di

Come richiedere il bonus condizionatore ad Agosto 2021

L'estate 2021 ti sta mettendo a dura prova, tra la fine di Luglio e questo inizio Agosto sono state registrate temperature superiori ai 40 °C e il termometro non accenna a calare. Hai deciso che è arrivato il momento di comprare un condizionatore? Se sei convinto scopri come acquistare il tuo dispositivo con il Bonus Condizionatore 2021. L'agevolazione di Stato ti permetterà di avere una detrazione fiscale pari al 65% del costo (entro i limiti massimi di finanziamento previsti) per un nuovo impianto o per sostituire un vecchio modello con uno più ecologico. Eccoti anche qualche consiglio per risparmiare su luce e gas.

Come richiedere il bonus condizionatore ad Agosto 2021

Siamo nel pieno di un’ondata di caldo intenso, probabilmente la più forte dell’estate 2021. L’Italia e l’Europa stanno sfiorando temperature record, il termometro esterno ha segnato anche 45°C negli ultimi giorni.

Secondo quanto riporta meteo.it le temperature più alte sono state registrate in Italia, nei Balcani e in Turchia. Entro il fine settimana dovrebbe arrivare una breve tregua dall’alta pressione che ha colpito il Mediterraneo e il caldo dovrebbe spingersi verso l’Europa centrale.

Le temperature più elevate di questa estate da record sono state quelle del Sud Italia, ma anche in Croazia, Serbia, Romania, Macedonia e Grecia sono stati raggiunti dei picchi importanti. Il rovescio della medaglia sono state le ondate di maltempo e i disastrosi eventi climatici avvenuti nel Nord Italia (ad esempio nel comasco) e in Europa (le immagini  devastanti provenienti dalla Germania).

Luglio e Giugno hanno fatto segnare dei record da inferno, 45°C a Siracusa, 40° nella città di Fermo e 34°C in Veneto. L’ultima volta che sono stati registrati dei dati del genere è stato nel 2003.  Viste queste condizioni straordinarie è scattata la ricerca del condizionatore, l’elettrodomestico più desiderato dell’estate 2021. E sono cresciute le richieste per ottenere il Bonus condizionatore.

Si tratta di un’agevolazione del pacchetto Ecobonus per i contribuenti, in pratica consiste in una detrazione fiscale che può variare tra il 50% e il 60% dell’importo speso per l’acquisto e l’installazione dell’elettrodomestico. Si può avere il contributo anche se operare lavori di ristrutturazione di casa.

Bonus Condizionatore come ottenerlo ad Agosto 2021

Puoi ottenere questa detrazione IRPEF se acquisti o se installi un condizionatore, purché si tratti di un elettrodomestico a basso consumo energetico. Questa agevolazione è disponibile anche per chi compra o installa deumidificatori e caldaie a pompe di calore.

Potrai ottenere fino al 50% di sconto sulle tasse (su un importo complessivo massimo di  96 mila euro) se decidi di installare un climatizzatore a casa o se stai anche ristrutturando e decidi di comprare elettrodomestici almeno di classe A + o superiori. Per poter avere l’Ecobonus dovrai però dimostrare che le opere fatte in case e i nuovi dispositivi  hanno migliorato l’efficienza energetica del tuo appartamento o del condominio.

C’è anche la possibilità di avere un rimborso maggiore, pari al 65% dell’importo speso per un tetto massimo su una spesa di 46.154 euro. Questa detrazione può essere richiesta da chiunque sostituisca un vecchio impianto con un nuovo ad alta efficienza energetica e non è collegato alla ristrutturazione dell’abitazione.

L’Ecoobonus prevede un rimborso tramite detrazione fiscale, potrai avere quindi uno sconto sulle prossime 10 dichiarazioni dei redditi. Oppure, puoi cedere il credito di imposta alla ditta o all’attività presso cui acquisti il nuovo condizionatore o che assumi per i lavori.

Come richiedere il Bonus Condizionatore 2021

A differenza di altre misure di sostegno al reddito o di bonus creati negli ultimi due anni, l’Ecobonus non è direttamente collegato al tuo reddito familiare. Non dovrai quindi preoccuparti di eventuali requisiti o di presentare all’INPS la tua Dichiarazione Sostitutiva Unica. Puoi ottenere il rimborso facendo regolare domanda.

Ad essere necessarie sono delle altre condizioni, il contributo è infatti stato creato per motivi legati ai consumi e all’efficienza energetica delle abitazioni. Questa misura insieme al Super Bonus del 110% hanno come scopo principale quello di rendere più sostenibili le case e di ridurre gli sprechi di risorse.

Puoi fare richiesta del bonus condizionatori come una persona fisica, da amministratore di un condominio o di un ufficio (con partita IVA). Puoi accedere alla misura anche se vivi in una casa popolare o in cooperativa, anche per queste situazioni la domanda dovrà essere presentata dal delegato del tuo stabile.

Niente ISEE quindi per fare domanda e il rimborso sarà proporzionato agli interventi che farai per installare il clima e per comprarlo. Dovrai però inviare la documentazione (fattura) del tuo acquisto e per le spese di installazione del nuovo condizionatore. Dovrai quindi effettuare i pagamenti con un sistema tracciabile: bonifico bancario ordinario o postale. Potrai avere la detrazione anche se richiesi un finanziamento e paghi a rate il tuo nuovo dispositivo.

Hai tempo fino al 31 Dicembre 2021 per ottenere il tuo Bonus condizionatore, la data in realtà indica la scadenza per l’acquisto e l’installazione. La detrazione la riceverai nella dichiarazione dei redditi del prossimo anno. Senza la documentazione non sarà possibile avere il rimborso.

Oltre alle fatture dovrai anche farti rilasciare una dichiarazione da un tecnico abilitato che sottoscriva le caratteristiche dell’impianto, l’attestato di prestazione energetica APE di casa e la scheda informativa sugli interventi realizzati.

Come funziona il Superbonus per condizionatori

Hai la possibilità di installare un climatizzatore anche se risulti tra i beneficiari del Superbonus. In questo caso la detrazione che potrai avere è pari al 110%. Potrai ricorrere a questa misura se oltre al montaggio dei condizionatori hai in previsione interventi molto più corposi sul tuo palazzo o nel tuo appartamento.

La normativa infatti stabilisce che questo super sconto sia condizionato alla realizzazione di alcuni lavori trainanti:

  • rifacimento del cappotto termico, garantisce l’isolamento termico delle superfici opache verticali orizzontali o inclinate che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25%
  • coibentazione del tetto
  • lavori su parti comuni dei condomini, o nelle abitazioni, in questa categoria possono rientrare anche impianti di climatizzazione estiva ed invernale

Questi limiti sono stati imposti sia per incentivare il passaggio a migliori soluzioni energetiche che per aiutare il settore delle imprese edilizie nella ripresa post Covid.  Per poter garantire che il Super bonus realizzi entrambe le condizioni è stato anche deciso di vincolare la detrazione alla realizzazione di interventi e all’acquisto di elettrodomestici che possa portare ad un miglioramento di almeno 2 classi energetiche per la tua abitazione.

Per poter ottenere la certificazione APE (Attestato di Prestazione Energetica)  e il passaggio alle classi energetiche superiori sono indispensabili i lavori trainanti. Il Super  Bonus consiste in una detrazione sulle prossime 5 dichiarazioni dei redditi, a meno che non trovi una ditta disposta ad operare la cessione del tuo credito d’imposta. Quest’ultima soluzione consiste nel fatto che sarà la ditta ad ottenere i benefici fiscali e tu otterrai un immediato sconto sui lavori.

Questo è un grosso vantaggio per te, non dovrai infatti anticipare i soldi per iniziare i lavori, ma stai attento a ciò che ti propongono. Il Super Bonus ha infatti generato un indiscriminato aumento dei prezzi dei materiali edili. Una ricerca del Centro Studi della Confederazione nazionale artigiani (CNA)  ha registrato incrementi nei costi per materie prime e apparecchiature edilizie che va dal 15% fino al 70%. Il prezzo dell’acciaio è cresciuto del +130% tra Novembre 2020 e Febbraio 2021, gli isolanti costano in media il 16% in più e il legno un buon +14,3%.

Le migliori offerte luce e gas

Fare i lavori strutturali è molto impegnativo economicamente e non solo, i risultati di questi interventi contribuiranno in modo molto importante a ridurre gli sprechi in bolletta ma dovrai aspettare un po’ di tempo perché il lavori siano ultimati. Inoltre per te è importante trovare anche il modo di risparmiare sui consumi, perché le bollette energia e gas possono essere molto pesanti. Puoi fare qualcosa subito per risparmiare sulle tue spese per luce e gas scegliendo delle offerte più convenienti ed adottando dei comportamenti più sostenibili

La tua attenzione all’ambiente infatti ti ripaga anche con una riduzione della spesa che sosterrai ogni mese in bolletta. Puoi utilizzare il comparatore di SOStariffe.it, un alleato nella tua ricerca delle promozioni più vantaggiose. Lo strumento è gratuito e che non ti impegnerà all’acquisto delle offerte. Crea il tuo profilo di consumo sul sito e avvia la ricerca, o scarica l’App di SOStariffe.it e gestisci la tua indagine dallo smartphone.

Una volta che avrai inserito le informazioni sul tuo stile di consumo l’algoritmo calcolerà quali sono le tariffe migliori per te e per la tua famiglia. Se vuoi un risultato preciso ti suggeriamo di trovare l’ultima bolletta e di inserire come parametro per la ricerca il tuo consumo annuale.

Scopri qui le migliori offerte luce e gas»

Cosa puoi fare per ridurre i consumi

Eccoti anche qualche consiglio per iniziare a consumare meno e meglio. Una volta che avrai il condizionatore non impostare la temperatura ghiacciolo, se fuori ci sono 35°C non ha senso che tu imposti il clima a 19 °C, sono sufficienti 5°C in meno rispetto all’esterno per trarre benefici. Se la giornata è particolarmente umida non ti ostinare ad abbassare la temperatura, imposta invece la funzione deumidificatore e usa anche in ventilatore per mitigare il caldo. In questo modo soffrirai di meno anche gli sbalzi termici tra il tuo igloo e il mondo reale.

Queste piccole raccomandazioni insieme alla tua nuova offerta di luce e gas saranno un sollievo sia per te che per il portafogli.

Commenti Facebook: