Come verificare la velocità di connessione


La velocità di connessione ad Internet dipende da un gran numero di parametri e può risultare molto diversa rispetto ai dati nominali che vengono indicati, come valori massimi raggiungibili, dal proprio provider. L’effettiva velocità di connessione è, infatti, legata a diversi fattori e, in particolare quando si considera la velocità di una rete mobile, può essere soggetta a cambiamenti, anche significativi, nel corso del tempo.

Per effettuare la verifica della velocità di connessione è possibile affidarsi ad appositi strumenti che consentono di misurare, con precisione, i dati effettivi della velocità della rete. Quando si parla di velocità di connessione, infatti, è importante tenere ben presente che i valori da considerare sono diversi.

Una singola connessione ad Internet è composta da diversi elementi che, considerati tutti insieme, permettono di poter dare un giudizio sull’effettiva qualità della connessione.

I parametri da considerare per effettuare una verifica completa della connessione ad Internet che si sta analizzando sono la velocità di download (espressa solitamente in Mbps) e la velocità di upload (anche in questo caso espressa in Mbps).

I parametri della velocità di connessione: download, upload, ping e Jitter

La velocità di download indica quanti dati vengono scaricati sul proprio dispositivo in una precisa unità di tempo mentre la velocità di upload indica quanti dati vengono inviati dal proprio dispositivo in un’unità di tempo. Entrambi i fattori sono elementi molto importanti da considerare nella valutazione della qualità di una connessione ad Internet.

Un altro parametro da considerare per giudicare la qualità di una connessione ad Internet è il ping (valore espresso solitamente in millisecondi, ms). Il ping è il tempo di latenza di una connessione. Un valore molto basso permetterà di ottenere prestazioni migliori in tutti i compiti in cui i tempi di risposta del server sono fondamentali come accade, ad esempio, nei giochi online. Un ping molto alto, inoltre, può pregiudicare l’effettiva qualità di connessione anche se i valori della velocità di download e di upload sono ottimi.

Tra i dati che descrivono il comportamento di una connessione ad Internet c’è anche il Jitter, un valore espresso in ms che indica la variazione del ping. Una connessione ottimale deve presentare un ping il più stabile possibile. Per verificare la stabilità del ping è necessario dare un’occhiata al dato denominato Jitter che, quindi, è un elemento importante per poter comprendere al meglio il comportamento di una connessione.

L’analisi combinata della velocità di download, della velocità di upload, del ping e del Jitter permette di avere un’idea ben precisa sull’effettiva velocità di connessione.

E’ importante sottolineare, infatti, che una connessione ad Internet non è legata esclusivamente al solo valore della velocità di download che, solitamente, è il dato che viene pubblicizzato con maggior enfasi da parte dei provider.

A determinare la qualità di una rete, infatti, ci sono un gran numero di altri fattori che, in misura variabile a seconda degli elementi considerati e delle attività da compiere con la connessione, vanno ad influenzare in modo positivo o in modo negativo l’effettiva velocità. E’ importante, quindi, prestare la massima attenzione a tutti i parametri considerati al fine di poter verificare la reale velocità di una connessione ed avere un’idea precisa delle prestazioni della rete che si sta utilizzando.

Verificare la velocità di connessione con uno speed test

Per verificare la velocità di connessione è necessario affidarsi ad uno speed test, uno strumento gratuito che consente di analizzare i dati della connessione che si sta utilizzando al fine di ottenere informazioni precise in merito a tutti i parametri che contribuiscono al giudizio complessivo sulla qualità della rete.

E’ possibile verificare la velocità di connessione affidandosi allo speed test di SosTariffe.it  che permette, in pochi secondi, di avere un report dettagliato delle prestazioni della propria rete, sia fissa che mobile, in modo da poter analizzare, con tutta calma, i vari parametri della connessione e giudicarne l’effettiva qualità.

Effettuare lo speed test di SosTariffe.it è molto semplice. Dalla pagina dello speed test, infatti, sarà sufficiente inserire il comune dove avviene la connessione da analizzare e la velocità massima della rete. Il sistema, in automatico, identifica l’operatore che si sta utilizzando per accedere ad Internet. Successivamente basterà cliccare su Prosegui e, successivamente, su Inizia lo speed test.

In pochi secondi il sistema andrà a completare il test ed offrirà all’utente tutte le informazioni relative ai principali parametri della propria connessione ad Internet come le velocità di download ed upload, espresse in Mbps, ed i valori del ping e del Jitter, espressi in ms. Dall’analisi di questi quattro parametri sarà possibile verificare l’effettiva velocità di connessione e la qualità della navigazione garantita dalla rete.

Effettuare uno speed test per analizzare la velocità di una connessione mobile andrà a consumare, in minima parte, il proprio bundle dati. Solitamente, gli speed test comportano un consumo di pochi MB di dati. Una costante ripetizione degli speed test potrebbe, quindi, portare all’erosione rapida dei GB a propria disposizione.

Come effettuare uno speed test

Per poter effettuare uno speed test, al fine di verificare la connessione ad Internet che si sta analizzando, è opportuno

  • assicurarsi che non vi siano altri dispositivi o altri applicativi, presenti sul dispositivo da cui si effettuerà lo speed test, che vadano ad occupare parte della banda della connessione;

  • prima di far partire il test di velocità sulla connessione è importante scollegare dalla rete tutti gli altri dispositivi lasciando connesso soltanto il dispositivo da cui si andrà ad effettuare lo speed test;

  • su questo dispositivo chiudere tutti i programmi ed app che potrebbero utilizzare la rete durante il test andando così ad alterare, in negativo, i risultati finali;

  • se sei effettua lo speed test per verificare una connessione mobile sarà necessario disattivare le connessioni Wi-Fi (per evitare, ad esempio, che il dispositivo utilizzi la rete di casa per lo speed test) e chiudere tutte le app attive in background con l’unica eccezione del browser web o dell’app che verrà utilizzata per effettuare il test di velocità.

  • al fine di poter avere un’idea ben precisa sul comportamento della velocità di connessione che si sta misurando è opportuno effettuare più speed test.

Per avere un quadro completo sulla qualità della rete, infatti, è consigliabile ripetere i test di velocità uno dopo l’altro, per un totale di almeno 3 o 4 test completi, ed effettuare un altro set di speed test in un orario differente della giornata.

Sia per le connessioni fisse che per le connessioni mobili, infatti, in alcuni orari la rete potrebbe essere satura, per via delle numerose connessioni che i server devono gestire in una precisa fascia oraria ed in una precisa zona. Si tratta di un aspetto da considerare con molta attenzione, soprattutto se ci si trova in una zona ad alta densità abitativa.

Ripetere più volte uno speed test aiuta a minimizzare il rischio di errori e di risultati anomali ed avere un’idea ben precisa di quello che è il reale comportamento della velocità di connessione che si sta analizzando.

Una volta effettuato un quantitativo sufficiente di speed test e, quindi, dopo che si avrà a disposizione risultati molto indicativi in merito all’effettiva qualità della connessione ad Internet, con informazioni precise relative a tutti i parametri essenziali, si potrà procedere con l’analisi dei risultati.

Come analizzare i risultati: i valori della velocità di download e upload

Dopo aver effettuato tutti gli speed test del caso, sarà necessario entrare nei dettagli dei risultati ottenuti ed effettuare un’analisi completa dei dati raccolti. In fase di analisi, può risultare conveniente calcolare le medie aritmetiche dei vari parametri della connessione che vengono analizzati durante uno speed test (è possibile aiutarsi con un foglio di calcolo Excel per eseguire le operazioni in questione).

Una volta ottenuti i dati completi dagli speed test sarà necessario analizzare, singolarmente, i vari parametri della connessione testata al fine di poter avere un’idea ben precisa su quella che è la reale velocità della rete e la sua effettiva qualità rispetto ai valori “nominali”, ovvero ai valori che la connessione dovrebbe presentare secondo quanto dichiarato dal proprio provider.

L’analisi dei dati della connessione deve partire dalle velocità di download ed upload. Questi due parametri rappresentano, infatti, degli elementi essenziali per poter giudicare la qualità della rete e verificare la reale velocità di connessione. I dati della velocità di download e di upload dipendono, a doppio filo, dalla tecnologia utilizzata.

Una connessione FTTH (fiber to the home) garantirà una velocità massima di 1000 Mbps in download e 100 Mbps in upload. Una connessione FTTC (fiber to the cabinet), denominata anche fibra misto rame, potrà offrire una velocità massima di 200 Mbps in download e di 20 Mbps in upload. Se la connessione avviene utilizzando la tradizionale rete ADSL, infine, i valori massimi delle velocità raggiungibili saranno 20 Mbps in download e 1 Mbps in upload.

Se si sta usando una rete mobile e si vuole verificare la velocità di connessione è necessario confrontare i dati ottenuti dagli speed test con i dati dichiarati dall’operatore. Ogni operatore offre, infatti, una velocità massima di connessione differente. Solitamente, ad esempio, molti operatori virtuali presentano dei valori massimi decisamente inferiori rispetto ai valori garantiti dagli operatori tradizionali.

Quando si effettua lo speed test con una rete mobile è consigliato verificarela tipologia di connessione di cui si sta misurando la velocità. Se si esegue lo speed test quando si è collegati alla rete 3G, infatti, la velocità di connessione non potrà essere elevatissima ed i dati rispetto alla rete 4G saranno sensibilmente inferiori (nella maggioranza dei casi).

E’ chiaro, a prescindere dalla tipologia di connessione utilizzata, che i valori delle velocità di download e upload dovranno essere il più vicini possibile ai valori massimi che possono essere raggiunti dalla rete che si sta utilizzando. Ad esempio, se si effettua uno speed test con una rete FTTH è lecito attendersi una velocità di download prossima ai 1000 Mbps.

Un valore sensibilmente inferiore al valore massimo raggiungibile dalla rete potrebbe significare che la connessione che si sta utilizzando presenta qualche problema tecnico.

Chiaramente, il discorso fatto per la rete FTTH vale anche per le altre tipologie di reti disponibili, comprese le reti mobili, i cui dati di connessione possono essere soggetti ad una variazione maggiore (legata al luogo dove viene effettuato il test).

Le connessioni effettuate con tecnologia ADSL e, in parte, con tecnologia FTTC presentano valori delle velocità influenzati in modo maggiore dall'effettiva composizione della rete e dalla distanza con la centralina.

Allo stesso modo, le connessioni sotto rete mobile devono fare i conti con una moltitudine di fattori (dalla copertura all’affollamento della rete) che possono avere un impatto enorme sui risultati dei testi.

Come analizzare i risultati: i valori del ping e del Jitter

L’analisi della velocità di connessione passa anche per l’analisi degli altri due parametri rilevati da uno speed test, il ping ed il Jitter. Il ping è un parametro fondamentale per poter giudicare la qualità di una connessione e la sua effettiva velocità mentre il Jitter è un fattore aggiuntivo che può fornire importanti informazioni extra relative all’effettivo valore del ping.

Il ping, come sottolineato in precedenza, rappresenta il tempo di latenza di una connessione e, come tale, deve essere il più basso possibile. Questo valore, espresso in ms, quando risulta troppo alto può pregiudicare l’esperienza di navigazione web, in quanto il tempo di risposta dei vari siti web risulterà decisamente elevato andando ad annullare i vantaggi garantiti dalla possibilità di sfruttare una connessione con ottimi valori della velocità di download e upload.

Il ping gioca un ruolo marginale in altri aspetti di una connessione. Ad esempio, per valutare la qualità di una connessione legata al download di file di grosse dimensioni non sarà necessario analizzare il valore del ping ma risulterà fondamentale assicurarsi che il valore della velocità di download sia il più alto possibile.

In generale, è importante che il ping sia il più vicino possibile allo zero. Un valore molto basso del ping significa che il tempo di latenza della connessione è minimo e, quindi, non andrà a pregiudicare la qualità di navigazione.

Un valore del ping inferiore ai 20 ms è giudicato più che positivo. Una rilevazione del ping a singola cifra, quindi molto vicino allo zero, risulterà ideale per chi, ad esempio, utilizza la connessione per il gioco online, un’attività in cui il tempo di latenza delle essere minimo.

Solitamente trascurato quando si deve verificare la velocità di connessione, il Jitter rappresenta un parametro da tenere comunque in considerazione, soprattutto se si cerca una rete con ping molto basso. Una connessione ideale presenta un Jitter pari a zero.

Valori più alti sono normali in quanto è quasi impossibile per una connessione mantenere una stabilita assoluta del ping. Solitamente, vengono ritenuti positivi valori a singola cifra dello Jitter mentre vengono considerati negativi valori superiori a 20 ms.

Ping e Jitter sono parametri della connessione che, spesso, vengono trascurati dagli speed test. Di norma, infatti, ci si concentra sull’analisi delle velocità di download e upload che restano elementi essenziali per giudicare la qualità della rete.

Per una verifica completa della velocità di connessione andrebbero analizziati anche questi elementi che, in modo indiretto, possono pregiudicare l’esperienza di navigazione ed altre attività effettuabili con una connessione ad Internet come, ad esempio, il gioco online.

Fattori esterni che influenzano la velocità di connessione

I risultati degli speed test relativi al funzionamento effettivo di una connessione ad Internet possono essere influenzati da diversi fattori esterni, del tutto indipendenti dal funzionamento della rete. Al momento della realizzazione dei test e della successiva analisi dei risultati è utile verificare la presenza di questi fattori esterni al fine di avere un’idea ben precisa sulla reale velocità di connessione.

Tra i principali fattori esterni che possono influenzare la velocità di connessione troviamo il dispositivo cheviene utilizzato per lo speed test.

Un PC o un notebook potrebbe presentare dei problemi o delle limitazioni con la scheda di rete, la periferica necessaria per poter accedere ad Internet con il dispositivo, e quindi potrebbe non essere in grado di fornire informazioni correte in merito alla velocità di connessione.

Allo stesso modo, quando si analizza una connessione mobile, lo smartphone che si utilizza per effettuare lo speed test potrebbe non essere compatibile al 100% con le reti del proprio operatore e, ad esempio, potrebbe non essere in grado di raggiungere i valori massimi della connessione messa a disposizione dal provider.

Ad esempio, se realizziamo uno speed test sotto rete 4G con un dispositivo che supporta solo le connessioni LTE Cat. 4 non sarà possibile superare i 150 Mbps in download ed i 50 Mbps in upload anche se il proprio prvider permette di raggiungere velocità decisamente maggiori sotto rete 4G.

In generale, quindi, è opportuno effettuare degli speed test della stessa rete con dispositivi diversi e confrontare i risultati tra loro. Per poter essere certi che i test effettuati offrano informazioni precise sarà necessario che i risultati ottenuti su dispositivi diversi siano uguali o comunque molto simili tra loro per tutti i parametri necessari a giudicare la qualità di una connessione ad Internet.

A pregiudicare la velocità di connessione potrebbero esserci anche problemi con il router Wi-Fi. Se si sta utilizzando una connessione Wi-Fi, ad esempio, i valori di velocità riscontrati nei test potrebbero essere influenzati da delle interferenze.

In questo caso, è opportuno effettuare anche dei test collegando con un cavo ethernet il PC al router al fine di poter confrontare i risultati ottenuti con i test in Wi-Fi per avere un elemento aggiuntivo per effettuare l’analisi della connessione ed evidenziare anomalie nei risultati.

Il router Wi-Fi potrebbe presentare anche altri problemi, non legati ad interferenze di rete, che potrebbero andare a pregiudicare i risultati degli speed test e la qualità effettiva della connessione. Si tratta di aspetto da tenere in considerazione nel caso in cui si dovessero registrare dei risultati negativi nei test e si dovesse riscontrare una qualità della connessione decisamente inferiore alle attese.

I fattori che influenzano la velocità di connessione possono essere anche di tipo software. Come sottolineato in precedenza, infatti, è importante che, al momento dell’avvio di uno speed test, vi sia la certezza che non ci siano altri programmi o altre app attive in grado di alterare i risultati del test stesso, ad esempio, andando ad occupare parte della banda della connessione e, quindi, influenzando negativamente i valori relativi alla velocità in download ed alla velocità in upload.

Si tratta di un aspetto centrale dell’intero processo di verifica della velocità di connessione. La presenza di software attivi può, infatti, alterare in modo anche molto significativo i risultati dei test sulla velocità andando a fornire dati completamente errati che non permetteranno di ottenere un giudizio veritiero ed affidabile sulla rete che si sta analizzando.

Un altro aspetto da tenere in considerare, per quanto riguarda i fattori esterni che possono influenzare la velocità di connessione, è rappresentato dalla possibile presenza di malfunzionamenti della rete. Un guasto, localizzato in un preciso punto di una rete a banda larga, potrebbe essere la causa di un calo temporaneo della velocità di connessione.

Se dagli speed test dovessero emergere risultati anomali, con valori enormi del ping o estremamente ridotti delle velocità di connessione, sarà necessario contattare quanto prima il proprio provider al fine di segnalare quanto riscontrato dai test e far partire le dovute verifiche per chiarire se ci sono o meno problemi con la rete.

Se si sta verificando la velocità di una connessione mobile è necessario considerare anche la copertura della rete. Spostandosi di poche decine di metri, ad esempio, si potrebbe registrare una vera e propria trasformazione dei valori della connessione passando da un’area caratterizzata da un’ottima copertura della rete 4G ad un’area in cui la rete 4G presenta una copertura scarsa.

Nell’analisi di una rete mobile, inoltre, ci sono da considerare anche eventuali ostacoli che possono influenzare i risultati dei test. In particolare, quando ci si trova all’interno di ambienti chiusi è possibile che le prestazioni della rete subiscano un netto peggioramento andando così ad alterare i risultati dei test.

TIM down: cause dei problemi di connessione del 10 ottobre

Nel corso delle prime ore del 10 ottobre si è registrato un vero e proprio TIM down con la rete di uno dei principali operatori di telefonia mobile in Italia che ha iniziato a dare numerosi problemi di connessione. In breve tempo sono arrivate migliaia di segnalazioni da tutta Italia e l'hashtag #Timdown è diventato uno dei trend topic su Twitter. Ecco le cause dei problemi di connessione di TIM di oggi 10 ottobre e cosa sta succedendo. 

Le migliori offerte TIM per internet casa: la classifica delle più convenienti

I mesi autunnali sono il momento giusto per cambiare operatore: com ha dimostrato con un suo recente studio SosTariffe.it, si possono risparmiare fino a 100 euro l’anno scegliendo un altro fornitore per Internet casa, che si tratti di ADSL o fibra ottica. Vediamo qui di seguito le migliori offerte che TIM propone in queste settimane ai suoi potenziali nuovi clienti.

Le migliori offerte internet casa senza telefono di Ottobre 2019

Le promozioni senza telefono sono in realtà una rarità nel panorama delle offerte degli operatori di telefonia fissa. La tendenza è quella di creare e vendere pacchetti sempre più inclusivi di servizi voce, internet e se poi si riesce anche con la combinazione di una tariffa mobile. Ecco i piani migliori per gli utenti ad Ottobre 2019

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - Corso Buenos Aires 54, 20124 Milano - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2019
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa