Connessione remota: come configurare e attivarla su PC


Accedere ai file salvati sul proprio PC a distanza, utilizzando un altro dispositivo, è molto semplice. Per eseguire tale operazione, infatti, è sufficiente realizzare una connessione remota tra il dispositivo che si desidera utilizzare e il PC a cui si vuole accedere “da remoto”. Un’operazione di questo tipo richiede una procedura di configurazione molto semplice e può essere realizzata mettendo in collegamento tra loro dispositivi anche completamente differenti.

Navigazione Internet: di quanti GB al mese hai bisogno?

È possibile, ad esempio, accedere al PC in ufficio dal proprio smartphone e recuperare un file dimenticato sul desktop, ad esempio salvandolo sul cloud, in pochissimo tempo. Allo stesso modo, sarà possibile creare una connessione remota tra due PC differenti (non è necessario che sia installato lo stesso sistema operativo).

Per realizzare una connessione remota basta avere a disposizione due dispositivi (PC, notebook, smartphone etc) che dovranno essere accessi e collegati alla rete, possibilmente con una connessione Internet casa senza limiti di tempo e volumi di traffico. Il dispositivo a cui accedere “da remoto” dovrà essere stato configurato per questo tipo di accesso già precedenza.

Ricorrere alla connessione remota è un’opzione da tenere sempre in considerazione nel caso in cui vi sia la necessità di accedere ad un PC che non può essere raggiunto fisicamente. L’utilizzo tipico della connessione remota è in ambito lavorativo ma tale funzione può tornare utile anche in altri contesti d’utilizzo, in base a quelle che possono essere le esigenze del momento.

I PC dotati di sistema operativo Windows 10 Pro integrano una funzione, denominata Desktop remoto, che permette di avviare una connessione remota e può tornare molto utile soprattutto in ambito aziendale (dove questo sistema operativo viene utilizzato maggiormente). In tutti gli altri contesti, per realizzare una connessione remota è possibile utilizzare software specifici di facile utilizzo oppure applicativi web, ancora più immediati.

Ecco come configurare ed attivare su PC una connessione remota.

Connessione remota ad un PC con Windows 10 Pro

Sfruttando le funzionalità di Windows 10 Pro, la versione più completa del sistema operativo di Microsoft, è possibile realizzare una connessione remota ad un PC in modo molto semplice ed efficace. Questa funzionalità può trovare diverse applicazioni in ambito aziendale permettendo anche di realizzare interventi di assistenza da remoto in modo molto efficace.

Abilitare una connessione remota su di un PC Windows con sistema operativo Windows 10 Pro è una procedura tutto sommato molto semplice. Basta selezionare una serie di impostazioni legate a questa funzione per configurare il proprio PC in modo corretto. Il primo passo da compiere è quello di entrare in Esplora File, cliccando sull’icona della cartella gialla sulla barra delle applicazioni in basso.

A questo punto è necessario individuare la voce Questo PC nella barra laterale della nuova finestra. Dopo aver individuato questa voce, bisogna cliccarci con il tasto destro e scegliere l’opzione Proprietà dal menu di opzioni che si aprirà. La nuova finestra che si aprirà successivamente racchiude tutte le informazioni relative al proprio PC, alla licenza di Windows ed al nome del computer.

Anche in questo caso, è necessario dare un’occhiata alle opzioni che troviamo sulla colonna laterale. Per configurare la connessione remota bisogna scegliere l’opzione Impostazioni di connessione remota che sarà la terza opzione disponibile nel menu laterale della finestra appena aperta.

Dopo aver cliccato su questa voce, si aprirà una nuova finestra denominata Proprietà del sistema. Tale finestra include cinque schede. Per continuare la configurazione, sarà necessario andare in Connessione remota verificando che l’opzione “Consenti connessioni di Assistenza remota al computer” sia abilitata.

Nella sezione Desktop remoto, invece, è possibile selezionare:

  • Consenti connessioni dai computer che eseguono qualsiasi versione di Desktop remoto (meno sicuro)

  • Consenti connessioni solo dai computer che eseguono Desktop remoto con Autenticazione a livello di rete (più sicuro)

A questo punto, scegliere l’opzione Avanzate. In questa nuova finestra bisognerà verificare che sia spuntata l’opzione “Consenti il controllo del computer da postazioni remote”. Dopo aver impostato in modo corretto le varie opzioni, premere Ok e chiudere le finestre per confermare i cambiamenti apportati al sistema.

Dopo aver completato questi passaggi preliminari, è necessario completare la configurazione del PC a cui si desidera effettuare la connessione andando ad abilitare il “Desktop remoto” dalle Impostazioni. Questa funzionalità è stata aggiunta in Windows 10 dalla versione Fall Creators (1709). Per prima cosa, bisognerà cliccare sul tasto Start e poi scegliere l’opzione Impostazioni (caratterizzata dall’icona dell’ingranaggio).

A questo punto scegliere la voce Sistema e poi andare in Desktop remoto. In questa nuova sezione, si potrà scegliere l’opzione Abilita Desktop remoto. Se la versione di Windows 10 utilizzata non supporta tale funzionalità, apparirà un messaggio in rosso del tipo “La tua Home Edition di Windows 10 non supporta Desktop Remoto” con un link per verificare quale versione del sistema operativo (Windows 10 Pro) è necessario utilizzare. Dopo aver abilitato questa funzione, è necessario prendere nota del nome del PC per cui si sta attivando il Desktop remoto.

A questo punto, dal PC Windows 10 locale, ovvero dal PC che si sta utilizzando per accedere da remoto al proprio PC configurato in precedenza, è necessario premere la combinazione di tasti “Windows + S” per avviare la funzione cerca e nella casella di ricerca sulla barra delle applicazioni digitare Connessione Desktop remoto per poi cliccare sull’icona di Connessione Desktop remoto. Nella nuova finestra, è possibile digitare il nome del PC, di cui si è preso nota in precedenza, e scegliere connetti.

Dopo aver configurato il PC a cui accedere da remoto, è possibile configurare tutti i propri dispositivi da utilizzare per accedere a questo PC. Per completare questa configurazione basta scaricare l’applicazione Desktop remoto, disponibile per il download gratuito su dispositivi Android, tramite il Play Store, su dispositivi iOS, tramite l’App Store, e su altri dispositivi Windows 10 (anche in versione Home Edition), tramite il Microsoft Store. Installata l’app, ad esempio sul proprio smartphone, sarà sufficiente inserire i dati richiesti per poter accedere, da remoto, al PC configurato in precedenza.

Scopri le migliori offerte del mercato

Connessione remota tramite Chrome remote desktop

Tra i tanti strumenti a disposizione degli utenti per realizzare una connessione remota con il proprio PC troviamo Chrome remote desktop, accessibile in modo completamente gratuito dal proprio browser web. Con questa soluzione, è possibile controllare un PC da un altro dispositivo effettuando un accesso completo da remoto. Chrome remote desktop è un sistema davvero molto efficace per realizzare una connessione remota e non presenta particolari limiti per quanto riguarda l’hardware o il software.

Per realizzare una connessione remota utilizzando Chrome remote desktop basterà avere a disposizione:

  • un browser web compatibile

  • un account Google (quello che viene utilizzato per accedere alla posta di Gmail)

  • due dispositivi di cui uno a cui accedere da remoto; il servizio è disponibile per PC Windows, MacOS e Linux e, tramite app dedicate, per smartphone e tablet Andorid, iPhone e iPad

Per sfruttare questa comoda soluzione è sufficiente avviare la configurazione della connessione remota partendo dal PC a cui si vuole accedere con un altro dispositivo. Per la configurazione, sarà necessario visitare il sito web remotedesktop.google.com.

A questo punto, basterà seguire una veloce procedura online per configurare il proprio PC e rendere possibile l’accesso, da remoto, utilizzando un altro PC oppure anche il proprio smartphone (tramite l’app dedicata disponibile per Android e iOS). Per completare la configurazione è necessario, come prima cosa, aver effettuato l’accesso con il proprio account Google. Chi non ha un account Google, potrà crearne uno nuovo in pochi istanti.

Successivamente, il processo di configurazione di Chrome remote desktop, richiederà all’utente di:

  • dare un nome al PC a cui accedere da remoto

  • scegliere un PIN a sei cifre da utilizzare per confermare l’identità dell’utente e poter accedere da qualsiasi dispositivo compatibile

Completati questi semplici passaggi, la configurazione del PC a cui accedere da remoto è terminata e bisognerà passare alla configurazione dei dispositivi da utilizzare per accedere, da remoto, al PC appena abilitato all’utilizzo di Chrome remote desktop.

Per accedere da remoto al PC configurato da un altro PC desktop basterà andare nuovamente sul sito remotedesktop.google.com ed effettuare l’accesso con lo stesso account Google utilizzato in precedenza. A questo punto, invece di scegliere l’opzione Accesso remoto, sarà necessario selezionare l’opzione Assistenza remota ed inserire il nome del PC e il PIN impostato in precedenza per richiedere l’accesso.

Se i dati inseriti sono corretti, si potrà accedere subito, da remoto, al PC configurato precedentemente. Il desktop sarà incluso all’interno della schermata del browser. Scegliendo di visualizzare il browser a tutto schermo (basta premere F11) si potrà accedere, in modo completo, al PC a cui ci si è appena collegati da remoto.

Quest’operazione è eseguibile facilmente anche da altre tipologie di dispositivi. Ad esempio, è possibile avviare una connessione remota da smartphone. Come prima cosa, è necessario procedere con il download dell’applicazione Chrome Remote Desktop disponibile, gratuitamente, sul Play Store, per smartphone e tablet Android, oppure sull’AppStore, per iPhone e iPad.

Dopo aver scaricato e installato l’app, sarà sufficiente effettuare l’accesso utilizzando lo stesso account Google con cui è stato configurato l’accesso remoto al PC utilizzato in precedenza. Nell’elenco “I miei computer” apparirà immediatamente il PC a cui accedere da remoto.

Per avviare la connessione, basta premere sul nome del PC e, nella finestra che apparirà, inserire il codice PIN impostato in precedenza per convalidare l’accesso remoto al proprio PC desktop tramite Chrome Remote Desktop. Una volta inserito il PIN e scelta l’opzione Connessione, dopo una breve verifica dei dati, l’accesso da remoto al proprio PC dallo smartphone sarà attivo.

Dal display dello smartphone sarà, quindi, possibile accedere, in modo completo al proprio PC. In questo caso, considerando il formato diverso del display e la presenza di comandi touch, la navigazione dell’interfaccia utente e la gestione delle varie funzioni sarà un po’ meno immediata ma la connessione da remoto al PC resterà ugualmente valida e si potrà accedere a tutte le funzioni del PC stesso.

Team Viewer

Un’altra opzione da tenere in considerazione per poter realizzare una connessione remota con un PC è Team Viewer. Si tratta di un software gratuito disponibile per tutti i principali sistemi operativi. Team Viewer può essere scaricato direttamente dal sito ufficiale. Basta scegliere il sistema operativo ed avviare il download. Da notare che ci sono anche le applicazioni per smartphone e tablet Android, iPhone e iPad da utilizzare per controllare in remoto il PC su cui è installato Team Viewer.

Completato il download, sarà necessario avviare anche l’installazione per poter iniziare ad utilizzare subito il software. Al momento dell’installazione sul PC con cui realizzare la connessione remota, bisognerà scegliere l’opzione Installare per controllare in seguito questo computer da remoto. Terminata tutta la procedura, il software sarà pronto all’uso.

Per configurare la connessione da remoto, a questo punto, è necessario individuare l’opzione Consenti controllo remoto, situata nella sezione sinistra della schermata di controllo del programma. Sotto quest’opzione vengono riportati i dati necessari per avviare la connessione da remoto. Tali dati sono:

  • ID

  • Password

Questi due dati dovranno poi essere utilizzati per accedere al PC su cui si è appena installato Team Viewer da remoto. Da notare, inoltre, che l’utente può scegliere di impostare una password statica, in sostituzione della password di default che è dinamica e si aggiorna ad ogni riavvio del software. In questo modo, sarà più semplice realizzare la connessione remota successivamente. Per impostare una password statica basta scegliere l’opzione Imposta password personale.

A questo punto, è necessario installare Team Viewer anche sul PC da cui verrà effettuata la connessione. Come detto in precedenza, è possibile utilizzare questo software anche da un dispositivo mobile, installando l’apposita applicazione ufficiale. La procedura da seguire sarà sostanzialmente la stessa.

Per effettuare la connessione da remoto bisognerà individuare l’opzione Controlla computer remoto ed inserire i dati (ID e Password) riportati dal software sul PC a cui ci si vuole collegare. Una volta inseriti i dati, sarà sufficiente cliccare sull’opzione Accedi per avviare il collegamento da remoto.

A questo punto, l’utente potrà gestire in modo completo il PC configurato in precedenza (questo PC dovrà essere accesso e con TeamViewer avviato per completare la connessione da remoto) avendo il controllo di tutte le funzioni del sistema operativo.

Offerte telefonia fissa e mobile tutto compreso: le promozioni di ottobre 2020

Le offerte telefonia fissa e mobile tutto compreso sono la migliore occasione per risparmiare sulla connessione Internet di casa veloce e stabile e sulla SIM per smartphone. Scopri le migliori tariffe convergenti dei principali provider

Offerte TIM casa tutto compreso: le promozioni di Ottobre 2020

Tim è tra i principali operatori di rete fissa in Italia e per coloro che vogliono risparmiare sulla connessione Internet domestica e altri servizi come le chimate da fisso sono disponibili offerte tutto compreso

Bonus PC e Internet: ecco da quando saranno utilizzabili i voucher da 500 Euro

Il Bonus PC e Internet, agevolazione che mette a disposizione degli aventi diritto sino a 500 Euro da utilizzare per semplificare l'accesso alla banda ultra larga, potrà essere utilizzato tra pochi giorni. Come stabilito dal Comitato Banda ultra larga (Cobul), infatti, a partire dal mese di novembre 2020 sarà possibile, per tutte le famiglie che ne hanno diritto, utilizzare il voucher per attivare le offerte degli operatori ed acquistare un PC/tablet. Ecco tutti i dettagli:
Verifica la copertura
del tuo indirizzo
Comune
Parla con un esperto
Gratis e senza impegno