Richiesta rimborso Telecom per guasto linea telefonica: come si fa


In questa guida potete trovare un approfondimento su come si fa la richiesta di rimborso Telecom per guasto linea telefonica, oltre che agli altri casi in cui la compagnia telefonica prevede gli indennizzi e l’ammontare corrispettivo.

Eolo numero verde: tutti i contatti

Richiesta rimborso Telecom: come funziona

In caso di specifici disagi o problematiche, sia con la linea telefonica, che con la linea internet ADSL oppure a banda ultra larga, Telecom riconosce ai clienti interessati rimborsi differenti a seconda della situazione segnalata. Nelle seguenti sezioni, descriveremo più nel dettaglio quali sono questi casi e a quanto ammontano i rimborsi, che sono calcolati sulla base del numero di giorni di ritardo che superano il tempo previsto dal contratto per la soluzione di un dato problema.

Per effettuare una richiesta di rimborso a Telecom, dovrete comunicare all’azienda il disservizio che state affrontando attraverso una segnalazione dedicata oppure un reclamo. Per farlo, potrete scegliere diversi canali:

  • utilizzando il sito web tim.it;

  • telefonando al Servizio Clienti linea fissa 187;

  • inviando un fax al numero verde gratuito 800.000.187;

  • scrivendo alla Casella Postale n. 111 00054 Fiumicino (Roma).

Queste sono le fasi da seguire per effettuare un reclamo:

  1. segnalazione, una descrizione dettagliata dei motivi del reclamo;

  2. verifica, un’indagine da parte dell’azienda per quanto riguarda la fondatezza della segnalazione;

  3. esito, una comunicazione da parte dell’azienda dell’esito della fase di valutazione.

Se non doveste ottenere alcun tipo di risposta da parte di Telecom entro 30 giorni dall’invio della segnalazione, potrete ricorrere alla procedura di Conciliazione. Si tratta di un passaggio obbligatorio che assicura risparmio di tempo e costi rispetto al processo ordinario davanti all’Autorità Giudiziaria.

Scopri le migliori offerte del mercato

Richiesta rimborso Telecom per guasto linea telefonica: come si fa

Se desiderate richiedere rimborso a Telecom per guasto linea telefonica dovrete seguire le modalità già descritte nella sezione precedente di questa guida, rispettando le tre fasi di segnalazione, verifica e esito. Quest’ultimo può risultare positivo oppure negativo. Vi ricordiamo che, in caso di segnalazione con esito negativo, potrete proseguire con la procedura di Conciliazione.

È importante tenere presente che il rimborso per guasto della linea telefonica scatta solo successivamente allo scadere di 2 giorni lavorativi previsti.

Richiesta rimborso Telecom: quali casi

Telecom ha stabilito molto chiaramente quali sono i casi in cui è possibile richiedere e ricevere un indennizzo da parte dei propri clienti. In particolare, si tratta delle situazioni che Telecom descrive come veri e propri “impegni” con gli utenti che hanno sottoscritto un contratto.

Per quanto riguarda la linea telefonica, si tratta di:

  • servizio di attivazione entro 10 giorni solari dalla richiesta;

  • trasloco entro 10 giorni solari dalla richiesta;

  • cambio del numero telefonico per necessità tecnica;

  • riparazione guasti entro 2 giorni lavorativi dalla segnalazione;

  • inserimento del nome o del numero telefonico nell’elenco dell’area territoriali di appartenenza;

  • continuità di servizio.

Per quanto concerne invece gli indennizzi rispetto al servizio di connessione internet (banda larga ADSL e ultra larga su architettura FTTE, FTTC, FTTH e FWA);

  • attivazione linea ADSL, senza modem, entro 30 giorni solari dalla richiesta;

  • attivazione linea ADSL, con modem;

  • attivazione linea internet banda ultra larga entro 60 giorni solari dalla richiesta;

  • riparazione guasti entro 2 giorni lavorativi dalla segnalazione.

Questi elencati sono dunque tutti i casi in cui potrete sicuramente procedere con una richiesta rimborso.

Richiesta rimborso Telecom: a quanto ammonta

Nel caso in cui vi ritroviate in una delle situazioni già descritte e possiate quindi procedere con la richiesta di indennizzo con sicurezza, avrete il diritto di ricevere una specifica somma a seconda del mancato servizio tramite cui avete ricevuto un danno, diversamente dalle condizioni descritte dal vostro contratto.

In particolare, ecco le somme di indennizzo previste per problematiche relative alla linea telefonica:

  • nel caso di ritardata attivazione, trasloco, cambio del numero telefonico, riparazione dei guasti, 7,80 Euro per ogni giorno lavorativo di ritardo;

  • nel caso di errore nell’inserimento del nome o del numero telefonico nell’elenco dell’area geografica di appartenenza, 37,08 Euro una tantum;

  • nel caso di omissione dell’inserimento del nome o del numero telefonico nell’elenco dell’area geografica di appartenenza, 74,16 Euro una tantum;

  • per discontinuità del servizio, 7,80 Euro per ogni giorno solare di errata sospensione del servizio.

Per quanto riguarda la connessione internet:

  • nel caso di problemi con un contratto internet a consumo per l’attivazione linea ADSL (senza modem e con modem), linea internet banda ultra larga e riparazione guasti, 2 Euro per ogni giorno lavorativo (fino ad un massimo di 40 Euro);

  • nel caso di disagi con un contratto internet flat/semi flat per i casi già descritti sopra, 5 Euro per ogni giorno lavorativo di ritardo (fino ad un massimo di 100 Euro).

Infine, è bene tenere presente che, in caso di mancato riscontro ai reclami scritti entro 30 giorni dalla ricezione, vi spetterà anche un indennizzo di 5,16 Euro per ogni 5 giorni lavorativi di ritardo. La somma massima cumulabile con questi termini è pari a 180,76 Euro.

Migliori offerte fibra ottica Aprile 2020

Il mese di aprile 2020 può essere davvero il momento giusto per attivare una nuova offerta fibra ottica ad un prezzo particolarmente vantaggioso. Sul mercato di telefonia fissa, infatti, sono presenti diverse soluzioni davvero molto interessanti che possono garantire un risparmio considerevole agli utenti oltre, naturalmente, alla possibilità di sfruttare la fibra ottica FTTH che consente di navigare sino a 1000 Mega in download di velocità massima. Ecco le migliori offerte fibra ottica di aprile 2020. 

Didattica a distanza per scuola primaria: i principali strumenti online

La chiusura delle scuole per il contenimento del contagio da Covid-19 prosegue, ma la didattica a distanza sta permettendo di non fermare le attività didattiche. Ecco quali sono gli strumenti attraverso i quali studenti e insegnanti riescono a seguire e gestire le lezioni a distanza

WeSchool: come funziona la classe virtuale live, registrazione e tutorial per studenti e insegnanti

Per lo smart learning è necessario avere delle risorse informatiche di alto livello, in grado di permettere agli studenti di accedere alla didattica in modo completo e agli insegnati di svolgere le lezioni senza intoppi o problemi di alcun tipo. Tra le piattaforme di riferimento per lo studio online troviamo WeSchool, una soluzione che può rappresentare un supporto validissimo sia per gli studenti che per gli insegnati. Ecco come funziona WeSchool e tutto quello che c'è da sapere su questa piattaforma. 
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno