La luce che costa meno: come trovare il miglior fornitore per l'energia elettrica

Per ridurre al minimo l'importo della bolletta della luce è necessario ridurre il costo dell'energia elettrica. Per raggiungere tale obiettivo è fondamentale scegliere con la massima cura il proprio fornitore di energia e la tariffa che regola il costo dell'elettricità consumata. Con una scelta accorta e precisa, sarà possibile pagare di meno l'energia e, quindi, ottenere un significativo risparmio sulla bolletta, sia nel breve che nel lungo periodo. Ecco, quindi, come trovare il miglior fornitore per l'energia elettrica e risparmiare.

La luce che costa meno: come trovare il miglior fornitore per l'energia elettrica

Qual è la strada giusta per ridurre al minimo la bolletta dell’energia elettrica? Le famiglie italiano hanno la possibilità di ridurre l’importo da pagare per l’utilizzo dell’elettricità in casa in due modi. La prima opzione prevede la riduzione dei consumi, evitando gli sprechi e puntando al massimo sull’efficienza. La seconda opzione, sicuramente la più semplice da percorrere, prevede la scelta di una tariffa caratterizzata da un costo contenuto dell’energia elettrica.

Per sfruttare al massimo questa seconda opzione, è necessario scegliere il miglior fornitore di energia elettrica attualmente disponibile sul mercato libero. Tale scelta va fatta dopo un’analisi attenta e precisa di tutte le proposte commerciali disponibili. Solo in questo modo, infatti, sarà possibile dare un taglio netto ai costi, sfruttando condizioni economiche particolarmente convenienti.

Vediamo, quindi, come individuare il miglior fornitore e risparmiare sulla bolletta dell’energia elettrica.

Il mercato tutelato non offre margini di risparmio

Scegliere di restare nel mercato tutelato è una mossa “conservativa” che non permette di ottenere il massimo del risparmio disponibile. I clienti in regime di Maggior Tutela, infatti, non possono scegliere la propria tariffa per l’energia elettrica (è possibile scegliere solo tra una tariffa monoraria e una bioraria). Il prezzo dell’energia elettrica viene scelto da ARERA, in base all’andamento del mercato, e viene aggiornato ogni tre mesi.

Il cliente, quindi, non ha la possibilità di bloccare un possibile rincaro e dovrà adeguarsi a quelli che sono gli equilibri del mercato. Le decisioni di ARERA avranno un impatto diretto sulle bollette. Nel giro di pochi mesi, restando nel mercato tutelato, si potrà registrare un sostanziale rincaro dei prezzi senza che il cliente possa in alcun modo intervenire. Per ottenere il massimo risparmio, andando quindi a ridurre il più possibile l’importo delle bollette, è necessario valutare altre soluzioni.

Scegliere il miglior fornitore del mercato libero per risparmiare

Per ridurre al minimo l’importo della bolletta dell’energia elettrica è, quindi, fondamentale puntare sulle migliori offerte luce del mercato libero. Queste soluzioni, infatti, permettono di accedere ad un prezzo dell’energia elettrica più basso rispetto a quello praticato nel mercato tutelato. Il risultato di questa scelta sarà un netto risparmio sulle bollette. Da notare che il risparmio crescerà al crescere dei consumi di energia nel corso di un anno.

Accertarsi di individuare il miglior fornitore e la migliore offerta tra le tante soluzioni presenti sul mercato è fondamentale. Una scelta sbagliata, infatti, potrebbe comportare un rapido incremento dei costi e la riduzione, o addirittura l’annullamento, dei margini di risparmio garantiti dalle migliori soluzioni presenti sul mercato libero. E’ molto importante, quindi, prendersi tutto il tempo necessario per individuare l’offerta migliore.

Per orientarsi all’interno del mercato libero e individuare le migliori tariffe è possibile ricorrere alla comparazione online delle offerte. Tale soluzione è disponibile tramite il comparatore di SOStariffe.it per offerte luce, cliccando sul link qui di sotto, oppure tramite l’App di SOStariffe.it, scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet Android, su iPhone e su iPad. Affidandosi alla comparazione, sarà facile individuare l’offerta più conveniente per la propria fornitura.

Confronta le offerte e scegli la migliore tariffa luce »

Per sfruttare al massimo la comparazione delle tariffe e individuare la migliore soluzione da attivare per la propria fornitura sarà necessario:

  • indicare una stima del proprio consumo annuale di energia elettrica; tale valore può essere ricavato direttamente da una precedente bolletta della luce, grazie alla sezione dedicata alle statistiche, oppure può essere stimato, sfruttando un tool integrato all’interno del comparatore che consente di calcolare il consumo annuo di elettricità in poco tempo
  • una stima della suddivisione dei consumi di energia elettrica nelle tre fasce orarie in cui viene suddivisa una settimana (F1, F2 ed F3); questo dato permette di confrontare le offerte monorarie con quelle biorarie al fine di individuare le tariffe più vantaggiose da attivare e massimizzare il risparmio

Inseriti tutti i dati richiesti, il comparatore provvederà ad elencare le migliori tariffe disponibili al momento della ricerca. L’utente potrà valutare tutte le opzioni andando ad ottenere informazioni precise (calcolate sulla base delle stime inserite) per ogni tariffa luce disponibile per l’attivazione. Le offerte saranno ordinate per convenienza e sarà, quindi, molto facile individuare la soluzione più vantaggiosa da attivare.

Una volta scelta l’offerta giusta, si potrà passare all’attivazione online. Per avviare questa procedura basterà cliccare sull’offerta scelta per raggiungere il sito del fornitore e procedere con la sottoscrizione del contratto. Tale procedura richiede:

  • i dati anagrafici ed il codice fiscale dell’intestatario della fornitura
  • un documento di identità dell’intestatario della fornitura
  • il codice POD (disponibile su di una precedente bolletta) che consente di identificare in modo univoco la fornitura di energia
  • un indirizzo e-mail e un numero di cellulare, per ricevere la documentazione contrattuale ed eventuali comunicazioni da parte del fornitore
  • le coordinate IBAN del proprio conto corrente per impostare l’addebito della bolletta sul conto, nel caso in cui l’offerta scelta prevedesse quest’opzione per il pagamento

Quanto si risparmia puntando sulle offerte luce del mercato libero

Il risparmio garantito dalle migliori offerte luce del mercato libero dipende da svariati fattori. La scelta della tariffa e il momento in cui avviene la richiesta di attivazione sono elementi fondamentali. Nel primo caso, infatti, è opportuno valutare con attenzione le opzioni a propria disposizione per scegliere l’offerta più conveniente. Nel secondo caso, invece, per quantificare il risparmio rispetto al mercato tutelato bisognerà considerare le condizioni del regime di Maggior Tutela in un determinato momento (i prezzi del mercato tutelato cambiano ogni 3 mesi).

A settembre 2020, un cliente “tipo” (consumo annuo di 2700 kWh) nel mercato tutelato registra una spesa annuale di 505 Euro. Considerando le migliori offerte luce disponibili sul mercato, puntare sul mercato libero consente di ridurre la spesa annuale per l’energia elettrica sino a 450 Euro. A settembre 2020, quindi, il cliente “tipo” può risparmiare sino a 55 Euro all’anno passando dal mercato tutelato al mercato libero e scegliendo l’offerta più conveniente. Al crescere dei consumi annui, inoltre, aumenterà il risparmio.

Ricordiamo che le tariffe luce del mercato libero presentano caratteristiche molto diverse tra loro. Per questo motivo, anche sfruttando la comparazione online, è necessario analizzare nei minimi dettagli le opzioni a propria disposizione per valutare la convenienza di ogni singola offerta. Il mercato libero mette a disposizione degli utenti:

  • offerte a prezzo bloccato (solitamente per un anno ma talvolta anche per due anni); tali offerte prevedono che il costo dell’energia elettrica sia fisso e bloccato per un lungo periodo di tempo; il fornitore non potrà modificare il costo dell’energia sino alla fine del periodo promozionale; queste soluzioni sono ideali per gli utenti che vogliono una protezione a lungo termine dai possibili rincari del mercato energetico
  • offerte con prezzo variabile in base ad un indice di riferimento; in questa categoria rientrano le offerte con uno sconto fisso rispetto al mercato tutelato (che riceve aggiornamenti trimestrali per quanto riguarda il prezzo) o ad un altro indice di riferimento (come il mercato all’ingrosso dell’energia elettrica, con aggiornamenti mensili); le offerte che permettono di accedere al prezzo dell’energia all’ingrosso, solitamente, presentano un canone mensile fisso di alcuni Euro

Ogni fornitore, inoltre, può proporre ai suoi clienti vantaggi aggiuntivi come, ad esempio, la possibilità di accedere a bonus e promozioni fornite da partner dell’azienda. Tali bonus possono rappresentare un vantaggio aggiuntivo da considerare in fase di scelta del fornitore.

Risparmi anche per le bollette del gas

Quanto detto per la fornitura di energia elettrica vale anche per il gas naturale. Scegliendo il miglior fornitore e la miglior offerta del mercato libero permette, infatti, di ridurre al minimo i costi della bolletta del gas. Per una panoramica completa sulle migliori soluzioni disponibili è possibile consultare il comparatore di SOStariffe.it per offerte gas da cui è possibile procedere poi con l’attivazione della tariffa più vantaggiosa. I margini di risparmio in questo caso sono davvero notevoli.

Un “cliente tipo” (1400 Smc) spende, restando nel mercato tutelato e considerando i prezzi di settembre 2020, 827 Euro all’anno. Passando alla migliore tariffa del momento, è invece possibile ridurre i costi sino a 740 Euro all’anno, con un risparmio di 87 Euro rispetto al mercato tutelato. Sommando tale risparmio a quello garantito dalle migliori offerte luce, il cliente tipo risparmierà ben 143 Euro in un anno puntando sulle migliori offerte del mercato libero.

Per scoprire le migliori soluzioni per la bolletta del gas è possibile cliccare sul box qui di sotto e avviare la comparazione online:

Scopri le migliori offerte gas »

Commenti Facebook: