Bonus luce e gas Dicembre 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

I bonus luce e gas sono agevolazioni statali per allentare l’impatto del caro bolletta sulle famiglie italiane più vulnerabili. Dagli esperti di SOStariffe.it una mappa su beneficiari, requisiti e scadenze a Dicembre 2022.

In 30 secondi

Bonus luce e gas a Dicembre 2022: a chi si rivolgono e come ottenerli?
  1. Sono sconti in bolletta a sostegno delle famiglie in condizione di disagio economico e fisico;
  2. le agevolazioni sono accreditate in automatico in bolletta a fronte di presentazione della DSU;
  3. una fotografia sugli importi dei bonus nel IV trimestre 2022;
  4. come alleggerire le bollette con il Mercato Libero.
Bonus luce e gas Dicembre 2022: requisiti e richiesta per avere lo sconto in bolletta

Anche in quest’ultimo scorcio dell’anno, le famiglie italiane più vulnerabili possono usufruire dei bonus luce e gas come leva per alleggerire le bollette. Ma cosa prevedono queste agevolazioni statali? In che modo sono state potenziate per far fronte al caro energia? Come beneficiarne a dicembre 2022?

A fronte dell’impennata di domande su questo tema registrata dai motori di ricerca online, gli esperti di SOStariffe.it hanno messo a punto un vademecum che accenda i riflettori su beneficiari, requisiti di accesso e modalità di ottenimento dei bonus a dicembre 2022. Non solo: sotto la lente d’ingrandimento di SOStariffe.it c’è anche l’ulteriore rafforzamento di questi contributi sociali per il 2023, secondo quanto contenuto nella manovra di bilancio varata dall’esecutivo Meloni e appena approdata in Parlamento per la discussione e la sua votazione.

Bonus sociali luce e gas: cosa sono e a chi sono rivolti a Dicembre 2022

BONUS: LE DOMANDE BONUS: LE RISPOSTE
Cosa sono i bonus sociali luce e gas?
  • Sono sconti in bolletta per aiutare le famiglie in condizioni di disagio economico e fisico a sostenere il pagamento delle spese per elettricità e metano
A chi sono rivolti a dicembre 2022?
  • Nuclei familiari con ISEE non superiore a 12mila euro
  • Famiglie numerose con almeno 4 figli a carico e ISEE non superiore a 20mila euro
  • Beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza
  • Famiglie con un componente in gravi condizioni di salute che utilizzi apparecchiature elettromedicali salvavita
Come sono stati potenziati nel 2022?
  • Al bonus ordinario è stato affiancato un bonus integrativo (o straordinario) per aumentare l’importo dello sconto
  • La soglia ISEE per l’accesso ai bonus è stata innalzata da 8.265 euro a 12mila euro (fino al 31 dicembre 2022) per allargare la platea dei beneficiari
Come fare per ottenerli?
  • Sono riconosciuti in automatico a tutte le famiglie aventi diritto che hanno richiesto l’ISEE, presentando la Dichiarazione Sostitutiva Unica

I bonus sociali luce e gas consistono in uno sconto in bolletta riservato alle famiglie in condizioni di disagio economico o fisico. L’obiettivo? Aiutare i nuclei familiari svantaggiati a sostenere le spese per la fornitura di energia elettrica e gas naturale.

In questo anno di maxi-rincari di energia elettrica e metano, il Governo è intervenuto a più riprese sui bonus luce e gas, varando misure urgenti che ne hanno sia aumentato l’importo elargito, sia allargato la platea dei beneficiari. È bene infatti ricordare che il limite ordinario per l’accesso ai bonus è fissato a 8.265 euro. Fino al 31 dicembre 2022, invece, la soglia per beneficiare dei bonus luce si attesta a quota 12mila euro. Così come fino al 31 dicembre 2022 al bonus ordinario è affiancato un bonus integrativo (o straordinario) così da aumentare la somma totale dello sconto applicato.

Per beneficiare dei bonus luce e gas a dicembre 2022, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere un indicatore ISEE non superiore a 12mila euro;
  • avere almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e un indicatore ISEE non superiore a 20mila euro;
  • beneficiare di un reddito di cittadinanza o pensione di cittadinanza;
  • avere nel proprio nucleo familiare un componente in gravi condizioni di salute che utilizzi apparecchiature elettromedicali salvavita.

Non occorre fare richiesta per i bonus sociali per disagio economico poiché (da gennaio 2021) sono attivati automaticamente a fronte della presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e di un ISEE valido. Questo significa che gli aventi diritto si vedranno lo sconto accreditato in automatico in bolletta.

È necessario, invece, presentare richiesta per ottenere l’agevolazione da disagio fisico. L’apposita domanda dovrà essere presentata ai Comuni o ai CAF abilitati, a fronte della consegna di un certificato ASL che attesti:

  • la situazione di grave condizione di salute;
  • la necessità di utilizzare apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata.

Bonus sociali luce e gas: a quanto ammontano a Dicembre 2022

TIPOLOGIA DI BONUS PARAMETRI DI CALCOLO VALORE DEL BONUS
Bonus elettrico per disagio economico
  • Numero di componenti della famiglia
Da 264,10 euro a 378,57 euro nel IV trimestre 2022
Bonus gas per disagio economico
  • Numero di componenti della famiglia
  • Tipo di uso del gas
  • Zona climatica in cui è ubicata la fornitura
Da 126,04 euro a 2.058,96 euro nel IV trimestre 2022
Bonus elettrico per disagio fisico
  • Apparecchiature salvavita utilizzate
  • Potenza contrattuale
  • Tempo giornaliero di utilizzo
Da 117,76 euro a 359,72 euro nel IV trimestre 2022

 Come indicato sul sito di ARERA, l’Authority italiana dell’energia, il bonus elettrico per disagio economico erogato nel quarto trimestre 2022 (1° ottobre – 31 dicembre) si traduce in un risparmio complessivo in bolletta (già comprensivo del bonus integrativo) pari:

  • 264,10 euro per famiglie con uno o due componenti al suo interno (se si considera una sola mensilità, il risparmio è pari a 86,10 euro);
  • 321,42 euro per i nuclei familiari con 3-4 componenti (con 104, 07 euro di risparmio mensile);
  • 378,57 euro per le famiglie con oltre quattro componenti (123,30 euro al mese di risparmio).

Considerando il valore del bonus gas per disagio economico (sempre nel trimestre ottobre-dicembre 2022), l’importo complessivo (ordinario + straordinario) è compreso tra i 126,04 euro e i 2.058,96 euro.

L’erogazione di tale bonus dipende dal numero di componenti del nucleo familiare ISEE, dalla categoria d’uso associata alla fornitura di luce e gas e dalla zona climatica in cui è erogata la fornitura di elettricità e metano.

Ecco, invece, il valore del bonus elettrico per disagio fisico nel IV trimestre 2022:

  • per la fascia fino a 600 kWh/anno di extra consumo rispetto a un utente tipo (2700/kWh/anno), il risparmio in bolletta varia da 117,76 euro (fino a 3 kW di potenza) a 181,24 euro da 4,5 kW in su;
  • per la fascia tra 600 e 1.200 kWh/anno di extra consumo, il bonus va da 207,92 euro (fino a 3 kW di potenza) a 270,48 euro (4,5 kW in su);
  • per la fascia oltre 1.200 kWh/anno di extra consumo, gli importi sono compresi tra i 303,60 euro (fino a 3 kW) e i 359,72 euro (da 4,5 kW in su).

Bonus Luce e Gas 2023: le novità introdotte nella manovra di bilancio

BONUS LUCE E GAS 2022 BONUS LUCE E GAS, I trimestre 2023
Potenziamento dei bonus: bonus ordinario + integrativo Confermato il rafforzamento dei bonus: ordinario + integrativo
Tetto ISEE a 12 mila euro per accedere ai bonus luce e gas Soglia ISEE innalzata a 15mila euro per allargare la platea dei beneficiari
Tetto ISEE a 20mila euro per famiglie numerose (4 o più figli) Confermato il limite a 20mila euro per le famiglie numerose

La manovra finanziaria 2023, la prima varata dall’esecutivo Meloni e ora all’esame del Parlamento, conferma il potenziamento dei bonus luce e gas, almeno per il primo trimestre 2023 (1° gennaio – 31 marzo).

Tra le novità introdotte nel documento di bilancio c’è infatti un ulteriore innalzamento della soglia ISEE per accedere ai bonus luce e gas nei primi tre mesi del 2023: dagli attuali 12mila euro si passerà a 15mila euro, così da allargare ulteriormente le maglie di un’agevolazione sempre più essenziale per aiutare le famiglie a pagare le bollette. Resta, invece, invariato (a 20mila euro) il tetto massimo per i nuclei familiari cosiddetti “numerose”, che contano 4 o più figli a carico.

Secondo il testo della manovra varato dal Consiglio dei ministri, resta in vigore anche per il primo trimestre 2023 il bonus integrativo che va a sommarsi al bonus ordinario per incrementare l’efficacia dell’agevolazione.

Risparmiare scegliendo il Mercato Libero a Dicembre 2022

Al di là delle agevolazioni statali, è possibile alleggerire le bollette nel breve periodo affidandosi alle offerte luce e gas del Mercato Libero. Per individuarle, basta accedere al comparatore di SOStariffe.it: questo strumento (semplice, intuitivo e gratuito) aiuta i clienti domestici a setacciare le soluzioni luce e gas proposte dai fornitori del Mercato Libero, a confrontarle a partire dai propri dati reali di consumo e a scegliere la promozione più vantaggiosa sulla base del proprio fabbisogno energetico. Una volta scelta l’offerta che si sposa con le proprie abitudini di consumo, si potrà procedere con l’attivazione online, raggiungendo il sito del fornitore. Clicca sul pulsante verde qui sotto per accedere al comparatore di SOStariffe.it:

SCOPRI LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS »

Per ottenere assistenza nella scelta, inoltre, è possibile contattare il servizio di consulenza di SOStariffe.it, gratuito e senza impegno, al numero 02 5005 111.