost, e trovare la tariffa giusta per le vostre esigenze. Una volta inseriti i giusti parametri (costo massimo mensile, portabilità del numero, quantità minima di Gigabyte, minuti illimitati, attivazione, eventuali vincoli, possibilità di associare al piano l’acquisto di un telefono, etc), basteranno pochi secondi per visualizzare le migliori promozioni in ordine di convenienza. Una volta scelta l’offerta verrete contattati da un operatore e se entro 10 giorni non sarete soddisfatti potrete recedere dal contratto senza penali.

Se questo non vi basta, potete richiedere una consulenza telefonica gratuita con un nostro operatore per ricevere consigli utili su come risparmiare sul piano telefonico.

Le 10 migliori offerte di telefonia mobile per chi cambia operatore Novembre 2020

Il mercato di telefonia mobile propone numerose soluzioni per chi vuole cambiare operatore e ridurre i costi della tariffa del proprio smartphone. Ecco, quindi, quali sono le 10 migliori offerte di telefonia mobile per tutti gli utenti che vogliono cambiare operatore a novembre 2020.

Curve di Vodafone: tutto sul dispositivo per il tracking di Vodafone

Sei sbadato o semplicemente stanco di perdere tempo a cercare il telefono, il telecomando, le chiavi, il portafoglio o qualsiasi altra cosa? Curve di Vodafone è lo smart tracker GPS per far sì di non perdere mai gli oggetti a cui teniamo. Funziona anche con le persone

iPhone 12 Pro Iliad: costi e promozioni per l'acquisto

Iliad è un operatore di telefonia mobile che propone delle offerte con telefono incluso attraverso le quali è possibile acquistare un nuovo iPhone 12 a rate: ecco tutte quello che c’è da sapere se fossi interessato al modello iPhone 12 Pro.