Conti correnti: aumentano i costi. Ecco le operazioni cui prestare attenzione

Gestire i propri risparmi con una banca online sta diventando sempre più costoso. L’ultimo studio di SosTariffe.it, infatti, ha analizzato la variazione dei prezzi dei principali servizi disponibili con una banca online evidenziano un netto rincaro per gli utenti. Ecco i risultati dello studio e quali sono le operazioni che hanno registrato gli aumenti più marcati. 

Ecco come sono cambiati negli ultimi 6 mesi i costi de conti correnti

Negli ultimi sei mesi i costi di gestione dei conti correnti delle principali banche italiane hanno fatto registrare un netto incremento. Ad esempio, il costo annuale di un conto in una banca online costa ora il 38% in più rispetto a quanto rilevato appena sei mesi fa dall’ultimo osservatorio di SosTariffe.it che sfrutta i dati raccolti dal comparatore di conti correnti. 

In generale, chi svolge molte operazioni di Internet banking deve fare i conti con una spesa maggiore (+6.4%). Nel complesso, in ogni caso, il conto online resta la soluzione più conveniente rispetto del conto corrente classico con una spesa media di 45 Euro all’anno a fronte di 100 Euro all’anno.

Confronta i vari conti correnti e scegli il migliore

Conti correnti telematici: il salasso colpisce soprattutto le famiglie

L’analisi di  SosTariffe.it ha preso in esame tutti i costi per usufruire delle funzionalità principali di un conto, a gennaio 2019, da parte dei clienti delle 17 principali banche italiane. I costi rivelati sono stati messi a confronto con i prezzi rilevati lo scorso settembre. L’osservatorio, inoltre, ha analizzato i costi per tre profili-tipo di consumatore (single, coppia e famiglia).

Da segnalare notevoli rincari nei prezzi medi (+38%) per quanto riguarda i costi dei conti attivati in banche online (ovvero istituti di credito con nessuna o con poche filiali sul territorio nazionale). La spesa di tenuta conto è lievitata da 32,75 Euro a 45,26 Euro. I rincari riguardano in particolar modo le famiglie (+41,9%) e le coppie (+40,9%) ma colpiscono anche i single (+30%).

La tabella qui di seguito riassume la variazione dei costi per i vari profili:

Banche online: assegni, canone annuo della carta e bonifici le operazioni alle stelle

Le operazioni che registrano un rincaro notevole sono tre. In primo luogo, l’analisi di SosTariffe.it registra un incremento del 214% per il costo del singolo assegno, passato da 0,03 a 0,09 Euro. Da notare anche un incremento del +111% per il canone annuo della carta di debito. Per un bonifico online, invece, la commissione è raddoppiata passando da 0,11 Euro a 0,22 Euro. Crescono anche i costi dei versamenti contati e gli assegni (più 50,88%), e i prelievi ATM da altre banche (più 49,67%).

In generale, per le banche online, non si registra alcun calo nei costi delle varie operazioni. La tabella qui di seguito riassume le variazione dei costi delle varie operazioni.

Banche tradizionali: le operazioni sul web fanno impennare i costi

Per le banche tradizionali, ovvero gli istituti di credito con molte filiali sul territorio, si registra un incremento di costo del +6.45% per le operazioni telematiche. Tali rincari riguardano, in particolare, le coppie e le famiglie (rispettivamente +8,15% e +8,06%) mentre i single vengono coinvolti solo in modo marginale (+1,64%). Le operazioni in filiale, invece, incidono meno (in media +3.21%).

Conti correnti tradizionali: prelievi e bonifici allo sportello ora costano meno

Per quanto riguarda le operazioni con i conti correnti tradizionali si registra una riduzione del costo dei bonifici disposti allo sportello (-7.11%) e del prelievo contati in filiale (-0.24%). Da segnalare, invece, l’incremento del canone annuo che, passando da 28,80 Euro di settembre a 38,30 Euro di gennaio, fa segnare un incremento percentuale del +32,98%. 

Commenti Facebook: