Moto d’epoca assicurazione: proposte e prezzi

Ducati, Bmw, Aprilia, Harley…quanti modelli a due ruote hanno segnato lo storia d’Italia e del Mondo? Le abbiamo viste nei film, le abbiamo acquistate poi per sfoggiarle nei raduni più attesi dai centauri. Come ogni veicolo però anche le nostre amate devono avere una polizza moto. Come funziona? Proposte e prezzi dell’assicurazione moto d’epoca li trovate qui, in questa Guida.

Dall'iscrizione alla FMI alle agevolazioni polizza moto

A differenza delle moto storiche le due ruote d’epoca non possono essere guidate su strada ma solo in occasione di particolari manifestazioni, per questo gli argomenti relativi alla polizza moto rivestono un’importanza maggiore. Come le normali due ruote, le moto d’epoca devono contribuire alla sicurezza del conducente e di tutti gli altri utenti, munendosi di Rc obbligatoria. Quanto costa e quali sono le ultime proposte e prezzi per l’assicurazione moto d’epoca?

Nella guida che segue vediamo le caratteristiche di questa copertura “speciale”.
Confronta assicurazioni moto

Come funziona l’assicurazione moto d’epoca: definizione

Per capire come funziona l’assicurazione moto d’epoca, prima di vedere proposte e prezzi, è necessario dare un’occhiata alla distinzione fatta dal Codice della Strada fra veicoli storici e d’epoca. Affinché possa essere considerata d’epoca, ed essere assicurata con le relative agevolazioni, la nostra due ruote deve innanzitutto aver compiuto 20 anni dalla data di costruzione, deve essere in possesso di tutte le caratteristiche originali del modello (cioè quelle previste dal costruttore) e trovarsi in buone condizioni di manutenzione.

Ecco cosa stabilisce l’articolo 60 del C.d.s.:

rientrano nella categoria dei veicoli d’epoca i motoveicoli e gli autoveicoli cancellati dal P.R.A. perché destinati alla loro conservazione in musei o locali pubblici e privati, ai fini della salvaguardia delle originarie caratteristiche tecniche specifiche della casa costruttrice, e che non siano adeguati nei requisiti, nei dispositivi e negli equipaggiamenti alle vigenti prescrizioni stabilite per l’ammissione alla circolazione. Tali veicoli sono iscritti in apposito elenco presso il Centro storico del Dipartimento per i trasporti terrestri.

Ulteriori specifiche sono contenute al comma 3 dello stesso articolo:

la loro circolazione può essere consentita soltanto in occasione di apposite manifestazioni o raduni autorizzati, limitatamente all’ambito della località e degli itinerari di svolgimento delle manifestazioni o raduni. All’uopo i veicoli, per poter circolare, devono essere provvisti di una particolare autorizzazione rilasciata dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri nella cui circoscrizione è compresa la località sede della manifestazione o del raduno ed al quale sia stato preventivamente presentato, da parte dell’ente organizzatore, l’elenco particolareggiato dei veicoli partecipanti. Nella autorizzazione sono indicati la validità della stessa, i percorsi stabiliti e la velocità massima consentita in relazione alla garanzia di sicurezza offerta dal tipo di veicolo.

Iscrizione e polizza moto d’epoca con la FMI

Proposte e prezzi dell’assicurazione moto d’epoca possono essere confrontati solo dopo l’iscrizione alla FMI: La Federazione Motociclistica Italiana (FMI) prevede una procedura di iscrizione ad apposito registro affinché il veicolo possa ottenere la certificazione d’epoca, e, conseguentemente gli sconti Rc moto.

CRITERI DI ISCRIZIONE

Sono iscrivibili al Registro Storico FMI i motoveicoli (motocicli, ciclomotori, motocarrozzette, motocarri ecc.) che hanno compiuto i 20 anni di età. La Commissione si riserva la facoltà di non iscrivere i motoveicoli che non risultino completamente conformi all’originale, in ottime condizioni di conservazione o ben restaurati. I motoveicoli ed i ciclomotori di cui si richiede l’iscrizione dovranno essere privi di accessori anche se di serie e d’epoca.

Il richiedente l’iscrizione deve essere tesserato alla FMI per l’anno in corso, nonché proprietario del motoveicolo di cui richiede l’iscrizione. Purtroppo la FMI non prevede una procedura di iscrizione online per le moto cancellate dal P.R.A., ma una normale procedura per consegna di documentazione cartacea, la stessa necessaria per ottenere l’assicurazione moto d’epoca agevolata o per veicoli vintage sport e cross. 

assicurazione moto d'epoca

LA PROCEDURA

  • tesserarsi alla FMI mediante un Moto Club oppure online con il M.C. Italia (allegare copia della tessera);
  • stampare il modello B (da scaricare sul portale FMI) per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica e compilarlo in ogni sua parte;
  • effettuare il versamento della quota di euro 100,00 sul conto corrente postale 29889037 intestato a Federazione Motociclistica Italiana (indicando nella causale ‘richiesta d’iscrizione al registro storico’) ed allegare l’originale della ricevuta; oppure effettuare il pagamento on line tramite carta di credito;
  • effettuare 8 fotografie a colori del motoveicolo su fondo uniforme di colore neutro (1 lato destro, 1 lato sinistro, 1 anteriore, 1 posteriore, 1 ravvicinata e leggibile del numero di motore, 1 ravvicinata e leggibile del numero di telaio, ed 1 del telaio a distanza di un metro in direzione della zona dove il numero di telaio è posizionato, 1 ravvicinata e leggibile del numero di omologazione (nei casi in cui è presente sul telaio); tali foto, dovranno essere del formato 10X15 e stampate con metodo fotografico; il motoveicolo va fotografato senza accessori (borse, parabrezza, portapacchi, bauletto, tappetino, etc.) anche se di serie;
  • allegare la dichiarazione di corretta conservazione del motoveicolo (da scaricare sul portale FMI), esclusivamente su apposita modulistica FMI predisposta, corredata della copia di un documento d’identità;
  • allegare la dichiarazione dell’impresa che ha eseguito i lavori (da scaricare sul portale FMI), attestante quanto effettuato (recupero, ripristino, manutenzione, verifica, ecc.) redatta esclusivamente su apposita modulistica FMI predisposta; allegare la dichiarazione di proprietà (da scaricare sul portale FMI) redatta esclusivamente su apposita modulistica FMI predisposta. Per i motoveicoli di cui si conosce il numero di targa è obbligatorio allegare copia dell’estratto cronologico; effettuare la copia di ogni documento di cui si è in possesso (certificato d’origine, ecc.). Nel caso trattasi di motoveicolo radiato d’Ufficio dal PRA, munito di regolare targa e libretto di circolazione, occorre inoltre allegare la copia del libretto di circolazione.

Per le moto d’epoca radiate dal P.R.A., munite di targa e libretto di circolazione, non è prevista la visione del veicolo. Basterà inviare tutta la documentazione ad uno degli esaminatori finali scelti nell’elenco disponibile sul portale FMI.

Prezzi e proposte assicurazione moto d’epoca

Che si tratti di cimeli conservati in musei o autorimesse private, quando partecipano ad eventi dedicati, le moto vintage devono munirsi di polizza moto specifica per coprire i danni da responsabilità civile o danneggiamenti al veicolo. Le assicurazioni moto normali non godono degli stessi vantaggi previsti per le due ruote vintage: i proprietari di moto d’epoca in sostanza pagano meno (dai 100 euro ai 300 massimo) ecco perché.

Queste assicurazioni non subiscono l’applicazione del sistema Bonus/Malus ma seguono una classe di merito fissa che garantisce l’assenza di aumenti del premio. Tuttavia l’assicurazione moto d’epoca può essere sottoscritta solo da soggetti di età superiore a 23 anni. In più, nella maggior parte delle formule è compresa la guida libera, ed è quindi concesso a più persone di guidare il veicolo senza sovrapprezzo.

Chi deve assicurare più moto d’epoca può sfruttare gli sconti delle offerte “garage”ma deve sapere che, potendo circolare il veicolo solo ai raduni e ad altri eventi, l’Rca ha una validità circoscritta nel tempo alla partecipazione.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: