SPID TIM: come richiedere o recuperare lo SPID per l'identità digitale con TIM


Cos’è lo SPID TIM, a cosa serve e qual è la procedura che bisogna seguire per richiederlo o per riuscire a recuperarlo.

Lo SPID, ovvero il Sistema Pubblico di Identità Digitale, può essere richiesto dai soggetti maggiorenni per avere accesso a una serie di servizi della Pubblica Amministrazione. Tra i vari provider che permettono di attivarne uno, rientra anche TIM.

Come si richiede lo SPID TIM? Quanto costa la richiesta e qual è la modalità da mettere in pratica per ottenerlo? In questa guida saranno evidenziati quali sono le funzioni dello SPID e perché è così importante, con un focus sullo SPID TIM.

Cosa serve per richiedere le credenziali SPID

La richiesta dello SPID può essere effettuata da qualsiasi soggetto maggiorenne, il quale nel caso di residenza in Italia avrà bisogno di:

  • un indirizzo email;

  • il numero di telefono cellulare utilizzato nel quotidiano;

  • un documento di identità valido, a scelta tra carta di identità, passaporto o patente;

  • la tessera sanitaria, nella quale è presente il codice fiscale.

I cittadini italiani che risiedono all’estero, invece, dovranno essere in possesso di:

  • un indirizzo email;

  • il numero di telefono cellulare utilizzato nel quotidiano;

  • un documento di identità italiano valido, a scelta tra carta di identità, passaporto o patente;

  • il codice fiscale.

La presentazione di tali documenti è molto importante per la verifica dell’identità del richiedente e serve a contrastare un fenomeno purtroppo assai diffuso, soprattutto ai nostri tempi, ovvero quello del furto di identità online.

Scopri le migliori offerte del mercato

Cosa si deve fare per ottenere lo SPID

Lo SPID, acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale, è un sistema che permette ai cittadini di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione attraverso l’utilizzo di un nome utente unico e di una password univoca.

Il primo passo da compiere per ottenere lo SPID TIM consiste nel digitare il seguente indirizzo https://www.spid.gov.it/richiedi-spid e scegliere TIM tra i vari Identity provider disponibili. Sarà quindi necessario effettuare la registrazione sul sito di TIM, nella quale non potranno mancare 3 passaggi fondamentali:

  • l’inserimento dei propri dati anagrafici;

  • la creazione delle credenziali SPID;

  • una fase nella quale sarà effettuato il riconoscimento.

La scelta dell’Identity provider deve essere ponderata e avvenire sulla base delle proprie esigenze. In particolare, si consiglia di tenere in considerazione in seguenti elementi:

  • scegliere lo SPID TIM se si è già clienti TIM potrebbe essere un vantaggio, ma è disponibile a prescindere da quale sia il proprio operatore telefonico;

  • è importante scegliere sulla base del livello di sicurezza che si vorrebbe attivare;

  • i cittadini che vivono all’estero dovrebbero verificare che il provider scelto offra anche un servizio per l’estero;

  • chi sceglie di utilizzare la Carta d’Identità Elettronica, la Carta Nazionale dei Servizi e la firma digitale potrà ottenere lo SPID da remoto.

Come richiedere lo SPID TIM

Lo SPID TIM, chiamato anche TIM ID, è l’identità digitale di TIM attraverso la quale accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione, oltre che a tutti i siti web che aderiscono al sistema SPID.

L’ID SIM si basa su una procedura composta da 4 step:

  • quello della registrazione, durante la quale si dovrà indicare la modalità di riconoscimento che si preferisce e inserire i propri dati compilando l’apposito modulo di registrazione;

  • quello della verifica dei dati inseriti;

  • il terzo step consiste nella vera e propria identificazione;

  • l’ultimo step è infine rappresentato dal rilascio dell’identità digitale con la quale si potrà dunque accedere ai servizi online SPID.

La modalità di riconoscimento potrà essere scelta dal singolo utente tra le seguenti quattro opzioni:

  • CNS-TS gratuito, ovvero attraverso l’utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi o la tessera sanitaria abilitata come CNS che servirà a identificarsi e a sottoscrivere la propria richiesta online;

  • recandosi di persona presso la sede più vicina disponibile, dopo aver preso apposito appuntamento, con il documento d’identità inserito durante la fase di richiesta e la propria tessera sanitaria: anche questa modalità è gratuita;

  • un’altra possibilità di riconoscimento del tutto gratuita è rappresentata dall’utilizzo della firma digitale attraverso la quale ci si potrà identificare e sottoscrivere la richiesta online;

  • un’ultima modalità, che però è a pagamento, è data dall’utilizzo della web cam per l’identificazione online da PC o smartphone: anche in questo caso sarà necessario fissare un appuntamento.

Le tipologie di SPID TIM

TIM ID può essere attivato per il cittadino, al costo di zero euro, oppure per un’azienda, al costo di 36 euro l’anno. Nel primo caso il cittadino potrà ottenere l’identità digitale di 1° e 2° livello per accedere ai servizi online SPID e riceverà notifiche tramite SMS o email ogni qualvolta la sua identità digitale sarà utilizzata.

Per quanto riguarda lo SPID TIM Azienda, anche in questo caso si potrà ottenere un’identità digitale di 1° e 2° livello per l’accesso ai servizi online SPID. In particolare, l’identità digitale per azienda è riservata:

  • alle ditte individuali;

  • ai liberi professionisti;

  • alle persone giuridiche.

I soggetti in elenco dovranno essere in possesso di partita IVA rilasciata in Italia.

SPID TIM Cittadino: cosa cambia in base alla modalità di identificazione

A seconda della modalità scelta per identificarsi al fine di ottenere lo SPID ci sono alcune informazioni importanti da tenere in considerazione, in quanto potrebbero cambiare i documenti richiesti in relazione alla procedura.

Nello specifico, se si utilizza la Carta Nazionale dei Servizi/Tessera Sanitaria, saranno richiesti:

  • la Carta Nazionale dei Servizi oppure la Tessera Sanitaria abilitata come CNS;

  • un PC dotato di un lettore di smart card.

Se si sceglie questa modalità, la tessera dovrà essere stata attivata e abilitata alla firma digitale presso la propria Regione: in questo caso sarà stato rilasciato il relativo PIN di sicurezza. Nel caso di riconoscimento dal vivo, sarà invece necessario portare con sé, presso la sede scelta per l’identificazione, un documento di identità valido e la tessera sanitaria.

Diversamente, nell’ipotesi di utilizzo della firma elettronica qualificata o della firma digitale saranno necessari un PC con lettore di smartcard, o un Token USB, oppure un cellulare. Questo perché per farsi riconoscere con questa modalità sarà necessario apporre la propria firma digitale sul modulo online che comparirà durante la fase di richiesta dello SPID TIM.

L’utilizzo della web cam per farsi riconoscere è l’unico metodo a pagamento: ha un costo promozionale di 12,08 euro, IVA inclusa. In questa ipotesi, saranno richiesti:

  • un PC, un tablet o uno smartphone dotati di web cam e microfono perfettamente funzionanti;

  • un documento di identità valido;

  • la tessera sanitaria.

Nella pratica, qualche giorno dopo aver avviato la procedura di richiesta dello SPID TIM con questa modalità di identificazione, si riceverà una mail contenente l’esito delle verifiche dei dati inseriti e un link al quale collegarsi per completare il riconoscimento alla presenza di un operatore TIM.

SPID TIM Azienda: cosa cambia in base alla modalità di identificazione

Stesso discorso può essere applicato nel caso di attivazione di uno SPID TIM aziendale. Nel caso di utilizzo della Carta Nazionale dei Servizi/Tessera Sanitaria, saranno richiesti:

  • la Carta Nazionale dei Servizi oppure la Tessera Sanitaria abilitata come CNS;

  • un PC dotato di un lettore di smart card.

Se si sceglie questa modalità, la tessera dovrà essere stata attivata e abilitata alla firma digitale presso la propria Regione: in questo caso sarà stato rilasciato il relativo PIN di sicurezza. Nel caso di riconoscimento di persona, invece, sarà necessario portare con sé, presso la sede scelta per l’identificazione, un documento di identità valido e la tessera sanitaria.

Analogamente al caso dello SPID TIM cittadino, nell’ipotesi di utilizzo della firma elettronica qualificata o della firma digitale, saranno necessari un PC con lettore di smartcard, o un Token US, oppure un cellulare. Sarà quindi possibile farsi riconoscere con questa modalità apponendo la propria firma digitale sul modulo online che comparirà durante la fase di richiesta dello SPID TIM.

La procedura è analoga e ha pure lo stesso costo, pari a 12,08 euro IVA inclusa, anche nel caso di utilizzo della web cam. In questa evenienza saranno richiesti:

  • un PC, un tablet o uno smartphone dotati di web cam e microfono perfettamente funzionanti;

  • un documento di identità valido;

  • la tessera sanitaria.

Anche in questo caso, qualche giorno dopo aver avviato la procedura di richiesta dello SPID TIM con questa modalità di identificazione, si riceverà una mail contenente l’esito delle verifiche dei dati inseriti e un link al quale collegarsi per completare il riconoscimento alla presenza di un operatore TIM.

Connettersi a Internet con TIM

Lo SPID TIM è uno strumento davvero indispensabile in quanto permette di portare a termine un gran numero di operazioni online. Volendo fare qualche esempio, lo si può utilizzare:

  • per utilizzare i servizi disponibili sul sito dell’INPS, o semplicemente per controllare la pensione;

  • per iscriversi a un esame dell’università pubblica;

  • per iscrivere i figli a scuola;

  • per prenotare una visita presso una struttura sanitaria pubblica;

  • per ottenere bonus quali quello riservato agli studenti o ai docenti, oppure quello per l’acquisto di biciclette.

La parte più importante di tutto questo processo, ovvero quella che permette di poter richiedere lo SPID TIM online, consiste dell’avere una connessione Internet, altrimenti la procedura non potrà essere completata.

La stessa potrà essere attivata con TIM, attraverso la scelta di una connessione Internet casa. Le possibilità offerte dall’operatore sono diverse e dipendono fondamentalmente dalla propria copertura di rete.

Le offerte Internet casa di TIM partono da un costo minimo di 24,90 euro al mese, ma possono raggiungere anche i 49,90 euro al mese. Per conoscere fin da subito quali sono tutte le proposte disponibili, ti consigliamo di fare un salto sul comparatore di tariffe di SOStariffe.it.

La connessione di TIM può raggiungere le seguenti velocità:

  • 1 Giga in download e 100 Mega in upload, nel caso di connessione in fibra FTTH, attivabile al costo di 29,90 euro al mese con l’offerta TIM Super Fibra;

  • 200 Mega in download e 20 Mega in upload, nel caso di connessione in fibra FTTC, attivabile al costo di 29,90 euro al mese con l’offerta TIM Super Mega;

  • 20 Mega in download e 1 Mega in upload, nel caso di connessione ADSL, attivabile al costo di 29,90 euro al mese con l’offerta TIM Super ADSL;

  • 30 Mega in download e 3 Mega in upload, nel caso di connessione di tipo FWA (fibra mista radio), attivabile al costo di 24,90 euro al mese con l’offerta TIM Super FWA.

Le offerte in elenco includono la connessione Internet illimitata e le chiamate gratuite verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali. In alternativa, nel caso in cui non si fosse interessati alla telefonia fissa, è sempre possibile scegliere di attivare una promozione TIM mobile e richiedere lo SPID TIM con la rete del cellulare.

 

Offerte telefonia fissa e mobile tutto compreso: le promozioni di ottobre 2020

Le offerte telefonia fissa e mobile tutto compreso sono la migliore occasione per risparmiare sulla connessione Internet di casa veloce e stabile e sulla SIM per smartphone. Scopri le migliori tariffe convergenti dei principali provider

Offerte TIM casa tutto compreso: le promozioni di Ottobre 2020

Tim è tra i principali operatori di rete fissa in Italia e per coloro che vogliono risparmiare sulla connessione Internet domestica e altri servizi come le chimate da fisso sono disponibili offerte tutto compreso

Bonus PC e Internet: ecco da quando saranno utilizzabili i voucher da 500 Euro

Il Bonus PC e Internet, agevolazione che mette a disposizione degli aventi diritto sino a 500 Euro da utilizzare per semplificare l'accesso alla banda ultra larga, potrà essere utilizzato tra pochi giorni. Come stabilito dal Comitato Banda ultra larga (Cobul), infatti, a partire dal mese di novembre 2020 sarà possibile, per tutte le famiglie che ne hanno diritto, utilizzare il voucher per attivare le offerte degli operatori ed acquistare un PC/tablet. Ecco tutti i dettagli:
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno