Richiesta rimborso Telecom per disservizi


I clienti Telecom che registrano disservizi legati ai servizi erogati dall’operatore hanno la possibilità di presentare un reclamo. Si tratta di un passaggio essenziale per poter ottenere un risarcimento nel caso in cui il provider non abbia rispettato le condizioni del contratto stipulato con il suo cliente.

rimborso telefonico telecom

In caso di disservizio, ad esempio nel caso in cui la connessione ad Internet di casa non funzioni per diversi giorni consecutivi, sarà possibile presentare un apposito reclamo e richiedere un rimborso per i servizi Internet Casa

La procedura da seguire è molto semplice anche se il cliente deve prestare la massima attenzione nella compilazione della richiesta e nell’invio della documentazione corretta. Solo in questo modo, infatti, la richiesta di rimborso Telecom per disservizi potrà essere accolta e il risarcimento potrà essere erogato, se dovuto, nel minor tempo possibile.

Per inviare una richiesta di rimborso per disservizi a Telecom Italia i clienti hanno a loro disposizione diverse opzioni. In particolare, la richiesta di rimborso potrà essere inviata all’operatore tramite raccomandata oppure con un messaggio di posta elettronica certificata (PEC) allegando tutta la documentazione utile per ottenere il risarcimento dovuto a causa del disservizio registrato.

I contatti di Telecom 

Prima di procedere con la richiesta di rimborso per disservizi è consigliabile contattare Telecom per ottenere tutte le informazioni in merito al disservizio registrato. L’assistenza dell’operatore sarà tenuta a fornire tutte le informazioni richieste dal cliente in merito ai problemi riscontrati ed ai canali utilizzabili per sporgere un reclamo e richiedere il rimborso.

Per contattare Telecom è possibile

  • Chiamare al 187; il servizio è disponibile sia per i clienti di rete fissa che per i clienti di rete mobile; gli operatori sono disponibili, sia per assistenza tecnica che per assistenza amministrativa, dalle 7.00 alle 22.30, sette giorni su sette; per i clienti business è possibile fare riferimento al numero 191

  • Recarsi in un negozio TIM; per individuare il negozio più vicino è sufficiente visitare il sito ufficiale tim.it e, dalla home page, scorrere sino in basso sino ad individuare la sezione “Strumenti Veloci” da cui sarà possibile cliccare sull’opzione “Trova Negozio”; dalla nuova sezione basterà inserire l’indirizzo o il CAP per individuare i negozi più vicini; per richiedere informazioni in merito ai disservizi e ad una relativa richiesta di rimborso è necessario individuare un “Negozio TIM” e non un “Negozio autorizzato TIM”

Se la questione legata al reclamo ed alla relativa richiesta di rimborso per disservizi da presentare a Telecom fosse particolarmente intricata, prima di procedere con l’invio della richiesta potrebbe essere utile richiedere il supporto da parte del proprio legale oppure da parte di un’associazione dei consumatori specializzata nella risoluzione di problemi di questo tipo.

Scopri le migliori offerte del mercato

Richiesta rimborso Telecom tramite raccomandata

In caso di disservizi relativi alla propria linea, i clienti Telecom hanno la possibilità di sporgere un reclamo e richiedere un rimborso inviando una raccomandata all’azienda. Nella comunicazione scritta inviata a Telecom sarà necessario allegare tutti i documenti e le informazioni utili a chiarire il disservizio e bisognerà indicare tutti i dati necessari per identificare il cliente, la linea ed il contratto.

I clienti residenziali possono inviare la raccomandata all’indirizzo:

Telecom Italia S.p.A.
Casella Postale n. 111
00054 Fiumicino (Roma)

Per quanto riguarda i clienti business, invece, è possibile avanzare una richiesta di rimborso Telecom tramite raccomandata inviando un’apposita comunicazione all’indirizzo seguente:

Telecom Italia S.p.A.
Servizio Clienti Business
Casella Postale 456
00054 Fiumicino (ROMA)

Gli indirizzi per l’invio di qualsiasi comunicazione da parte dei clienti TIM possono subire modifiche in qualsiasi momento e senza alcun avviso. Per questo motivo, prima di inviare un reclamo o una richiesta di rimborso è molto importante verificare se l’operatore ha effettuato una modifica del suo indirizzo riservato alle comunicazioni da parte della clientela.

Per effettuare questa verifica è sufficiente consultare l’ultima bolletta ricevuta da parte di TIM. Nella bolletta, che l’utente può ricevere tramite posta cartacea o in versione digitale, vengono riportati tutti i riferimenti utili per contattare TIM, compreso l’indirizzo per le comunicazioni da inviare tramite raccomandata.

Richiesta rimborso Telecom tramite PEC

Un’altra opzione per l’invio di una richiesta di rimborso Telecom per disservizi è rappresentata dalla casella di posta elettronica certificata (PEC) dell’azienda. In questo caso, infatti, è possibile inviare a Telecom la richiesta di rimborso, inviando, dalla propria casella PEC, una comunicazione scritta alla PEC dell’azienda andando ad allegare tutta la documentazione utile per l’identificazione della linea oggetto del disservizio.

Per inviare la richiesta di rimborso Telecom tramite PEC è possibile fare riferimento all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’operatore:

Moduli e comunicazioni da inviare a Telecom

Le comunicazioni che l’utente può avere l’esigenza di inviare a Telecom possono essere di vario tipo e possono riguardare diversi servizi che l’operatore fornisce. Per questo motivo, prima di procedere con l’invio di una raccomandata o una PEC, è consigliabile consultare il sito TIM per raccogliere tutte le informazioni utili.

Il portale, all’indirizzo tim.it/assistenza/moduli, raccoglie una lunga serie di moduli pre-impostati per l’invio di una comunicazione all’azienda. Consultando questa sezione sarà possibile ottenere informazioni aggiuntive sui reclami e sulle richieste di rimborso e scaricare il modulo specifico da inviare all’operatore dopo averlo compilato in ogni sua parte.

Da notare, inoltre, che in questa sezione del sito TIM è possibile ottenere i moduli e i dettagli in merito alla Conciliazione. Nel caso in cui il reclamo presentato non venga accettato (o l’operatore non presenti alcuna risposta), il cliente può avviare la procedura di Conciliazione per poter tutelare i propri diritti. Come previsto dalla normativa, tutti i dettagli ed i riferimenti relativi a questa procedura sono disponibili sul sito TIM.

Migliori offerte fibra ottica Aprile 2020

Il mese di aprile 2020 può essere davvero il momento giusto per attivare una nuova offerta fibra ottica ad un prezzo particolarmente vantaggioso. Sul mercato di telefonia fissa, infatti, sono presenti diverse soluzioni davvero molto interessanti che possono garantire un risparmio considerevole agli utenti oltre, naturalmente, alla possibilità di sfruttare la fibra ottica FTTH che consente di navigare sino a 1000 Mega in download di velocità massima. Ecco le migliori offerte fibra ottica di aprile 2020. 

Didattica a distanza per scuola primaria: i principali strumenti online

La chiusura delle scuole per il contenimento del contagio da Covid-19 prosegue, ma la didattica a distanza sta permettendo di non fermare le attività didattiche. Ecco quali sono gli strumenti attraverso i quali studenti e insegnanti riescono a seguire e gestire le lezioni a distanza

WeSchool: come funziona la classe virtuale live, registrazione e tutorial per studenti e insegnanti

Per lo smart learning è necessario avere delle risorse informatiche di alto livello, in grado di permettere agli studenti di accedere alla didattica in modo completo e agli insegnati di svolgere le lezioni senza intoppi o problemi di alcun tipo. Tra le piattaforme di riferimento per lo studio online troviamo WeSchool, una soluzione che può rappresentare un supporto validissimo sia per gli studenti che per gli insegnati. Ecco come funziona WeSchool e tutto quello che c'è da sapere su questa piattaforma. 
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno