Frodi Carta Postepay: come evitarle 

I malintenzionati sono sempre in agguato, non bisogna mai abbassare la guardia. Le nostre carte di pagamento, i nostri conti correnti sono sicuri, ma occorre usare alcuni accorgimenti onde evitare che i nostri dati finiscano in mani sbagliate con le conseguenze che possiamo immaginare. In questo articolo pubblichiamo una breve guida sul comportamento da tenere per la sicurezza della nostra carta Postepay.

Come proteggere la carta Postepay dai tentativi di frode?

Le carte prepagate emesse da Poste Italiane, la Postepay e la neonata Postepay evolution rappresentano le carte prepagate più diffuse in Italia, pertanto saranno milioni gli italiani interessati da potenziali attacchi dai pirati informatici, ma adottando alcune cautele riusciremo ad utilizzare in piena sicurezza la Postepay.

Innanzitutto occorre definire quali sono i tipi di attacco e le occasioni in cui siamo esposti al pericolo di frodi e furto di dati.

Prelievo di contanti

Partiamo dal prelievo di contanti. Ogniqualvolta ci rechiamo presso un terminale Postamat per prelevare contanti occorre assicurarsi di non essere spiati. E’ importante dare un’occhiata anche al terminale stesso, per verificare, anche ad occhio, che non sia stato manomesso. Ci sono stati casi di clonazione di carte di credito attraverso l’installazione di un dispositivo all’interno del pannello e una microcamera puntata sulla tastiera numerica con la quale si digita il codice.

Se vi accorgete che c’è qualcosa di anomalo, conviene cercare un altro punto Postamat. In caso contrario, ricordatevi comunque di coprire con una mano (o anche con un oggetto) la digitazione del PIN, così ridurrete il rischio che una microcamera possa registrarlo.

Inoltre se ci si accorge che l’inserimento della carta incontra qualche ostacolo, o richiede un’eccessiva pressione per poter entrare nel lettore, forse è il caso di non insistere e cambiare Postamat. Costituirebbe sicuramente un’anomalia e se c’è un’anomalia conviene non rischiare.
Confronta le migliori carte di credito

Pagamenti online

Occorre fare attenzione ai siti web che si visitano e soprattutto a quelli dove si sta per effettuare un pagamento. Bisogna assicurarsi che siano dei siti affidabili.

Un modo è quello di verificare che al momento di fare il login o di procedere al pagamento, nell’URL compaia la lettera “s” dopo “http” (“https”, ossia HyperText Transfer Protocol over Secure Socket Layer) insieme al simbolo di un lucchetto, come indicato in figura. Sono dei simboli che stanno ad indicare che il sito dispone di un protocollo di crittografia asimmetrica. Se mancano quei simboli il sito non è considerato protetto.

Occhio alle email

Accade molto spesso di ricevere delle email apparentemente provenienti da istituti di credito, da Poste Italiane, che contengono messaggi di avviso di fantomatici pericoli per il nostro conto corrente, la nostra carta di credito, il nostro account, etc.

[caption id="attachment_178381" align="alignright" width="300" caption="Email "phishing" che riproduce grafica di Poste Italiane"][/caption]

Ci viene chiesto quindi di cliccare sul link che viene riportato e fare il login. Quel link porterà (nel nostro caso) ad un sito che riproduce fedelmente la grafica di Poste Italiane, ma non lo è. Attenzione, se controllate l’URL vi renderete conto che siete in realtà su un altro sito. Non inserite assolutamente alcun dato, altrimenti vi verranno rubati, e allontanatevi da quel sito.

Altro accorgimento da tenere è quello di non inviare mai i dati della propria carta, né tanto meno PIN e password. Oltretutto il PIN non vi servirà mai per effettuare operazioni online, ma vi servirà solo per prelevare presso gli ATM Postamat o per pagare presso i terminali POS.

Altri suggerimenti

E’ importante custodire bene la vostra carta Postepay e non prestarla. Il PIN va ricordato a mente, non bisogna divulgarlo e se annotato da qualche parte non deve essere assolutamente riconducibile, per chi lo legge, alla carta di pagamento.

Per quanto riguarda la sicurezza online, tenete sempre aggiornati antivirus, browser e antispyware. Ridurrete le probabilità che i vostri dati vengano rubati.

Se possibile, inoltre, conviene ricaricare sulla carta solo la somma di cui si pensa di aver bisogno. Le carte, in linea di massima, sono più vulnerabili rispetto ad un conto corrente.
Confronta le offerte di conti correnti online

Commenti Facebook: